Pagine

sabato 31 marzo 2012

Lista Civica "IMPEGNO per GRUGLIASCO":

                                                                                                    PRESENTAZIONE COALIZIONE
                                               VI ASPETTIAMO NUMEROSI! LUNEDì 2 APRILE AL
                                              TEATRO PEREMPRUNER, ORE 21

FINALMENTE CI SIAMO! ECCOCI:
lunedì sera le liste della coalizione "Ritorno al futuro, con Mariano Turigliatto" si presentano ai cittadini.
Per la nostra lista : IMPEGNO per GRUGLIASCO è un grande evento perchè siamo appena nati come lista!

Una lista che ha le sue radici nei valori della sinistra, quella buona, quella vera .. non un termine vuoto, ma concreto: del lavoro buono, dei diritti, delle pari opportunità, ma anche dei doveri e ... dell'Impegno, appunto!

Ci vogliamo presentare a voi come segue, recuperando un testo scritto... nell'anno 461 avanti Cristo!!!!! ma quanto è attuale? sembra proprio scritto per noi, per oggi! giudicate voi


Pericle - Discorso agli Ateniesi, 461 a.C.

        Qui ad Atene noi facciamo così.
Qui il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi: e per questo viene chiamato democrazia.

Qui ad Atene noi facciamo così.

Le leggi qui assicurano una giustizia eguale per tutti nelle loro dispute private, ma noi non ignoriamo mai i meriti dell’eccellenza.

Continua a leggere...»
Pubblicato da Lista civica Impegno per Grugliasco

Calearo: "Non vado in Aula E' un lavoro usurante... Lo stipendio? Ci pago la casa"

 L'ex deputato di Pd e Api si lascia andare ai microfoni della Zanzara: "Sarò andato tre volte alla Camera. Pigiare un pulsante è usurante. Con lo stipendio pago il mutuo da 12mila euro al mese della mia casa". E sul web infuria la polemica VIDEO. Non c'è limite agli sprechi della politica. E qualche deputato non se ne vergogna neppure. E' il caso di Massimo Calearo, deputato ex Pd ed ex Api ora tra le fila di Popolo e Territorio, che si è abbandonato a delle considerazioni a cuore aperto sulla sua attività politica che hanno già fatto il giro della rete.....continua...
http://www.ilgiornale.it/interni/calearo_non_vado_aulae_lavoro_usurantelo_stipendio_
PS: Silipoti almeno alla camera è sempre presente. Ci è stato quel genio del Pd che lo ha candidato al parlamento? Io caccierei sia Calearo  sia chi lo ha candidato!

Occupyamo Piazza Affari: cacciamo quei bugiardi fanatici. diGiulietto Chiesa.

 di Giulietto Chiesa.
Trascrizione del videoeditoriale a cura di libreidee.org.

L’ho definito un ricattatore, e gli si attaglia: Mario Monti mi preoccupa, lo dico francamente. All’inizio, qualche mese fa, mi pareva solo un pallone gonfiato; adesso sta diventando pericoloso: è un fanatico, un sacerdote fanatico, e i fanatici sono sempre pericolosi. Qualcuno gli ha detto che deve salvare l’Italia; lui ci ha creduto, e per questo vuole ri-educarci. E siccome non gli riesce bene, a quanto pare, nonostante tutto pensa di poteci ricattare: o fate così, come dico io, oppure me ne vado e vi lascio in pasto ai politici corrotti dai quali vi ho appena liberato. Rispondo così: caro Monti, tu non sei diverso da loro almeno per una caratteristica, la tua capacità rapinatoria; la differenza sta solo nello stile. Per cui proporrei, senza troppi rimpianti, di cacciare te e loro, insieme...continua...
http://www.megachip.info/rubriche/34-giulietto-chiesa-cronache-marxziane/8008-occupyamo-
PS:  <<Quindi – Monti, Passera, Fornero – credetemi: il Papa Napolitano non è un buon interprete del dio denaro, non è infallibile neanche lui. E quindi fate come vi proponiamo: redimetevi, e andatevene. Ce la caveremo meglio senza di voi>>.
Ottime parole buona prospettiva.
umberto marabese

Il 1°/4, non il pesce d'aprile, ma tasse vere:grazie, Pdl, Pd e UDC.

Questa mattina, leggendo l'Unità, alla terza-quarta pagina ho visto tutte le tasse che ci arriveranno dal 1 aprile: luce, fas, benzina, IMU, addizionali IRPEF comunali, provinciali e regionali. Tutte tasse vulute e "votate all'unitarietà dal Pdl, dal Pd e sopratutto dall'UDC..........Dopo alcuni segni di disapprovazione con la testa, alcune mal nascoste imprecazioni al limite, mi sono ricordato quello che ieri, sul giornale del nostro Comune.... in Grugliasco.... ,ho letto scritto   dal Gruppo Consigliare dell'UDC. Capisco che siamo in quasi-piena campagna elettorale, ma un po' di ..........servirebbe anche ora:
<< Cari elettori, pensando ad un programma che preveda un aiuto alle famiglie: l'UDC, al primo Consiglio Comunale della nuova amministrazione proporrà il Quoziente famigliare>>
Gruppo Consigliare dell'UDC, non vi sembra volerci prendere in giro ancora una volta? Il Vostro leader impone tasse come fossero sassolini e voi pensate che noi crediamo che Voi volete darci una mano a sopravvivere? Non ci caschiamo più!
A proposito, non crediate che quello che ho scritto diventerà un "pesce d'aprile", purtroppo e tutto vero, parola de l'Unità.

