mercoledì 26 febbraio 2020

Marcello Veneziani x La Verità - Il ragazzo di destra...

segre ragazzo destra

Eccolo, il giovane Mostro. L’antisardina, il marziano tricolore. Lo vedi che ti si avvicina con qualche timidezza, poi prende coraggio, non ti chiede un selfie ma la firma su un libro. E alla fine confessa il misfatto. Sono un ragazzo di destra. A volte indica una militanza, oppure no, richiama letture o esperienze. Ha la faccia pulita, è vestito come un contemporaneo, somiglia perfino ai suoi coetanei anche se ha un garbo che un po’ lo distingue, ha gli occhi sognanti e magari un lieve sorriso, mai troppo smaccato perché c’è poco da ridere per chi ha scelto di essere antagonista, ribelle contro il suo tempo. Capisci che viene da discussioni studentesche, polemiche coi professori, ha subito qualche discriminazione e qualche minaccia, è trattato come un appestato, ha visto calpestare la memoria storica, le foibe, la patria e i suoi eroi. Vive la sua “diversità”, traendo qualche motivo d’orgoglio dal suo non conformismo che ha imparato a chiamare scorrettezza...
Poi ti capita un giorno di febbraio che Walter Veltroni ricordi a sorpresa in un paginone sul Corriere della sera quel giovane mostro massacrato dai compagni negli anni di piombo. Si chiamava Sergio Ramelli e non aveva altro crimine alle sue spalle che essere di destra, militava a viso aperto per la gioventù nazionale, amava il suo Paese e la voglia di redenzione. Veltroni ne parla con rispetto e umanità, non riconosce valore e dignità alle sue idee, ma lo rispetta nonostante quelle; però è già qualcosa in questi tempi di iene e sciacalli.
E ti capita un altro giorno alla Sapienza, davanti al Capo dello Stato, che la Senatrice a vita Liliana Segre, l’altare vivente della nostra democrazia, portata come una madonna pellegrina nella campana di vetro in ogni luogo, con un gesto bello e materno, nonnesco, di vera umanità, ritrovi in un ragazzo di destra, Valerio Cerracchio, il ciuffo di suo nipote e lo abbracci e lo baci, nonostante sia stato tenuto lontano dal palco, classificato come mostro, razzista e fascista benché sia stato il più votato, in libere elezioni, a rappresentare gli studenti.
Dite quel che volete ma io li trovo due piccoli esempi di civiltà, due gesti incoraggianti in un clima sconfortante, due modi per riconoscere che esistono anche gli altri, i non allineati, quelli che non la pensano come voi comandate, che si sono seduti dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati (citazione brechtiana, per ricambiare cavallerescamente l’atto cortese).
Non so se Veltroni avesse qualche altro scopo nel suo ricordo di Ramelli; ma a onor del vero gesti analoghi li fece già quando era sindaco di Roma. Del resto a Roma ci furono altri Ramelli, non pochi, che furono trucidati per il solo torto di essere ragazzi di destra, sognatori di un’Italia diversa che amava la sua civiltà e la sua tradizione. Non so se la Segre pensasse in quel momento a suo marito che si candidò col Msi di Almirante alla fine degli anni Settanta. Ma quel gesto fa onore a Veltroni come alla Segre, e rintraccia un segno di umanità in un momento bestiale di ottusa insofferenza che ha preso la mano, le parole, la testa. E per fortuna non ancora le mani…
Con tutti i suoi difetti, Veltroni è meglio di questa sinistra becera e ingrillita dei nostri giorni, viene da una storia, capisce le passioni politiche, ha umanità. E Liliana Segre è decisamente meglio di coloro che la innalzano, la usano, si fanno schermo di lei per seminare odio nel nome dell’amore; ha espresso in più occasioni equilibrio rispetto per quelli che altri giudicano mostri, ha persino dialogato con Salvini e con la Meloni, senza ritrosie e senza mascherina antivirus.
I due gesti mi hanno ricordato Cesare Pavese che una volta ne la Casa in collina parlò di un ragazzo fascista ucciso: “Ho visto i morti sconosciuti, i morti repubblichini, sono questi che mi hanno svegliato … anche vinto il nemico è qualcuno; dopo averne sparso il sangue bisogna placarlo, dare una voce a questo sangue… ogni caduto somiglia a chi resta, e gliene chiede ragione”. E PierPaolo Pasolini che dedicò la sua ultima poesia, Saluto e augurio, a lui, al ragazzo di destra. Lo chiama Fedro, gli rivolge “un discorso che sembra un testamento” e lo fu davvero per la sua morte sopraggiunta a breve. Gli dice di amare i suoi capelli corti, in polemica coi capelloni, e di condividere il suo amore per il latino e il greco. Lo esorta a difendere le vigne, i casali, la confidenza col sole e la pioggia, e sognare “la Destra divina che è dentro di noi nel sonno”. Lo invita a non essere borghese ma santo e soldato “Santo senza ignoranza e soldato senza violenza” e gli indica una sacra missione: “Difendi, conserva, prega. Prenditi tu questo fardello – gli dice – io non posso; nessuno ne capirebbe lo scandalo”. Parole che si conficcano dentro l’anima di un ragazzo, più di un coltello.
Torno infine a lui, al Ragazzo di Destra, a questa etnia negata e offesa, scambiato per un cretino di tredici anni che disegna svastiche sui muri o ai citofoni. Uno sport antico e demente, ricordo da ragazzo svastiche in tutti i cessi pubblici di scuole e ferrovie, era una variante del pisello, un altro segno osceno per trasgredire, per giunta facili da disegnare. Un segno di idiozia elementare, di puerile ignoranza, non certo di nazismo tornante…
Ma quelle svastiche non sono il lessico quotidiano del Ragazzo di Destra. Semmai sono la sua caricatura o quella del fratello scemo. Il Ragazzo di Destra pensa col cuore ma pensa; anzi rispetto allo standard delle sardine, dei grillini o dei centri sociali, sembra quasi un pensatore. Sta lì, ti vede come uno che potrebbe essere suo padre o suo precursore; tu lo guardi negli occhi e rivedi i tuoi diciott’anni di ragazzo di destra. E a differenza di Pasolini, dividi con lui il suo fardello. Difendi conserva prega.
MV, La Verità 23 febbraio 2020

