Pagine

giovedì 28 febbraio 2013

D'Alema: «Grillo si assuma le sue responsabilità o si va di nuovo al voto»

 
Massimo D'Alema (LaPresse)Massimo D'Alema (LaPresse)
«Se Grillo si illude di spingerci verso un governissimo con Berlusconi noi non lo faremo mai, sarebbe l'errore più grave. Se Grillo vuole si assuma le sue responsabilità o si va a nuove elezioni». Sono le 20, quando Massimo D'Alema al Tg1 replica a Grillo e alle sue polemiche Pier Luigi Bersani sulla possibilità di dare o meno la fiducia a un governo guidato dal segretario del Pd. Poi D'Alema aggiunge: «Spetta al Pd fare il governo. Bersani è pronto a presentarsi. Le altre forze devono assumersi le loro responsabilità». Al Corriere aveva anche proposto di assegnare la presidenza della Camera a un neoeletto del Movimento Cinque Stelle...continua...
http://www.corriere.it/politica/13_febbraio_28/dalema-a-grillo-non-si-illuda-di-spingerci-
Vi rammento, nel frattempo,  un documento scritto su facebook.....di Ferdinando Imposimato
Fu Massimo D'Alema - lo diciamo da anni- che diede a Silvio Berlusconi, nel 1994, l'assicurazione che il suo impero mediatico non sarebbe stato toccato. Ignorava l'allora capo della opposizione che il 69,3% degli italiani decide come votare guardando la TV. La verità la confessò Luciano Violante nel febbraio 2002, quando disse, nello stupore del Paese: “L'on Berlusconi sa per certo che gli è stata data garanzia piena nel 1994 che non sarebbero state toccate le televisioni. Voi ci avete accusato, nonostante non avessimo fatto la legge sul conflitto di interessi e dichiarato eleggibile Berlusconi nonostante le concessioni” E ciò in violazione della legge 30 marzo 1957, ignorando l'appello di Giorgio Bocca, Paolo Sylos Labini e Giuseppe Laterza. Non c'era stata ignoranza ma un consapevole patto scellerato tra D'Alema e il suo amico di Arcore.
Un regime nato e cresciuto sui rapporti con la mafia stragista, sui servizi deviati alleati della mafia, sui poteri occulti, sulle ingiustizie sociali, sui potentati economici, sulla umiliazione della scuola pubblica e dell'Università.

------
PS: Accettare "consigli" da questo personaggio non credo sia il viatico migliore per uscire da questo caos politico. Ma il Pd nazionale non ha il porta voce ufficiale, e a Bersani, è sparita la voce improvvisamente? Mi sembra che il "timoniere" del Pd sia sempre e solo lui: D'Alema.
umberto marabese

Elezioni, il segretario del Pd Bersani non risponde ai cronisti



Elezioni, il segretario del Pd Bersani non risponde ai cronisti
No comment“. Il segretario del Pd Pierluigi Bersani non risponde alle domande dei cronisti al suo arrivo nella sede del partito a Roma. Nessuna dichiarazione neanche sulle parole di Beppe Grillo di ieri “Bersani è un morto che parla” e sulla campagna elettorale. La scena muta si ripete anche quando Bersani esce per andare a pranzo e gli viene chiesto se stia pensando alle dimissioni  di Manolo Lanarohttp://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/02/28/pd-bersani-non-risponde-ai-cronisti/222903/
PS:......mandare la gente in pensione a 67anni per lui è stata  una cosa di "sinistra.." che gli avrebbe fatto acchiappare una montagna di voti......!!!..e non tagliare i costi dei politici pure..!!..o no..!?!?
umberto marabese

D'Alema: impegno con 5 Stelle e Pdl. «A loro la presidenza delle Camere. Dobbiamo salvare il Paese»

La notte del Pd e l'incognita Grillo.
Presidente D'Alema questo voto ha messo in agitazione tutti.
«La situazione dell'Italia era già grave prima, ma questo voto rischia di approfondire la crisi e renderla drammaticamente irreversibile, come si vede anche dalla prima sia pur contrastata reazione dei mercati finanziari. Viceversa, potrebbe rappresentare l'occasione per una svolta positiva». Voi del Pd siete stati colti alla sprovvista. Pensavate di vincere.
«Non posso dire di essere tra quelli che sono stati presi di sorpresa. Non è stata colta la drammaticità della frattura tra cittadini e sistema politico che è emersa nel corso della campagna elettorale e che certamente viene da lontano»....continua....
http://www.corriere.it/politica/speciali/2013/elezioni/notizie/28-febbraio-dalema-impegno-5stelle-
PS: Lo scaricato.... <<E Monti? «Naturalmente, non sottovaluto il ruolo del centro di Monti, ma occorre rivolgersi alle forze che, per il peso del consenso ricevuto, sono indispensabili a garantire la governabilità del Paese. Mi dispiace che Monti abbia fatto una campagna elettorale come se i problemi del Paese fossero rappresentati da una sinistra non abbastanza riformista, non vedendo che razza di ondata stava per abbattersi sul Paese.>>
umberto marabese

Dove ha sbagliato il Pd-Bersani e&? ...non ricordarsi della "gioiosa macchina da guerra di occhetto".

bersani xdi Aldo Giannuli - aldogiannuli.it.
Per riprendere quello che scrive uno dei nostri interventori: cosa ha sbagliato il Pd? Tutto. Ha sbagliato nel considerare la campagna elettorale una sorta di  noiosa coda dal macellaio del supermercato, per cui si tratta solo di aspettare, tanto hai già preso il numeretto (quello dei sondaggi di Mannheimer) e poi è sicuro che ti siedi a Palazzo Chigi. E così Bersani non ha detto niente per sei settimane. Ha sbagliato a sottovalutare il suo avversario dandolo per prematuramente morto (ma di questo cospargiamoci il capo di cenere tutti, anche chi scrive queste righe, che ha dovuto aspettare fine gennaio per accorgersi che il caimano era vivo; altri, poi, hanno proseguito sino all’ultimo). Ha sbagliato nel non capire gli umori del paese che erano esasperati contro l’austerità montiana che ha continuato a sostenere salvo imprecisati e vaghissimi impegni su equità e sviluppo (che è un po’ come dire che se non pioverà ci sarà il sole, che la vita è bella, che di mamma ce n’è una sola…). Ha sbagliato a non prendere sul serio Grillo che gli ha portato via una bella fetta di voti, precipitandolo ad un passo dal risultato di Berlusconi...continua...
http://www.megachip.info/tematiche/beni-comuni/9870-dove-ha-sbagliato-il-pd.html
PS: <<....sin qui gli errori del gruppo dirigente del Pd che, però, non è il colpevole maggiore, bisogna dirlo. Il peggior colpevole è la base di quel partito, che elegge, mantiene, difende una simile mandria di incapaci, nella incrollabile fede della vittoria finale.>>.....condivido sopratutto questa ultima parte!
umberto marabese


Ci risiamo, Henry John Woodcock.......Silvio Berlusconi indagato per corruzione: fermatelo!