umberto marabese

venerdì 30 marzo 2012

Bollette, arrivano aumenti record: +9,8% per la luce, + 1,8% per il gas

 L'Authority per l'Energia prevede aumenti tra aprile e maggio. La spesa per le famiglie sale di 49 euro l'anno
Bollette della luce e del gas più care dal primo aprile: in particolare, la luce aumenterà del 5,8% e di altri 4 punti percentuali a maggio, mentre il gas dell’1,8% a inizio del mese prossimo.
Lo ha stabilito l’Autorità dell’Energia nel consueto aggiornamento trimestrale delle tariffe. Tali incrementi comporteranno una maggiore spesa annua, per una famiglia-tipo, di 27 euro per l’elettricità e di 22 euro per il gas. L’Authority ha comunque ribadito che per quanto riguarda l’ulteriore aggiornamento di maggio è ancora “a livello di stima”...continua...
http://ilfattoquotidiano.it/2012/03/30/bollette-aprile-luce-aumenta-dell18/201273/
PS: Caro "amico" del Pd grugliaschese, sul  giornale del Comune hai scritto, per conto e a nome del tuo Partito, che.".......se tutto aumenta, dalle tasse, alla tariffe, ecc.....".è sempre colpa del precedente governo ...... ma oggi vostro più stretto alleato, il Pdl di Berlusconi. Ho forse letto male?
umberto marabese

L’anatra zoppa della Pellerino(SEL).

L' ’assessore all’Istruzione del Comune di Torino ipotizza la gestione degli asili ad associazioni di maestre e genitori. Guarda caso nasce il Comitato “Zero Sei”, che ha sede nel circolo di Sel

Dalle scuole di partito, al partito che gestisce le scuole? La prospettiva che associazioni politicamente affini all’assessore Maria Grazia Pellegrino (Sel) possano prendere in gestione asili e scuole materne del Comune di Torino è adombrata dall’opposizione di centrodestra. È stata la stessa titolare dell’Istruzione di Palazzo Civico ne corso della seduta odierna della Commissione a balenare l’ipotesi di affidare alcuni plessi scolastici al “Comitato Zero Sei”. E il fatto che il sodalizio che associa maestre precarie e genitori abbia sede nel Circolo “l’Anatra zoppa”, luogo di ritrovo storico dei vendoliani torinesi ha fatto rizzare il pelo a Angelo D’Amico...continua...
http://www.lospiffero.com/cantina/lanatra-zoppa-della-pellerino-3561.html
PS: Vendola predica bene....ma molti dei suoi razzolano abbastanza poco bene.....! Nichi, intervieni, questa non è la forza politica che insieme a tantissimi cittadini avevamo intrapreso dopo il congresso del PRC del 2008: quel sogno stà scomparendo per colpa di gente che si avvicina solo per aver qualcosa in cambio e non per il bene di tutti!
umberto marabese

Grugliasco, la fontanella divenuta discarica a "piazza"aperta.

Siamo nella Piazza 66 Martiri , il salotto di Grugliasco, dove la gente si siede a prendere i primi raggi del sole primaverile; i bimbi, sorvegliati attentamente dalle mamme e dai nonni, incorrono i colombi; i pensionati gridano a squarcia gola, e ognuno vuole avere la ragione; i politici, in vista delle amministrative di maggio, riappaiono come visioni celestiali, dopo essersi nascosti nel "palazzo" per quattro anni e 10 mesi, in cerca di creduloni, promettendoli di tutto e di più in caso di voto a loro favorevole.........e cosa si vede proprio nel bel mezzo  della Piazza? La fontana disegnata da Pininfarina apposta per la nostra Città, a cica trenta metri dalla finestra dell'Assessore all'Ambiente....e allora? Da circa una settimana questa fontana non funziona che a scatti e, sopratutto, è intasata da cartacce, rifiuti vari, bottiglie di plastica e circondata da pozzanghere che a volte non permettono nemmo di essere avvicinata sopratutto dai bambini. Eppure, come premettevo, ogni giorno politici con carichi specifici e aspiranti politici , passano, si fermano, discutono animatamente.......ma nessuno dice e sopratutto fa niente.
Assessore, La prego,  quelle poche volte  che va in ufficio, apra la finestra e guardi verso la Piazza .....noi grugliaschesi non meritiamo tali scempi!

umberto marabese

IRPEF: e i dipendenti battono gli imprenditori

 I dati del ministero dell'Economia. Il reddito medio dei contribuenti è di circa 19mila euro, uno su 3 dichiara meno di 10 mila euro, solo uno su 100 ha un reddito superiore ai 100mila euro. Bersani: "E' la raffigurazione della vergogna dell'evasione".
I lavoratori dipendenti sono più ricchi degli imprenditori. Questo, almeno, è quanto dicono le analisi delle dichiarazioni dei redditi diffuse oggi dal dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia. Secondo le cifre delle dichiarazioni Irpef, i primi dichiarano un reddito medio di 19.810 euro, i loro datori di lavoro hanno invece un reddito medio di 18.170 euro. Il dato degli imprenditori è calcolato, si legge nel dossier, “con riferimento ai soli contribuenti che non dichiarano perdite”. ..continua...
http://ilfattoquotidiano.it/2012/03/30/quasi-milioni-reddito-zero-dichiara-mila-euro-dipendenti-
PS: Non è una novità!
umberto marabese

Grugliasco, ex Pininfarina, il caso approda in Regione

  Laus (Pd) chiede la convocazione di un Consiglio straordinario sul futuro dei 900 lavoratori e il destino del sito produttivo. E' ora di scoprire le carte (anche quelle degli assessorati).

