Pagine

giovedì 30 giugno 2011

L'ultima sparata di Grillo: Val di Susa come Kabul Sarò alla marcia No Tav!

Il comico genevose attacca il governo: "Era dalla Seconda guerra mondiale che non si vedevano duemila uomini armati in una Valle". Poi prende di mira Maroni: "Rinnega le origini della Lega" .

Beppe Grillo scende in campo. Non in politica, ma in Val di Susa. Il comico genovese, dalle colonne del suo blog, ha annunciato che domenica parteciperà alla marcia di protesta organizzata dai No Tav, cioè quella che viene ribattezzata come la "nuova resistenza". Infatti, il titolo del blog grillino la dice tutta: "Val di Susa- Kabul". Il riferimento non è puramente casuale, ma è collegato agli scontri di due giorni fa tra le forze dell'ordine e i manifestanti. Scontri che hanno fatto segnare un bilancio di un'ottantina di feriti, per lo più tra gli agenti della polizia. Dunque, se la logica non è un'opinione, la parte dei cattivi, almeno secondo Grillo, la interpreterebbero le forze dell'ordine, mentre i No Tav sarebbero i partigiani della libertà.
"L’asse Lega-Pdmenoelle ha fatto le prove generale di regime in Val di Susa. Si preparano al post Berlusconi, a un governo bicolore con la benedizione del manganello", si legge sul blog di Beppe Grillo. "Un attacco con 2.000 uomini armati in una valle italiana non si vedeva dalla Seconda Guerra Mondiale..

PS: Da una parte, Pd, Pdl, UDC e Lega la raccontano nel loro modo. Dall'altra, Grillo la grida a suo modo. In mezzo, come sempre, la povera gente è quella che ci rimette: è la storia infinita che si ripete ogni qual volta potenti scendono in campo.
Buona notte da umberto marabese.

Al "compagno" Gad Lerner, questo partito, Pd, così com'è non va bene.

In base a quale criterio - si chiede Gad Lerner, 'superconsigliere' della sinistra, in un'editoriale su Repubblica -, il manager Franco Pronzato poteva fare il consigliere d'amministrazione dell'Enac, ricoprendo contemporaneamentre l'incarico di 'coordinatore nazionale del trasporto aereo' nel Pd?". Il riferimento è al caso che sta scuotendo i democratici, l'arresto dell'uomo vicinissimo al segretario, Pier Luigi Bersani.
"Così fan tutti non vale" - Il conduttore de L'Infedele punta il dito contro "altri 'facilitatori d'affari, come Vincenzo Morichini, che intercedeva nella raccolta di contributi privati per la Fonazione Italianieuropei, dopo aver ceduto a Massimo D'Alema la sua quota di comproprietà della barca a vela Ikarus". Gad si scaglia così contro il "rapporto patologico instaurato tra partiti e società civile nella nostra democrazia malata", che ora coinvolge anche i moralizzatori della sinistra. "A poco - continua Lerner - vale obiettare che tale prassi è ordinaria amministrazione nel centrodestra"....
continua: http://www.libero-news.it/news/773732/E_al__compagno__Gad_Lerner_

PS: Pazienza,  prima di di condannare, aspettiamo chi deve giudicare, sempre!
Saluti da umberto marabese

Firme false, condannato Giovine!

Due anni e otto mesi, interdizione dai pubblici uffici per due anni, pagamento di provvisionali per 70mila euro. Il consigliere dei Pensionati non ricorrerà in appello. Ed ora si riapre la partita?

Due anni e otto mesi, l’interdizione ai pubblici uffici per due anni e la sospensione del diritto elettorale per cinque anni. Questa la condanna inflitta stamane dal Tribunale di Torino, giudice Alessandro Santangelo, nei confronti di Michele Giovine, consigliere regionale della lista Pensionati per Cota, accusato di aver raccolto firme false per la propria lista alle scorse elezioni regionali in Piemonte, a supporto di Roberto Cota, attuale governatore della Regione. I voti ottenuti da Giovine nel marzo del 2010 - circa 27mila - furono determinanti per la vittoria del centrodestra...
continua: http://www.lospiffero.com/article.php?id_sezione=2&id=1745

PS: Sentenza giusta e più giusta sarà se si va di nuovo a votare per la Regione Piemonte.
Ma, faccio una domanda da"confessionale": chi, politici e partiti, movimenti, liste civiche , ecc, non ha mai raccolto firme in maniera  "inflessibile come previsto dalla legge" vigente?
Aspetto una risposta...
Saluti da umberto marabese.

In assenza dell’Amministrazione, a Grugliasco “persone per il bene….pubblico”.

Sono due /tre anni che noi grugliaschesi, abbiamo adottato il Parco dove il Monumento dei 68 martiri, come rifugio al caldo estivo. Abbiamo più volte fatto presente all’Amministrazione che la fontana li presente, sgorga acqua ventiquattro ore al giorno con sprechi inimmaginabili. Non basta, ma essendo essa in mezzo al parco con alberi maestosi, anche se in numero sempre minore perché non sono sostituiti quelli che negli ultimi anni sono stati abbattuti per vari motivi, la griglia dove l’acqua è dispersa, si riempie di foglie, di arbusti, facendo si che l’acqua non più raccolta nella caditoia, s’incanala nel sentiero asfaltato e va verso via lupo. Due giorni fa, alla presenza di tal evento che sempre più spesso si ripete, le “persone per bene….pubblico”, rifiutato il richiamo all’Amministrazione, resasi uccel di bosco troppe volte, si sono date da fare e, armati di legni e sbarre di ferro “in prestito” del vicino cantiere, hanno ripristinato il passaggio dell’acqua nella caditoia.
Chiedo, in nome di tutti noi, che ogni tanto l’Assessore competente all’Ambiente e quindi anche dei Parchi, di fare una visita in questi luoghi e ascoltare quelli che ne usufruiscono, come noi, su quello che sono le mancanze in tali luoghi.
- Perché non mettere un rubinetto alla fontana, risparmiando così almeno 10/15 litri il minuto: oggi, l’acqua è un bene pubblico.(10 lt al minutox60 minuti=600 lt x 24 ore= 14.400 lt = 144ettolitri di acqua!)
- Perché non sono sostituiti i molti alberi abbattuti con nuove piante?
- Perché non si fa un po’ di presenza nel Parco suddetto, soprattutto il pomeriggio, quando in mezzo a chi passeggia con bambini sfreccia moto di grossa cilindrata?
Ringraziamo l’Assessore all’Ambiente se riterrà opportuno intervenire su queste nostre ma condivise da tutti, proposte.
umberto marabese

Caduta massoni, Valori & C. E D’Alema è gran cerimoniere.

Lui, esperto navigatore, ne è sempre uscito pulito, convinto di non aver mai sbagliato un colpo. Al cronista “petulante” rispondeva: “Su Ikarus non mi rompa i coglioni”. Le acque giudiziarie intorno all'ex presidente Pd si sono agitate spesso, soprattutto negli ultimi mesi. Ma se D’Alema ne è uscito indenne, non altrettanta fortuna hanno avuto i D’Alema Boys. L'ultimo della lunga lista è Massimo Pronzato, arrestato ieri (leggi l'articolo), ma l'elenco degli indagati è molto lungo e va da Sandro Frisullo ad Alberto Tedesco (articolo di Chiara Paolin e Ferruccio Sansa). Intanto l'ex premier, oggi presidente del Copasir, ha preso parte a un convegno per presentare l'ultimo libro del piduista Elia Valori...
 
PS: ricevo/copio/incollo...<<la supponenza trapela da ogni poro della pelle, sono inguardabili.Piena solidarietà a Stefano e David che devono confrontarsi con questi figuri. D’Alema dovrebbe prendere la sua barchetta, invitare tutta la cricca e farsi un bel viaggio, lungo, molto lungo…>>
Saluti da umberto marabese.