Sea Watch con 194 migranti verso Messina. Musumeci: "Quarantena a bordo o vadano altrove"


Il governatore si appella al Governo: "Suona come una sfida al popolo siciliano". Salvini tuona: "Bloccare gli sbarchi".


La Sea Watch 3 fa rotta verso Messina. La nave della ong tedesca ha avuto l’autorizzazione per far sbarcare le 194 persone che ha salvato in tre operazioni diverse nella città siciliana. La scelta del Governo di assegnare Messina come porto sicuro ha scatenando la preoccupazione del presidente di Regione, Nello Musumeci, anche per i rischi legati al coronavirus: “Una quarantena a bordo è indispensabile”, ha dichiarato. In Sicilia sono stati registrati tre casi di covid-19 nella giornata di ieri....

Huffington Post - Di Battista contro la "discriminazione virale": "Influenza, fame, diarrea, cancro e fulmini hanno ucciso più del Coronavirus"

Italy's 5-Star Movement lawmaker Alessandro Di Battista answers questions during an interview with the...


Influenza, fame, diarrea, cancro e fulmini hanno ucciso più del Coronavirus.

Un post a tratti ironico dell'ex deputato M5S: "Più lucidità servirebbe a tutti".



Italy's 5-Star Movement lawmaker Alessandro Di Battista 
answers questions during an interview with the Associated
 Press, in Rome, Tuesday, March 21, 2017. The anti-establishment 
5-Star Movement is riding the wave of populist sentiment 
sweeping through Europe and the U.S., aiming for early elections
 now that polls for the first time have placed it well ahead of the
 ruling but fractured Democratic Party. (AP Photo/Alessandra
 Tarantino)
“In Italia ogni anno si ammalano di cancro circa 370.000 Persone. Più di 1000 al giorno
 e ne muoiono quasi 500 al giorno....

martedì 25 febbraio 2020

Brian S. Brown - World Congress of Families lancia il principale sito di notizie Pro-Family e Pro-Life in 5 lingue



Il capo del Congresso mondiale Brian Brown con Matteo Salvini recentemente. Salvini ha presieduto la conferenza del Congresso mondiale delle famiglie la scorsa primavera a Verona, in Italia
Secondo quanto riferito, un'edizione in lingua russa è in lavorazione.

Nota del redattore : Brian Brown è un eroe, che conduce una lotta globale contro l'aborto e LGBT. Il suo Congresso mondiale delle famiglie è una delle forze maggiori nel respingere la degenerazione di Globohomo, e sta riuscendo. Portare la lotta ai media è una mossa intelligente da parte sua, una delle tante nel corso di una lunga carriera di successo.