Il caso De Tomaso approderà a Palazzo Lascaris. A chiedere una seduta straordinaria del Consiglio Regionale è l’esponente Pd Mauro Laus. Un modo almeno per provare a fare chiarezza in un’acqua che s’intorbidisce ogni giorno di più. Ora che la chiusura dell’azienda pare inevitabile, ora che – nonostante le rassicurazioni di alcuni sindacati a dir poco compiacenti – è stata svelata la vera natura imprenditoriale della famiglia Rossignolo, ora che la pantomima può definitivamente considerarsi conclusa, restano inevase alcune questioni fondamentali. Qual è il destino del sito produttivo che fu della Pininfarina? Quale sorte attende i 900 lavoratori?..continua...
http://www.lospiffero.com/buco-della-serratura/ex-pininfarina-il-caso-approda-
PS: Ringrazio il Consigliere Laus per aver ascoltato la mia richiesta postata solo qualche giorno fa su questo blog. Fuori le carte, le vogliamo leggere per capire di chi è la colpa  che ha fatto chiudere una delle più famose carrozzerie del mondo a Grugliasco. Voglio sapere i colpevoli, prima delle elezioni del 6 e 7 maggio!
umberto marabese

giovedì 29 marzo 2012

Grugliasco, ex Pininfarina, De Tomaso, l’agonia continua.

 Campane a morto per l'azienda della famiglia Rossignolo. Dei misteriosi soci cinesi neppure l'ombra. E gli ammortizzatori dureranno fino a dicembre. Lavoratori sul piede di guerra.
 Manca solo l'ufficialità ma per la De Tomaso la fine è ormai segnata. L'azienda non ha presentato la richiesta di cassa integrazione straordinaria e il ministero non ha potuto firmare il decreto. Slitta cosi' di qualche giorno, almeno un paio, l'avvio del provvedimento che interessa circa 900 lavoratori dello stabilimento di Grugliasco (Torino) e 140 di Guasticce (Livorno). La cassa – e' ormai certo – sara' per crisi e non per ristrutturazione.
Venerdi' scorso l'assessore alle attivita' produttive della Regione Toscana Gianfranco Simoncini e l'assessore al Lavoro del Piemonte, Claudia Porchietto avevano sollecitato l'azienda a presentare la richiesta di cigs...continua...
http://www.lospiffero.com/buco-della-serratura/de-tomaso-lagonia-continua-3535.html
PS: Mi sia permesso porre una domanda all'Assessore competente e al Consiglio Comunale di Grugliasco: Non si poteva intervenire con più incisività su questa strana vicenda, fare qualcosa  di meglio per i lavoratori della Ex Pininfarina?In un mio post di poco tempo fa avevo lanciato l'idea di fare chiarezza; chiedevo di fare un Consiglio Comunale aperto sulla questione e invitavo tutti i partiti a far pressione perchè questo consiglio Comunale si potesse fare. Perchè? Ognuno dei contendenti, regione, provincia, Comune,  e i vari "padroni" dovevano portare le carte e vedere dove, come e perchè si era sbagliato. Assolutamente silenzio da tutti: dall'Amministrazione Comunale di Grugliasco, dai partiti, dai sindacati: perchè?
umberto marabese

Monti sfotte i partiti ma si dimentica i nomi

 Monti alza la voce con i partiti. Io piaccio alla gente, voi no, ha sentenziato ieri dal Giappone dove si trova in visita di Stato. Un altolà soprattutto a Bersani che minaccia di non votare la riforma del lavoro
di Alessandro Sallusti - 29 marzo 2012, 08:13
Monti alza la voce con i partiti. Io piaccio alla gente, voi no, ha sentenziato ieri dal Giappone dove si trova in visita di Stato. Un altolà soprattutto a Bersani che minaccia di non votare la riforma del lavoro. Ma più in generale un chiaro sintomo di insofferenza verso i suoi azionisti, cioè la maggioranza che lo sostiene e gli permette di governare. Vorrebbe, Monti, decidere senza la politica tra i piedi. È un lusso che in teoria può permettersi perché, primo vero caso nella storia repubblicana, lui è lì per chiamata diretta, come avveniva per i dittatori nell’antica Roma che prendevano momentaneamente il potere nei momenti di particolare crisi...continua...
http://www.ilgiornale.it/interni/monti_sfotte_partitima_si_dimentica_nomi/29-03-2012/
PS: E' la prima cosa giusta ed equa che Monti dice e sicuramente pensa sul serio?
umberto marabese

Bersani a Monti: “Politici e tecnici insieme sennò sono cazzotti per tutti.”

 Il segretario del Pd replica al presidente del Consiglio: "Il Paese bisogna convincerlo uniti". Sulla riforma del lavoro introduce la dubbia costituzionalità. Napolitano: "Gli italiani capiranno, non vedo esasperazione". Ma la Camusso: "Le tensioni sociali sono già evidenti".

