Pagine

giovedì 18 aprile 2019

Marko Marjanović - Lezione appresa: la Russia sta facendo ora in Venezuela ciò che non è riuscito a fare in Jugoslavia, in Siria


Spingendo gli Stati Uniti ad avviare una guerra aerea contro la Siria nel 2012, Hillary Clinton ha  sostenuto nelle sue e-mail  che la Russia non avrebbe "ostacolato", proprio come aveva fatto "poco più che lamentarsi" quando gli Stati Uniti ei suoi satelliti hanno bombardato la Jugoslavia 1999:
Il secondo passo è sviluppare il supporto internazionale per un'operazione di coalizione aerea.
La Russia non sosterrà mai una simile missione, quindi non ha senso operare attraverso il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.
Alcuni sostengono che il coinvolgimento degli Stati Uniti rischi una guerra più ampia con la Russia. Ma l'esempio del Kosovo mostra il contrario.
In quel caso, la Russia aveva autentici legami etnici e politici con i serbi, che non esistono tra la Russia e la Siria, e anche allora la Russia ha fatto poco più che lamentarsi.
Funzionari russi hanno già ammesso che non si intrometteranno se arriverà l'intervento...

mercoledì 17 aprile 2019

L’era della Fake Economy – Fabio Dragoni

Fabio Dragoni, imprenditore, manager e giornalista economico, parla dell’emissione di base monetaria – volgarmente detta “stampa della moneta” -, di banche centrali, di inflazione e iperinflazione, di agenzie di rating, di debito pubblico, politiche monetarie, vigilanza bancaria, gestione dei cosiddetti NPL, i crediti non performanti, e di tutti gli attrezzi e gli utensili che oggi vengono usati dai nuovi alchimisti della moneta, dagli apprendisti stregoni che ogni giorno creano in laboratorio nuove assurdità che fanno erigere ad incontestabili verità, quando l’unica cosa vera è che viviamo nell’Era della Fake Economy.
p.s. a causa di un problema audio, la voce di Claudio Messora è stata recuperata da quello ambientale, con degrado qualitativo. Ce ne scusiamo.
Di Fabio Dragoni, su Byoblu, guarda anche “Stanno arrivando i Minibot. Eccoli!“, e “La moneta che ci serve“.

13 “DIPLOMATICI FRANCESI ARMATI” ARRESTATI fra Libia e Tunisia

13 “DIPLOMATICI FRANCESI ARMATI”  ARRESTATI  fra Libia e Tunisia

Lo  ha  dichiarato il ministro tunisino della Difesa: precisando che ai tredici “diplomatici armati” erano state sequestrate “delle munizioni”.   I tredici “provenivano dalla Libia”  su un convoglio di sei 4×4,  ed  hanno rifiutato di consegnare le armi.

  • In precedenza, le autorità tunisine avevano precisato che un primo gruppo “composto di  11 persone munite di passaporto diplomatico e  provenienti dalla Libia” avevano cercato di entrare “per via marittima”  a bordo di due Zodiac. Il gruppo è stato intercettato dalla marina di Tunisi che “ha sequestrato le loro armi”.
Piacerebbe che questo genere di noizie apparisse con rilievo nei tg RAI e nei notiziari radiofonici.  Invece i tg e radio  sono pieni degli strilli dello Stato Maggiore  dell’esercito che è sceso in guerra  (finalmente una guerra!) contro Matteo Salvini perché ha ordinato  la chiusura dei porti; spalleggiato dalla ministra  Trenta (che  ha il suo daffare a organizzare corsi gender alla guardia libica, nobile compito) e sotto sotto da Mattarella, a cui i generali si sono appellati perché punisca Salvini...

Vito Lops x Sole 24 ORE - Borse, pausa a maggio dopo i forti rialzi? Ecco come è andata negli ultimi dieci anni





  • –di   
  • I mercati sono “bipolari”. Nel senso che possono interpretare una notizia a doppio senso. Il rallentamento dell’economia globale può essere, ad esempio, un potente market moverribassista. Ma può essere, nel momento in cui spinge le banche centrali a intervenire a sostegno, paradossalmente lo stimolo per nuovi rialzi azionari. E lo scatto record della Borsa di Shanghai da inizio anno (+31%) sintetizza a pieno questa ambivalenza. L’economia cinese sta rallentando ma la People’s Bank è scesa in campo con forza negli ultimi mesi. Spingendo gli investitori a ricoprirsi di azioni cinesi.