PS: Più precisi del (CET: Central European Time) i Magistrati entrato a gamba tesa nel nuovo Governo italiano.  Ma perchè indagare di nuovo? e spendere tanti soldi che noi poi paghiamo? mettiamolo in galera e buttiamo via le chiavi nel'oceano.....si, facciamolo, ma chi?....Silvio Berlusconi o Henry John Woodcock?
umberto marabese
--------------------

Per i pm "comprò" il passaggio del senatore De Gregorio al Popolo delle Libertà con 3 milioni di euro. Tra le accuse anche quella di finanziamento illecito ai partiti.
10:21 - Il leader del Pdl, Silvio Berlusconi, è indagato dalla Procura di Napoli per corruzione e finanziamento illecito ai partiti. L'indagine, condotta anche da magistrati della Dda, riguarda la presunta erogazione di una somma di denaro, pari a tre milioni di euro, al senatore Sergio De Gregorio in relazione al suo passaggio al Popolo delle Libertà.
Sulla vicenda, oltre ai pm della Dda Francesco Curcio, Alessandro Milita e Fabrizio Vanorio, indagano i magistrati Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock, titolari dell'inchiesta sul faccendiere Valter Lavitola che lo scorso anno portò al coinvolgimento del senatore De Gregorio. L'inchiesta di Napoli su Silvio Berlusconi è infatti condotta da un pool di magistrati di due sezioni della Procura del capoluogo campano, quella sui reati contro la pubblica amministrazione e la Direzione distrettuale antimafia.
----------------

mercoledì 27 febbraio 2013

Giulietto Chiesa: "Mi fido dell'onestà di Grillo"

L'Alternativa c'è - Puntata numero 74.
Appuntamento settimanale di approfondimento.
Videoeditoriale di Giulietto Chiesa.

«Scommetto sull’onestà di Beppe Grillo. Lo faccio perché scommetto sull’entusiasmo dei suoi sostenitori. Capisco che avranno, lui e loro, molti problemi difficili da risolvere, ed è ovvio quindi che faranno degli errori. Ma non credo che faranno dei crimini. È molto facile precipitare dagli altari nei quali si trovano, irti di spine, nella polvere, e quindi non credo che sarà così. Leggo sui giornali dei commenti di molti che si aspettano che molti di loro saranno comprati. Forse, qualcuno. Ma io penso che coloro che scrivono queste cose sui giornali e le dicono in televisione misurano la realtà con il loro metro da schiavi.»
http://www.megachip.info/rubriche/34-giulietto-chiesa-cronache-marxziane/9868-giulietto-chiesa-qmi-fido-
PS: Commentate Voi dopo aver visto e sentito il video....!
umberto marabese

Sfilata di dirigenti Pd(da Fassino a D'Alema a Veltroni . a Fioroni a...)) dopo la delusione elettorale - CorriereTv

La notte dei "lunghi ed affilati coltelli" del Pd a Roma.


Sfilata di dirigenti (da Fassino a D'Alema a Veltroni a Letta Enrico a Fioroni a.......) dopo la delusione elettorale.
http://video.corriere.it/notte-pd-dilemma-grillo/4ac3cea6-80cc-11e2-b0f8-b0cda815bb62
-----
umberto marabese

Habemus Presidente della Repubblica:Napolitano: "Dalla Germania esigo rispetto"

Il Capo dello Stato annulla la cena col candidato Spd Steinbrueck dopo la sortita sul voto italiano che avrebbe portato in Parlamento "due clown". E poi: "Io rappresento la dignità nazionale"
17:48 - Il presidente Giorgio Napolitano ha annullato la cena con il candidato Spd alla cancelleria tedesca, Peer Steinbrueck, in programma a Berlino. Il portavoce di Steinbrueck ha spiegato che la cancellazione è dovuta ai commenti sul voto italiano del candidato tedesco, che si era detto "inorridito dalla vittoria di due clown". Il Capo dello Stato italiano, in visita a Monaco di Baviera, ha poi soggiunto: "Rispettiamo la Germania ma esigiamo rispetto".
Il Capo dello Stato: "Io rappresento l'unità e la dignità nazionale" - Napolitano ha poi dichiarato: "Il presidente della Repubblica ha per Costituzione il mandato di rappresentare l'unità nazionale, e penso che non sia molto diverso dal rappresentare la dignità nazionale, mi sono sentito investito di ambedue questi mandati e doveri".
Incidente diplomatico - La conferma della cancellazione dell'incontro era arrivata in giornata dal portavoce dello stesso politico tedesco, secondo cui l'appuntamento è stato annullato su richiesta dell'Italia. Steinbrueck, ex ministro delle Finanze noto per il suo parlar franco, si era detto "inorridito per la vittoria di due pagliacci", riferendosi a Grillo e Berlusconi, definendo poi il leader del Pdl come "un clown con un eccesso di testosterone".

Napolitano: "Parole del tutto fuori luogo" - "Mi pare non ci fossero più le condizioni per un incontro viste le sue dichiarazioni del tutto fuori luogo o peggio che ha fatto". Così il presidente Napolitano ai giornalisti ha spiegato a Monaco di Baviera la sua decisione.
Steinbrueck: "Comprendo la sua scelta" - E da parte sua, il candidato cancelliere Spd, Peer Steinbrueck, ha detto di comprendere "la decisione di Giorgio Napolitano", come riferito da un portavoce, che ha anche confermato l'annullamento dell'incontro.
Nessun passo indietro: "Quel che è detto è detto" - D'altra parte, Steinbruck non ha avuto nessun ripensamento al riguardo e, alla conferenza stampa del Land di Brandeburgo, a una domanda sulla vicenda ha risposto "Quel che è detto è detto", ribadendo dunque implicitamente le sue affermazioni, decisamente offensive, sull'esito del voto in Italia. 
E i socialdemocratici rincarano la dose: "Clown? E' stato tenero" - I socialdemocratici tedeschi poi hanno preso nettamente le sue difese, rincarando ulteriormente la dose: "Clown è il concetto più morbido che personalmente mi viene in testa su Silvio Berlusconi in questo contesto", ha detto infatti la segretaria generale del partito Andrea Nahles.
------
PS: Bravo Presidente, continui così!
I liberali tedeschi: gli scivoloni di Steinbrueck sono diventati la regola - Prendono invece posizione contro Steinbrueck i liberali tedeschi. "I suoi scivoloni stanno diventando la regola - dice il segretario generale Fdp Alexander Doering -. Le gaffe e il parquet della politica internazionale non vanno bene insieme però. Così si scivola molto facilmente".

umberto marabese

Grillo:": "Bersani è uno stalker politico, ci fa proposte indecenti invece di dimettersi"

Beppe Grillo, uscito vincitore morale dalle urne, detta le proprie condizioni. "Il M5S non darà alcun voto di fiducia al Pd (né ad altri). Voterà in aula le leggi che rispecchiano il suo programma chiunque sia a proporle". Poi attacca il segretario Pd: "Bersani è uno stalker politico. Da giorni sta importunando il M5s con proposte indecenti invece di dimettersi, come al suo posto farebbe chiunque altro".
Pranzo fra il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, e il leader di Sel, Nichi Vendola. Al centro dell'incontro ci sarebbe il nodo alleanze e la proposta avanzata da Bersani, e condivisa da Sel, a Beppe Grillo.
''Stalker politico, morto che parla, smacchiatore fallito. Bersani mediti sulla eloquente risposta di Grillo a ipotesi di un governo insieme''. Lo scrive su twitter il presidente del gruppo Pdl al Senato, Maurizio Gasparri.
''Quel che Grillo ha da dirmi, insulti compresi, lo voglio sentire in Parlamento. E lì ciascuno si assumerà le proprie responsabilità''. Lo afferma in una nota il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani.
Grillo osserva che Bersani "è riuscito persino a perdere vincendo. Ha superato la buonanima di Waterloo Veltroni". Il leader M5S ricorda poi come il segretario democratico abbia "passato gli ultimi mesi a formulare giudizi squisitamente politici" nei confronti suoi e del suo Movimento elencandoli tutti. Da 'Fascisti del web, venite qui a dirci zombie', a 'con Grillo finiamo come in Grecia' fino a 'Lenin a Grillo gli fa un baffo'".
Lo "smacchiatore fallito ha l'arroganza di chiedere il nostro sostegno". Così Beppe Grillo risponde alle dichiarazioni di Bersani che ieri si era rivolto al Movimento 5 Stelle dicendo: "So che fin qui hanno detto 'tutti a casa' ora ci sono anche loro, o vanno a casa anche loro o dicono che cosa vogliono fare per questo paese loro e dei loro figli". "Negli ultimi venti anni - osserva Grillo - il Pd ha governato per ben 10 anni e nell'ultimo anno e mezzo ha fatto addirittura il governissimo con il Pdl votando qualunque porcata di Rigor Montis. Strette di mano e abbracci quotidiani tra Alfano e Bersani alla Camera, do you remember?".
http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/articoli/1083795/grillo-non-votiamo-nessuna-fiducia.shtml
PS: Non c'è assolutamente bisogno di aggiungere nessun commento!
umberto marabese