 Il presidente del Consiglio Mario Monti avrà pure i sondaggi favorevoli, ma se il Paese non viene convinto sia dai tecnici che dai politici, il rischio è che prendano cazzotti sia i primi che i secondi. E’ il pensiero del segretario del Pd Pierluigi Bersani che replica così a distanza allo stesso Monti che aveva contrapposto i sondaggi sulla popolarità del governo e quelli sulla fiducia nei partiti, sostenendo così che gli italiani appoggiano la riforma del lavoro: “O politici e tecnici convincono insieme il Paese – ha chiarito Bersani – o sotto la pelle del Paese ce ne è abbastanza per prendere a cazzotti politici e tecnici”...continua...
http://ilfattoquotidiano.it/2012/03/28/napolitano-italiani-sono-consapevoli-vedo-esasperazioni-c
PS: Caro Bersani su cosa vuoi convincere gli italiani, forse che licenziati e buttati sulla strada, hanno più tempo libero e quindi  possono andare in ferie più a lungo?
umberto marabese

mercoledì 28 marzo 2012

Arrivano i tagli, rivoluzione per bus e tram a Torino e provincia.

Il Comune: addio alla rete tracciata nel 1982. Intesa Cota-Fassino. Saitta resta sull’Aventino
MAURIZIO TROPEANO-torino
I tagli ci saranno ma avranno un impatto meno devastante almeno sul trasporto urbano. Nel corso dell’anno arriveranno meno risorse: il nove per cento in meno. E a questa riduzione se ne dovrà aggiungere una seconda l’anno prossimo: meno quindici per cento. In ogni caso si dovranno tagliare 8/10 milioni di chilometri a fronte degli oltre 17 milioni annunciati in un primo momento e questo comporterà una pesante riorganizzazione con il cambiamento radicale del modello trasportistico rimasto immutato dal 1982 ma «questo ci permetterà - spiega il sindaco Piero Fassino - di continuare a mantenere inalterata l’offerta e, soprattutto di salvaguardare i posti di lavoro»...continua...
http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/448102/
PS: Questa volta il Sindaco Fassino e la sua maggioranza di pseudi centrosinistra, non possono reclamare che Berlusconi e Tremonti tagliano loro i fondi, ora al governo "governano" il Pdl e il Pd. Cosa faranno, si manderanno a caso loro un reclamo a testa?
umberto marabese

Chiedo scusa ai lettori . di Massimo Fini.

Quando uno commette un errore, oltretutto assai grave, deve avere il coraggio e l’umiltà di ammetterlo. Non sapevo, o non ricordavo, che due delle tre ragazze d’Abruzzo di cui parlavo nella mia rubrica di sabato, oltre a essere state violentate, furono poi uccise dal pastore di pecore macedone. La sostanza non cambia perché lo stupro è un fatto già in sé gravissimo (per le conseguenze psicologiche che ha sulla vittima fino a determinarne, in seguito, l’intera sessualità), ma l’omicidio lo rende ancora più infame. Così il riferimento al “pastore macedone”, probabilmente già sgradevole e comunque equivocabile, diventa sgradevolissimo. Nella chiusa del mio articolo volevo solo invitare donne e uomini (per questo l’accenno ai turisti del folklore in Orissa) a una elementare prudenza, perché l’uomo non è quello che, illuministicamente e astrattamente, vorremmo che fosse, ma resta, nel concreto, quello che è sempre stato. Ma l’ho fatto nel peggiore dei modi e, per soprammercato, con una punta di arroganza in cui, in genere, non mi riconosco. Chiedo scusa ai lettori del Fatto e del blog e, soprattutto, a chi ebbe e ha care le vittime di quel lontano misfatto.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/28/chiedo-scusa-lettori/200651/
PS: Se i nostri politici volessero chiedere scusa di cose dette o scritte o votate, non basterebbe una foresta per la carta e un millennio per il tempo.
umberto marabese

martedì 27 marzo 2012

FamigliaCristiana.it. Partiti? No, meglio le liste civiche

Continua a calare il consenso per i partiti. Le liste civiche dovrebbero costituirsi ovunque si voti per le prossime Amministrative. Per capire davvero ciò che pensano i cittadini.
Il Governo Monti, sostenuto sinora in Parlamento dai tre maggiori schieramenti politici, trova ora delle difficoltà per definire alcuni provvedimenti la cui approvazione potrebbe risultare non gradita agli elettori di questo o quel partito, ovvero intaccare certe nicchie di potere. Mi riferisco alle dibattute tematiche sul lavoro, giustizia, Rai; e nella medesima situazione si troverà il Governo quando dovrà affrontare problemi ancora più spinosi, come la riduzione della spesa politica e la riforma fiscale. I provvedimenti per i quali finora Monti ha ottenuto l’approvazione parlamentare sono certamente impopolari, eppure nei sondaggi questo Governo ottiene notevoli consensi, superiori a quelli dei partiti che lo sostengono...continua...
http://www.famigliacristiana.it/informazione/news_2/articolo/elezioni.aspx
PS: Detto fatto, alle prossime elezioni amministrative del 6 e 7 maggio, lista civica" IMPEGNO per GRUGLIASCO".
umberto marabese

Il dossier dei No Tav: "Picchiati dagli agenti, intervenga la Procura"