    COME VANNO LE BORSE IN PRIMAVERA: ...

    Maurizio Blondert - QUALCUNO SA CHI ERA QUESTA PERSONA?

    QUALCUNO  SA CHI ERA QUESTA PERSONA?

    PS: Ma perchè nessun TG Rai, Mediaset, SKAY, tutti i quatidiani nazionali non hanno fatto vedere questo Video?...eppure la persona che cammina si vede prima e durante l'incendio.
    umberto marabese
    ----------------------
    --------------------------------------------------------------------------------
         
    Sarebbe  bene che le autorità  francesi avessero una spiegazione per questo video, che ovviamente fa’  il giro del web.
    C’è chi ci vede un   terrorista islamico, che tranquillo se ne va  dopo aver appiccato l’incendio.
    C’è  chi ci vede “un gilet giallo in abiti  neri”:...

    Sergey Sukhankin x Russian Media - Very Good Insight, Commentario sulla dispiegamento militare in Venezuela

    I soldati dell'esercito russo tengono la bandiera nazionale con le bandiere nazionali della Cina e del Venezuela viste sullo sfondo mentre le truppe partecipano ai Giochi internazionali dell'esercito 2017
    ------------------------------------------------------------------------------------------

    Gli analisti russi notano la serietà della mossa di Putin nell'emisfero occidentale
    Checkpoint Asia  è un nuovo eccellente sito che scandaglia i media per le migliori notizie in Asia con un focus geopolitico, oltre a un giornalismo originale di 1a classe che spazia dalla Russia alla Cina fino al Medio Oriente. Intelligente, incisivo e privo di sciocchezze globalistiche. Reader supportato, si prega di donare! Hanno una grande  pagina Facebook , con meme molto buoni.

    Checkpoint Asia :..

    “È arrivato il conto” di Marco Travaglio 17 Aprile 2019



    Spiace per Nicola Zingaretti, che è appena arrivato alla segreteria del Pd e non ne ha certo selezionato la classe dirigente. Ma quello che sta accadendo con lo scandalo della (in)sanità in Umbria, il rinvio a giudizio della deputata Micaela Campana per falsa testimonianza su Mafia Capitale e la fine delle indagini sul governatore calabrese Oliverio & his friends è la resa dei conti finale di un equivoco durato troppo a lungo, dai tempi di Tangentopoli: quello della “diversità morale” del partito della sinistra. Una diversità che aveva una ragion d’essere ai tempi del vecchio Pci, più per l’onestà personale (indiscutibile) di Enrico Berlinguer che per la correttezza (molto opinabile) delle sue classi dirigenti. Mani Pulite dimostrò che il Pci-Pds era pienamente integrato nel sistema della corruzione. E fu solo per la tenuta stagna dei cassieri-faccendieri alla Primo Greganti se lo scandalo coinvolse solo dirigenti locali, quasi tutti dalla corrente filocraxiana che si faceva chiamare “migliorista” (e tutti chiamavano “pigliorista”)...

    martedì 16 aprile 2019

    Associazione Terra Comune Onlus: 5 x 1000 = aiutare le nostre attività

     Associazione Terra Comune Onlus

    5 x 1000 = aiutare le nostre attività


    di Gianni Favaro
    A voi non costa nulla, è sufficiente indicare il codice fiscale 95623780012 e firmare l'apposito spazio nella vostra dichiarazione dei redditi per destinare ai nostri progetti un aiuto.
    Per noi significa un sostegno ai progetti rivolti ai bambini, giovani e adulti con difficoltà o disabilità che da 5 anni portiamo avanti in tutto il Piemonte.