NO TAV: Continua la devastazione alla Maddalena.

Le ditte appaltatrici per la recinzione del cantiere-fortino della Maddalena dimostrano di non avere rispetto non solo per la Valle e per chi vuole viverci, ma anche per gli oggetti che rappresentano chi questa Valle vuole preservarla. Così come due giorni fa’ le forze dell’ordine hanno devastato  le moltissime tende utilizzate dai presidianti durante il lungo mese della Libera Repubblica, oggi  l’Italcoge ha fatto piazza pulita delle ultime cose rimaste nel piazzale ancora da recuperare. Con un paio di colpi della stessa trancia che ha aggredito le barricate la mattina dello sgombero, rischiando di colpire chi su quelle reti era abbarbicato, ha distrutto e accartocciato la roulotte degli attrezzi e il container adibito a cambusa. Il tutto davanti allo sguardo ammirato dei carabinieri presenti nel piazzale....
continua: http://www.notav.info/post/continua-la-devastazione-alla-maddalena/

PS: I barbari, ma non solo loro, quando riuscivano a conquistare un città, un luogo, distruggevano tutto per mostrare la loro forza devastatrice: sono tornati i barbari!
Buon giorno , umberto marabese.

mercoledì 29 giugno 2011

Goodbye Stalingrad! In Val Susa la battaglia è appena iniziata!

Submitted by admin on 29 giugno 2011 –
Noi studenti di Torino in tanti eravamo presenti ieri in quell’ennesima porzione di storia che il movimento No Tav ha saputo regalarci.
Dopo le grandi battaglie spesso è l’umore che traccia un senso di sconfitta o di vittoria nelle persone che vi hanno partecipato. A volte un senso di impotenza o di onnipotenza, a volte un senso di inconcludenza o di finitezza, a volte un senso di spossatezza o di freschezza.
Ma ieri dentro il movimento No Tav come in tutti gli altri giorni da 22 anni a questa parte a prevalere era il senso di comunità, di comunità in lotta, di comunità resistente...

PS: Non sono facilmente portato a farmi incavolare, quasi da nessuno e da niente. Una frase c'é, però.....<<i ragzzi di oggi pensano solo al telefonino, al compiuter, ai video giochi e non hanno voglia di lavorare......>> e qui mi incazzo(scusate la parolaccia) come una bestia e mi butto nella battaglia con tanta foga che, devo ammetterlo, a volte è accessiva. Ma oggi, con il vostro resoconto"da presenti" sul luogo del misfatto dei politici ( le forze dell'ordine devono obbedire!) mi avete dato ancor più forza nelle mie battaglie a vostro favore. Grazie.
Goodbay Stalingrad da umberto marabese.

Fiom contesta l'intesa sui contratti:"Cgil ha ceduto, votino i lavoratori".

Il segretario generale dei metalmeccanici, Landini, critica l'accordo siglato dai confederali e da Confindustria: "Non ci piace, non andrebbe firmato e chiediamo che i lavoratori o almeno gli iscritti si pronuncino". La Camusso: "Ne discuteremo, ma ci sono interpretazioni false o imprecise.
ROMA - La Fiom non accetta l'intesa sui contratti e la rappresentanza siglata ieri sera 1 da Confindustria e dai sindacati confederali, Cgil compresa, e chiede che i lavoratori siano chiamati al voto. "Non siamo d'accordo e chiediamo che ci sia un pronunciamento dei lavoratori o almeno degli iscritti. A loro diremo che questo accordo non ci piace e non andrebbe firmato - ha detto il segretario generale dell'organizzazione dei metalmeccanici Cgil, Maurizio Landini - Lo consideriamo un accordo in cui la Cgil arretra le sue posizioni e cede su dei punti non cedibili". L'intesa è la prima sottoscritta anche dal maggiore sindacato italiano dopo due anni di accordi separati.
"In particolare - ha aggiunto Landini - sul fatto che manca il voto dei lavoratori per approvare gli accordi e sul fatto che si apre alla derogabilità del contratto nazionale attraverso accordi aziendali, tra l'altro decisi non dai lavoratori ma dalla maggioranza delle rsu o addirittura delle rsa"...
continua: http://www.repubblica.it/economia/2011/06/29/news/contratti_fiom-18397075

PS: State tranquilli, Landini, Cremaschi, Rinaldini, ecc, la Camusso la potete far fuori solo in caso di campagna elettorale del 2013 quando, come da sempre, il Segretario della CGIL sarà candidata al Parlamento per il Pd. Fino a allora è solo tempo perso......
Saluti da umberto marabese.

6 luglio, muore il Web italiano!

Dalla settimana prossima l'Autorità delle comunicazioni avrà il diritto arbitrario di oscurare siti senza un processo. Una norma che non esiste in nessun Paese libero. Fortemente voluta da Berlusconi e da Mediaset. di Alessandro Longo, da L'Espresso
Il 6 luglio arriverà una delibera Agcom, sulla tutela del copyright online, e sarà una forma di censura del web, in nome degli interessi di Mediaset e delle lobby dell'audiovisivo, con il beneplacito del centro destra. E' questo l'allarme lanciato da un gruppo di associazioni (Adiconsum, Agorà Digitale, Altroconsumo, Assonet-Confesercenti, Assoprovider-Confcommercio, Studio Legale Sarzana). Avevano già fatto una campagna contro i rischi di quella delibera, ma speravano ancora di cambiare le cose. Speranze fallite venerdì, dopo aver incontrato Corrado Calabrò, presidente Agcom (Autorità garante delle comunicazioni). «Abbiamo appreso che non c'è spazio per la mediazione e che Agcom intende approvare la delibera-censura in fretta e furia», dice Luca Nicotra, segretario di Agorà Digitale, associazione di area Radicale.....
continua: http://temi.repubblica.it/micromega-online/6-luglio-muore-il-web-italiano/

PS: Finche c'è vita, c'è speranza!
Saluti, umberto marabese

Pd, la vita di una segretaria di circolo. Di giorno politica e la sera film porno: si dimette.


 Scandalo nel pisano: una giovane segretaria dei Democratici pisani si dilettava anche nella cinematografia porno. Nonostante la mascherina è stata scoperta nel cast del film "E' venuto a saperlo mia madre" e ha dovuto lasciare l'incarico. Il rammarico dei dirigenti: molto preparata dal punto di vista politico. Pisa - Invece che la madre, alla fine, l'ha scoperta il segretario del Partito Democratico. Ed è stato peggio. Divideva la passione per la politica con quella per l’hard, così una giovane segretaria di un circolo Pd di San Miniato, in provincia di Pisa, ha deciso di girare un film porno. Nonostante la mascherina indossata durante le scene roventi sarebbe stata riconosciuta "confrontando" le immagini del film intitolato "È venuto a saperlo mia madre" con quelle del suo profilo su Facebook. Così, riferiscono oggi alcuni quotidiani locali, il passo inevitabile è stato quello delle dimissioni dal suo ruolo nel...
continua: http://www.ilgiornale.it/interni/la_doppia_vita_segretaria_

PS: Come non mi sono scandalizzato per le feste a Arcore, mi scandalizzo ancora di meno, molto di meno, perchè una donna non possa fare col proprio corpo quello che ritiene opportuno. Anche questa volta mi devo ripetere: forse o per caso qualcuno/a e invidioso/a? Credo proprio di si.
Saluti, umberto marabese.

“Quasi quasi mi raddoppio lo stipendio”

A San Mauro la giunta Dallolio (PD)  ha varato l’aumento di tutti gli emolumenti. Per il sindaco “non cambia nulla”, ma nella cittadina della cintura torinese monta la polemica.

