Pagine

venerdì 31 gennaio 2014

L’US Special Operations Command (SOCOM), svelati i segreti dell’esercito segreto USA.

mcraven obama

L’US Special Operations Command (SOCOM), svelati i segreti dell’esercito segreto

GENNAIO 28, 2014  
Nick Turse Global Research, 27 gennaio 2014
Agiscono nello splendore verde della visione notturna nel sud-ovest asiatico e negli agguati nelle giungle del Sud America. Strappano [1] gli uomini dalle loro case nel Maghreb [2] e attaccano militanti pesantemente armati nel Corno d’Africa. Sentono gli spruzzi salati quando volano sulle onde turchesi dei Caraibi e azzurro intenso del Pacifico, svolgono missioni nei soffocanti deserti del Medio Oriente e nella gelida Scandinavia [3]. L’amministrazione Obama ha intrapreso una guerra segreta planetaria [4] la cui ampiezza finora non è mai stata pienamente rivelata. Dall’11 settembre 2001, le forze speciali degli Stati Uniti sono cresciute in modo inimmaginabile, sia in numeri che in budget. La cosa più significativa, tuttavia, è l’aumento delle operazioni speciali a livello globale. Questa presenza, oggi in quasi il 70% delle nazioni del mondo, fornisce un’ulteriore prova della dimensione e della portata della guerra segreta che si estende dall’America Latina alle terre più remote dell’Afghanistan, dalle missioni di addestramento con i loro alleati africani alle operazioni di spionaggio nel cyberspazio..........

Passione sfrenata per i calciatori del club....visite negli spogliatoi: "impiegata" finisce nei guai....e incinta!

Una ex dipendente del Burton Albion a processo per molestie sessuali. Passione troppo sfrenata per i calciatori del club. Una ex dipendete di un club di calcio rischia di finire nei guai in seguito alla sua passione per i calciatori della sua ex società. Kerry Miller, 46, anni, è stata denunciata per molestie sessuali nei confronti dei giocatori del Burton Albion, squadra che milita nella League Two inglese.

SPOGLIATOI
- La signora Miller è accusata di essere entrata negli spogliatoi della squadra mentre i giocatori erano intenti a cambiarsi in almeno 15 occasioni. Secondo quanto riferito durante il processo in corso presso il tribunale del lavoro di Leicester, la Miller aveva un ruolo nel settore delle vendite presso lo stadio del club, prima di lasciare il suo impiego lo scorso anno. Secondo i dirigenti del Burton Albion, l'ex dipendente approfittava di qualsiasi lavoro extra per cercare di stare a contatto con i giocatori, arrivando anche a servire da mangiare.

IL FLIRT - Il presidente del club, Ben Robinson, le avrebbe chiesto di smetterla e di concentrarsi sul proprio lavoro ma, apparentemente, senza successo. La Miller ha, infatti, ammesso di aver inviato delle sue foto 'sexy' all'attaccante 23enne Billy Kee che, a sua volta, ha mostrato le immagini ai propri compagni di squadra. Tra le confessioni, anche quella di un flirt con il difensore Ryan Austin che ora gioca per il Brackley Town. La Miller ha però respinto le accuse relative alle sue "apparizioni" impreviste negli spogliatoi. "Ho sempre fatto il mio lavoro al meglio -ha dichiarato- Queste accuse mi hanno offesa ed umiliata".----

Chiamparino, Murazzi “a sua insaputa”:" ha dichiarato di essere stato all'oscuro degli accordi o di non ricordare. 33 indagati, per lui chiesta l'archiviazione.

PS: E , signori del Pd, sarebbe un candidato a governare il Piemonte? 
umberto marabese
-------------------
Pubblicato Venerdì 31 Gennaio 2014, ore 17,50

Nel corso dell'interrogatorio sulla vicenda delle concessioni ai locali in riva al Po, l'ex sindaco ha dichiarato di essere stato all'oscuro degli accordi o di non ricordare. 33 indagati, per lui chiesta l'archiviazione. Carossa (Lega): "Sono sconcertato"

È un Chiamparino disinformato o perlomeno smemorato quello che davanti ai magistrati di Torino non è stato in grado di ricostruire l’intricata vicenda delle concessioni dei locali ai Murazzi. L’allora sindaco, a quanto ha raccontato lui stesso durante l’interrogatorio reso lo scorso 29 ottobre ai pm Andrea Padalino e Andrea Beconi, non venne mai informato, fra il 2007 e il 2009, di tutte le problematiche legate alle morosità dei concessionari delle attività commerciali nelle arcate in riva al Po, una questione finita al centro di un’inchiesta giudiziaria sfociata in 33 avvisi di chiusura indagine. “Mi fidavo dell’operato degli assessori”, ha sottolineato Sergio Chiamparino, per il quale la procura intende chiedere l’archiviazione......

Le priorità del Governo Letta-Pd: "Il famoso cavallo pieno di troie".. e .."siete qui perché fate pomp...".

Brunetta contro Crozza per le offese a Ballarò:
<< .... in particolare, si è fatto riferimento all'incontro del presidente Berlusconi con il segretario del Pd Matteo Renzi, avvenuto presso la sede del Pd, a proposito del quale il comico ha dichiarato: «È stato un evento storico. Berlusconi è entrato nella sede del Pd, ma purtroppo hanno bloccato all'ingresso l'enorme cavallo di legno che Silvio si era portato. Il famoso cavallo pieno di troie...»>>
http://www.ilgiornale.it/news/interni/brunetta-contro-crozza-offese-ballar-987569.html 
------
Alessadra Moretti ospite a Otto e Mezzo su La7 ripete l'insulto rivolto dal deputato grillino Massimo De Rosa alle deputate di sinistra: "Mi spiace ripetere questa frase" - tratto da La7:

<<...La Signora On. Moretti ripete l'insulto del M5S: "Qui perché fate pomp...">>
http://www.ilgiornale.it/video/interni/moretti-ripete-linsulto-m5s-qui-perch-fate-p-987611.html 

Legge elettorale, via M5S e Lega ...e spuntano però, 20 franchi tiratori

Legge elettorale, via M5S e LegaE spuntano 20 franchi tiratori

Carroccio e grillini abbandonano i lavori alla Camera. Salvini minaccia: "Boldrini inadeguata, si dimetta o sarà caos". Grillo rimarca: "Via subito".

I deputati M5S abbandonano l'aula della Camera dopo la bocciatura del rinvio in commissione della legge elettorale. "Non saremo mai complici di questo ennesimo scempio e abbandoniamo immediatamente l'Aula" ha detto Giuseppe Brescia. La presidente Boldrini si è detta "dispiaciuta". Nel voto segreto sulle pregiudiziali di costituzionalità contro la legge elettorale sono spuntati una ventina di franchi tiratori.

Grillo: "Boldrini a casa, miracolata inadeguata"

"La Boldrini nel suo ruolo è inadeguata, impropria, miracolata. Deve andarsene e in fretta dalla Camera". Lo scrive Beppe Grillo nel lanciare un sondaggio sul blog sull'iniziativa M5S contro il presidente della Camera. Giovedì 29 gennaio "la democrazia è morta": la ghigliottina è un "abuso di potere", "un atto di imperio di natura strettamente personale"....