Gli attivisti presentano video e foto del 3 luglio a Chiomonte.
Caselli: "Indaghiamo su tutto"
maurizio tropeano
torino
Il movimento No Tav, nel corso di una conferenza stampa, ha presentato un dossier fotografico per «fare luce sui fatti contestati agli indagati e dimostrare che la procura della repubblica di Torino ha indagato a senso unico senza prendere in considerazione gravi fatti e violenze avvenute da parte delle forze dell’ordine la scorsa estate». Una tesi che il capo della procura di Torino, Giancarlo Caselli, respinge con forza: «I No Tav sbagliano. La magistratura lo ha detto ripetutamente e lo ribadisce indaga su tutto».
E il procuratore, a margine della prima riunione della commissione antimafia del comune di Torino, aggiunge: «Certo è che molte volte vengono convocati denunciati o presunte vittime che non si presentano. Questo non facilita le indagini». Il dossier, presentato ieri da due dei leader del movimento Alberto Perino e Lele Rizzo del centro sociale Askatasuna, si basa su fotografie ad altissima risoluzione e immagini video relative al fermo di cinque attivisti il 3 luglio dell’anno scorso a Chiomonte..continua...
http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/448065/
PS: Avanti, sempre NOTAV!
Buona notte, umberto marabese

Legge elettorale: "Ai partiti piccoli, invece, è garantito un non meglio "diritto di tribuna"

 Vertice di maggioranza tra Alfano, Bersani e Casini. "Bisogna cambiare il Porcellum": e pensano a
un proporzionale secco con il premio di maggioranza. Ma la Lega nord attacca: "Una vera porcata".
 Il vertice "Abc" si assicura il dominio sull'assetto parlamentare che uscirà dalle elezioni 2013. L'incontro tra Alfano, Bersani, Casini, i leader della maggioranza che sostiene il governo di Mario Monti ha disegnato i contorni della nuova legge elettorale. Via il Porcellum di Roberto Calderoli, tornano le preferenze. Resta l’indicazione del presidente del Consiglio. Tuttavia ci sono elementi che delineano diversi vantaggi per i partiti più importanti. ...continua...
http://ilfattoquotidiano.it/2012/03/27/riforme-accordo-vertice-maggioranza-legge-elettorale-
 PS: <<Ai partiti più piccoli, invece, è garantito un non meglio precisato (per ora) "diritto di tribuna">> Ma siamo ancora in una repubblica democratica, o siamo in uno stato di dittatura di tre loschi individui? Attenzione cittadini, una dittatura inizia sempre con la negazione che altri partiti possano presentarsi davanti agli italiani in una competizione elettorale con pari opportunità. Se passa questa imposizione dei tre sopra indicati chiamatela come volete , ma sempre "dittatura"è. Ricordiamoci che "vietare con regole capestro o ricatti, che un cittadino possa presentarsi e chiedere il voto, è un atto messo in atto nel periodo fascista da Mussolini"."
 umberto marabese

Art. 18, Vendola: "Centrosinistra a pezzi se il Pd cede a Monti"

 Ddl alle Camere quando Monti torna dall'Asia. Il Pd a Montecitorio: "Basterà un mese per approvare le modifiche". Ma la sinistra radicale fa fronte.
Ma a inseguirli non c'è più nessuno, solo un fantasma di quello che avrebbe potuto essere (e ancora non è mai stato) un centrosinistra moderno e riformista. Gli alleati (quelli che sono tutt'altro che riformisti e moderati) si stanno scocciando. Antonio Di Pietro si dimostra spazientito: non ha digerito la foto twittata che ritrae Bersani con Alfano e Casini a Palazzo Chigi dal premier Mario Monti. E Nichi Vendola ha l'orticaria: per il governatore della Puglia appoggiare la riforma del mercato del lavoro significa tradire gli ideali della sinistra, ma soprattutto significa tradire l'alleanza con il Sel...continua...
http://www.ilgiornale.it/interni/vendola_minaccia_bersaniil_centrosinistra_va_pezzise_pd_cede_
PS: Caro Nichi, tu cerchi di predicare il meglio possibile, ma qua a Grugliasco, i "tuoi" razzolano molto meno bene.....!
umberto marabese

Cosa chiediamo a Monti.

Da non perdere, apri il link e leggi.....!

https://mbox.webmail.teletu.it/mime.php?file=Q29zYV9jaGllZGlhbW9fYV9Nb250aV8ucGRm&name=Cosa_chiediamo_a_Monti_.pdf

umberto marabese

Il ricattatore. di Giulietto Chiesa


di Giulietto Chiesa - www.cadoinpiedi.it

Monti lancia l'aut aut: "Se il Paese non è pronto siamo pronti a lasciare". E' solo il ricatto di un uomo in difficoltà. La sua cura non salverà l'Italia, perché è una cura sbagliata. Quando parla di mosse "eque e solidali" usa il linguaggio di Orwell per nascondere la realtà.
Monti è stato chiaro: "Se la riforma non è condivisa ci facciamo da parte". Un ricatto agli italiani?
Capisco che questa dichiarazione indica una difficoltà. Il Signor Monti comincia a capire che la cura che sta cercando di imporre all'Italia non sarà facilmente accettata, le resistenze stanno apparendo e non sono soltanto delle resistenze della coalizione che lo sostiene, ma sono resistente che vengono dal Paese reale e che indicano l'insopportabilità per la gran parte della popolazione, di una cura come quella che lui vorrebbe imporci, lui e l'Europa innanzitutto. Dunque, credo che sia il segno di una profonda debolezza strategica. E siccome Monti è persona intelligente, non credo che spenda inutilmente parole in questa direzione se non perché avverte un serio pericolo. Ci ricatta, sostanzialmente...continua..
http://www.megachip.info/tematiche/democrazia-nella-comunicazione/7987-il-ricattatore.html
PS: <<Ci sono circa 1 milione di persone che hanno ormai raggiunto e superato i 45/46 anni, che sono senza lavoro e non potranno più trovarlo. Aggiungiamo questo e scopriremo che ci sono 4 o 5 milioni di persone che da questa norma, vedono letteralmente distrutto non solo il loro tenore di vita, ma la loro stessa esistenza di famiglie e di diritti. E tutto ciò sarebbe equo e solidale?>>
Parole sante!
umberto marabese 