Prima cosa, mi raddoppio lo stipendio”. Dev’essere stata la pensata del neo sindaco Ugo Dallolio (Pd), dopo aver strappato San Mauro al centrodestra. Il provvedimento è già diventato esecutivo, attraverso una delibera di giunta votata all’unanimità. L’emolumento del primo cittadino passa da 1395 euro lordi al mese a 2790: esattamente il doppio. Il vice sindaco continua a percepire 1395 euro, mentre assessori e presidente del Consiglio comunale passano da 1044 a 1372,50. La delibera è la numero 105 ed è stata approvata all’unanimità.
Un scelta alquanto impopolare, soprattutto in tempi di crisi nei quali amministratori e governanti sono costretti a tirare la cinghia, ma il primo cittadino sanmaurese ha una spiegazione: «Secondo la legge, l’amministratore che svolga un lavoro dipendente, vede il suo stipendio dimezzarsi automaticamente. Il mio predecessore (Giacomo Coggiola, ndr), in quanto lavoratore autonomo, percepiva 1395 euro al mese lordi, per me sarebbero diventati meno di 700»....
continua... http://www.lospiffero.com/article.php?id_sezione=5&id=1737

PS: E bravo il sindaco)Pd), prima si fa eleggere magari dicendo che il predecessore(Pdl) prendeva troppi soldi, una volta eletto lui.........
Saluti , umberto marabese

Le guerre senza uomini sotto gli occhi di Borges.di Barbara Spinelli

Le chiamano guerre senza uomini, unmanned wars, e stanno stravolgendo il nostro rapporto con i conflitti militari e anche col potere. Protagonista è un velivolo che non ha bisogno di pilota perché basta schiacciare da lontano un bottone, e l'aggeggio parte: si chiama drone. A seconda della convenienza esplora terreni oppure decima persone: è un proiettile che varca oceani. Traiettoria, bersaglio, funzioni sono decisi da impenetrabili cerchie di tecnici e politici. Dopo aver bramato per anni guerre a zero morti, adesso Washington predilige guerre a zero uomini. Costano meno, e soprattutto non sono politicamente dannose: l'avversario stramazza, ma svanisce il rischio di veder tornare le salme dei nostri soldati....

 PS: Il mio commento  stà nell'articolo stesso di Barbara Spinelli <<....spesso non si sa neanche il volto dell'ucciso, nonostante l'anonimato sia vietato dal diritto internazionale. È proibito anche seppellire la vittima in fosse comuni o luoghi non identificabili, come il mare nel quale è stato immerso Bin Laden: perché se scoppia una controversia, come riesumare la salma?>>
Una buona giornata a tutti, umberto marabese.

martedì 28 giugno 2011

Responsabilità civile, alt del Csm. "A rischio l'autonomia dei magistrati"

Le nuove norme sulla responsabilità civile dei giudici costituiscono un "rischio" per i "principi di autonomia e indipendenza della magistratura" . Lo scrive il Consiglio superiore della magistratura in un parere approvato a larga maggioranza (19 sì, 4 no) sull'emendamento Pini 1, il provvedimento che prevede che le toghe siano punibili non solo per dolo o colpa grave ma anche per “manifesta violazione del diritto”. 
Il documento del plenum. Così si introduce "una responsabilità civile dei giudici sostanzialmente senza limiti, in contrasto con l'indipendenza dei giudici e con il diritto dell'Unione Europea, che la impone", ha denunciato il primo presidente della Cassazione Ernesto...
continua: http://www.repubblica.it/politica/2011/06/28/news/responsabilit_civile_dei_

PS: Sono da sempre uno che aspetta il giudizio della Magistratura per dire se una persona è colpevole o innocente, difendendola, qualunque sia il verdetto finale. Sono da sempre convinto che chi sbaglia paga: succede in ogni livello di lavoro,  per noi italiani. Visto che anche la Magistratura è composta da preparati, efficenti, serie e onesti cittadini italiani, non vedo dove sia "l'attacco all'indipendenza della Magistratura".Un consiglio da operaio-pensionato per non incorrere in tale problematica: non date ai giornali, di DX e di SX, le primizie delle Vostre indagini, è il Tribunale il solo luogo, stabilito per legge, dove discuterne!
Una buona notte da umberto marabese.

Petraeus, gli Usa potrebbero prendere in considerazione l'uso della tortura.

L'ex comadante capo David Petraeus afferma di voler usare metodi più 'efficaci' negli interrogatori.

David Petraeus, scelto dal Presidente Barack Obama come prossimo direttore della Central Intelligence Agency (Cia), afferma che si dovrebbe prendere in considerazione l'utilizzo di tecniche di interrogatorio speciali, qualora le possibili informazioni estorte si potessero rivelare di fondamentale importanza per salvare vite umane.
Petrus ha detto che gli standard di umanità degli interrogatori dell'esercito statunitense sono più che sufficienti a persuadere i prigionieri a parlare.
L'ex comandante in capo delle forze Usa in Afghanistan e Iraq afferma che ci dovrebbe essere una discussione da parte del Congresso riguardo l'uso di tecniche di interrogatorio 'fuori dal normale', che Petraeus non chiama mai con il loro vero nome, ovvero torture...
continua... http://it.peacereporter.net/articolo/29183/Petraeus%2C

PS:  Bravo, finalmente una persona non ipocrita: ma il Tribunale dell'Aja, non dice niente? Ma i nostri politici, Frattini in testa non dicono niente? Al Presidente della Repubblica Italiana glielo chiederò quando ritorna salla GB!
Saluti da umberto marabese.

Di Pietro: «Berlusconi è una persona sola. Se fa riforme vere lo sosterrò»


Il leader Idv Di Pietro: «Lo sfido Attaccarlo non basta. In piazza lascio Bersani e Casini»

Mi hanno colpito molto gli interventi alla Camera di Bersani e pure di Casini. «Berlusconi fa il male dell'Italia, Berlusconi se ne vada». Sono le stesse parole che dissi io in piazza Navona tre anni fa, all'inizio della legislatura. Allora Bersani e Casini dicevano che ero troppo antiberlusconiano, e così facendo aiutavo Berlusconi. L'hanno ripetuto anche quando mi sono inventato i referendum. Ora che 27 milioni di italiani hanno detto no a Berlusconi, loro hanno preso coraggio. Io cerco di essere anche stavolta un passo avanti. Dire no a Berlusconi non è più sufficiente. Dobbiamo costruire un'alternativa. Per questo voglio parlare a tutti gli italiani».....
continua.... http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.corriere.it%

PS: Posso condividere "il cosa bisogna fare", non condivido "come lui l'ha fatto". I tripli salti mortali, anche nella politica, sono difficili da farsi, passaredal C/S a C/D e come fare il salto senza la rete di protezione, e per uno della tu età, caro Tonino, e meglio lasciar perdere.
Saluti, umberto marabese

Irregolarità appalti Enac, arrestato il manager Pronzato.

Coordinatore del trasporto aereo del Pd, era indagato per l'assegnazione di una commessa di un milione di euro per i voli tra Roma Urbe e Isola d'Elba.
  Franco Pronzato, componente del consiglio di amministrazione di Enac, è stato arrestato questa mattina da uomini della Guardia di Finanza nell'ambito di una inchiesta della Procura di Roma su presunte irregolarità legate a un appalto del settore aereo.
Pronzato è stato arrestato questa mattina nella sua abitazione 1, a Genova, e poi è stato portato nel carcere di Marassi. Gli uomini della Guardia di Finanza di Roma, assistiti dai loro colleghi liguri, hanno compiuto anche una perquisizione nell'appartamento. Pronzato, assistito dall'avvocato Maurizio Mascia del foro di Genova, è accusato di corruzione e turbativa d'asta. Non si esclude che nella stessa operazione possano essere state arrestate anche altre persone.
Pronzato era indagato insieme con altre quattro persone dalla procura di Roma nell'ambito di un'inchiesta per l'assegnazione di un appalto, del valore di un milione di euro, per i voli di collegamento tra Roma Urbe e l'Isola d'Elba. Titolare dell'inchiesta è il pm Paolo Ielo. Già consulente dell'allora ministro dei Trasporti Pierluigi Bersani e attuale coordinatore del settore trasporto aereo del Pd, Pronzato è coinvolto nella parte di accertamenti relativi al presunto pagamento di tangenti subordinate all'aggiudicazione dell'appalto.