Continua a leggere........

Electrolux di Solaro, l'onda lunga del "metodo Marchionne" è arrivata, come un fulmine a ciel sereno.

 Electrolux, il racconto di una fabbrica sotto ricatto
«La sostanza è che l'onda lunga del metodo Marchionne è arrivata, come un fulmine a ciel sereno.» .....con l'accordo firmato con CGIL, CISL e UIL...contraria la FIOM.
umberto marabese
-------------------------
Benvenuti alla Electrolux di Solaro, provincia di Milano, Lombardia, Polonia. Dove l'unica prospettiva, per le tute blu, è bere o affogare. Tradotto: accettare il piano dell'azienda che prevede salario più basso e ritmi più alti in catena di montaggio. Oppure rifiutare, orgogliosi, mettendo in conto che quello stipendio non lo avrai più perché la multinazionale smonta baracca e burattini e se ne va altrove, dove gli operai costano di meno.
In questo caso, appunto, la Polonia. Un ricatto? «Tecnicamente sì, non vedo altre definizioni », dice il segretario della Fiom milanese Alberto Larghi, che a dispetto della sigla sembra il più moderato di tutti: «La vertenza sarà lunga, durerà mesi, dobbiamo essere intelligenti»......

giovedì 30 gennaio 2014

Friendzone: basta flirtare, 8 segnali per capire se gli piaci davvero.....

Amici o amanti? Sulla scia del successo del programma Friendzone in onda su Mtv, abbiamo deciso di indagare sul tema della flirtationship, ovvero il "pantano di una relazione": più di un'amicizia ma meno di una relazione amorosa. Scopri a che punto è il rapporto con il tuo lui cogliendo i segnali indicati dai nostri esperti.
 Capita di conoscere un uomo che ti colpisce al primo incontro. Poi ci diventi amica, ma il suo comportamento non è chiaro e non sai se esporti o meno. Vi lanciate occhiate furtive a vicenda e appena potete cercate un contatto fisico, ma non si arriva mai al dunque. È la classica situazione che in inglese viene definit "flirtationship", cioè quando si flirta regolarmente con qualcuno senza però andare oltre, impantanandosi in un rapporto che comprende più di un’amicizia ma meno di una relazione. “Anche se nei rapporti uomo donna vige sempre la regola del 'se non si va avanti, non gli piaci abbastanza', esistono tipologie di uomini o semplicemente di incontri in cui lui può provare imbarazzo e timore nel fare il primo passo" spiega Maria Claudia Biscione, psicoterapeuta, sessuologa e psicologa giuridica presso l'Ospedale Israelitico di Roma. "Ad esempio quando uno dei due è già impegnato, oppure quando lui è l'amico di un parente o amico, o smagari un collega. O ancora se c’è una differenza eccessiva di età, ma anche quando la donna ha un atteggiamento ambiguo o troppo aggressivo. In comune, tutte queste situazioni, hanno un risultato: anziché “buttarsi”, ci si continua a incontrare e frequentare salutandosi con un innocuo contatto guancia guancia, ondeggiando tra un’amicizia platonica e un atteggiamento seduttivo” conclude la sessuologa..........

Beppe Grillo....il Pd cantava “O Bella Ciao” mentre "regalavano" sette miliardi e mezzo alle banche....

  |
nuova_resistenza.jpgGuarda l'ultimo video messaggio di Beppe Grillo
(04:00)
>>> Stasera Giulia Sarti e Luigi Di Maio, portavoce del M5S alla Camera, parteciperanno alla puntata di Servizio Pubblico sulla Trattativa Stato Mafia <<<
"Per vedere dove andrà a finire questo Paese guardo il mare, guardo un po’ l'orizzonte. Vedo delle cose che non so neanche come interpretare. Siamo nella metafisica. C'è una legge elettorale fatta da un pregiudicato insieme a una specie di cartone animato e Verdini. Come si fa a pensare di fare una legge elettorale fatta da Verdini e da Berlusconi? Verdini ha incriminazioni e processi in corso. Non so se sarà condannato o meno, ma non si affida una roba così a uno che ha questi processi, che è un massone. Essere massoni non è reato, però se vogliono governare con la massoneria formino un nuovo partito, il Partito dei massoni, si fanno eleggere, prendono i voti e vanno dentro.
Ho visto l'incompetenza della Boldrini, non riesce a gestire l'Aula. Ho visto quelli che cantavano “O Bella Ciao mentre davano sette miliardi e mezzo alle banche. Se avessi fatto la Resistenza non so come la prenderei: sentire questo inno lì dentro, in quel momento lì! Fanno i giochini da bambini scemi. Cambiano le parole. Fanno i pacchettini di democrazia, come il pacchetto con dentro l'Imu insieme alla Banca di Italia, o voti tutti e due o sennò sei un rivoluzionario. Noi abbiamo chiesto di separare le cose e non possiamo che essere d’accordo con la abolizione Imu, ma non potevamo permettere che fosse svenduta la Banca d'Italia sotto i nostri occhi. Si sono già svenduti le Poste, si svendono l’Eni, l’Acqua, il gas, la luce... Svendono la nostra vita!.....

IL PENSIERO DI PUTIN: ''LA NUOVA MISSIONE DELL'ITALIA: LIBERARE L'EUROPA'' (TITOLO D'APERTURA DE ''LA VOCE DELLA RUSSIA'')

 giovedì 30 gennaio 2014
Ogni giorno aumentano l’insofferenza e la frustrazione verso l’Europa. I risultati dell'ultimo sondaggio Demos, commissionato proprio questa settimana dal quotidiano La Repubblica, confermano il drastico calo di fiducia degli italiani verso l'Europa Unita: dal 56,8% del 2000 al 36% di oggi.
Una lenta ma inesorabile discesa “all’inferno” che in pochi avrebbero profetizzato, almeno in tali termini e con questa velocità, per una nazione che era da sempre tra le più convinte sostenitrici del modello federale comunitario.
Il malessere si è diffuso in tutto il continente, ma la tendenza degli elettori “anti-sistema” è quella di fluttuare tra il voto e l’astensione. Prima delle elezioni greche, molti osservatori affermavano che il partito di estrema destra Alba Dorata avrebbe largamente superato il 15%, ma si è fermato a poco più del 7%. In Germania, la formazione anti-euro “Alternative fur Deutschland”, pur ottenendo un buon risultato (quasi il 5%), non è riuscita a entrare nel Bundestag. Ancora da verificare la consistenza del Front National di Marine Le Pen, anche se i sondaggi sono favorevoli.
Proprio in questi giorni in Italia si sta costituendo un’associazione politico-culturale che vuole sostenere con forza “lo smantellamento della sovrastruttura burocratica rappresentata dall’Unione Europea”. Si chiama Libera Europa (http://liberaeuropa.it/) e ha lo scopo di unire tutti gli euro-scettici in un’unica casa. Ad oggi hanno già aderito membri del Tea Party italiano. Il presidente che la guiderà sarà Andrea Benetton, consulente IT e di organizzazione aziendale, divulgatore economico di scuola austriaca, autore presso “The Fielder webmagazine”. “La Voce della Russia” ha deciso di ascoltare dalla sua voce le ragioni di questa scelta......