    Chi siamo

    L'Associazione Terra Comune Onlus progetta attività per promuovere salute e benessere psicologico ed emotivo; per potenziare apprendimenti e autonomie; per sviluppare competenze relazionali e amicizie; e in prospettiva per costruire nuove formule di solidarietà e mutualità. Utilizza un approccio psicologico-evolutivo associato al gioco, al gruppo, alla creatività e all’arte. Considera che, di fronte alla cronicità di certe difficoltà, non ci si debba rassegnare e offrire solo intrattenimento, ma si possano costruire esperienze di crescita, apprendimento, sperimentazione. Iniziative che abbiano come fulcro liberare le risorse, aumentare l’autostima, promuovere la consapevolezza e la gestione dell’emotività, favorire la socializzazione e l’uscita dall’isolamento.

    Le nostre attività:...

    Club Orlov - Le cinque fasi del crollo dell'impero romano [occidentale]



    Questo è un post di Hugo Bardi. Ha applicato la mia tassonomia del collasso al crollo dell'Impero Romano d'Occidente e la sua analisi mostra che la cascata canonica di collasso finanziario-commerciale-politico-sociale-culturale ha funzionato come previsto in un altro caso, particolarmente famoso. Ma solleva una domanda che ha un grande significato per il nostro tempo. L'analisi di Hugo è accurata quando si tratta specificamente della Roma Vecchia e del suo crollo, tranne che per un dettaglio cruciale. La vecchia Roma non solo crollò; fu abbandonato; poi, due secoli dopo, è scomparso. Includerò alcuni commenti su questo alla fine dell'articolo di Hugo...



    Dmitry Orlov ha scritto " The Five Stages of Collapse " come un articolo nel 2008 e come un libro nel 2013. È stata un'idea originale per quel tempo quella di confrontare la caduta dell'Unione Sovietica con quella degli Stati Uniti. Essendo un cittadino americano nato in Russia, Orlov ha potuto confrontare i due imperi in dettaglio e notare le molte somiglianze che hanno portato entrambi a seguire la stessa traiettoria, anche se il ciclo dell'impero americano non è ancora finito....

    Rete Voltaire -- Tre paesi... Iran, Iraq e Siria...sostengono il piano per la libera circolazione delle merci nel Levante



      
    Iran, Iraq e Siria hanno confermato il 14 aprile 2019 la 
    loro intenzione di lanciare un progetto ferroviario 
    regionale per collegare il porto iraniano di 
    Khorramshahr, nel Golfo arabo-persiano settentrionale, 
    alla costa siriana nel Mediterraneo, passando attraverso l'Iraq...

    Come uscire dall’Euro e tornare alla Lira senza shock – Intervista a Warren Mosler, di Paolo Becchi e Giovanni Zibordi

    Come uscire dall'Euro e tornare alla lira - Warren Mosler

    INTRODUZIONE di Paolo Becchi e Giovanni Zibordi

    La giustificazione dell’ ”austerità” è che lo Stato non ha i soldi. E per questo bisogna diminuire i salari e aumentare le tasse. Questo il modo tradizionale di pensare ridotto all’osso. Da più di venti anni Warren Mosler e la scuola economica che ha ispirato spiegano che in un sistema di moneta come quello attuale tutto questo è sbagliato.
    In America quest’anno, di colpo, si parla moltissimo di questa scuola di pensiero, chiamata MMT o Teoria della Moneta Moderna: più di duecento articoli apparsi in pochi mesi sui giornali più importanti.
    Warren Mosler non è un professore universitario, ma un importante operatore finanziario, e ha sviluppato una serie di intuizioni sulla moneta attraverso la sua esperienza pratica di investitore. Mosler si è convinto dell’errore del modo di pensare comune quando operava come gestore di un fondo che comprava i nostri BTP. Nel settembre 1992 l’Italia era appena uscita dallo SME, il “serpente monetario” che vincolava tra loro le principali valute europee, e uscendone la lira aveva svalutato di oltre il 20% verso il marco. I tassi di interesse sui BTP erano saliti intorno al 12% perché molti sul mercato temevano un default e anche economisti importanti come Rüdiger Dornbusch parlavano di un probabile default...