PS: Ma ci possiamo fidare di qualcuno?
Saluti, umberto marabese

Grillo impone i coordinatori.(!?)

Gheddafi, la farsa del mandato di cattura.

La richiesta dell’Aia per "crimini contro l’umanità" ha un valore politico. E rischia il flop davanti al tribunale internazionale. L’obiettivo è togliere di mezzo il raìs. A ogni costo.

Ci siamo. Muhammar Gheddafi è pronto a passare alla storia come il nuovo Omar Mukhtar vittima non più del colonialismo fascista, ma dell’arroganza della Nato e dell’Occidente. Qualche morto sulla coscienza il raìs sicuramente ce l’ha. Dalle 270 vittime della bomba esplosa su un aereo in volo sui cieli scozzesi di Lockerbie nel dicembre 1989 fino alle migliaia di libici eliminati nel corso di 41 anni di potere. Ma mettergli sulla testa un mandato di cattura internazionale per la campagna di repressione interna messa in atto dal 15 al 28 febbraio è una presa in giro. Il mandato, per crimini contro l'umanità, emesso dalla Corte Internazionale dell’Onu ai danni del raìs, di suo figlio Saif Al Islam e del capo dei servizi segreti Abdullah al Senussi non reggerebbe probabilmente a nessuna prova dell’aula....
continua... http://www.ilgiornale.it/esteri/gheddafi_farsa_mandato_cattura/

PS: ricevo, copio/incollo:<<Certo e' che la piccoila ed indifesa Libia di Gheddafi e' riuscita suo malgrado a ridicolizzare grazie a questa baldraccata dell'occidente la Nato,L'Onu,la UE e la corte internazionale col suo accusatore (peggiore di certi nostri PM) e cosa non meno importante a tirarsi addosso tutto l'odio possibile del mondo arabo che non perdonera' mai cio' che e' stato fatto alla gente,ed alla vita dei libici.L'inferno per noi sta appena per iniziare ed i diavoli non e' detto che siano quelli che abbiamo bombardato, ma piuttosto quelli che abbiamo aiutato.>>
Sottoscrivo, umberto marabese.

“Siamo Moderati, non cretini”.

Sulle presidenze di commissioni Portas dà voce ai malpancisti, dopo la bozza presentata dal capogruppo democratico Lo Russo con il Pd nella parte del leone. In Aula si astiene Porcino (Idv). Tutti rifiutano le vicepresidenze.

Il Partito democratico fa il pieno nelle commissioni e tornano i mal di pancia degli alleati. Secondo una bozza redatta dal capogruppo Stefano Lo Russo, sei delle otto commissioni verrebbero affidate al primo partito della maggioranza, una a Sel e quella di Controllo, come da Statuto, all’opposizione. Al Bilancio va Alessandro Altamura, Domenico Carretta si occuperà di ....
continua... http://www.lospiffero.com/article.php?

PS: E' sempre e solo una guerra per poltrone, anche se ormai siamo ai sgabelli!
Buon giorno da umberto marabese

lunedì 27 giugno 2011

Corte USA: «Non si può vietare la vendita di videogiochi violenti ai minorenni»

Sentenza della Corte suprema Usa: non si può vietare
la libertà d'espressione di nessuno, bambini compresi.

Videogiochi violenti ai minorenni:la Corte suprema blocca ogni divieto
Con un voto di sette giudici contro due, il massimo tribunale Usa dà ragione ai colossi dell'entertainment, che avevano fatto ricorso contro una legge che limitava la vendita. Per i magistrati la norma comportava la lesione della libertà di espressione di tutti i cittadini, bambini compresi....
continua...  http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/11_giugno_27/

PS: Vera democrazia, massima libertà! I giudici californiani avevano approvato la legge nel 2005, considerandola una misura efficace per aiutare i genitori a tutelare i propri figli dai videogame troppo cruenti, sulla base anche di alcuni studi che mettevano in relazione l'uso di questi giochi con un successivo comportamento violento da parte dei ragazzini. Il provvedimento aveva scatenato forti polemiche da parte dell'industria videoludica, per la quale l'ambito di applicazione della legge sarebbe troppo vasto.
Buona notte a tutti e in particolar modo a quelli di Chiomonte, da umbereto marabese.

Se lo fai in Cina sei un eroe planetario, se lo fai in Val di Susa.......

VIDEO Turi, da solo contro la ruspa

http://multimedia.lastampa.it/multimedia/torino/lstp/57858/?pgm=4

Nichi Vendola SEL: No alla violenza in Val di Susa!

Vendola: no a violenza contro dissenso

Penso che sia inaccettabile l’idea che al dissenso legittimo delle popolazioni della Val di Susa alla Tav si debba rispondere con la violenza, con la repressione. Chi ha la responsabilità di non aver saputo interloquire e ascoltare le ragioni di chi sta difendendo il proprio territorio e le proprie comunità oggi non può cavarsela con scene rapide di guerra in Val di Susa.

PS: Ben arrivato, Nichi, ero in pensiero non avendo un tuo commento. Ora mi viene una domanda, come ci comportiamo con il Governo Fassino a Torino, lui favorevole a questa iniziativa? Facciamo  finta di niente? Gli facciamo un buffetto dicendoli "cattivelli"?
Aspetto una risposta da te e da SEL Provinciale di Torino.
Saluti da umberto marabese

Operazione militare ad Alta Velocità

  fassinositavdi Felice Fortunaci – Megachip.
«Sono in mezzo ai lacrimogeni, qui in Val di Susa, in un clima che in tutto ricorda il G8 di Genova». La voce di Giulietto Chiesa ci giunge concitata. Le forze dell’ordine – forze di un ordine di tipo militare - sono intervenute con un soverchiante dispiegamento di mezzi e di uomini armati. Le barricate dei valligiani e del popolo NoTAV, di fronte a un’invasione di queste proporzioni, migliaia di uniformi, cedono terreno. «Ogni punto critico della rete stradale, ogni altura strategica sono ora controllati da gruppi in armi», riferisce Chiesa...
continua... http://www.megachip.info/tematiche/beni-comuni/6391-operazione-militare-ad-alta-velocita.html

PS: un saluto da umberto marabese

Dal 1 luglio scade l'esenzione tiket medicinale: andare all'ASL!

IMPORTANTISSIMO!
Il 30 giugno 2011-06-27 scade
il termine improrogabile  imposto dalla Regione Piemonte,
per avere o continuare ad usufruire dell’esenzione tiket per coloro che hanno
superato il limite di 65 anni di età e di 36.000 e rotti € di imponibile.
Recarsi entro tale data all’ASL di competenza per registrarsi, NON DOPO!

PS: Io, questo tranello, l’ho scoperto questa mattina che mi sono recato al Martini nuovo per estrarmi una radice di dente. Appeso alla porta, una delle tante, un lembo di giornale spiegava, con molti più riferimenti, quello che ho scritto in estrema sintesi. Regione Piemonte, Provincia di Torino, ASL di zona, Medico di base, non dovrebbe essere vostra competenza mettere al corrente i cittadini di tale importante, in negativo, cambio di rotta? Credo proprio di si!
Un saluto da umberto marabese

PROSEGUE LA RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA MATTEOTTI a Grugliasco.