Il golpe della Boldrini e Bankitalia: consente un vergognoso regalo!

La decisione della Boldrini consente un vergognoso regalo. Una rivalutazione con un tratto di penna, con la scusa dell'IMU. [Aldo Giannuli]
di Aldo Giannuli.

Chiedo scusa ai lettori tutti ed ai compagni di Sel per l'errore in cui sono incorso scrivendo che Sel aveva votato a favore dello sciagurato decreto. Sono stato tratto in inganno da una mia cattiva lettura dei giornali on line di questa mattina (che per la verità non eccellevano per chiarezza) e dall'appartenenza a Sel del Presidente della Camera Boldrini che rendeva verosimile quella interpretazione. La cosa mi aveva non poco indignato, ma sono contento ci costatare che le cose non stiano così per cui chiedo doverosamente scusa e rimetto il pezzo corretto....continua...
Leggi anche:Quanta fretta per la Banca dd'Italia!
http://megachip.globalist.it/Detail_News_Display?ID=94869&typeb=0&Quanta-fretta-sulla-Banca-d-Italia
Avrei voluto scrivere un pezzo sulla lista Tsipras in risposta a Luciano Muhlbauer che, sul suo blog, polemizzava molto garbatamente con il mio "pessimismo" in proposito.....

Schiaffo a Lupo del M5S, guarda il video completo...

Gli «schiaffi» alla grillina:

Guarda il video
http://video.corriere.it/al-tg-7-immagini-manata-onorevole-lupo-la-bagarre-aula-montecitorio/af526a24-8924-11e3-9f25-fc2a5b09a302

PS: <<Sento la necessità, anche in virtù del mio ruolo di questore della Camera, di scusarmi con la deputata del M5S, Loredana Lupo, che ho involontariamente colpito, nel tentativo di impedire a lei e ai suoi colleghi di avventarsi, con furia, contro il tavolo della presidenza". Lo afferma il questore della Camera Stefano Dambruoso.>>....ma non avevi detto, pezzo di m...a, di non averla colpita?
umberto marabese

Il M5S "occupa" le Commissioni Impeachment Napolitano depositato

PS: << "Sono stato minacciato da un esponente del Movimento 5 Stelle che mi ha chiesto se avessi dei figli. Non so se fosse una minaccia ma era una espressione che io ho percepito come tale". Lo afferma il presidente della Commissione Affari costituzionali della Camera, Francesco Paolo Sisto..>> .....se è vero, perchè non fare "subito" il nome, cognome e quindi denunciarlo?....perchè, On. Francesco Paolo Sisto...qualcuno può anche non crederci.....!
umberto marabese
 ------------------
La denuncia per la messa in stato di accusa del presidente della Repubblica consegnata in Senato e alla Camera. Intanto caos in Commissione Affari Costituzionali dopo l'approvazione delle legge elettorale e in Commissione Giustizia
Dopo gli scontri di ieri alla Camera per l'approvazione del dl Imu-Bankitalia, continua l'azione sovversiva del M5S in Parlamento. Mentre in Commissione Affari Costituzionali infatti sale la tensione dopo l'approvazione del testo della legge elettorale, è stato  "depositato in entrambi i rami del Parlamento la denuncia per la messa in stato d'accusa del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano". Lo ha reso noto il gruppo del Senato.......

mercoledì 29 gennaio 2014

Imu-Bankitalia, "ghigliottina" della Boldrini: furia del M5S

PS: <<Per fermare l'ostruzionismo del M5S, Lady Montecitorio ricorre alla tagliola: decisione senza precedenti. In aula è bagarre: protesta pentastellata.>>..l'Italia non è piu una Repubblica Parlamentare, come richiesto esplicitamente dalla nostra Carta Costituzionale, ora è diventata una " Repubblica della Presidente della Camera"....e della carta costituzionale che facciamo?....semplice, con essa risparmieremo di comprare quella igienica....!
umberto marabese
------------------
Grillini ghigliottinati. Al termine di una nuova e convulsa giornata parlamentare, per la prima volta nella storia della Repubblica, la presidente della Camera, Laura Boldrini, ha messo la "tagliola" sui tempi dell'esame del decreto Imu-Bankitalia. "Mi vedo costretta a farlo", ha detto lady Montecitorio dopo che la pattuglia pentastellata non ha accetato di mettere fine all'ostruzionismo......

Lady Mastrapasqua colleziona poltrone. Dagli incarichi in Rai ad Acea, è sindaco in tre società di viale Mazzini e in aziende sanitarie fiorentine e romane

La moglie del presidente Inps è sindaco in tre società di viale Mazzini e in aziende sanitarie fiorentine e romane, settore di attività che condivide con il marito, che è anche direttore generale dell'ospedale Israelitico della Capitale e per questo è al centro dell'indagine della procura di Roma. Elio Iannutti, presidente Adusbef e senatore dell'Idv nella scorsa legislatura, aveva presentato un'interrogazione parlamentare.

Ha un buon maestro la consorte di Antonio Mastrapasqua, il presidente dell’Inps al centro dell’indagine della procura di Roma per uno dei suoi numerosi incarichi. La moglie, Maria Giovanna Basile, di professione commercialista ha accumulato “20 poltrone”, come spiega il quotidiano Repubblica. Dalla Rai ad alcune aziende sanitarie fiorentine e romane. Settore di attività che condivide con il marito, che è anche direttore generale dell’ospedale Israelitico della Capitale. Secondo i pm Maria Cristina Palaia e Sabrina Calabretta, sarebbe responsabile di cartelle cliniche truccate e fatture gonfiate per un giro di circa 80 milioni di euro......

Italicum, c'è l'accordo Pd-FI Premio al 37% e soglia al 4,5%


Italicum, c'è l'accordo Pd-FI
Premio al 37% e soglia al 4,5%
- E' quasi fatta per l'accordo sulla legge elettorale: via libera alla soglia del 37% per il premio di maggioranza. Trovata l'intesa anche per l'abbassamento dello sbarramento dal 5 al 4,5% per i partiti in coalizione, il cosiddetto nodo Salva-Lega. Dovrebbe essere poi stato fissato a 45 giorni il limite per la delega al governo per ridisegnare i collegi.
Una coda di trattativa potrebbe tuttavia ancora riguardare ritocchi alla soglia di accesso per i partiti non coalizzati (oggi all'8%) e per le coalizioni (12%). Decisivi, per l'uscita dall'impasse, i nuovi contatti telefonici avvenuti in mattinata tra il segretario del Pd, Matteo Renzi, e il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi. L'intesa raggiunta non è ancora stata ufficializzata dai due principali partiti, ma a sentire alcuni parlamentari del Partito democratico ormai è cosa fatta.