lunedì 26 marzo 2012

Modello tedesco: guadagnare di più. Gli operai pagati 2.600 euro al mese


 Marta Cevasco e Jurgen Schmitt sono due operai metalmeccanici. Hanno quasi la stessa età: 52 anni la signora italiana e 50 il suo collega tedesco, un’anzianità di servizio simile, entrambi tengono famiglia (coniuge e un figlio) e fanno più o meno lo stesso lavoro non specializzato. Qual è la differenza tra i due colleghi? Semplice: lo stipendio. Jurgen guadagna molto di più. A fine mese l’operaia italiana arriva a 1.436 euro, quasi la metà rispetto al metalmeccanico tedesco, che porta a casa una retribuzione 2.685 euro. A conti fatti, Marta e Jurgen sono divisi da 1. 250 euro. Chiamatelo, se volete, lo spread del lavoro. E anche qui, come succede per la finanza pubblica, vince la Germania. O meglio vince Volkswagen (leggi il reportage dal quartier generale di Wolfsburg) e perde Fiat, perché i due operai che abbiamo scelto per questo confronto sono dipendenti delle due più importanti aziende automobilistiche dei rispettivi Paesi  di Vittorio Malagutti..continua...
http://ilfattoquotidiano.it/2012/03/25/modello-tedesco/199991/
PS:  Con lo stipendio di 11milioni di € che devono pagare a Marchionne, è ovvio che i lavoratori devono prendere di meno. Poi, visto che quasi nessuno reclama, .....io quasi quasi lo diminuirei 
ancoro un po'.
umberto marabese




Col potere ai professori venne l’inverno della nostra civiltà.

 sapelli-risaiaUn saggio in sette capitoli con uno sguardo spietato e lucido sul vero significato dell'operazione Monti, e sul futuro dell'Italia e dell'Europa.

di Giulio Sapelli - www.linkiesta.it
I nostri tempi sono i tempi della verità: la crescita economica mondiale è terminata. Inizia una crisi senza precedenti, sia finanziaria sia industriale. L’epicentro di questa crisi risiede negli intermediari finanziari, e quindi nelle banche. La periferia di questa crisi è in realtà centro per la vita quotidiana di milioni di persone: sono le piccole medie imprese e tutta una foresta di classi medie. Gli operai, che oggi non possono più dirsi classe a sé, sono il punto più fragile della costruzione di cristallo che sta andando definitivamente in frantumi nell’indifferenza di tecnici e professori che, in Italia come in Europa, concepiscono gli umani come cavie e non come persone...continua...
http://www.megachip.info/component/content/article/32-pensieri-lunghi/7977-col-potere-ai-professori-
PS: Ringraziamo e preghiamo per il Pd, per che motivo ve la dico un'altra volta.....!
umberto marabese

A Grugliasco la “rupture” socialista: adieu Montà!

 Gli eredi del Garofano cittadino si spaccano e il simbolo finisce in coalizione con l'ex primo cittadino Turigliatto, abbandonando il raggruppamento capeggiato da Montà.
 Roberto Montà perde i pezzi. O meglio pezzettini. Il simbolo del Psi farà parte della coalizione che sostiene l’ex primo cittadino Mariano Turigliatto, a capo di una variegata compagine d’ispirazione progressista e principale avversario di Montà nella città rossa in cui il centrodestra non vede nemmeno da lontano il ballottaggio.
Alla base dello strappo, sancito nel weekend, ci sarebbe il veto del candidato sindaco Pd alla candidatura di Gaetano Capizzi, anche lui reo di aver appoggiato il lausiano Salvatore Amarù alle primarie di gennaio e per questo purgato -. Si tratta di uno dei membri della cabina di regia individuata dal responsabile provinciale del partito, l’ex parlamentare Enrico Buemi, per gestire la delicata fase elettorale. Si crea una spaccatura anche all’interno della formazione socialista: la maggior parte dei candidati resta con il Pd, ma Buemi concede il simbolo a Capizzi, che in poche ore chiude l’accordo con Turigliatto, grazie anche all’intermediazione dell’ex vice sindaco Teodoro Capannelli...continua...
http://www.lospiffero.com/cantina/a-grugliasco-la-rupture-socialista-3470.html
PS:  Io penso che un iscritto ad un partito deve, ripeto, deve, accettare quello che viene votato dal partito stesso. L'alternativa? Senza far casino, si allontana dal partito!
umberto marabese

domenica 25 marzo 2012

Benedetto XVI in Messico e a Cuba: le chiavi per capire il viaggio del Papa


di Gennaro Carotenuto - www.gennarocarotenuto.it

Papa Benedetto XVI sta per sbarcare per la prima volta [24 marzo 2012] nel suo pontificato nell’America latina di lingua spagnola con un viaggio che toccherà Messico e Cuba. Nonostante per i media internazionali e italiani tutto l’interesse sia puntato sulla tappa caraibica del viaggio, quella nordamericana è di gran lunga più importante. Ciò per alcuni motivi chiari: innanzitutto il Messico è un paese del G20 di oltre 100 milioni d’abitanti rispetto ai 12 milioni di Cuba. ...continua...
http://www.megachip.info/tematiche/democrazia-nella-comunicazione/7972-
PS: Buona notte. 
umberto marabese 

Norvegia, la festa dei lupi per il ritorno di Anita.