Lavori in corso-PROSEGUE LA RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA MATTEOTTI
Dopo la prima fase di riqualificazione di piazza Matteotti, iniziata con la realizzazione del nuovo edificio, proseguono i lavori del progetto di recupero della parte alta della piazza. Questi riguardano la realizzazione di un parcheggio interrato di due piani e la pavimentazione in superficie. Per permettere il completamento dell’intervento e consentire il nuovo disegno dell’area saranno abbattuti alcuni alberi presenti sulla piazza. Gli alberi, in parte saranno sostituti, e in parte sono già stati compensati con la piantumazione presso il nuovo Borgo. Inoltre altre nuove piante saranno collocate presso il parco Porporati.
Ultimata la riqualificazione della parte della piazza superiore, nel 2012 partiranno anche i lavori per la pedonalizzazione della parte bassa della piazza.

Leggendo questo annuncio sul portale del mio Comune, Grugliasco, sono rimasto, prima sorpreso e poi  fortemente deluso. Di che cosa?  Le parole che riguardano gli alberi, sono uno schiaffo sul viso a me e a quanti di noi grugliaschesi, non si aspettavano dalla nostra Amministrazione. Che cosa vuol dire “in parte saranno sostituiti”, che cosa vuol dire “ in parte son già stati compensati”, che cosa vuol dire “altre piante saranno collocate presso il Parco Porporati”? Mi raccomando a Lei, dott.ssa Federica Petrucci, Assessore all’Ambiente, le piante e soprattutto gli alberi, di questo stiamo parlando, non sono dei cartelli stradali che si spostano da una parte all’altra della città secondo il bisogno del momento. Gli alberi non sono come le panchine che si possono cambiare di destinazione a secondo dove c’è ne bisogno. Gli alberi sono parte integrante di un territorio, soprattutto quando questo lembo di Grugliasco si riferisce a una parte integrante la Piazza del Municipio: quando si abbatte un albero, purché non sia ammalato, non ci sono scuse che tengono, è un danno causato nei confronti di noi cittadini! Assessore dott.ssa Federica Petrucci, si opponga a questo”danno per la comunità” con ogni mezzo, anche quello per cui Lei non ne rimanga per sempre la responsabile alla vista dei cittadini grugliaschesi, che se ne ricorderanno alla bisogna.
Umberto Marabese

Aldo Ferrari : e dopo questa splendida operazione delle forze dell'ordine via libera a mafia e 'ndrangheta che...

 E' stato portato a termine lo sgombero del presidio No Tav alla Maddalena di Chiomonte, occupato da settimane dai manifestanti. Il blitz è terminato e il cantiere è stato affidato alla ditta appaltatrice. A giorni (ma non è da escludere un allungamento dei tempi) inizieranno i lavori per lo scavo del tunnel propedeutico della Torino-Lione. Il primo allarme è scattato alle 4.30. I fuochi d'artificio nel cielo, sparati dal piazzale, hanno svegliato i manifestanti che si sono diretti alle barricate preparate da giorni. Scontri tra polizia e attivisti. Il presidio è stato sgomberato ma i No Tav annunciano: "Noi ci saremo anche in futuro...
continua... http://www.torinotoday.it/cronaca/no-tav-blitz-polizia-chiomonte-27-giugno-2011.html#interactiveCommentsListAnchor_0

PS: Aldo Ferrari : <<e dopo questa splendida operazione delle forze dell'ordine via libera a mafia e 'ndrangheta che potranno aprire tutti i cantieri che vogliono.
La lobby dei cementieri ha arruolato i ministri del governo italiano Leghisti in testa.>>

Saluti da umberto marabese

Ultime notizie dalla "NOTAV" di Chiomonte.

Ore 11.30. Le donne di Chiomonte hanno occupato il Comune
Ore 11.14. Nei boschi di Giaglione e Chiomonte militari in mimetica pattugliano il territorio al fine di non fare avvicinare nessuno.

Ore 11.13. All’Iprebeton di Salbertrand preparano il cemento per gettere (si presume) il ponticello dall’autostrada verso il presidio.

Ore 10.48. I No Tav intossicati dai lacrimogeni incomnciano a scendere dalla montagna. alcune automobili fanno la spola per trasportarli in Chiomonte.
Ore 10.32. Notizie di almeno quattro feriti tra i No Tav. (seguiranno aggiornamenti)
Ore 10.05. Blocchi spontanei in tutta la Valle di Susa. Bloccate le statali, centinaia di TIR ammassati sulle strade della Valle. La gente scende in strada, e gli operai escono dalle fabbriche.
Ore 09.32. FIOM conferma sciopero di 8 ore in Valle di Susa.
Ore 09:30. Dopo avere sparato centinaia di lacrimogeni, la Polizia ha occupato il presidio Maddalena di Chiomonte. Si hanno notizie anche di danneggiamenti alle autovetture dei presidianti e alle tende del campeggio.

Ore 08:45. Sfondata la barricata Centrale. La polizia comincia a salire.


Ore 8:00. Lancio di lacrimogeni alla barricata Centrale
Ore 7:50. La ruspa sta spaccando tutto, gli idranti hanno cominciato a sparare dalla galleria per proteggere l’operato della ruspa.
Ore 7:30. Assembramento forze dell’ordine alla centrale. Proposta indecente:” vi lasciamo prendere le vostre cose e andare via”. Rifiutata.
Ore 7:15. La ruspa alla centrale si ferma. inizia la trattativa tra i sindaci e la polizia.
Ore 7:10. Sparati i fuochi dell’allarme generale alla barricata Centrale la ruspa è già al lavoro.
Ore 6:55. Uomini e mezzi in arrivo alla barricata centrale mentre uomini in divisa scendono a piedi da Giaglione(paese).
Ore 6:50. Turi Vaccaro,noto attivista non violento, è stato trascinato fuori dalla barricata sull’autostrada e picchiato duramente. In questo momento è in stato di fermo.
Ore 6:40. Colonna di mezzi in arrivo anche dalla Ramats.
Ore 6:30. La polizia raggiunge anche la Maddalena. Una ruspa cerca di aprire un varco alla barricata Stalingrado, i NO TAV pronti a mettere i corpi di mezzo.

domenica 26 giugno 2011

Cresce la protesta. Torino-Lione,appello per il “no”

Don Ciotti e Carlo Petrini tra i firmatari.
 
Torino. Un appello «alla politica e alle istituzioni» affinché si sospenda l’inizio dei lavori della Tav Torino-Lione ed evitino l’intervento della Polizia, che sarebbe «sbagliato e controproducente», è stato lanciato da un gruppo di intellettuali, fra i quali don Luigi Ciotti, Valentino Parlato, Carlo Petrini, Giuseppe Giulietti e il segretario generale della Fiom-Cgil, Maurizio Landini.
«Si sospenda l’inizio dei lavori - scrivono - e si apra un ampio confronto nazionale, sino ad oggi eluso, su opportunità, praticabilità e costi dell’opera e sulle eventuali alternative». Il gruppo di intellettuali - fra i quali Paolo Beni, Marcello Cini, Alberto Lucarelli, Ugo Mattei, Luca Mercalli, Giovanni Palombarini, Livio Pepino, Rita Sanlorenzo, Giuseppe Sergi e Alex Zanotelli - sottolinea di unirsi «ai diversi appelli che si moltiplicano nel Paese» e di chiedere «alla politica e alle istituzioni un gesto di razionalità»...
continua... http://shippingonline.ilsecoloxix.it/p/tecnologie/2011/06/

PS: Vi posso solo ringraziare per la passione con cui state vivendo questo momento della vostra vita: sia un monito e un aiuto  perchè anche noi si riesca a lottare per un nostro problema.
Una buona notte da umberto marabese

De Magistris all'attacco: "Tonino stai sbagliando, non andare al centro"

Il sindaco di Napoli se la prende con Di Pietro: "Credo che stia tentando una svolta centrista. Non ha senso, perchè il centro è già fin troppo ingolfato.
L'immagine dell'ex pm che parla con il cavaliere ha scosso il centrosinistra e in particolare l'Idv. Come se non bastasse l'intervista che ieri Di Pietro a rilasciato al Secolo d'Italia, in cui dichiarava morto l'antiberlusconismo, ha ulteriormente agitato gli animi. "Credo che Di Pietro stia tentando una svolta centrista. Non ha senso, perchè il centro è già fin troppo ingolfato, e soprattutto non è lì che vogliono andare i nostri sostenitori". A dirlo è il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in un’intervista a Repubblica....
continua... http://www.ilgiornale.it/interni/de_magistris_

PS: La riconoscenza non è più di questo mondo.....
Saluti da umbereto marabese.