Maroni: "Favorevole all'esperienza di coalizione" - "La storia della Lega degli ultimi 20 anni è anche storia di coalizione: non per affinità ideologiche, ma sulla base di contenuti e programmi. Io sono favorevole, perché l'esperienza di coalizione che sto facendo al governo della Lombardia, con i colleghi di Piemonte e Veneto ha buoni risultati e penso debba proseguire. Ma è una decisione che spetta agli organi della Lega". Così Roberto Maroni, governatore della Lombardia, rispondendo sul tema delle alleanze, anche con Fi......

Beppe grillo. Imu-Bankitalia, ostruzionismo di M5S "Stralcio o andremo avanti a oltranza"...

Foto 1
 PS: Il governo di "Letta Pd- AlfanoNcD", con questa truffa di un solo voto per due questioni ...estremamente...diverse, dimostrano la scelleratezza di questo Governo. M5S...tenete duro!
umberto marabese
------------------
Il decreto scade oggi. I deputati grillini sperano in questo modo di oltrepassare i tempi limite e bloccare la conversione del decreto.
- Alla Camera continua l'ostruzionismo del M5S sul decreto legge Imu-Bankitalia, che deve essere convertito al massimo entro oggi a pena di decadenza. I deputati grillini intervengono a raffica sul verbale della seduta precedente per ritardare al massimo la ripresa dell'esame del testo, su cui vanno ancora votati gli ordini del giorno. "Stralcio delle norme o andremo avanti a oltranza", dichiarano i deputati grillini.

Imu-Bankitalia, ostruzionismo di M5S "Stralcio o andremo avanti a oltranza"

Il decreto scade oggi. I deputati grillini sperano in questo modo di oltrepassare i tempi limite e bloccare la conversione del decreto.....

martedì 28 gennaio 2014

Legge elettorale, Berlusconi: “Ok al premio al 38% ma senza ballottaggio”


Ok del Cavaliere alla soglia per premio di maggioranza al 38%: "Ma via il ballottaggio". In sostanza un Porcellum rivisitato. Renzi: "L'ex premier è a un bivio, spero di chiudere rapidamente"


Sono i piccoli che frenano, non Forza Italia“: la responsabile per le Riforme del Pd Maria Elena Boschi aveva appena finito di dirlo che Silvio Berlusconi ha dato la sua risposta alle proposte di modifica del Pd all’Italicum. Sì, ha detto il Cavaliere, si può innalzare la soglia necessaria per il premio di maggioranza dal 35 al 38%, ma allora togliamo il ballottaggio. Nella sostanza: chi prende il 38% vince. Come già si era capito l’intesa è diventata l’ennesimo ricatto di Berlusconi. A Renzi, certo. Ma c’è anche chi lo legge come una “ripicca” nei confronti del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. E’ evidente che in una situazione del genere si incrociano i bluff e le pretese e anche quello del leader di Forza Italia è un modo per alzare la posta, per far capire quanto pesa il suo contributo. “E’ evidente che anche Berlusconi oggi è a un bivio – dice però Matteo Renzi a Ballarò – La partita è complicata, noi abbiamo fatto un accordo molto serio che prevede alcuni paletti, ci sono un paio di ipotesi di emendamenti, io confido che si possa chiudere rapidamente”. E infatti – alla fine del tunnel di questi veti incrociati – l’intesa potrebbe essere questa: soglia per il premio al 37% con ballottaggio nel caso nessuno raggiungesse questa soglia. In cambio: la norma “Salva Lega”.....

Mastrapasqua: truffa da 85mil.€, la colpa è nostra, che non ci indignamo più...


La colpa e l'indignazione.
Caso Mastrapasqua: truffa da 85 milioni. Ma la colpa è anche nostra, che non ci indignamo più. [Massimo Ragnedda]

Il presidente dell'Inps Antonio Mastrapasqua è indagato dalla procura di Roma per falso ideologico, abuso d'ufficio e per truffa. Mastrapasqua non è solo presidente dell'INPS (un incarico pagato più di 200 mila euro all'anno), ma anche vice direttore di Equitalia e ricopre un'altra ventina di incarichi, che spaziano da membro del consiglio di amministrazione di Quadrifoglio, di Telenergia, di Loquendo, di Aquadrome, Mediterranean Nautilus Italy, ADR Engineering, Consel, Groma, EMSA Servizi, Telecontact Center, Idea Fimit SGR.
Antonio Mastrapasqua è anche vicepresidente di Equitalia Sud, Equitalia Nord, di Equitalia Centro, ed è dirigente di Italia Previdente, di Eur Congressi Roma, di Eur Tel, di Eur Spa, di Coni servizi Spa, di Autostrade per l'Italia, di Fandango, di Telecom Italia Media. È difficile sommare tutti gli stipendi e avere un quadro preciso dell'ammontare dei suoi stipendi, ma fa specie che il direttore di un ente pubblico come l'INPS, che ha come scopo quello di tutelare i lavoratori in difficoltà e garantire loro la previdenza, abbia circa 25 incarichi e guadagni oltre un milione di euro l'anno.
Tra i suoi tanti incarichi vi è anche quello di direttore generale dell'ospedale Israelitico di Roma. L'accusa che la procura di Roma ha mosso nei confronti dell'ospedale della capitale, è quella di aver manipolato circa 12000 schede di dismissione per ottenere "13,8 milioni di euro di rimborsi", a cui si sommano "71,3 milioni di euro" di presunto "vantaggio patrimoniale" (articolo cartelle cliniche truccate). Si parla, in parole povere, di una truffa di circa 85 milioni di euro.....

Il sicario al giudice: "Dovevo ucciderti ma costo troppo"...

lunedì 27 gennaio 2014

”Sangue siriano sulle mani dei partecipanti”

di: Nando de Angelis
dafne@rinascita.eu
“Mi dispiace che i rappresentanti di alcuni Stati seduti in questa stanza abbiano il sangue dei siriani sulle mani”, così ha esordito il ministro degli esteri della Repubblica Araba di Siria, Walid al Mouallem, nel suo intervento alla Conferenza “Ginevra 2”, a Montreux in Svizzera.
Un duro attacco quello del rappresentante di Damasco che punta il dito contro quei Paesi che hanno armato e finanziato le formazioni dei cosiddetti “ribelli”.
“Vogliono esportare il terrorismo, usare i loro petroldollari per comprare armi e riempire i media internazionali di bugie”. “Ora la maschera è caduta e vediamo la vera faccia di coloro che vogliono distruggere la Siria”, ha aggiunto.
Per nulla intimorito dai richiami del segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, che lo accusava di aver sforato il tempo massimo per gli interventi di apertura e gli concedeva altri 2-3 minuti per concludere, il capo della diplomazia di Bashar al-Assad ha incalzato affermando che non intendeva terminare il suo discorso e che l’intera vicenda siriana “nulla ha a che vedere con l’Islam. In Siria, terroristi ceceni, francesi, sauditi, britannici vogliono imporre uno Stato islamista che riporti indietro il Paese di mille anni”.
Il ministro ha poi replicato alle parole del segretario di stato Usa, John Kerry, che ribadiva l’impossibilità che Bashar al Assad potesse far parte della transizione politica in Siria : “Signor Kerry, siamo venuti qui come rappresentanti del popolo siriano, del suo legittimo Presidente e nessuno, ad eccezione del popolo siriano, può decidere chi è Presidente.
Nessuno ha il potere di conferire o revocare la legittimità di un Presidente, di una costituzione o di una legge, ad eccezione del popolo stesso”, ha concluso Muallem
.-----------------

Riforma elettorale, Forza Italia apre alle proposte di modifica: "ok alla soglia del 38% per il premio di maggioranza".