Strappo di Napolitano non incontrerà Steinbrueck che dice:"inorridito per il fatto che abbiano vinto due clown"

Napolitano non incontrerà Steinbrueck
27/02/2013 14:18
Giorgio Napolitano non incontrerà il candidato socialdemocratico al posto di cancelliere tedesco, Steinbrueck, nel corso della sua visita a Berlino. Il portavoce di Steinbrueck afferma che il capo dello Stato ha cancellato il colloquio in seguito ai commenti del leader socialdemocratico sull'esito del voto in Italia. Steinbrueck si era detto "inorridito per il fatto che abbiano vinto due clown" alle elezioni politiche italiane.
http://www.televideo.rai.it/televideo/pub/view.jsp?p=101&id=608&idmenumain=1
PS: La presunzione e l'ignoranza del candidato alla cancelletia tedesca del Partito Socialdemocratico Steinbrueck: la prima, credono, aiutati da re Giorgio almeno fino a ieri, pensano di trattare l'Italia come una terra di conquista; la seconda, l'ignoranaza, "clown" , nel latino significa"....contadino allegro....". Quando il terzo "clown(Berlusconi)" diceva e dice che l'Italia di Monti e re Giorgio era una colonia tedesca tutti a insorgere, non è forse vero? E ...adesso? Forse il padrone del "circo" italiano si è offeso perchè uno dei due clown e del Pd? Nonè mai troppo tardi....lo diceva sempre il maestro Manzi quando insegnava l'italiano alla TV ai suoi primi albori.
umberto marabese



martedì 26 febbraio 2013

Pd-M5S insieme al Governo? ricordate..."Grillo a Bersani: “Si rassicuri, non e’ un fascista. E’ solo un fallito”



Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani “si rassicuri, non e’ un fascista. E’ solo un fallito“. E’ la replica che Beppe Grillo affida al suo blog dopo la sfida ai “fascisti del web” lanciata ieri dal leader Democratico. “A Bersani – prosegue il leader del Movimento 5 stelle – non mi sognerei mai di dare del fascista, gli imputo invece di aver agito in accordo con ex fascisti e piduisti per un ventennio, spartendo insieme a loro anche le ossa della Nazione”.
“‘Fassissti! Fassissti del web’ ha gridato Gargamella Bersani. ‘Venite qui a darmi dello zombie se avete il coraggio’”, esordisce Grillo nella sua replica, dal titolo ‘Fassissta’ e accompagnata dal video che riproduce l’intervento di ieri del segretario del Pd.
“Fatemi capire, se Bersani viene accomunato a uno zombie politico (tesi supportata dalla sua storia passata e recente) -lamenta il comico genovese- e’ un insulto gravissimo, se invece Bersani considera il MoVimento 5 Stelle alla pari del nuovo Partito nazionale fascista e’ normale dialettica....continua..
  http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=7&ved=0CGEQFjAG&url=http%3A%2F%2Fwww.ilfattoquotidiano.it%2F2012%2F08%2F25%2F
---------------------
umberto marabese

La hit ironica..."il giaguaro mi ha smacchiato"....

 Lo smacchiatore è stato smacchiato. Da non perdere il video.
http://video.corriere.it/trionfa-hit-il-giaguaro-mi-ha-smacchiato/5b6134fe-801a-11e2-b0f8-b0cda815bb62

Lavoratori De Tommaso in seria difficoltà. Diamoli una mano.

PS: Con il mio modestissimo blog mi onoro di cercare di dare una mano ai lavoratori della De Tommaso (ex Pininfarina-carrozzeria di fama mondiale). Dove sono le autorità di Grugliasco? Dov'è la signora Bresso exPres. della Regione Piemonte e sopratutto dovè il Pd Grugliaschese? .....l'ho detto e scritto più volte su questo blog: in quel territorio, già promesso da anni, verranno fabbricate enormi palazzi e i lavoratori?
umberto marabese
-----------------------------

“E ora che facciamo?”. Pd, militanti disorientati e sull’orlo di una crisi

Tutto era pronto per festeggiare il segretario: “Un terremoto, ma come si può tornare alle urne?”
carlo bertini
ROMA
«Vai Ale, c'è il Vietnam che ti aspetta», sibila il giovane Tommaso Giuntella ad Alessandra Moretti, testimonial del nuovo che avanza, sguardo ed entusiasmi spenti dallo scenario catastrofico che si profila nel pomeriggio: il suo leader sconfitto, nessuna maggioranza in Senato, Grillo che arriva davanti al Pd e la prospettiva di dover fare i conti con Berlusconi per un governissimo. Lei guarda costernata il suo compagno di battaglie, poi si gira e una ragazza vietnamita col microfono in mano le fa segno che vorrebbe una sua dichiarazione. Ore 18, Casa dell’Architettura, detta «l’Acquario», centinaia di giornalisti stranieri, un salone dove in serata doveva arrivare Bersani per festeggiare. Si erano già predisposti a portare i militanti in piazza con le bandiere e invece comincia la doccia scozzese e lo sgomento assale le truppe. E’ uno dei tre palcoscenici - insieme alla sede del partito e alla casa romana del segretario - dove si consuma il dramma del Pd, in balia dei flutti e con una sola domanda che ricorre, «e ora cosa facciamo?»... continua...
http://www.lastampa.it/2013/02/26/italia/speciali/elezioni-politiche-2013/e-ora-che-facciamo-i-militanti-
PS: << I cui fili sono tutti nelle mani del Capo dello Stato. Che parte oggi per tre giorni in visita di Stato in Germania, dove già troverà uno sguardo preoccupato sull’Italia visto che perfino la Suddeutsche Zeitunfg oggi scrive che l’Italia “ha scelto la protesta e la rabbia”. Un rebus da sciogliere politicamente entro il 14 marzo, quando si insediano Camera e Senato per eleggere i rispettivi presidenti>>
umberto marabese

Elezioni: prima della seconda onda. di Giulietto Chiesa

testeduovodi Giulietto Chiesa Megachip.
Prevedere cosa succederà nelle prossime giornate e settimane è impresa impossibile. Ma si può, e si deve, ragionare sulle cose che si vedono e che sono accadute.  Prima di tutto non cadere nella tentazione di "spiegare" il paese in base ai risultati elettorali di una legge che lo ha depredato della democrazia. Legge truffa=risultato falso.
Ha votato un'Italia piagata dalla crisi, ingannata dai media, parzialmente istupidita dalle televisioni del padrone e del palazzo, impossibilitata a capire. Ma anche un'Italia che non si arrende.
C'è un vincitore ed è il Movimento 5 Stelle, che è, al momento, Beppe Grillo. E c'è uno sconfitto, che è il Partito Democratico. Berlusconi è un guitto che va bene a quella parte degli italiani che è stata formata nel suo teatrino, ma che ha troppi scheletri nell'armadio e troppi nemici in Europa per poter esercitare fino in fondo il suo potere di ricatto...continua...
PS: << Del resto Machiavelli aveva già descritto il tipo e la situazione quando scrisse che "sono tanto semplici gli uomini e tanto obbediscono alle necessità presenti, che colui che inganna troverà sempre chi si lascerà ingannare".>>
umberto marabese 