Viaggiando in tutto il mondo per gli eventi del Congresso mondiale delle famiglie, ho avuto la grande benedizione di diventare amico di molti leader del movimento pro-famiglia. Sia a Parigi che a Kiev, a Washington, a Washington o a Taiwan, l'unico ritornello costante nelle nostre conversazioni è quanto i media dominanti non siano riusciti a trattare in modo equo, intenzionalmente o no, il nostro lavoro. Dalle vere e proprie bugie che tentano di descrivere i gruppi pro-famiglia come odiosi, alla palese mancanza di rispetto per le persone di fede, fino al semplice fallimento persino nel cercare di capirci: in tutto il mondo la storia è la stessa....

Huffington Post - Fontana contro Conte, si alza e se ne va: “Con che coraggio attacchi a medici e infermieri”



Il governatore va allo scontro diretto con il premier nella cabina di regia sul coronavirus, davanti a ministri e governatori. Solo la mediazione di Guerini evita la rottura.

La riunione si scioglie con una decisione, che Giuseppe Conte annuncia davanti ai microfoni: “Abbiamo concordato di fare un’ordinanza per uniformare i comportamenti in tutte quelle Regioni che non fanno parte della zona focolaio”. Il “clima di grande collaborazione” accreditato dal premier è passato per il campo minato di un duro scontro. Scena: Protezione civile. Il presidente del Consiglio è in videoconferenza con tutti i presidenti delle Regioni. Qui le ricostruzioni differiscono sull’innesco, ma concordano tutte su quel che succede: tra Conte e Attilio Fontana va in scena un pesante diverbio. 

La polemica era iniziata già nella tarda serata di lunedì, con il capo del Governo che ha bacchettato le Regioni che sono andate in ordine sparso e il capogruppo leghista Riccardo Molinari a rispondergli per le rime. La mattina inasprisce ancor più gli animi. Perché nella notte l’avvocato del popolo ha forse improvvidamente puntato il dito contro l’ospedale di Codogno: “Abbiamo due focolai del virus, uno dei quali è nato, complice un ospedale che non ha osservato determinati protocolli, favorendo la nascita di uno dei focolai che cerchiamo di contenere con misure draconiane”. Parole “inaccettabili” per Fontana. “Una dichiarazione da parte di una persona ignorante”, ancora più duro l’assessore al Welfare Giulio Gallera....

Coronavirus, il presidente dei biologi: "Non è più grave di un'influenza, il panico è peggiore della malattia"

 coronavirus

Vincenzo DʼAnna vede un allarmismo esagerato. "Bisognerebbe parlare in maniera meno catastrofica. Eʼ tutto fermo per un virus che uccide come unʼinfluenza. Troppi scienziati cercano i riflettori".

Il presidente dei biologi in Italia cerca di abbassare la tensione scatenata dall'emergenza coronavirus, avverte che "il panico è peggiore della malattia" e definisce il Covid-19 "poco più di un virus influenzale". "Bisognerebbe parlare alla gente in maniera meno catastrofica e più pacatamente - spiega Vincenzo D'Anna -. E' tutto fermo, tutto paralizzato: la Borsa ha bruciato circa 40 miliardi di euro, ricchezza che se ne va"...

Coronavirus, Giulio Gallera: Conte ignorante, inaccettabili le sue dichiarazioni



Lʼassessore al Welfare in Lombardia: "Il premier non conosce i protocolli e getta la palla in tribuna per coprire delle falle gigantesche di un sistema di protezione civile nazionale che non sta dando alcun tipo di risposte ai problemi organizzativi e gestionali".

"Una dichiarazione inaccettabile da una persona ignorante, perché ignora assolutamente quali erano e sono i protocolli definiti dall'Istituto Superiore di Sanità. Noi sul coronavirus abbiamo seguito pedissequamente ciò che era stato determinato dall'Iss e le linee guide del Ministero". Lo ha detto Giulio Gallera, assessore al Welfare della Regione Lombardia, sulle le affermazioni del premier Conte che parlava di "scarso coordinamento tra istituzioni".
"Noi veniamo in maniera ignobile attaccati da un presidente del Consiglio che non sapendo di cosa parla dice che noi non seguiamo i protocolli, quando Regione Lombardia i protocolli non solo contribuisce a livello nazionale a realizzarli, ma li segue in maniera puntuale", prosegue Gallera, su Rai Tre. Aggiungendo: "Ormai sta emergendo la totale incapacità del governo di gestire qualcosa che loro dovevano prevedere"....