Riforma elettorale, Forza Italia apre alle proposte di modifica

Incontro tra Verdini e Renzi: ok alla soglia del 38% per il premio di maggioranza, valutabile la candidatura multipla, no ad abbassare la soglia d'accesso per i partitini

- Forza Italia è disponibile ad alzare al 38% la soglia per accedere al premio di maggioranza ma è inamovibile sulla soglia d'accesso al 5%. Sarebbe questo, secondo fonti parlamentari, l'esito dell'incontro tra Matteo Renzi e Denis Verdini mentre sarebbe ancora aperta la discussione sulle candidature multiple chiesta da Ncd.

Sul tema spinoso della delega al governo per disegnare i collegi, ci sarebbe stata sintonia, a quanto spiegano fonti di Fi, sul lasciar fare al Parlamento ma davanti alle obiezioni della minoranza interna, avrebbe spiegato Renzi, sarebbe meglio evitare di complicare ulteriormente la partita aprendo anche questo fronte.

Sono 318 gli emendamenti presentati - Sono 318 gli emendamenti alla legge elettorale presentati in commissione Affari costituzionali. Lo ha riferito il presidente della Commissione e relatore, Francesco Paolo Sisto. Una sessantina sono stati posti dal Movimento 5 Stelle: trenta per modificare la parte dell'Italicum che disciplina il sistema di voto per la Camera, trenta sul sistema di voto per il Senato. Trentacinque sono del Pd, venti di Fi e undici del Ncd......

«Ruby? Nel febbraio 2010 già maggiorenne». Il ministro della Funzione pubblica del Marocco Mobdii: «Conservati i file della sua nascita. Temevamo furti»

Karima El Mahroug, più nota come Ruby, in un’udienza del «Ruby bis» nel  maggio 2013 (Imagoeconomica)
PS: IL CONSOLATO A MILANO HA CHIESTO I DOCUMENTI PER VALIGIA DIPLOMATICA: «Ruby? Nel febbraio 2010 già maggiorenne»
Il ministro della Funzione pubblica del Marocco Mobdii: «Conservati i file della sua nascita. Temevamo furti»
umberto marabese
------------------------
Karima El Mahroug, più nota come Ruby, in un’udienza del «Ruby bis» nel maggio 2013 (Imagoeconomica)
Karima El Mahroug, alias Ruby, era già maggiorenne quando, nel febbraio 2010, avrebbe avuto rapporti con l’allora premier Silvio Berlusconi, indagato nell’ambito dell’inchiesta «Rubyter» riguardante la corruzione di testimoni. Ad affermarlo è il ministro della Funzione Pubblica del Marocco, Mohamed Mobdii, che, in un’intervista al giornale Al Akhbar, ha dichiarato di essere stato lui a firmare l’atto di nascita della ragazza. Il ministro del governo di Rabat sostiene infatti che Ruby, all’epoca dei fatti per i quali il leader di Forza Italia è stato condannato in primo grado, la ragazza era maggiorenne. Mobdii, che è stato parlamentare nella zona di Al Fakih Bensalih, in cui è nata e in cui abitava la famiglia di Ruby, ha affermato al quotidiano di essere stato «molto attento a conservare il file della sua nascita. Avevo paura - ha aggiunto - che venisse rubato o falsificato»......

Il PD non finisce mai di stupirmi: "Con i Renzi o non Renzi, con il Pd non ci si annoia ma". [Aldo Giannuli].


PS: << ...dovesse esserci una defezione di massa dei parlamentari Pd, decenza vorrebbe che Renzi si dimettesse, anche perché qualsiasi interlocutore potrebbe dirgli: "Ma tu chi rappresenti ed a nome di chi tratti?".
Cuperlo ha giustamente detto che il Pd non è una caserma. Infatti: è una casa di tolleranza con una maitresse autoritaria.>>
umberto marabese
-------------------
Il PD non finisce mai di stupirmi.Con i Renzi o non Renzi, con il Pd non ci si annoia ma. Puoi pensare che questa volta abbia superato ogni limite ed invece no: la prossima volta andrà oltre [Aldo Giannuli]
di Aldo Giannuli.
Renzi o non Renzi, con il Pd non ci si annoia mai. Puoi pensare che questa volta abbia superato ogni limite ed invece no: la prossima volta andrà oltre. Una delle cose per cui non finirà mai di stupirmi è l'autolesionismo accoppiato all'assoluta incompetenza quando si parla di leggi elettorali. Nel 1993, l'allora Pds, sognò di fare il "colpo grosso" ed andare al governo per la liquefazione dei partiti di centro seguita a Mani pulite. Ma, siccome sapeva di non avere i consensi necessari, fece ricorso all'ortopedia elettorale del maggioritario, così da trasformare in una maggioranza assoluta di seggi la sua maggioranza relativa di voti.
Solo che non calcolò:......

domenica 26 gennaio 2014

Il Decreto Imu-Bankitalia e il trucco per far passare anche le peggiori porcate. di Niccolò Valentini


Decreto Imu-Bankitalia, arrivano i Tre Magi.
Il Decreto Imu-Bankitalia e il trucco dell'attache per far passare anche le peggiori porcate

La Camera ha appena convertito in legge il decreto su Imu, immobili pubblici e Banca d'Italia che include un triplice regalo alle banche. Il decreto numero 133 del 2013 fu presentato da Saccomanni nella notte del 27 novembre, mentre erano tutti distratti dalla decadenza di B.
Il trucco è sempre quello dell'attache: si infilano nello stesso decreto iniziative eterogenee tra loro in modo che quella più popolare (vedi abolizione dell'Imu) faccia da traino per far passare anche le peggiori porcate (vedi aumento di capitale della Banca d'Italia).
Le fregature incluse sono ben 3: la rivalutazione delle quote della Banca d'Italia, l'aumento degli utili distribuibili agli azionisti e la possibilità di vendere le quote anche a soggetti stranieri. La Banca d'Italia è un paradosso giuridico: è un istituto pubblico, ma è proprietà privata e i suoi azionisti sono le banche. I ricavi di Bankitalia sono i proventi derivanti dalla gestione della moneta circolante che ci gira la Bce. Sono soldi pubblici che per il 60% vanno allo Stato e per il 40% finiscono nelle riserve nazionali.
Primo regalo. Grazie al decreto appena convertito in legge, il capitale della banca centrale passerà da 156mila euro a 7,5 miliardi di euro, ma non saranno i suoi azionisti a metterci i soldi: come al solito pagherà Pantalone, ovvero il popolo italiano. L'aumento di capitale, infatti, sarà finanziato con le stesse riserve della Banca d'Italia, soldi accantonati nel corso degli anni per far fronte alle emergenze future. Le banche sono doppiamente contente: rivalutano le loro quote del 4800% e sulla plusvalenza pagano una tassa agevolata del 12% anziché del 16%, ovvero 900 milioni invece che 1,2 miliardi.......