La Puglia butta a mare Nichi: Sel affonda

Ko alle Camere e nella sua regione. Lui: dialoghiamo con il M5S per governare.
 «Non fuggo dalla Puglia, la porto al governo», aveva detto venerdì scorso. E gli uomini a lui vicini assicuravano: «Il centrosinistra può contare sulla Puglia. La sconfessione ha del clamoroso, somiglia a una sorta di sfiducia ad personam, a un sonante avviso di sfratto. Tanto che fin dal pomeriggio arrivano i primi «inviti» indirizzati al governatore. «Attendiamo di conoscere dal presidente Vendola, che rappresenta il 7% dei pugliesi, la data delle sue dimissioni dalla Regione» attacca l'europarlamentare pugliese del Pdl Sergio Silvestris...continua...
http://www.ilgiornale.it/news/interni/puglia-butta-mare-nichi-sel-affondail-caso-890002.html 
PS: Giuda, dopo aver tradito Gesù Cristo, si è pentito e.......! 
umberto marabese

Grillo, i movimenti, e i palazzi papali. di Pino Cabras


quirinaledi Pino Cabras - Megachip.
Due ottuagenari potenti e fiacchi si aggirano in queste ore in due sontuose regge di Roma, entrambe a lungo abitate dai papi. Uno è proprio il Papa, benché solo per poche ore ancora. L’altro è il Presidente della Repubblica, con qualche ora di carica in più. Sono svigoriti, perché quel che volevano tenere fuori dalle loro stanze sfarzose rientra invece con ancora più energia, e travolge le loro inutili e senili prudenze conservatrici. Joseph Ratzinger fin da ora ha preso atto della sproporzione di forze con la Storia: esce già di scena, ci pensino altri, e via il mal di testa. Giorgio Napolitano invece l’emicrania se la deve tenere tutta: un parlamento ingovernabile, un sistema politico formato da partiti troppo forti per permettere agli altri di governare, e troppo deboli per governare da soli, mentre il primo partito gli è alieno. È stato lui a portare dentro la reggia uno dei minori economisti della storia, per poi nominarlo senatore a vita, per fargli quindi governare malissimo una nazione, e per vederlo infine sconfitto miserevolmente, dopo una campagna elettorale disastrosa: Mario Monti, l’uomo che per mostrarsi empatico agli elettori affittava un cagnolino da esibire in favore di telecamera. Eccoli sconfitti, il robot e il cane. Gli sconfitti d’altronde non si contano, in queste elezioni, dentro e fuori il perimetro del Quirinale...continua...
http://www.megachip.info/tematiche/democrazia-nella-comunicazione/9860-grillo-i-movimenti-e-i-palazzi-
PS: Il responsabile di questo "caos" politico e solo lui: re Giorgio e la sua smania di comandare e, invece di andare a votare alle "dimissioni" di Berlusconi, ha voluto dare il là' alla sua Presidenza. E adesso? Un consiglio: si dimetta, Presidente, non sia peggio della evidente colpa che solo lei e colpevole. 
umberto marabese


lunedì 25 febbraio 2013

Cercasi urgentemente "trielina" per smacchiare "giaguari".

Ricevo dall' Associazione smacchiatori "giaguari" /copio/incollo.
Appello alla donazione di bottiglie, bottiglioni, botti e autocisterne di "trielina"(forte smacchiatore) spedire  all' indirizzo seguente: Pier Luigi Bersani, presso sede nazionale del Pd, Roma---o direttamente all"Associazione smacchiatori "giaguari", Harlentya, Strada dei Leopardi maculati,  Repubblica del Congo. Grazie, P.L. B.
----
umberto marabese

Nel paese di Bersani, Bettola,.....vince Berlusconi!


Elezioni politiche 2013: nel paese di Bersani, Bettola, vince il centrodestra.Il centrosinistra non vince a Bettola, comune in provincia di Piacenza che ha dato i natali al segretario del Pd Pierluigi Bersani. Sia alla Camera che al Senato la vittoria va alla coalizione di centrodestra guidata da Berlusconi.

Mentre prosegue lo spoglio dei voti al Senato e alla Camera lo scenario politico non appare ancora definito ma intanto arrivano i primi dati dai Comuni ove le operazioni di scrutinio sono terminate. In particolare lo spoglio, sia per il Senato che per la Camera, ha sancito la vittoria del centrodestra a Bettola, Comune in provincia di Piacenza che ha dato i natali a Pierluigi Bersani, segretario del Pd. Nel suo paese, insomma, Bersani non riesce a sconfiggere (nemmeno questa volta) il centrodestra e il suo leader, Silvio Berlusconi. Lo scrutinio definitivo dei voti per Palazzo Madama vede, infatti, prevalere con il 41% dei voti l’alleanza Pdl-Lega-Fdi-Destra-Mir, contro il 32.66 di Pd-Sel-Centro Democratico. Ottimo il risultato del Movimento 5 Stelle con il 17,8% dei voti.
  http://www.fanpage.it/elezioni-politiche-2013-nel-paese-di-bersani-bettola-vince-il-centrodestra
PS: Il suo Papà era um meccanico, lui......uno sverniciatore di giaguari! Invece, purtroppo, a Bettola; sono amanti degli animali e i giaguari sono i preferiti proprio per le macchie.
umberto marabese

Marco Rovelli. Le piazze in questo oltre-novecento

beppe grillo 20130225
di Marco Rovelli - MicroMega
Ho scritto, su questo blog, che ritengo Grillo un personaggio ambiguo, per il suo populismo (né destra né sinistra, né razzismo né antirazzismo…) e per le sue pratiche caudilliste all’interno del suo movimento. Ciò non toglie che una parte consistente dei suoi militanti non devono essere marcati come fascisti e plebaglia, come troppo spesso si tende a fare da sinistra.
Credo piuttosto che da una buona parte di quei militanti possa venire qualcosa di buono per questo paese. Ma sottolineo: possa. Prima, ci sono alcune ambiguità da sciogliere. In ogni caso, non può essere certo la “sinistra”, piena di mancanze com’è, di un’abissale inadeguatezza alle necessità del mondo nuovo, a far la guerra al movimento cinque stelle in quanto tale. Quella sinistra che non sa più parlare a chi dovrebbe ascoltarla...continua...
 http://www.megachip.info/tematiche/beni-comuni/9858-le-piazze-in-questo-oltre-novecento.html
PS:  Ho la chiarissima impressione che chi viene dalla sinistra storica indichi con disprezzo questa confusa plebe per nascondere le proprie inescusabili carenze, la propria incapacità di star dentro i processi reali, la cecità di fronte alla crisi radicale delle forme della rappresentanza (di cui la vicenda della lista Ingroia è stato l’esempio finale, e, temo e spero, il canto del cigno).
umberto marabese

All'alba del 26 febbraio, ritorna la "democrazia" in Italia dopo 14 mesi!