Zuma(Pres. Unità Africana), non autorizzata uccisione Gheddafi da ONU.

Dichiarazioni presidente sudafricano che cita risoluzione Onu.

Zuma, non autorizzata uccisione Gheddafi (ANSA) - PRETORIA, 26 GIU - La risoluzione dell'Onu adottata dalla Nato per condurre le proprie operazioni in Libia ''non autorizza un cambiamento di regime, ne' l'assassinio politico'' di Muammar Gheddafi: lo ha affermato oggi il presidente sudafricano Jacob Zuma. ''I continui bombardamenti sono una preoccupazione sollevata dal comitato e dall'assemblea dell'Ua, la finalita' della risoluzione 1973 era quella di proteggere il popolo libico'', si legge in una anticipazione del discorso di Zuma.
 
PS: E pensare che tanti Parlamentari questa mattina sono andati in chiesa, ma a cosa fare?Saluti da umberto marabese.

Ustica e quei quattro aerei nascosti

Gli indizi portano ai francesi, 31 anni dopo. di Andrea Purgatori

La vera «bomba» della strage di Ustica sono le tracce radar di quattro aerei militari ancora formalmente «sconosciuti» - due/tre caccia e un Awacs - su cui la Nato, dopo una rogatoria avanzata un anno fa dalla Procura della Repubblica di Roma (con il sostegno operativo ma silenzioso dell'ufficio del consigliere giuridico del capo dello Stato), sta decidendo in questi giorni se apporre le bandierine d'identificazione. Tutti gli indizi portano allo stormo dell'Armée de l'air che nel 1980 operava dalla base corsa di Solenzara. Lo stesso contro cui puntò il dito pubblicamente (poi anche a verbale) Francesco Cossiga. Forse dopo aver saputo che i caccia francesi avevano lasciato le loro impronte su un tabulato del centro...
PS: il quarto aereo radar Awacs ha registrato tutto, è americano. a quanto pare gli americani non sono coinvolti direttamente, ma hanno tutto registrato. Quindi il Presidente Obama può una volta per tutte, chiarire la dinamica della strage di Ustica in modo da rendere giustizia per la morte dei nostri connazionali innocenti.
Saluti da umberto marabese

Perché uccidere Gheddafi è più facile a dirsi che a farsi.

Perché uccidere Gheddafi è più facile a dirsi che a farsiPerché uccidere Gheddafi è più facile a dirsi che a farsi
Ormai è chiaro che la Nato e i gli insorti libici considerano l'uccisione di Gheddafi come unica chanche di concludere in tempi brevi il conflitto. Dopo tanti giri di parole e smentite ufficiali anche i vertici della Nato pare abbiano cominciato ad ammettere che Gheddafi è il target numero uno dei raids aerei che martellano Tripoli. L'ammiraglio Usa Samuel J. Locklear, comandante delle operazioni navali della Nato nel Sud Europa, dal suo comando di Napoli avrebbe dichiarato durante un colloquio con il deputato repubblicano Usa Mike Turner. che i Paesi della Nato "stanno cercando di uccidere Muammar Gheddafi con ogni mezzo a loro disposizione"...
continua... http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-06-25/perche-uccidere-

PS: Secondo la nostra Giuridizione vigente, "la premeditazione, in un assassinio, è considerata la massima colpa per cui è assicurato l'ergastolo senza nessun sconto di pena": nel sentire e leggere che si parla di "assassinare" una persona da parte della NATO, su nostro mandato, mi sembra un'incubo, dove siamo finiti, cosa stiamo facendo, ma noi non abbiamo condannato i nazisti, i fascisti? La chiesa cattolica "condanna, quindi ritiene contro la nostra religione, il suicidio", ma l'assassinio non è ancora peggio? Nessuno dice niente?
umberto marabese

Fine alle TAVanate, ora si fa sul serio.

Tra qualche ora scatterà il blitz per espugnare il presidio di Chiomonte. Ingente spiegamento di forze dell’ordine: oltre 2mila agenti. Si temono incidenti (e qualcuno soffia sul fuoco).

agenti. Si temono incidenti (e qualcuno soffia sul fuoco)
Ore contate per la sedicente “Libera Repubblica della Maddalena”. La fiaccolata dei No Tav che questa sera raggiungerà il presidio di Chiomonte, ultimo strenuo tentativo di scongiurare l’annunciato blitz delle forze dell’ordine, segnerà l’atto finale di una vicenda nata male, proseguita peggio e che potrebbe finire a schifio. Un confronto ultraventennale intossicato da mistificazioni ideologiche di entrambi gli schieramenti, fuorviato da visioni palingenetiche o apocalittiche, corrotto da doppiogiochismi politici e inquinato dalle scorie di un ribellismo abietto e inconcludente. Un crescendo di radicalismi: le barricate, gli aut aut, le sassaiole, le lettere minatorie con pallottole e polverine. In un angolo, vera sconfitta, la politica...
continua... http://www.lospiffero.com/article.php?id_sezione=2&id=1722

PS: bruxell, dalla sede della nato:<<abbiamo dato ordine alla nostra forza aerea di intervenire a favore della popolazione di chiomonte cicondata da non bene identificati militari che, con intenzionbi bellicose, vogliono assaltare tale assemblamento di persone. I rais del piemonte saranno perseguitati dal tribunale dell'aja per le azioni che metteranno in campo contro gente, con donne e bambini, che intendono preservare il loro ambiente....>>.
A volte i sogni si possono avverare...............
Buon giorno da umberto marabese.

sabato 25 giugno 2011

L'Ue in pressing: "Via al cantiere o saltano i fondi"/Il treno per Caselle rischia di perdere i fondi del governo.

L'Europa stringe i tempi: «Partite entro il 30 giugno»

Lavoriamo per risolvere i problemi». Il ministro per le Infrastrutture, Altero Matteoli, risponde con poche parole alla lettera arrivata nei giorni scorsi da Bruxelles. Poche parole che lasciano, però, trasparire come il governo italiano interpreti la dura presa di posizione del vicepresidente della Commissione Siim Kallas, - «se il termine del 30 giugno non verrà rispettato vi è un rischio evidente che una parte sostanziale del finanziamento globale di 672 milioni andrà persa»....

continua... http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo//

Il Comune alla Regione: bisogna stringere i tempi.