De Girolamo:«Il governo non mi ha difeso» E si dimette da ministro...

 Lascia il dicastero delle Politiche agricole dopo le polemiche per l’inchiesta sulla Asl di Benevento.
Dopo essersi difesa alla Camera dei deputati dalle accuse di coinvolgimento nell’inchiesta sulle Asl di Benevento, la ministra Nunzia De Girolamo annuncia: «Mi dimetto da Ministro. L’ho deciso per la mia dignità: è la cosa più importante che ho e la voglio salvaguardare a qualunque costo Ho deciso di lasciare un ministero e di lasciare un governo perché la mia dignità vale più di tutto questo ed è stata offesa da chi sa che non ho fatto nulla e avrebbe dovuto spiegare perché era suo dovere prima morale e poi politico. Non posso restare in un governo che non ha difeso la mia onorabilità». De Girolamo ha comunicato la sua decisione in una nota.
I COMMENTI-Così il ministro per le infrastrutture e i trasporti, Maurizio Lupi all’annuncio delle dimissioni della De Girolamo: «Rispetto il grande gesto di dignità di Nunzia, che rispecchia la sua passione per la politica sempre disinteressata e desiderosa solo di voler costruire un futuro più giusto. E di servire il bene comune. Mi dispiace perdere un ottimo ministro, ma so che guadagneremo in ruoli di grande responsabilità una risorsa enorme e tanta energia e passione per l’affermazione del Nuovo Centrodestra». Renato Brunetta è garantista, quindi anche nei confronti del caso De Girolamo , e afferma: «Ne prendo atto. Non conosco le ragioni né il merito. Io sono sempre garantista e non lo si può essere a corrente alternata. Garantisti con gli amici e con i nemici, sempre»......

Fiat verso la quotazione a New York. La sede fiscale sarà in Gran Bretagna

Il 29 gennaio si terrà il consiglio di amministrazione decisivo per le future mosse del Lingotto. Secondo le fonti del Wall Street Journal si confermano le ultime indiscrezioni sulla Piazza di contrattazioni; vantaggi fiscali dietro la scelta della sede, l'Olanda garantirebbe invece diritti di governance maggiori. Sul tavolo del board anche i conti.
MILANO - Settimana della verità per il futuro di Fiat-Chrysler. Dopo aver compiuto ufficialmente la scalata alla casa di Detroit, che ora è al 100% nelle mani del Lingotto, il gruppo automobilistico si prepara al consiglio di amministrazione del prossimo 29 gennaio. Oltre a conti molto attesi, c'è grande curiosità perché lo stesso Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat-Chrysler, ha spiegato che in quell'occasione verranno discussi la Borsa sulla quale verrà quotato il nuovo gruppo, la sede legale della società e anche il suo nome.....

Taranto, c'è il "quasi porno" come spot elettorale....di chi è?

Guarda il video: 
 http://tv.liberoquotidiano.it/video/106386/Taranto__c_e_il_porno_spot_elettorale.html
A Taranto hanno deciso di buttarla in porno. La campagna elettorale più hot che si ricordi (con tanto di candidatura, sfumata, della star sexy Amandha Fox vincitrice nelle primarie sulla collega Luana Borgia) registra ora un'altra trovata hard: Francesco D'Eri, di Lega d'Azione meridionale (che sostiene la candidatura a sindaco di Mario Cito, figlio dell'ex primo cittadino Giancarlo) ha anciato uno spot decisamente particolare. Una giovane elettrice entra nel seggio, vota (naturalmente D'Eri) e al momento di inserire la lista nell'urna viene colta da un insopprimibile raptus erotico. Un orgasmo (politico) che ricorda la mitica scena di Meg Ryan in Harry ti presento Sally anche se ispirato direttamente da uno spot per le elzioni del novembre 2010 in spagna del partito Juventud socialista de Catalunya.-----------

Le rughe sul Sunday Times, Berlusconi: «Non ho paura di mostrarmi vecchio» - di Tommaso Labate

«Così io più vero di Renzi». Dietro la scelta anche una strategia di conquista dei voti over 60.

ROMA - «Bene, molto bene. Questo servizio è uscito molto bene». Nessuna imboscata. Nessun accordo violato. Nessun piano di comunicazione nato bene e finito male. Al contrario, quando ha visto il suo volto riflesso sulle pagine del Sunday Times Magazine , quando ha soppesato le rughe, la pelle che pareva increspata, lo sguardo serio che sembrava volgere al triste, e financo l’occhio sinistro leggermente più chiuso del destro, ecco, di fronte a quelle foto Silvio Berlusconi non è riuscito a trattenere un ghigno beffardo di soddisfazione. Come quello del Dorian Gray di Oscar Wilde, il cui responso dello specchio era decisamente più lusinghiero. Una soddisfazione comprovata dal fatto che quegli scatti, che due giorni fa avevano fatto il giro d’Europa via Internet, ieri sono stati ripubblicati in prima pagina solo dal Giornale e da Libero .
Dietro quelle foto scattate da Paul Stuart, che compongono quel servizio che il settimanale britannico ha mandato in pagina dedicandogli la copertina (titolo «After the fall», traduzione «Dopo la caduta»), ci sono due storie. Una piccola storia, che è quella del contatto col Sunday Times . E una storia più grande, che dimostra come la scelta berlusconiana di mostrarsi senza alcun trucco risponde in realtà a un «piano» su cui ad Arcore hanno meditato parecchio......

Ucraina = Siria europea? "..non vediamo i tagliagole di Al-Qa'ida o di Al-Nusra, bensì i nazisti di Svoboda.."

PS :<<... a Kiev non vediamo i tagliagole di Al-Qa'ida o di Al-Nusra, bensì i nazisti di Svoboda. Ma lo schema è molto simile a quello usato nelle recenti guerre di Libia e Siria.
 E sono pronto a scommettere che i soldi a sostegno del "noi" stanno arrivando in Ucraina da un pezzo (poi magari salta fuori il solito dottor Kissinger che dice, come ai rivoltosi iraniani: "Insomma vi stiamo dando milioni di dollari, datevi una mossa!">>.
umberto marabese
------------------- 
di Piotr.
In Ucraina si stanno mettendo in atto gli schemi già visti in Libia e Siria, che poi sono quelli elaborati da famigerati enti, come l'Einstein Institution, tanto amati dalla nostra sinistra buonista.
La variante è dovuta al contesto: i tagliagole di Al-Qa'ida e Al-Nusra che gli Usa e suoi alleati hanno scagliato contro la Siria, in Ucraina hanno come degno corrispettivo i neonazisti di Svoboda. Non è vero che questo partito sia marginale nella rivolta e solo molto attivo e vociferante, come alcuni vogliono far credere. Svoboda due anni fa alle politiche ha ottenuto il 10,45% dei voti e 38 seggi. Svoboda forma il nerbo delle manifestazioni, la parte più decisa, quella che conduce gli scontri, ammazza i poliziotti, li rapisce e li tortura. Da giorni i suoi militanti ricercavano lo scontro sanguinoso con le forze di polizia. Ci sono riusciti. Ai neonazisti si è accodato a quanto sembra Anatoli Gritsenko. L'ex ministro della Difesa ed ex sodale dell'oligarca Julia Timoshenko, ha avuto la splendida idea di incitare i manifestanti ad armarsi ("ma solo quelli che hanno il porto d'armi", ha aggiunto il delinquente ipocrita).....

sabato 25 gennaio 2014

Giovanardi a Porta a Porta: "Mia figlia si fidanzò con un ragazzo rasta, di colore, forse gay e sposato con un altro uomo.