 Guarda il video:
http://video.repubblica.it/natura/norvegia-la-festa-dei-lupi-per-il-ritorno-di-anita/91239/89632
25 marzo 2012
Norvegia, la festa dei lupi per il ritorno di Anita
E' un abbraccio che emoziona il web quello tra Anita e un gruppo di temibili lupi. La ragazza lavora al Polar Zoo, in Norvegia, popolare per il suo "Wolf Camp": un'area in cui i visitatori hanno l'opprtunità di "socializzare" con questi animali. Dopo tre anni e mezzo di lavoro Anita si era assentata dallo zoo per due mesi. Al suo ritorno è stata accolta con grandi feste dai suoi "amici". Il loro incontro, ripreso e pubblicato su YouTube, è stato visto da più di 200mila navigatori.
(a cura di Pier Luigi Pisa)
PS: E noi abbiamo il coraggio di chiamarli animali......!
umberto marabese

Questa è una guerra da pazzi. Perché dobbiamo andar via

La missione Isaf è mal condotta e gli alleati in Afghanistan sono infedeli: non ha più senso per gli italiani restare a combattere i talebani.
 La morte di un bersagliere nella base italiana Ice nel Gulistan, in Afghanistan impone al distratto governo italiano la necessità immediata di iniziare un consistente ritiro del nostro contingente. Lo affermiamo ora con forza, dopo che, per anni abbiamo invece difeso le ragioni della nostra presenza nella lotta contro i talebani che intendono rifare dell’Afghanistan il “santuario” del terrorismo islamico. Per anni, abbiamo sempre evidenziato lo stretto legame tra i Talebani e in network di terroristi islamici che seminano morte in Europa. La vicenda di Mohammed Merah, lo stragista di bimbi ebrei di Tolosa è una evidente conferma di questo legame...continua...
http://www.liberoquotidiano.it/news/966097/Questa-%C3%A8-una-guerra-da-pazzi-
PS: Ecco la verità...:<< È evidente infatti che il reiterato impegno della Casa Bianca al ritiro entro il 2014, nonostante sia chiaro che effettuato in queste condizioni sarà solo una resa, è largamente motivato dalla scadenza elettorale, dalla corsa di Obama alla riconferma. Un contesto tanto ambiguo, quanto non più tollerabile.>>
umberto marabese

Il rinvenimento ....nel Pd nazionale.

 Tutto sembra procedere come sempre nel Partito democratico. D’Alema firma autografi a se stesso; Veltroni, insieme a Enrico Letta organizza convegni per Confindustria. Sembra una normale giornata di unità nazionale, quando inaspettatamente  il segretario Pier Luigi Bersani ritrova qualcosa di molto importante negli scantinati del partito che fu…leggi tutta la striscia1
http://ilfattoquotidiano.it/2012/03/25/rinvenimento/200055/
PS:  Da non perdere!
umberto marabese

Lavoro, voto di fiducia (ma solo dopo le elezioni): salvati Pd e Bersani

 Monti "regala" due mesi di campagna elettorale ai democratici, poi si chiude. E la Camusso attacca ancora la Fornero. Il Pdl: cambiamo il welfare o si vota.

 Roma - Per ora si tratta. Ma prima o poi ci sarà lo «stop» anche ai partiti. Con la fiducia. Ecco il disegno del premier che, sul lavoro, al Parlamento concede tempo ma non «all’infinito».
Ingrandisci immagine
Per il resto c’è il merito e il metodo. Se nel merito - forse - il governo cederà qualcosa, nel metodo no. Non se ne parla neppure. Quel «non ci si illuda che forze importanti che abbiamo ascoltato ma esterne al governo, possano in qualche modo intervenire» sulla riforma del mercato del lavoro, è una sberla alla Camusso...continua...
http://www.ilgiornale.it/interni/il_governo_salva_faccia_bersani_voto_fiducia_ma_dopo_e
PS: Un favore a te(Pd-Bersani...), un favore a te(Pdl-Alfano...), un favore a te(UDC-Casini...) e intanto continuano a spennare noi lavoratori e pensionati.
umberto marabese

sabato 24 marzo 2012

Confindustria: pil -1% e occupazione calerà.

 Timidi segnali, la svolta durante l'estate. Monti: 'Non prometto crescita ma meno recessione'.
 talia ancora in recessione e con un rischio occupazione. Confindustria diffonde stime del Pil nel primo trimestre, che segna un arretramento dell' 1% confermando la recessione. Il premier Mario Monti da Cernobbio conferma la fotografia. "Per il 2012 - dice - non vi prometto crescita, ma meno recessione". Non è tempo di alimentare illusioni, spiega alla platea di piccoli imprenditori, perché "l'emergenza non si risolve in un anno".
Anzi, "c'é un nuovo rischio di contagio che arriva dalla Spagna". er Confindustria, le prospettive per il primo trimestre del 2012 si presentano più nere di fine 2011: il Centro studi di viale dell'Astronomia stima una contrazione del Pil dell'1% tra gennaio-marzo. "Gli indicatori - dice il Csc nell'indagine mensile - sono coerenti" con questa "marcata flessione" del Prodotto interno lordo. Una caduta congiunturale superiore a quella già registrata nel quarto trimestre 2011 (-0,7%) e del ribasso dello 0,2% nel terzo trimestre dell'anno scorso. Sarebbe così il terzo trimestre consecutivo negativo...continua...
http://ansa.it/web/notizie/rubriche/economia/2012/03/24/visualizza_new.html_156005287.html
PS: Grazie Bersani! 
umberto marabese