    Pepe Escobar - Iulian Assange, hai il diritto di rimanere sempre in silenzio..!

    Hai il diritto di rimanere sempre in silenzio

    L’arresto, o meglio il rapimento, di Julian Assange è stato un atto di vendetta da parte del Governo USA che colpisce il giornalismo dritto al cuore...
    La data dell’11 aprile 2019 sarà ricordata negli annali come il giorno infausto per i “valori” e la “libertà di espressione” dell’Occidente. L’immagine dice tutto. Un giornalista ed editore in manette viene trascinato a forza fuori dall’interno di una ambasciata, mentre stringe in mano il libro di Gore Vidal “Storia della Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti”.
    Il meccanismo è brutale. Il co-fondatore di WikiLeaks Julian Assange è stato arrestato perché gli Stati Uniti lo hanno preteso dal governo conservatore britannico, che, da parte sua, ha serenamente affermato di non aver fatto pressione sull’Ecuador affinché revocasse l’asilo politico ad Assange.
    Magicamente gli Stati Uniti hanno cancellato i problemi finanziari dell’Ecuador, ordinando al Fondo Monetario Internazionale di accordare un provvidenziale prestito di 4.2 miliardi di dollari [in inglese]. Immediatamente dopo, i diplomatici ecuadoregni hanno “invitato” la polizia metropolitana di Londra ad entrare nella loro ambasciata per arrestare il loro ospite di lunga data....

    Fantastico video di Putin che parla all'elite militare nell'oppolente Palazzo del Cremlino


    Questo post è apparso per la prima volta su Russia Insider

    Il presidente Putin ha partecipato a una cerimonia al Cremlino, dove ha parlato con 40 alti ufficiali della polizia e dei servizi di sicurezza. Ha fatto commenti sullo stato dello sviluppo delle armi della Russia e sui suoi sforzi per combattere il terrorismo interno.
    Come questo filmato di Vesti mostra, il governo russo ha certamente un occhio per l'estetica.

    Trascrizione:
    In altre notizie, le attrezzature tecniche delle forze armate aumentano i requisiti di addestramento del personale e la qualità della formazione militare. È quello che Vladimir Putin ha dichiarato oggi alla cerimonia di introduzione di alti ufficiali e pubblici ministeri in occasione della loro nomina a posizioni superiori. Il presidente ha sottolineato: ora l'esercito deve combinare le sue antiche tradizioni militari con conoscenze all'avanguardia.
    Denis Davydov sta segnalando...

    Regione UmbriaPD, ora Zingaretti scarica la governatrice “Marini sia responsabile, faccia ciò che è meglio”



    PS: <<”Sanità Umbria, Zingaretti: “Confido nella responsabilità della Marini. Serve salto di qualità in selezione della classe dirigente>>”...mi sa che nemmeno entrata in campo "dell'altro Zingaretti..."(Commissario Montalbano...) può cambiare in meno peggio nel Partito Democratico...tra i dirigenti s'intende naturalmente!
    umberto marabese
    ------------------------

    "Non confondiamo un avviso di garanzia con una sentenza giudiziaria", ha detto il segretario dem parlando con i giornalisti nella sede della stampa estera, ma "vogliamo aprire una discussione molto seria sull'idea di cosa significa gestire il potere". Di qui l'invito alla governatrice, indagata e perquisita nell'inchiesta che ha portato all'arresto dell'assessore alla Sanità e del segretario regionale: "So che c'è un Consiglio oggi".
    La scelta dWalter Verini era stato già un segnale chiaro. Poi era arrivata la dichiarazione d’intenti: serve “una migliore selezione della classe dirigente”. Ora la richiesta ufficiale, formulata con i modi che lo contraddistinguono ma non per questo meno chiara: “Confido nel senso di responsabilità e nelle valutazioni della presidente Marini perché faccia ciò che è meglio per l’Umbria e la sua comunità”, ha detto Nicola Zingaretti parlando dell’inchiesta sulla sanità che ha coinvolto la presidente di RegioneCatiuscia Marini, e i vertici regionali del Partito Democratico....