"Tale padre, tale figlio" non è una regola che vale sempre. Almeno non sembra valere per Carlo Giovanardi. L'esponente del Nuovo Centrodestra, spesso attaccato per le sue posizioni conservatrici sui temi della famiglia - e unioni civili contro cui si batte da tempo - ha infatti raccontato un aneddoto della sua vita privata. Qualche anno fa sua figlia tornò a casa facendogli venire quasi un coccolone: "Papà - gli disse - sono andata in Sudafrica e mi sono fidanzata con un rasta - mi ha spiegato cos'era - è di colore - e mi ha spiegato cos'era - ed è sposato'. Ma io sono un uomo di mondo... Però era sposato con un altro uomo. A quel punto, quando mi sono svegliato al pronto soccorso, mi ha spiegato che era un matrimonio per interesse".
Come si vede dal video diffuso dal blog Nonleggerlo, è lo stesso Giovanardi a raccontare, durante una puntata di Porta a Porta, l'episodio che lo ha sconvolto a tal punto da portarlo allo svenimento. Quando meno te lo aspetti, quindi, si scopre che la figlia di uno dei politici italiani più conservatori sui temi della famiglia è di mentalità molto più aperta del padre. "Mia figlia ora è sposata e ha figli" ha però subito messo in chiaro Giovanardi. E forse è meglio così, almeno per la sua salute.......

Guai per la Bresso: rinviata a giudizio per firme false la presidente di una lista a suo sostegno

BressoL’esultanza per la sentenza del Tar forse non durerà a lungo, per Mercedes Bresso e il centro-sinistra torinese. Roberto Cota ha presentato ricorso al Consiglio di Stato, l’annullamento della proclamazione degli eletti previsto dal primo grado di giudizio rimane quindi in stand-by. Il Consiglio di Stato potrebbe confermare la decisione del Tar, decidendo addirittura di far cadere una giunta pochi mesi prima della naturale scadenza del mandato. Ma nel ricorso presentato da Cota, assistito dall’avvocato Angelo Clarizia, c’è un asso nella manica: le firme false delle liste a sostegno di Mercedes Bresso. Se il Tar ha stabilito di invalidare la proclamazione degli eletti a causa della condanna penale definitiva inflitta a Michele Giovine, dei Pensionati per Cota, per firme false, il Consiglio di Stato dovrà tenere conto che i circa 15.000 voti presi da Giovine nella circoscrizione di Torino non sono stati decisivi per la vittoria del centro-destra alle regionali 2010. Dal computo, infatti, si dovranno togliere anche le 12.000 preferenze racimolate dalla lista Invalidi e Pensionati per Bresso, avendo il tribunale di Torino disposto la cancellazione di tutte le liste “Pensionati e Invalidi per Bresso” che fanno riferimento a Luigina Staunovo Polacco. Per lo stesso motivo: firme false.
Ma c’è una novità, di oggi: la stessa Luigina Staunovo Polacco, presidente della lista Invalidi e Pensionati per Bresso, è stata rinviata a giudizio al termine dell’udienza preliminare che si è svolta stamane al Palazzo di Giustizia di Torino.
Marco Di Silvestro, uno degli autenticatori, aveva già patteggiato la condanna per la medesima accusa. Ora tocca alla Staunovo Polacco: il processo si aprirà il 19 giugno.
Il Consiglio di Stato dovrà tenerne conto. Così come il centro-sinistra locale, che troppo frettolosamente ha tentato di far passare ai suoi elettori i messaggi di “elezioni irregolari” e “vittoria illegittima di Cota”.
Chi di firme false ferisce, di firme false perisce.------

http://www.qelsi.it/2014/altri-guai-per-la-bresso-rinviata-a-giudizio-per-firme-false-la-presidente-di-una-lista-a-suo-sostegno/

Le proposte di Giulietto Chiesa per combattere la crisi

 Giulietto Chiesa ospite al Salone del Popolo di Recanati, venerdì 17 gennaio. Intervista di Nikla Cingolani. Giulietto Chiesa non ha dubbi. "La crisi è molto più grave di quello che noi immaginiamo ed è un dato scientifico"
Lo ha affermato il giornalista e uomo politico davanti ai numerosi intervenuti all'Assemblea Pubblica presso il Salone del Popolo dopo la presentazione del coordinatore Stelvio Gironella e l'incisiva introduzione di Francesca Agostinelli. Per Chiesa uscire dalla morsa della crisi in prospettiva di un futuro migliore è impensabile senza Ecosostenibilità e Decrescita, due idee basilari del suo pensiero eco-filosofico. Spiega questi concetti servendosi di un principio della fisica molto semplice: in un sistema finito di risorse è impossibile uno sviluppo infinito. La Terra come "sistema finito" che comprende l'uomo e le risorse usate per i fabbisogni, non potrà sopravvivere al sistema economico e sociale su cui ci stiamo basando chiamato Capitalismo essendo la causa dell'esaurimento di ogni risorsa (petrolio, acqua, ecc) e fondato sul continuo e infinito sviluppo. "Diffidate da chi dice: dobbiamo crescere! perché non ci saranno più risorse sufficienti per tutta la popolazione della terra, né energetiche e né alimentari. Per uscire dalla catastrofe bisogna passare all'unica energia che avremo a disposizione: il sole." ......

Stampa libera. Il grande inganno dell’evasione fiscale; ecco cosa dovete sapere


Fonte: nocensura.com
LA FACCIA TOSTA DI QUESTO PERSONAGGIO E’ ALLUCINANTE!!! MA IL PROBLEMA VERO, è CHE MOLTI GLI CREDONO PURE…
La realtà è che in un momento come questo ci sono commercianti e piccoli imprenditori che sopravvivono solo grazie all’evasione fiscale, e che se non eludessero al fisco qualche centinaia di euro, sarebbero costretti a CHIUDERE, ingrassando le fila dei disoccupati e SMETTENDO TOTALMENTE DI VERSARE CONTRIBUTI ALLO STATO;
Inoltre consideriamo che se una persona evade 100€ e li impiega, per esempio, mettendo 50€ di benzina e 50€ di spesa, una parte di questi soldi rientra comunque nelle casse dello stato al passaggio successivo, con le accise benzina e l’IVA sugli acquisti… COSA CHE NON AVVIENE PER LA GRANDE EVASIONE, LA “FUGA” DEI CAPITALI VERSO I PARADISI FISCALI, dai 98 MILIARDI EVASI DALLE LOBBY DELLE SLOT AI 2 MILIARDI ELUSI E SCOPERTI IN QUESTI GIORNI DALLA “PALAZZINARA” CHE PER OLTRE 10 ANNI HA “NASCOSTO” 1243 IMMOBILI AL FISCO......