Buon pomeriggio, sono le 16: 05     del 25 febbraio 2013.
L'aurora di una nuova liberazione da una  "dittatura  seppur democratica" inposta da re Giorgio che ha intimato il Prof. Mario Monti come Primo Ministro, mai votato dal popolo sovrano come docet la nostra carta costituzionale,  di un governo di tecnici, sta trasformandosi in un'alba splendida e riparatrice di questa grave ferita imposta al popolo italiano. 
Chi vincerà? Chi sarà a guidare le nostre sorti? Non importa chi sarà, l'importante che sia la volontà espressa dal popolo italiano in piena e totale libertà. Il tempo per non essere soddisfatti, come capita spesso a noi cittadini, del nuovo Governo c'è n'è sarà molto, ma ora esultiamo!
--------
umberto marabese

Meditate gente, meditate prima di fare le famose crocette su di un simbolo!

I più ecclatanti "abusi di potere-economici" di varie farze politiche in competizione elettorale e loro iter burocratico. Tre a Tre...in tempo di elezioni una ripassatina non fa mai male, ma sempre "bipartisan". Meditate gente, meditate prima di fare le famose crocette su di un simbolo!
umberto marabese
----------------------------------

- Filippo Penati(Pd già Pres. della Prov. di Milano e consigliere Regionale).Il GIP: giudizio immediato, ....si,  l'udienza fissata per il 13 maggio 2013.
- Luigi Lusi (Senatore Pd ex tesoriere della Margherita è di aver sottratto oltre 22 milioni di euro dalle casse del partito. ll processo è stato fissato per il 25 febbraio(!?): rimandato.
- Mps-Pd( su dicianove componenti del CdA sono "imposti" 16 dal consiglio Comunale(Pd); 1 dalla proincia(Pd); 1 dalla Regione(Pd) e 1 dal Vaticano(ultimo.... Gotti Tedesco ex Presidente dell'IOR): interrogatori "secretati".
- Franco Fiorito(Pdl) Regione Lazio, arrestato con l'accusa di peculato. L'ex capogruppo pdl alla Pisana ha rivelato ai giudici come fu stabilito l'aumento dei fondi ai gruppi. "Così funzionavano i pagamenti extra ...
- Tonino Di Pietro (IDV). Il partito dice basta a Di Pietro dopo lo scandalo segli immobili "comprati" dal "tonino" con soldi non perfettamente spendibili per tali acquisti.
- Francesco Belsito(Lega Nord), tesoriere della Lega Nord, è stato indagato per truffa ai danni dello Stato. Nel post il video con le dichiarazioni di Roberto Maroni.





Il mio voto contro vent'anni di inganni. di Giulietto Chiesa


votaquidi Giulietto Chiesa.

Sono andato a votare. Credo che molti, come me, abbiano provato la stessa sensazione: quella che preavverte della prossimità di grandi cambiamenti.
Ho citato, in un tweet recente, una frase di Friedrich Dürrenmatt, che qui ripeto: «Anche un ordine apparente, quando viene distrutto, produce disordine». Ne aggiungo ora un'altra, dello stesso scrittore: «Nulla è necessario. Il gioco può interrompersi ad ogni momento».
Poi sono entrato nella cabina di voto e ho aperto le schede. Ho guardato per un attimo i colori e la scomposta confusione d'idee che rappresentavano. Mi è venuto in mente il titolo che Eugenio Scalfari ha dato al suo editoriale: «Tramonta un sistema di patacche e di bugie».
Più vero di quanto non immagini il suo autore, un tempo spirito libero e ora, ai miei occhi trasformato in un freddo, insopportabile conservatore. Anzi reazionario...continua...
http://www.megachip.info/component/content/article/27-stella-polare/9853-il-mio-voto-contro-ventanni-
PS: <<.... il passaggio al bipartitismo "anglosassone" fu l'inizio della fine della democrazia in Italia. E avvenne con la benedizione e il consenso dei derubati.>> 
Mai verità fu tanta vera!
umberto marabese

domenica 24 febbraio 2013

"Tre" donne di Femen: «Basta Silvio». CONTESTATA ANCHE LA FIDANZATA DI SILVIO

Lo hanno contestato a seno nudo mentre votava davanti al seggio allestito nella scuola Dante Alighieri in via Scrosati a Milano. Tre attiviste del gruppo Femen, come da tradizione del gruppo, si sono spogliate, nonostante il freddo, e a petto nudo con le scritte «Basta Silvio» disegnate sul corpo con un pennarello rosso, si sono messe davanti al seggio di Silvio Berlusconi.  Le attiviste hanno opposto resistenza e sono state portate in questura. Le tre contestatrici sono straniere, due avevano accento dell'est europeo mentre una è di nazionalità francese. ..continua..
http://www.corriere.it/politica/speciali/2013/elezioni/notizie/24-berlusconi-femen-seno-nudo-contestazione-
CONTESTATA ANCHE LA FIDANZATA DI SILVIO - Anche Francesca Pascale, fidanzata di Berlusconi, è stata contestata a Napoli nel seggio allestito all'interno della scuola Lala in via Cariteo, nel quartiere Fuorigrotta. La Pascale, con il suo cagnolino nella borsetta, era in compagnia del padre e della sorella quando un passante l'ha apostrofata con un «vergogna». Pascale ha risposto urlando: «Sono i comunisti la vergogna d'Italia»...continua...
http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/13_febbraio_24/berlusconi-contestato-seno-nudo-donne-femen-
PS: Scorrendo velocemente i titoli del "Corriere della Sera"sulla "grossa contestazione" durante la presenza al seggio del leader del Pdl, e quella della sua fidanzata(a Napoli...), avevo creduto,  invano, di un sollevamento di popolo....Purtroppo , leggendo fino in fondo, trovo la ormai consueta bufala: grosso e voluminoso il titolo dell'articolo....e minima la partecipazione. Tre ragazze in topless per "Lui", forse cercavano lavoro....e "ben un passante" per "Lei". A proposito, le tre ragazze erano le stesse che hanno sfilato con il Pd tempo fa; anche le stesse tre che sono state arrestate dopo una contestazione in Piazza S. Pietro a Roma.
Il "grande democratico Corriere della Sera" ridotto a tali miseri articoli!
umberto marabese


No Prodi Pres. Repubblica. Con D'Alema, i principali responsabili dell'avvento di Silvio Berlusconi.

Ferdinando ImposimatoFerdinando Imposimato
Presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione - Il contributo che la conoscenza della verità dà al miglioramento della condizione dell'uomo è sicuramente superiore alle astuzie di una politica calcolatrice e farisea.
---------------------------------
Cari amici, considero gravissimo che Pierluigi Bersani , segretario del PD, incurante di quello che emerse in Commissione Antimafia , riproponga un impresentabile Romano Prodi come candidato alla Presidenza della Repubblica. Prodi è stato, con Massimo D'Alema, il principale responsabile dell'avvento di Silvio Berlusconi, vergogna d'Italia, alla guida del Paese, per la mancata approvazione della legge sul conflitto di interessi e l'approvazione di una legge sull'abuso in atti di ufficio, che favorì i corrotti. Prodi è stato sconfitto da Berlusconi
Bersani, dopo un iniziale rinnovamento, ha quasi completamente ignorato l'esigenza di eliminare gli sprechi enormi della politica e gli immorali rimborsi elettorali, causa di molti mali e di molte rovine. E ha trascurato la tutela dei più deboli, lavoratori, pensionati, professori e tutela della scuola pubblica. E' il momento delle scelte difficili. Non accetto l'idea di una nuova alleanza tra PD e PDL, che intravedo all'orizzonte, con il ritorno di Silvio Berlusconi come Ministro dell'economia o in qualsiasi altro Ministero. Berlusconi è il prodotto delle inerzie di Prodi, D'Alema e , putroppo, di Bersani.
Il mio sostegno va a Emma Bonino coma candidata alla Presidenza della Repubblica, e al Movimento cinque stelle, per le prossime elezioni. Ci sono molte cose di Grillo che non condivido. Come le sue idee in politica estera, ma condivido la battaglia per la moralizzazione delle vita pubblica e il suo bisogno di rinnovare il ceto politico e di attuare il bisogno di una maggiore giustizia sociale.