lunedì 24 febbraio 2020

Del prof. Michel Chossudovsky -- La dinastia Bush: Germania nazista, Bin Ladens e Drug Lords messicani



 Del prof. Michel Chossudovsky

Immagine: il senatore Prescott Sheldon Bush e suo figlio George HW Bush
---------------------------------------------------------------------------------------------
È casuale? La famiglia Bush aveva stretti legami con la Germania nazista, la famiglia bin Laden e il cartello messicano sulla droga. 
Due membri della dinastia Bush hanno aderito alla Casa Bianca.
Il pubblico americano sarebbe stato pienamente informato dai media, chi in America avrebbe votato per George W. Bush? 

La famiglia Bush si collega alla Germania nazista

Il nonno Prescott Sheldon Bush  "era un direttore e azionista di società che beneficiavano del loro coinvolgimento con i finanziatori della Germania nazista". (The Guardian, settembre 2004)
Il pubblico americano non era a conoscenza dei legami della famiglia Bush con la Germania nazista perché il record storico era stato accuratamente nascosto....

Marko Marjanović --- Erdogan alza l'Ante, lancia l'offensiva contro i siriani, la Russia interviene con feroci attacchi aerei



Un tecnico ribelle che prende parte all'assalto
Nota dell'editore:  combinati con altri due attacchi di artiglieria da parte di siriani questo mese ( 1 , 2 ) i turchi finora hanno subito 15 KIA nel loro intervento Idlib finora.
Parla di un pasticcio pericoloso. Mentre Turchia e Russia stanno ancora negoziando su Idlib Erdogan ha lanciato un'offensiva ribelle turca sulla città di Nairab (sugli approcci alla chiave strategica di Saraqib) nelle mani dell'esercito siriano....

domenica 23 febbraio 2020

Mosca - Il giorno del Difensore della Patria, il Presidente depose una corona sulla Tomba del Milite Ignoto

Il giorno del Difensore della Patria, il Presidente depose una corona sulla Tomba del Milite Ignoto

Il capo dello stato onorò il ricordo dei soldati caduti posando fiori sull'Eternal Flame.


00:30
Mosca, Alexander Garden


Alla cerimonia hanno partecipato il presidente del governo Mikhail Mishustin , il presidente del Consiglio della federazione Valentina Matvienko , il presidente della Duma di stato Vyacheslav Volodin , il capo dell'amministrazione presidenziale Anton Vaino , il vicepresidente del consiglio di sicurezza Dmitry Medvedev , il presidente della corte costituzionale Valery Zorkin , il presidente della Corte suprema Vyacheslav Lebedev , il ministro della difesa Serge Sicurezza Segretario Consiglio Nikolai Patrushev , il procuratore generale Igor Krasnov, capo del ministe federale STV e dipartimenti, i leader dei partiti politici, rappresentanti delle organizzazioni dei veterani.
Alla fine della cerimonia, una compagnia di guardia d'onore e un'orchestra hanno marciato davanti al memoriale.---

============================================-------------------------------------------------------
Concerto in occasione della Giornata del difensore della patria

Vladimir Putin ha partecipato a un concerto dedicato alla Giornata dei difensori della patria. Il capo dello stato si è congratulato con i veterani, il personale, il personale civile delle forze armate, tutti i cittadini russi durante le vacanze.

16:15
Vladimir Putin: Cari compagni! Cari veteran....

23 FEBBRAIO 2020 17:08 -- Coronavirus, "il tasso di mortalità è bassissimo e molto contenuto"

Coronavirus,

Guarda ed ascolta il Video:

https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/linfluenza-stagionale-uccide-fino-a-400-persone-lanno_15202886-202002a.shtml

-----------------------------------------------------------------------------------

A Tgcom24 il professor Alessandro Miani (Società medicina ambientale): "Nella peggiore delle ipotesi siamo di fronte a una mortalità tra il 2 e il 3 per cento circa, in realtà molti studi suggeriscono che è molto inferiore a questa".