A. Mastrapasqua, 25 poltrone e 1,3Mil€ "indagato ": Cartelle cliniche truccate per rimborsi di 85 mil€

 

 PS: << ANTONIO MASTRAPASQUA: IL MULTIPOLTRONISTA  DA         1 MILIONE E 300 MILA EURO L’ANNO>>...25 incarichi tra pubblico e privato, nonché relatore ai convegni di Aspen Italia e del Forum Ambrosetti. C’è conflitto di interessi? Perché non è stato licenziato in tronco per giusta causa? 
umberto marabese   
---------------------
Antonio Mastrapasqua è nell'occhio del ciclone per il suo incarico di direttore generale dell'Ospedale Israelitico di Roma: secondo i carabinieri del Nas, la struttura ha falsificato migliaia di cartelle cliniche per gonfiare i rimborsi del Ssn.
- Il presidente dell'Inps, Antonio Mastrapasqua, è indagato dalla Procura di Roma per il suo incarico di direttore generale dell'Ospedale Israelitico di Roma, sotto inchiesta per migliaia di cartelle cliniche falsificate per gonfiare i rimborsi del Ssn: illeciti per un totale di 85 milioni di euro, secondo quanto rivela la Repubblica. Al vaglio anche la cessione all'Inps di crediti inesigibili, escamotage servito a sanare i conti della struttura......

venerdì 24 gennaio 2014

La Fiom(Maurizio Landini) silura Susanna Camusso: è rivolta nella Cgil "La Camusso è inadeguata al ruolo che ricopre".

Nervi tesi al quartier generale della Cgil. Le tute blu sono in rivolta. E il segretario della Fiom Maurizio Landini si scaglia contro Susanna Camusso: "Se non vogliamo far degenerare il congresso della Cgil bisogna sospenderlo e fare una consultazione vera sugli accordi".
Nel mirino, in primis, l'intesa sulla rappresentanza siglato, il 10 gennaio scorso, con Confindustria. Una proposta, quella lanciata alla platea dei delegati emiliano-romagnoli, che non fa affatto piacere al segretario della Cgil nonontante il leader dei metalmeccanici abbia assicurato che il ruolo della Camusso non è in discussione.
Il "venerdì nero" della Camusso si apre con una richiesta di dimissioni. A farle è il segretario della Fiom dell’Emilia Romagna, Bruno Papiniani, all’attivo dei delegati del sindaco dei metalmeccanici: "La Camusso è inadeguata al ruolo che ricopre". Una sfiducia a trecentosessanta gradi che fa esplodere la platea in una ovazione roboante.........

Il caso che scuote Vicenza Grido di dolore dei rom: "Non potete farci lavorare"

Il sindaco Variati (Pd) paga le bollette ma in cambio chiede di svolgere qualche attività. Loro dicono no, incoraggiati dai centri sociali.

«Il sindaco Variati non può obbligare nessuno a lavorare, tantomeno un nomade». Davide Casadio, presidente dell’associazione Sinti Italiani in viaggio per il diritto e la cultura, non accetta che il primo cittadino di Vicenza (Pd), dopo la decisione del Comune di pagare 59 mila euro per saldare le bollette arretrate di luce e gas di due campi rom, abbia chiesto in cambio ai loro abitanti di svolgere qualche attività socialmente utile, come la pulizia delle strade o lo sfalcio dell’erba.
Casadio sostiene, e in questo caso è d’accordo con Variati, che i sinti devono essere trattati come le altre famiglie della provincia veneta che non hanno reddito. Il rappresentante dei rom però sottolinea che il Comune è obbligato ad aiutare chi si trova in difficoltà - quindi a saldare eventuali insoluti - e che in cambio, dunque, non deve chiedere un bel niente. «Credo che sia un concetto fondamentale» precisa Casadio, «pensiamo all’articolo 3 della Costituzione». Insomma, i rom come al solito hanno soltanto diritti e nessun dovere. Vivono negli accampamenti per una scelta di vita, devono essere serviti e riveriti dalle amministrazioni locali e, si capisce, devono anche essere equiparati a quelle migliaia di famiglie che non ce la fanno ad arrivare alla fine del mese e che per riuscire a pagare le bollette di casa - quando ci riescono - fanno i salti mortali.......

Segnalo gli appuntamenti della Città di Grugliasco nel periodo tra il 23 e il 30 gennaio 2014.






IL 26 GENNAIO IMPERDIBILE SPETTACOLO DI BANDIERE NEL CENTRO STORICO ALLA SCUOLA GRAMSCI


Domenica 26 gennaio i grugliaschesi avranno la possibilità di assistere a un emozionante e pittoresco spettacolo di bandiere. L'Associazione Sbandieratori e Musici città di Grugliasco organizza un torneo al quale parteciperanno altri 6 gruppi iscritti alla Lega Italiana Sbandieratori: Alba, Legnano, Chiari, Gallicano, Costigliole d'Asti, Urgnano.     La gara si terrà nella palestra...Leggi tutto


IL 26 GENNAIO VIABILITÀ MODIFICATA PER LA FESTA DI SAN ROCCO


In occasione della festa patronale di San Rocco, domenica 26 gennaio, dalle 7 alle 22, saranno istituiti i seguenti provvedimenti relativi alla viabilità: divieto di transito e di sosta con rimozione forzata esclusi i mezzi di soccorso e autorizzati in viale Gramsci da via San Rocco a corso Torino esclusi controviale ed intersezioni, largo Polesine, via Lupo dal civico 96 a via Arduino, piazza Marconi,...Leggi tutto


ENTRO IL 27 GENNAIO PRENOTAZIONI PER LA CENA DEL VIANDANTE IN OCCASIONE DELLA FESTA DI SAN ROCCO


Come ormai da anni consuetudine, anche per il 2014 l'associazione Cojtà Gruliascheisa ha organizzato la Cena del Viandante nell'ambito dei festeggiamenti di San Rocco, Santo Patrono della nostra Città che a Grugliasco viene festeggiato il 31 gennaio.
La cena, che è un'occasione per trascorrere un momento in allegria, vuole anche essere un momento per ricordare le origini del Santo, viandante...Leggi tutto


DAL 27 GENNAIO AL 3 FEBBRAIO AL TEATRO PEREMPRUNER VA DI SCENA LA GIORNATA DELLA MEMORIA


Un fine gennaio ricco di spettacoli al teatro Perempruner, di piazza Matteotti 39. Si comincia lunedì 27 alle 11 e alle 21 e martedì 28 gennaio, alle 11, in occasione della Giornata della Memoria con lo spettacolo della Compagnia Viartisti "Comete". Tratto da "L'Istruttoria di Peter Weiss". Regia di Pietra Selva, con Raffaella Tomellini, Gruppo Camaleonte e Gruppo Orme. Il pubblico è invitato ad...Leggi tutto
Continua a leggere.......