------
umberto marabese

Relationem. L'ombra dell'anticristo in Vaticano, un dossier di 300 pagine


relationemdi Giorgio Bongiovanni - Antimafia Duemila.

RELATIONEM, è questo il nome del dossier che i tre cardinali (Julian Herranz Casado, Jozef Tomko e Salvatore De Giorgi), incaricati dal Papa di indagare a 360° sulle lotte intestine e diaboliche all'interno della Curia (sfociate poi nel caso Vatileaks), hanno consegnato nei giorni scorsi allo stesso Benedetto XVI. Un dossier di 300 pagine in cui sono contenute prove inquietanti, interviste, intercettazioni, lettere autografe, ammissioni, giuramenti e quant'altro, sugli scandali avvenuti all'interno dell'istituzione vaticana. Ieri ed oggi, sul quotidiano La Repubblica, Concita De Gregorio ha pubblicato due articoli approfonditi da cui emerge un'inquietante verità, ovvero che dietro a queste lotte intestine si nascondono i motivi per cui Benedetto XVI ha rassegnato le proprie dimissioni, lasciando certi problemi al proprio successore...continua...
http://www.megachip.info/tematiche/legalita/9849-relationem-lombra-dellanticristo-in-vaticano.html
PS: Ancora una volta mi permetto di dire ai miei molti, convinti e irreprensibili amici cattolici-vaticanisti....non confondete il Vaticano( La Chiesa cattolica nella costituzione dogmatica sulla Chiesa Lumen gentium, del Concilio Vaticano II dichiara di essere «l'unica Chiesa di Cristo, che nel Simbolo apostolico, cioè il Credo professiamo, una, santa, cattolica e apostolica e che il Salvatore nostro, dopo la sua resurrezione, diede da pascere a Pietro (cfr. Gv 21,17), affidandone a lui e agli altri apostoli la diffusione e la guida» e dichiara che «Questa Chiesa, in questo mondo costituita e organizzata come società, sussiste nella Chiesa cattolica, governata dal successore di Pietro e dai vescovi in comunione con lui» (Lumen gentium, n. 8). con il signor Gesù Cristo. I primi hanno imposto, con l'inquisizione,  lo strapotere economico sui"credenti", il secondo è morto sulla croce perdonando i suoi aguzzini. Scegliete voi.....!
umberto marabese

sabato 23 febbraio 2013

Beppe Grillo, i media e le «reti di fiducia»


scalfari-grillodi Gennaro Carotenuto - gennarocarotenuto.it.
Il fatto che Beppe Grillo e il Movimento 5 Stelle rifiutassero la stampa ieri a San Giovanni per il trionfo romano, è stato stigmatizzato in tutte le salse. Nella migliore delle ipotesi è stato considerato poco democratico, nella peggiore è stato dato loro del fascista. Da critico di Grillo non solo non condivido tali accuse ma ritengo indispensabile dire la mia in merito.
1) I media mainstream, quelli italiani nel 99% dei casi, rappresentano plasticamente quello che Noam Chomsky chiama «la fabbrica del consenso» e vivono in osmosi con il mondo politico e le classi dirigenti. Per compiere il loro lavoro di squadrismo mediatico (basti pensare a quello che hanno fatto con i movimenti, a Genova, con i NoTav o, allargando il campo, con la sistematica diffamazione dei governi progressisti latinoamericani) credono di poter demonizzare sistematicamente personaggi, movimenti, sistemi culturali per poi pretendere, con un cinismo senza pari, che chi hanno messo alla berlina fino a 30 secondi prima debba subito dopo comportarsi con fair play nei loro confronti. Non funziona così...continua...
http://www.megachip.info/tematiche/democrazia-nella-comunicazione/9848-beppe-grillo-i-media-e-le-lreti-
PS: Un esempio in "tempo reale". Il  post che precede questo, tratta della interferenza dei giornali sul caso delle "presunte" firme false per Maroni denunciate proprio oggi, ad un giorno dal voto che riguarda proprio l'ex Ministro, dalla Magistratura....... e nessun giornale critica"l'infrazione della stessa nel giorno di silenzio"pre elettorale. Dopo poche ore  qualcuno "offende la magistratura" per il gesto(a parere mio voluto e cercato...)contro Maroni, e.....apriti giornali, tutti a dire, anzi, denunciare.."ha infranto le regole del giorno prima". Non ci caschiamo più, cari giornalisti, ne nel primo caso, tanto meno nel secondo. Tranquilli, al popolo aspetta la scelta e per mquanto mi riguarda,  la ho sempre rispettata, a volte combattuta, a volte accettata di buon grado.
umberto marabese


Elezioni-Italia: votano le suore di clausura...noi mandiamo i nostri "italiani in clausura" a votare in Vaticano?

 PS: Con tutto il rispetto dovuto alla persona,  ritengo le suore di clausura le "ergastolane dello Stato Indipendente e Sovrano del  Vaticano" ergo, se possono votare per il Parlamento italiano...perchè al Conclave non mandiamo a  votare i "nostri ergastolani"?
umberto marabese

-------
 Anche le suore di clausura italiane, grazie a una speciale dispensa, tra domani e dopodomani si recheranno alle urne per esprimere il loro voto. Le benedettine dell'abbazia di Orta San Giulio, nella Val D'Orta, che si stanno già organizzando per recarsi domani al loro seggio. "Ci teniamo anche a noi a dire la nostra - dice all'Adnkronos una delle suore di clausura dell'abbazia - Lo faremo domani mattina presto, cercando di mantenere la nostra riservatezza''. All'alba, dunque, le sorelle benedettine, munite di scheda elettorale, saliranno a bordo del loro pullmino e si recheranno alle urne. Chi sceglieranno tra i vari schieramenti? "Bella domanda - scherza la monaca -. Ci faremo consigliare da qualcuno per scegliere il 'meno peggio' ma è soprattutto con la nostra preghiera che noi esprimiamo il voto migliore".

Lombardia "tegola calcolata".....notizie alla vigilia del voto!

 Corrieredella sera.it   -   Firme per la lista «Maroni Presidente» sotto indagine a Monza.Circa 1.200 firme raccolte nella circoscrizione brianzola, emerse irregolarità per l'autentificazione .. http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/13_febbraio_23/elezioni-firme-false-lista-maroni-inchiesta-

Libero.it.  -    Lombardia, Lega: la procura di Monza indaga sulle firme false. Nel mirino della procura di Monza il un consigliere provinciale monzese del Carroccio. Tempismo sospetto: la notizia alla vigilia del voto.