Monti: "Riforma non si tocca In passato le categorie sono state ascoltate troppo"

 Il premier: "Il testo è chiuso a contributi esterni". Sulla crisi: "Non illudiamoci, non è passata". Bersani chiede ancora modifiche. Ma Alfano rilancia: "Serve un'intesa".
 Mario Monti approfitta del palco del Forum di Confcommercio a Cernobbio per ribadire che non si ricandiderà alla fine della legislatura: "Oggi non mi sentirete sottolineare le positività dell'azione di questo governo", ha detto il premier sottolineando che "non ho cercato questa posizione e non cercherò consenso". L'unico compito del suo esecutivo era quello di "rimediare ai mali che si erano determinati negli ultimi decenni". Il problema dell'Italia per il premier è stato che in passato la politica ha ascoltato "troppo le categorie" per avere consensi...continua...
http://www.ilgiornale.it/interni/monti_riforma_non_si_toccale_categorie_sono_statetroppo_
PS:  Il piccolo duce, portaborse dei poteri forti, ci sta prendendo gusto: "In passato le categorie sono state ascoltate troppo..." E bravo il timido Monti! Una frase del genere, qualche mese fa, avrebbe accostato chiunque a Mussolini. Vatti a fidare dei professorini.. Bersani, dopo queste parole, che fai? Voti si?
Buona notte, umberto marabese

Poligono di Quirra, venti indagati. Il pm: “Tumori dovuti alle esercitazioni militari”

 Avvisi di chiusura indagine per il sindaco di Perdasdefogu, il paese in provincia di Nuoro che ospita la base, alti ufficiali dell'esercito e professori universitari che firmarono perizie rassicuranti. Confermato il rischio radioattivo: "Anomala quantità di torio nelle salme dei pastori che portavano le pecore nell'area"
Omissioni dolose, favoreggiamento, falso ideologico in atto pubblico e addirittura ostacolo aggravato alla difesa del disastro ambientale nel Poligono interforze di Quirra, Sardegna sud orientale. Attorno alla base più grande d’Europa, dove si testano armi e munizioni, si consuma il nuovo atto della Procura di Lanusei: ieri sono stati recapitati venti avvisi di conclusione delle indagini, partite più di un anno fa. Tra i destinatari ci sono generali, professori universitari, tecnici, fisici e addirittura il primo cittadino di Perdasdefogu, Walter Mura. Accusato, in sostanza, di aver ostacolato la giustizia. Mura negli scorsi mesi è più volte sceso in piazza per sostenere la presenza dei militari in un paese in cui la fragile economia si sostiene sulla pastorizia...continua...
http://ilfattoquotidiano.it/2012/03/24/poligono-quirra-venti-indagati-tumori-dovuti-alle-attivita-militari/199921/
PS: Ma non sarebbe più utile lottare fino alla morte, per salvare vite future, piottosto che morire 
inermi?
umberto marabese

Ex Pininfarina, due anni di CIG, lavoratori e famiglie che non c'è la fanno.

 MARINA CASSI - torino

Sono stanchi, delusi, preoccupati. Il giorno successivo all’incontro senza esito al Ministero i lavoratori della De Tomaso sono abbacchiati. Ma dopo l’assemblea ai cancelli della fabbrica tenuta da Vittorio De Martino della Fiom decidono comunque di organizzare un presidio permanente almeno fino a quando si terrà la riunione al Ministero del Lavoro nel corso della quale si firmerà il decreto per la cassa integrazione per crisi. L’incontro dovrebbe avvenire martedì o mercoledì.
E così a fine mattina arriva il gazebo portato dalla Fiom e si organizza persino una grigliata oltre ai turni anche notturni per reggere il presidio. De Martino spiega che la situazione attuale di assoluta incertezza «è responsabilità dell’azienda che continua a fare delle parole mentre ora servono i fatti»....continua...
http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/economia/articolo/lstp/447510/
PS: Lavoratori che sono in CIG da anni, significa che, se viene votata dal Pd la nuova legge sull'Art. 18, non arriveranno neppure più alla pensione!
umberto marabese

Occupyamo Piazza Affari: 31 Marzo – Milano

 di Giorgio Cremaschi - www.nodebito.it

Credo che oramai sia evidente che tutti i movimenti, tutte le lotte in corso in questo paese, per quanto differenti negli obiettivi e nelle storie, hanno di fronte lo stesso avversario che argomenta allo stesso modo. I metalmeccanici, da poco scesi in piazza con rabbia e orgoglio, sono di fronte alla devastazione del contratto nazionale e delle più elementari libertà nei luoghi di lavoro. Milioni di altri lavoratori subiscono le stesse aggressioni senza avere la stessa forza o senza essere chiamati alla lotta da un sindacalismo confederale sempre meno capace di reagire. In Valle Susa nel nome degli affari, della competitività, del “lo vuole l’Europa”, si sta procedendo a una sopraffazione democratica e ambientale tra le più...continua...
http://www.megachip.info/tematiche/beni-comuni/7967-occupyamo-piazza-affari-31-marzo-milano.html
PS: Sarebbe opportuno e pure giusto!
umberto marabese