Il rischio, nemmeno troppo velato, è che la mannaia di Tremonti cali inesorabile. E che Caselle resti un aeroporto ostico, quasi impossibile da raggiungere con i mezzi pubblici in tempi ragionevoli. Il motivo? La finanziaria da 40 miliardi che dovrebbe presto sbarcare in Parlamento potrebbe falcidiare i fondi destinati alle infrastrutture e travolgere quelle opere previste ma non ancora avviate. Torino ha puntato gli occhi sul collegamento tra la ferrovia Torino-Ceres e il passante ferroviario. E si è rivolta alla Regione: «Se non partiamo in fretta rischiamo di perdere i 162 milioni messi a disposizione dal governo con la legge obiettivo del 2009»....

continua... http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/

PS: Due esempi di come in Italia si trattano i cittadini. Il primo, la TAV per pochi "avanti tutta".
Il secondo, un servizio per tutti, incontra"difficioltà" uncredibili!
Non è che per caso in un esempio c'è più carne alla brace? Andreotti dice che "pensare male alle volte c'azzecchi".
Buona notte da umberto marabese

Di Pietro, la road map per le primarie. "Pronti, ma non con candidati alla Vendola"

Il leader dell'Idv: "Il percorso deve essere chiaro: prima il programma e la coalizione e poi il candidato che la guiderà". Il governatore della Puglia replica: "Sbaglia ad attaccare Bersani e me, e a chiedere una convocazione politicistica per scrivere un programma nelle stanze chiuse.
Dalla sua Montenero Antonio Di Pietro lancia l'Italia dei Valori. Per l'ex pm, il suo partito si sente pronto "a partecipare alle primarie del centrosinistra per la scelta del leader da candidare alla guida del governo". Il percorso però deve essere chiaro: prima il programma e la coalizione e poi l'uomo che la condurrà. "In questo caso - dice Di Pietro - parteciperemo con un nostro candidato, altrimenti facciamo le primarie per candidati alla Vendola, e questo non aiuta".
Il leader di Sel, però, non è d'accordo e, in un'intervista al Manifesto, critica l'ex pm: "Sbaglia ad attaccare Bersani e me, e a chiedere una convocazione politicistica di leader per scrivere un programma nelle stanze chiuse. E' l'opposto del messaggio che ci viene dai referendum. Costruiamo momenti anche simbolici in cui ascoltiamo dalla nostra piazza i punti dell'agenda".....
continua... http://www.repubblica.it/politica/2011/06/25/news/pietro_

PS: basta protagonismi alla Di Pietro un partito come l'IDV che si identifica con il suo leader, non è altro che l'alter ego del PDL chi decide la linea dell'IDV ? Gli elettori ? Gli iscritti ? I parlamentari ? No. Di Pietro. Di Pietro si dimostra ancora una volta il "duce" del suo partito. Chi ha scelto Scilipoti ? E' chiaro che Di Pietro non vuole le primerie contro Vendola, a lui piace "vincere facile".....
Un saluto da umberto marabese

FUORI, USCIRE DALLA NATO!

 Questa opinione l’ho già espressa pubblicamente, ma la ripeto qui, adesso, perchè voglio sottolineare una cosa semplice semplice: non lo fate in mio nome.
La vergogna di uccidere i civili (con il pretesto di salvare altri civili) è oggi lampante. Chi non riesce a vederla?
So bene che risponderanno qui quelli che la vedono e se ne gloriano. So che ce ne sono tanti, e non me ne stupisco. Questi sono i complici. Ma non è a loro che chiedo. Chiedo a quelli che misero le bandiere della pace alle loro finestre, quando cominciò la guerra in Iraq.

PS: Sarà sempre troppo tardi!
Qualcuno mi chiede:” Uscire per andare dove?” Amico mio… in Italia!
Saluti da umberto marabese 

 

venerdì 24 giugno 2011

Per i costi dei partiti la crisi non esiste: +1.110% di rimborsi.

Boom nell’uso degli aerei di Stato. Ogni componente del governo vola 97 ore l’anno.

ROMA - «Un conto è fare un articolo, un altro conto fare un articolato…» , ha osservato pubblicamente, alla festa della Cisl di domenica scorsa a Levico Terme, il ministro dell’Economia. Giulio Tremonti ha sperimentato direttamente quanto sia difficile entrare con i fatti nella carne viva degli scandalosi costi della politica. Con la manovra finanziaria dello scorso anno aveva provato a tagliare del 50% i generosissimi «rimborsi elettorali» , come si chiama ipocritamente il finanziamento pubblico, riconosciuti per legge ai partiti politici, cresciuti fra il 1999 e il 2008 del 1.110%, mentre gli stipendi pubblici aumentavano del 42. Ebbene, il taglio è stato prima ridimensionato al 20%, quindi al 10 per cento. Per non parlare della norma che avrebbe riportato le spese di palazzo Chigi, in alcuni casi letteralmente impazzite, sotto il controllo del Tesoro: saltata come un tappo di champagne.....
PS: Buona notte da umberto marabese.

L'Idv ammicca al centro, il Fli: "Aprire il dialogo" Ma il Pd gli volta le spalle.

Di Pietro torna alla carica e sfida Bersani e Vendola a correre per la leadership: vuole scavalcare il Pd al centro. Il Pd blinda le primarie e glissa sulle alleanze. Solo i finiani rispondono all'appello dell'Idv .
Si fa un gran parlare di "fase due". E' il nuovo spirito del centrosinistra. Il primo a volerlo è stato (inascoltato a lungo) il leader del Sel Nichi Vendola. Ma c'è voluto Antonio Di Pietro per dare uno scossone a Pier Luigi Bersani e ai vertici del Partito democratico: la sfida lanciata giorni fa alla Camera dall'ex pm non è infatti passata inosservata. Tanto che il leader piddì oggi, nella sua relazione alla Direzione del partito, ha fatto sapere che anche i democratici dovranno avviare la "fase due". In cosa consista è poco chiaro: sembra infatti che l'interesse maggiore di Bersani sia solo quello di blindare le primarie. Le mire di Di Pietro appaiono sempre più evidenti: vestire i panni del moderato e scavalcare il Pd al centro. Tanto che i falchi del Fli planano subito sulla carcassa del centrosinistra e provano ad aprire il dialogo con l'Idv...
continua... http://www.ilgiornale.it/interni/pd_e_primarie_bulgare
PS: Di Pietro è sicuramente un'estimatore di opere liriche, ultimamente è molto attratto da quella che fa ....questo o quello per me pari son.....l'importante è stare a galla, galleggiare,.....
E questo sarebbe un nostro futuro alleato? Ma mi faccia il piacere.....
Saluti da unberto nmarabese

Alta velocità, l'ultimatum dell'Europa:"Via entro il 30 giugno o perderete i fondi"

Una lettera del commissario Ue ai Trasporti inviata a Matteoli: in forse sia i finanziamenti attuali sia quelli futuri.
 Alta velocità, l'ultimatum dell'Europa "Via entro il 30 giugno o perderete i fondi"
Adesso è ufficiale, o meglio ancora più ufficiale. "Se i lavori della Tav non partono entro il 30 giugno l'Europa toglierà i soldi che ha destinato all'opera". L'ha scritto mercoledì' il commissario europeo ai Trasporti Siim Kallas in una lettera spedita dal vicepresidente della commissione, Siim Kallas, al ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, e anticipata dal Sole-24 ore. Non è più' tempo di rinviii e quel famoso "buco" alla Maddalena di Chiomonte in Val di Susa deve iniziare.
Tre le condizioni da soddisfare entro meno di una settimana: i lavori alla Maddalena, dove i No Tav da un...
continua... http://torino.repubblica.it/cronaca/2011/06/24/news/alta_velocit_l_ultimatum_

PS: Avete onorato la terra dove vivete da sempre, sarete sempre ricordati come i diffensori dell'ambiente dove un'opera che non non serve, se non ai poteri forti, vuole cancellare la vostra Valle...........non posso dirvi che grazie, il resto lo farete voi secondo quanto vi dirà il vostro cuore e la vostra mente!
Saluti da umberto marabese

In arrivo l'innalzamento dell'età pensionabile. Per tutti? No, eccetto i Parlamentari.

IL PERCHE', TENUTO SEGRETO, DELLA MANCATA CACCIATA DI BERLUSCONI!