"Si tratta nei fatti di una forma influenzale, di una sindrome influenzale da coronavirus; più forte dell'influenza ma con una mortalità molto contenuta, stando ovviamente a quelli che sono i dati che ci vengono suggeriti anche da studi internazionali. Nella peggiore delle ipotesi siamo di fronte a una mortalità tra il 2 e il 3 per cento circa, in realtà molti studi suggeriscono che è molto inferiore a questa". E' quanto spiega a Tgcom24 il professor Alessandro Miani, presidente della Società italiana di medicina ambientale, parlando di coronavirus....
"L'80 per cento dei contagiati - aggiunge Miani - è composto da persone con dei sintomi molto lievi, quindi paragonabili a quelli di un'influenza, oppure da asintomatici, com'è stato detto. Secondo me quello che bisogna fare oggi è distinguere la paura dalle verità scientifiche e quindi collocare nella sua giusta dimensione questo tipo di epidemia".   

Coronavirus, il virologo Di Perri: “Fenomeno banale simile all’influenza. Mortalità? Legata a pazienti anziani con patologie”

Coronavirus, Walter Ricciardi dell’Oms: “Grave errore non mettere in quarantena le persone arrivate in Italia dalla Cina”



Coronavirus, Walter Ricciardi dell’Oms: “Grave errore non mettere in quarantena le persone arrivate in Italia dalla Cina”L’accusa: «Una scelta non scientifica, entro due settimane sapremo se saremo difronte a un’epidemia».

MILANO. «C’è il forte rischio che i focolai diventino un’epidemia. Lo sapremo tra due settimane». Walter Ricciardi, 60 anni, ordinario di Igiene alla Cattolica e membro del consiglio esecutivo dell’Organizzazione mondiale della sanità, non nasconde la preoccupazione. Anche perché finora l’Italia, secondo lui, ha sbagliato alcune mosse....

venerdì 21 febbraio 2020

HuffPost - FALLISCE IL VERTICE SUL BILANCIO. EUROPA SPACCATA - Conte: “Via sconti anche alla Germania”

FALLISCE IL VERTICE SUL BILANCIO. EUROPA SPACCATA - Conte: “Via sconti anche alla

Il summit si conclude senza accordo, le posizioni "ancora molto distanti". In scena lo scontro tra i 4 frugali, favorevoli a un bilancio Ue più piccolo, e gli amici della Coesione, tra cui l'Italia, favorevoli a un bilancio più corposo e senza i "rebates"-
Nessun accordo al vertice europeo straordinario convocato per discutere del prossimo bilancio pluriennale 2021-2027. Dopo oltre 30 ore di trattative non-stop, i 27 non sono riusciti a trovare un compromesso che potesse accontentare tutti.
“Nelle ultime settimane e giorni abbiamo lavorato molto intensamente con lo scopo di raggiungere un accordo sul bilancio, purtroppo oggi abbiamo constatato che non era possibile”, ha detto il presidente del Consiglio europeo Charles Michel. Ora, gli ha fatto eco la presidente della Commissione Ursula von der Leyen, “dobbiamo continuare a lavorare, il tempo è poco”, altrimenti dal 2021 non avremo più l’Erasmus, le politiche di coesione e le risorse per affrontare le grandi sfide che attendono l’Ue per l’ambiente e il digitale....

Moscow Komsomolets - Gli aeromobili dell'aeronautica russa in Siria hanno attaccato veicoli corazzati turchi

Gli aeromobili dell'aeronautica russa in Siria hanno attaccato veicoli corazzati turchi


mk.ru: Moscow Komsomolets
I terroristi furono distrutti
ieri alle 17:48, visualizzazioni: 142721
Il Centro russo per la riconciliazione delle parti in guerra in Siria ha confermato le informazioni 
secondo cui gli aerei Su-24 del gruppo aereo delle forze aerospaziali russe hanno attaccato i gruppi
 terroristici in avanzamento. Ciò è stato fatto su richiesta delle autorità siriane. A seguito di azioni 
congiunte, le unità militanti avanzanti furono completamente distrutte.


La mattina del 20 febbraio, i militanti di gruppi terroristici hanno lanciato un'offensiva sulla città di Neyrab nella provincia siriana di Idlib. I militanti hanno attivamente utilizzato veicoli corazzati e artiglieria che hanno ricevuto dalla Turchia. Durante lo scontro, le truppe siriane hanno richiesto il supporto dell'aeronautica russa. Per respingere l'attacco terroristico, il comando del gruppo russo ha inviato bombardieri Su-24M in prima linea sul luogo dello scontro.
Un video di un attacco Su-24M da parte di armi antiaeree terroristiche è apparso sul Web. L'aereo cadde sotto il fuoco di un sistema missilistico antiaereo portatile di militanti. Il pilota è riuscito a manovrare ed eludere l'attacco....