 La Repubblica.it - Indagato consigliere provinciale della Lega. E' accusato di aver falsificato 900 firme.  Il candidato governatore del centrosinistra per l'ultimo comizio ha scelto Bergamo, una

Ilgiornale.it - Il consigliere provinciale Giuliano Beretta indagato per falso. nel mirino 900 firme a sostegno della lista "Maroni Presidente". La magistratura rompe il silenzio elettorale: inchiesta sulle firme per Maroni
http://www.ilgiornale.it/news/interni/magistratura-rompe-silenzio-elettorale-inchiesta-sulle-firme-
-------
PS: E' solo una combinazione che capita solo ed esclusivamente il giorno prima delle elezioni in Lombardia: bello vincere facile!
umberto marabese 

 

Dall’Oltrarno: il Bello, il belloccio e il Nidiaci


nidiaci 20130223
di Miguel Martinez* - Kelebek Blog
L’altro ieri, il sindaco, Matteo Renzi, nel suo solito stile, ha ingiunto ai candidati del Pd, “Rendete l’Italia bella come Firenze”.
Ora, io abito in una parte particolarmente bella di Firenze, quella vicino alla Chiesa del Carmine, dove non ti puoi permettere di sostituire una ringhiera su un balcone perché, appunto, Firenze è bella.
Così bella, che – come vi abbiamo già raccontato e graficamente illustrato – il signor Leonetto Mugelli, muratore in tutti i sensi, ha pensato bene di costruirci tre palazzi nuovi nuovi, di cui uno direttamente attaccato alla Chiesa del Carmine e un altro che chiude l’unica vista sul dietro della stessa chiesa.
Che la chiesa sarà bella, ma lo sono pure i palazzi del signor Leonetto Mugelli, almeno quanto le migliori villette a schiera della Brianza...comntinua...
http://www.megachip.info/tematiche/democrazia-nella-comunicazione/9846-dalloltrarno-il-bello-il-belloccio-
PS: C'è ancora chi "........parla bene ....ma razzola male....." 
umberto marabese

......il perché è giusto e bello andare a votare......

…volgendoci ai giovani , non possiamo far altro che dir loro così: Badate . Voi ci trattate da vecchi imbecilli . Sia pure. Ma state attenti . Quando parlate alla leggera, quando trattate leggermente , così leggermente la Repubblica, non solo rischiate di essere ingiusti ( il che forse non  conta, almeno nel vostro sistema), ma rischiate di commettere delle sciocchezze anche secondo il vostro sistema . Rischiate di essere  di essere stupidi. Per entrare nel vostro sistema anche nel vostro linguaggio . Voi dimenticate , voi non volete ammettere che ci sia stata una mistica repubblicana; ma dimenticandola misconoscendola  voi non potrete fare che non sia esistita
Degli uomini sono morti per la libertà come degli uomini sono morti per la fede. Le elezioni sembrano oggi  a voiuna formalità grottesca , falsa, bugiarda; avete il diritto di dirlo ; ma degli uomini hanno vissuto , tanti uomini hanno vissuto . degli eroi, dei martiri, forse dei santi ( e quando dico santi so quel che dico). Hanno vissuto eroicamente , santamente , hanno sofferto, sono morti, un popolo intero ha vissuto perché  fino all’ultimo degli imbecilli abbia oggi il diritto di compiere questa formalità bugiarda. Fu terribile , faticoso, pauroso partorire. Non una cosa da ridere. E attorno a noi popoli interi , razze intere soffrono per lo stesso parto doloroso, si travagliano e lottano per conquistare questa ridicola formalità. … ci fun un tempo , un periodo eroico in cui malati e morenti si facevano portare a braccia per andare a deporre la propria scheda nell’urna…Le elezioni sono ridicole. Ma l’eroismo e la santità a mezzo dei quali si ottengono risiultati ridicoli , temporalmente ridicoli , è quanto di più grande e sacro ci sia al mondo. Quanto di più bello
 -----
Per chi votare?.......libertà assoluta, come deve essere assoluta è la decisiona di farlo!
umberto marabese

venerdì 22 febbraio 2013

Patti violati sull’inceneritore del Gerbido.


Toccherà alla Sadi il recupero e il trasporto delle scorie. Ma da anni persino i Comuni chiedono la rilocalizzazione degli impianti siglando accordi. Sistematicamente disattesi.
Ho appena letto sul sito TRM che la SADI Servizi Industriali si è aggiudicata l'affidamento del servizio di prelievo trasporto e recupero delle scorie dell’inceneritore. Non vi sembra che, oltre al danno, vi sia una beffa nei confronti dei cittadini? Non entro nei dettagli, ma è dal 1994 che Regione, Provincia e Comuni stipulano accordi di programma relativi al trasferimento dell'azienda !! Questo per migliorare la qualità ambientale delle aree interessate (Ospedale San Luigi in primis). Fino ad arrivare al 2008-2009 dove i comuni di Rivalta (nuova mozione approvata l’8 novembre 2010), Grugliasco, Beinasco, Rivoli, Torino ed Orbassano chiedono, sotto varie forme, “la rilocalizzazione degli impianti della Servizi Industriali Spa, quale precondizione indispensabile per l’entrata in funzione dell’impianto di termovalorizzazione del Gerbido in Torino”...continua...
 http://www.lospiffero.com/ballatoio/patti-violati-sullinceneritore-845.html
PS: Un regalo a tutti noi Grugliaschesi ma sopratuitto a quelli del Gerbido.....vota Pd, ......un fumo lento, ma sicuro nel tempo....!
umberto marabese


«Mps-Pd, un fiasco mai visto dal 1472»Il Nyt: distrutta banca sopravvissuta ai secoli

L'accusa del quotidiano Usa: disastro per l'istituto rimasto indenne a guerre e pestilenze, questione centrale per il voto

«Un moderno "fiasco" - la parola utilizzata è scritta proprio così, in italiano nel testo inglese - che ha fatto quello che secoli non erano riusciti a fare»: così il New York Times sintetizza ciò che sta accadendo a Siena, dedicando l'apertura del suo sito americano allo scandalo del Monte dei Paschi. «Il Patrono di Siena in pericolo», titola il quotidiano, ricordando che il Monte dei Paschi con i suoi 541 anni «è la banca più antica del mondo ed è sopravvissuta a guerre e pestilenze». Da sempre più di una banca per Siena, chiamata «Babbo Monte» per essere il primo datore di lavoro e benefattore della città. Lo scandalo - scrive il Nyt - che si va allargando in un momento di grandi difficoltà per la crescita dell'economia italiana, è divenuto inevitabilmente argomento della campagna elettorale e questione centrale in vista delle elezioni di domenica.
----
PS:<< il NYT pubblica la notizia del disastro di una tra le più importanti banche italiane e voi del Corriere la mettete come 10 notizia??>> Non è che siete anche
voi del Pd....!

Lettera di un " prete":<< vi prego votate Pd>>!

22 febbraio, 17:09 - 'Angosciato dopo indegna trovata Berlusconi sull'Imu'


Lettera prete, 'vi prego votate Pd'
(ANSA) - PERUGIA, 22 FEB - 2013''Angosciato'', dopo la lettera sull'Imu di Berlusconi, don Angelo Fanucci, animatore da decenni della comunita' di Capodarco a Gubbio, invita, in una newsletter, a votare per il Pd.
Nel messaggio e-mail del sacerdote compare un volantino del Pd, seguito da una lettera che comincia con la scritta ''Vi prego, votate per il Pd''. Don Angelo spiega di avere preso questa iniziativa ''dopo l'ultima, indegna trovata di quel cialtrone di Berlusconi'', ma ''anche indipendentemente da questo''.
----
PS: Il più convincente "spot pubblicitario" a favore,  Berlusconi ringrazia don Angelo Fanucci e , come tangibile ricompenso, gli promette che non gli farà pagare l'IMU sulla Sacrestia!
umberto marabese

Vergogna Rosy Bindi Pd, contro Report. Ecco il video che lo dimostra.

 Ecco il video che dimostra com'è andata la vicenda - Antonino Monteleone
http://www.corriere.it/inchieste/reportime/interviste/rosy-bindi-contro-report/5c0f2f1a-
PS: Certamente il comportamento della Signora Binda è adeguato e conseguente con la volontà del popolo Pd di come fare politica. Un simile comportamento, a disprezzo degli italiani, non è cerrto un buon viatico che possa far pensare ad un buona stagione di Gverno da un grande partito che si definisce "democratico".
umberto marabese

Elezioni: Salvo al Centro, Mari-o-Monti & c: la videosatira diventa virale

Troppa tv, pochi comizi. La novità 2013 è il successo on line degli sketch fai da te. Impazzano le code Imu e il giuaguaro.  ROMA - Moltissima tivvù, anche se la beffa finale è il mancato faccia a faccia tra i leader e Sky-Tg-24 stasera è costretta a simularlo davanti a sei leggi vuoti dei sei leader. Molto Twitter, ma neanche tanto. Pochi comizi, a parte quelli dell’ultimo giorno. Se questo è il quadro, la vera novità della campagna elettorale sono i video virali. Lo spontaneismo dei blogger o lo spintaneismo di agenzie di comunicazione e di gruppi di cyber-attivisti che postano in Rete scene, scenette, immagini, sequenze, mini-storie, apologhi, clip musicali e filmini ironici per raccontare gli umori e i sapori dell’Italia al voto e dei suoi protagonisti...continua... 
PS: Ci si arrangia come si può! 
umberto marabese

 

La "vergognosa"bufala targata Pd-Cgil"In fila per i rimborsi Imu"

Gli assalti ai Caf dopo la lettera del Pdl li ha visti solo la sinistra. E la Cisl conferma: "È tutta una montatura, non è successo nulla".
Roma - «È una montatura, non è successo niente di rilevante, io stesso ho telefonato a una dozzina di nostri Caf nelle città più importanti e ho contato 15-20 segnalazioni in tutta Italia, qualcuno che magari passava di lì e già che c'era ha chiesto dell'Imu, una percentuale ridicola per farne un caso», spiega Valeriano Canepari, responsabile nazionale dei patronati Cisl.   ...continua...
http://www.ilgiornale.it/news/interni/fila-i-rimborsi-imu-bufala-targata-pd-cgil-888776.html 
PS: << Nelle cronache sulle «migliaia di vecchiette in coda per l'Imu» poi parla, come unica fonte, il funzionario della Cgil di Genova. Un sindacato non esattamente imparziale. Le liste del Pd per Camera e Senato, in effetti, sono piene di sindacalisti Cgil. A partire dai capilista, come l'ex segretario Cgil Guglielmo Epifani, Valeria Fedeli, sindacalista Cgil, capolista Pd in Toscana (prenderà il posto di suo marito, Achille Passoni, senatore Pd, anche lui Cgil), Cesare Damiano, ex Cgil, in Piemonte, mentre per le regionali in Lombardia corre col Pd Onorio Rosati, segretario Cgil di Milano. E poi molti altri. Senza dimenticare l'appoggio elettorale dei patronati Cgil per i candidati Pd all'estero. In attesa che si diradino le «chilometriche code di vecchiette» per l'Imu.>>
Che vergogna, altro che "promesse" alla cavaliere,  questo è un "falso" alla "gargamella".
umberto marabese

giovedì 21 febbraio 2013

Diretta di una (non) bambola dedicata a Bersani


Una cronista Intraprendente all'adunata dell'orgoglio femminile e liberale
 Sono una di quelle donne mica tanto buone a stare zitte, io. Mannaggia a me e alla bocca petulante che mi ritrovo. Mi è capitato una volta di essere minacciata da un nazi-fascista, divergenze di opinioni, le chiamerei. Un’altra, in gioventù, mi ero convinta di poter avere un dibattito con un tizio che allora si definiva comunista. Non è andata come pensavo, non è stato edificante, è mancata la predisposizione all’ascolto. Una manciata di mesi fa un collega mi ha ammonita: «Stai zitta». È finita peggio: «Non ti metto le mani addosso perché sei una femminuccia». Una delle cose che mi è successa più spesso è però l’essere stata classificata per le mie presunte convinzioni politiche (di solito non ci azzeccano mai, per altro). Generalmente lo fanno i detentori del sapere, coloro che sono certi di maneggiare Cultura e giustezza. I sinistrorsi....continua...
http://www.lintraprendente.it/2013/02/diretta-di-una-non-bambola-dedicata-a-bersani/
PS: << Nulla, detta alla Bersani, devi essere per forza una «bambolina». Caro Pier, «bambolina» non mi è mai riuscito di essere, anche se mi sarebbe forse risultato tutto più facile. E oggi vado a buttar il naso in “Sono una donna, non sono una bambola”, evento organizzato da donne schierate col PdL che, appunto, non si sentono presenze ornamentali. Da lì, a suon di tweet, ti faccio sapere….>>
Buona notte, affacciato alla finestra che da sul mio giardino, attraverso la luce arancione chiara di un lampione, si vedono danzare verso la mia siepe, candidi, soffici imprevedibili fiocchi dalla sembianza  di candido cotone: cade la neve, a Grugliasco! 
umberto marabese

Panico a palazzo: cosa si inventeranno i lavapiatti della Nato? di Giulietto Chiesa


Giulietto Chiesadi Giulietto Chiesa
A pochi ore dal voto il palazzo è nel panico. Se ne sentono di ogni colore. Da quel poveraccio di Giannino, caleidoscopio vivente, che si è inventato il master in America, e due lauree finte (esagerato!); a Bersani, che forse progetta di comprare un mazzo di grillini; a Berlusconi, che sogna il sorpasso come nel famoso film; a Monti che, sempre più ieratico, celebra la messa nel tempio bancario con corredo di cagnolini. Quest’ultimo, francamente, è il più comico della compagnia.
Hanno paura. Le sedie traballano. Il fatto è che non sono abituati ad avere un’opposizione, e adesso ne avranno più d’una: che immaginano composta di selvaggi sconosciuti e vocianti, orde di popolo che stanno per invadere il parlamento. Che fare? Ci sarà da piangere e da ridere. Questo conferma quanto dissi prima che cominciasse la campagna elettorale: che si sarebbe dovuto fare ogni sforzo per costruire una unica lista di opposizione; che  c’erano le condizioni per mettere in pericolo il premio di maggioranza al Pd...continua...
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/02/21/panico-a-palazzo-cosa-si-inventeranno-i-lavapiatti-della-
PS: << Il fatto è che il primo tentativo di governo che faranno produrrà, loro malgrado, un ‘gabinetto di guerra’. Avete dimenticato la Siria? Male. Tenetela presente perché andremo in Siria a zampettare nel sangue. Avete dimenticato l’Iran? Male. Tenetelo a mente, perché incombe un attacco israelo-americano, checché ne dica, o finga di dire, Barack Obama. Napolitano gli ha sussurrato nell’orecchio che “noi ci saremo”. Come al solito, per non smentire ciò che si dice nei corridoi di Bruxelles, cioè che noi siamo considerati i lavapiatti della Nato. Niente di nuovo.>>
umberto marabese

Panorama, Vendola a pranzo col giudice che l'assolse


Politica - Dieci persone sedute e due in piedi. Sei magistrati (eletto poi parlamentare), un poliziotto, una commercialista, una giornalista, due designer e Nichi Vendola. Ecco, dopo giorni di conferme e smentite, la foto della festa privata a cui parteciparono sia il governatore della Puglia sia il giudice, Susanna De Felice, che lo ha assolto il 31 ottobre scorso da un’accusa di abuso di ufficio....continua...
http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/fotogallery/1018044/esclusiva-panorama-vendola-a-pranzo-
Leggi anche....Vendola: Panorama? Non mi occupo del fango....!
http://www.video.mediaset.it/video/tgcom24/ultimi_arrivi/374615/vendola-foto-panorama-non-mi-occupo-
PS:  Io non sono più iscritto a SEL, io non voto più SEL........MA GUAI A CHI METTE IN DUBBIO L'ESTREMA CORRETTEZZA DELLA "PERSONA " NICHI VENDOLA.
umberto marabese