Corriere della Sera - Rimini, il consigliere della Lega che ha ospitato una migrante: «Nel partito gli xenofobi sono pecore nere»

Rimini, il consigliere della Lega che ha ospitato una migrante: «Nel partito gli xenofobi sono pecore nere»

Domenica sera Carlo Grotti Trevisan ha accolto in suo appartamento una donna incinta e il figlio di otto anni in difficoltà. «Il 90% dei colleghi con me. Anche Salvini l’avrebbe fatto».

«Ho solo compiuto un gesto di umanità e accoglienza. I leghisti xenofobi sono una minoranza, pecore nere. Anche Salvini avrebbe fatto ciò che ho fatto io, lui è un uomo di cuore». Carlo Grotti Trevisan, consigliere comunale della Lega a Rimini, domenica sera ha aiutato una donna tunisina incinta e con un figlio di otto anni trovati nell’androne di casa. Per una notte, Grotti li ha ospitati in un appartamento di proprietà. «Ho fatto soltanto un cosa normale», dice... Solo che poi il consigliere, classe 1984, diploma in regia, laurea in scienze dell’astronomia, cofondatore del portale surfproject.it e di Dream factory studio (ha prodotto video di Povia), un lavoro nella gestione di personale e bilanci societari, ne ha fatto un post su Facebook e la «cosa» a Rimini ha fatto parlare...

Governo "giallo-rosso sbiadito", l’ultimatum di Renzi: «Se Conte respingerà le nostre idee, noi fuori»

Governo, l'ultimatum di Renzi: «Se Conte respingerà le nostre idee, noi fuori»

I punti sono: sblocco con i commissari dei cantieri fermi; eliminare o modificare il reddito di cittadinanza; «giustizia giusta» e cambiare «le regole insieme per eleggere il sindaco d’Italia». Settimana prossima l’incontro con il premier. Salvini: «Renzi ha ragione, tolga la spina»



Sblocco con i commissari dei cantieri fermi; eliminare o modificare il reddito di cittadinanza; «giustizia giusta» e cambiare «le regole insieme per eleggere il sindaco d’Italia». È l’ultimatum di Matteo Renzi via Facebook: «Se il premier riterrà che su queste cose si possa trovare un buon compromesso, noi ci saremo. Se il premier riterrà di respingere le nostre idee, faremo senza polemiche un passo indietro, magari a beneficio dei cosidetti responsabili». L’ex premier ed ex segretario pd, ora leader di Italia viva, scrive: «Non chiediamo nomine, ma cher Conte ci ascolti. Dentro o fuori non è una questione di tattica, ma di contenuti. Se sui contenuti siamo d’accordo, si sta dentro. Se sui contenuti siamo lontani, è giusto che tocchi ad altri. Con una parola: noi facciamo politica, non populismo»....

giovedì 20 febbraio 2020

Maurizio Blondet - 2+2, Lavrov e Shoigu a Roma: verso nuove relazioni fra Mosca e l’Ue?


Ministro degli Esteri e il Ministro della Difesa Rusaa: Lavrov e Shoigu .

----------------------------------------------------------------------------------------------

   

Mentre il Ministro della Difesa russo Sergei Shoigu veniva a Roma...un drone sconosciuto si e messo a seguire l'aereo...


Un drone d’attacco americano ha tallonato l’aereo del capo del ministero della Difesa russo.
Per diverse oree un  aereo senza pilota americano MQ-9 Reaper (secondo altre fonti – RQ-4 – circa Ed.) Da un paese non identificato ha cercato di avvicinarsi al consiglio del Ministro della Difesa della Federazione Russa. Il drone seguì la rotta attraversando la rotta dell’aereo di Sergei Shoigu, creando così una minaccia.
“Un drone sconosciuto si è avvicinato all’aereo del ministro della Difesa russo Sergei Shoigu nei cieli sull’Europa. Questo è stato riferito a “Izvestia” dalle fonti diplomatiche militari serbe il 18 febbraio. Al momento dell’incidente, il TEAM del ministro era nello spazio aereo del Kosovo.
L’UAV si avvicinò al velivolo, riducendo la distanza a 150 km.
Diversi MiG-29 della Serbian Air Force sono stati fatti decollare per scacciare il dispositivo, se necessario . ( In precedenza era stato riferito che i caccia avevano fatto una scorta d’onore dell’aereo del capo del dipartimento russo). Di conseguenza, il drone passò lungo il confine tra Serbia e Kosovo, ma non lo attraversò.“, riferisce Izvestia....