Ordine del giorno Borghesi (IDV) n. 9/Doc. VIII, n. 6/5 .
Chiedeva di prevedere la soppressione immediata di ogni forma di assegno vitalizio per i deputati in carica e per quelli cessati dal mandato parlamentare. Contestualmente chiedeva ai deputati di comunicare all'amministrazione della Camera l'ente o l'istituto di previdenza al quale devono essere trasferiti i contributi da loro versati per l'erogazione dell'assegno vitalizio....
continua... http://parlamento.openpolis.it/votazione/33629
 PS: Invito tutti a leggere questo resoconto dal Parlamento Italiano, Ordine del giorno Borghesi (IDV) n°9/Doc VIII, n° 65: "come hanno votato i gruppi" e "come hanno votato tutti i deputati". Adesso, gli stessi, innalzeranno la vostra ètà pensionabile.....per mantenere vergognosamente la loro!
Saluti da un pensionato, umberto marabese.

Contratti, Ciampi lancia un appello: si torni allo spirito che attese l'accordo del '93

Roma, 24 giu. - (Adnkronos) - ''Faccio mio in pieno l'appello lanciato sul 'Sole 24 Ore' a imprese e sindacati perche' condividano la nuova stagione contrattuale. A ognuno la sua parte: alle parti sociali individuare strumenti e percorso, al governo operare di conseguenza''. E' quanto afferma il presidente emerito della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi in un colloquio con il 'Sole 24 Ore' in cui esprime l'auspicio di tornare allo ''spirito'' che sottese all'accordo del '93 di concertazione tra le parti sociali che pose le basi del risanamento della finanza pubblica....
continua... http://www.adnkronos.com/IGN/Daily_Life/Edicola/Contratti-

PS: Su quanto afferma il presidente emerito della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi......
Una riflessione in due punti, primo: nel 1992 per "merito" di Giuliano Amato, nel 1993 per merito di C.Azeglio Ciampi, il Sindacato firmò la fine dell'essere tale. Da difensore dei lavoratori a collobaratore dei governi e della Confindustria( ricordo la frase detta da Gianni Agnelli <<solo conil C/S si può ottenere certe regole...>>), di questo  paghiamo ancora dazio oggi.
Second punto: cosa ha portato tali accordi, forse un miglioramento economico dei lavoratori , quindi dell'Italia che produce?, No! forse un miglioramento delle delle lobby, delle massonerie? Si!
Quelli accordi hanno portato l'Italia ad un passo dal fallimento, sia per merito del C/S sia del C/D, e questo stà a significare che tali "scellerati contratti", senza averne prima discusso per niente con i lavoratori, sono i responsabili del disastro attuale.
Forse i tre "meritevoli" personaggi( Trenti, Ciampi ed Amato) non si ricordano bene, ma io si: l'accordo fu firmato la sera prima di andare in ferie, il 31 luglio 1992 .........cari Signori, di quello che avete fatto e sopratutto con il metodo usato, non c'è niente da vantarsi!
Saluti da umberto marabese

Di Pietro: il Pd è un pachiderma! Non si vince soltanto con i no.

FABIO MARTINI - ROMA 
La svolta di Tonino: «Dobbiamo ntercettare i voti in uscita da destra»
I fautori della purezza lo hanno crocifisso via web per quella breve chiacchierata intrecciata a Montecitorio col “mostro” Berlusconi, ma Antonio Di Pietro non se la prende, perché la sua vera svolta è un’altra e lui la spiega così: «Con il crollo del Cavaliere c’è tutto un elettorato che va riportato sulla retta via. Ce lo hanno già detto i referendum: sono andati a votare 27 milioni di italiani, molti di più dei 17 che votarono centrosinistra alle Politiche...
 
PS: IL "buon Di Pietro", vistosi ormai avvicinarsi la sua percentuale al prefisso telefonico, fa saltare il banco tentando, in questo modo di arginare il tsunami Grillo-Vendola. Come spera di ottenere questo miracolo? Vendendo l'anima al "diavolo rossonero". Meditate amici del Pd, meditate.....
Saluti da umberto marabese

B. cade? La Casta rischia la pensione. Parola d'ordine: arrivare al 2013.

 Se tra una settimana Francesco Pionati improvvisamente dovesse decidere di far mancare il suo sostegno al governo, molti si chiederebbero perché. Ma la motivazione potrebbe essere ritrovata nella sua anzianità parlamentare: tra esattamente 6 giorni, infatti, matura il diritto alla pensione. E sono 350 i parlamentari che non hanno ancora maturato il diritto al vitalizio. Se la legislatura non arriverà al termine perderanno 2.400 euro al mese, il minimo garantito per avere lavorato 5 anni..... 
continua... http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/23/attaccati-alla-legislatura-
PS: arriva un commento/copio/incollo: <<
non so se e’ stato segnalato prima, ma due giorni fa Enrico Letta stava a 8 e mezzo su la 7 sostenendo che una priorita’ di un nuovo governo dovrebbe essere il taglio dei vitalizi ai politici… lodevole iniziativa e tutto molto bello…senonche’ poi uno si ricorda della puntata di report di fine maggio, e che quindi a settembre 2010 l’IDV aveva presentato una proposta di taglio dei vitalizi, e che solo i 22 dell’IDV avevano votato a favore, mentre tutti gli altri avevano votato contro… e a quel punto ti viene un dubbio…e allora vai a controllare su parlamento.openpolis.it/votazione/index/id/33629/ e toh… Enrico Letta era presente in aula e aveva votato contro… che stesse dormendo mentre il suo dito si opponeva al taglio dei vitalizi?
Un buon giorno da umberto marabese

giovedì 23 giugno 2011

Al gran banchetto fassiniano(partecipate) Sanlorenzo si beve l’acquedotto

Il centrosinistra all’assalto delle partecipate. L’ex segretaria del sindaco alla presidenza della Smat. Bellion verso la guida di Pracatinat, mentre Montagnese dovrebbe strappare un altro mandato alla Sagat. Al Caat semaforo rosso per Cuntrò.

Piero Fassino si prepara alla prima infornata di nomine nelle principali società partecipate del Comune. Avvicendamenti in vista al timone di Smat e Sagat: al vertice dell’ente che gestisce l’acquedotto torinese andrà Silvana Sanlorenzo, figlia dell’ex presidente del Consiglio regionale e parlamentare Pci Dino Sanlorenzo, fedelissima del sindaco di Torino, che ha affiancato sin dalla sua discesa in campo alle primarie. Dovrebbe restare al suo posto ancora per quattro anni, invece, l’attuale amministratore delegato Paolo Romano. Tra i consiglieri del Cda, probabile il siluramento del rifondarolo Renato Patrito, fuori dalla maggioranza e fuori dalla Smat, mentre per Giovanni Pesce e Pietro Tartaglino, entrambi di fresca nomina, dovrebbe esserci una riconferma in vista.
C’è aria stagnante, invece, dalle parti di Caselle...
continua... http://www.lospiffero.com/article.php?id_sezione=4&id=1711

PS:  Perù:<<Avanti, avanti, c'è una poltrona per tutti, anzi....per quasi tutti!
Buona notte da umberto marabese


"Insulta le donne" Bufera sul poster della festa Pd

«Se qualcuno volesse sapere cos’è il sessismo, questo è un esempio. Stesso evento, stesso luogo, stessa data, stesso partito, stessa agenzia pubblicitaria. Ma per l’uomo si mostra un simbolo di lavoro, d’impegno, di serietà: si lascia intuire la sua dignità. Per la donna, si mostrano le cosce, la gonna e le scarpette rosa». E’ il comitato “Se non ora quando” a puntare il dito contro la campagna per il lancio della Festa democratica, l’ex festa dell’Unità organizzata dal Pd a Caracalla. «L’uso strumentale del corpo delle donne è bandito dalla nostra cultura ed azione politica», rilancia in una nota la Conferenza regionale e romana delle donne democratiche, che disapprova il manifesto. Replica il responsabile comunicazione del Pd romano Gianluca Santilli: «È un manifesto concepito per una Festa non per un convegno che so io sullo stupro o la violenza! Per cui un po’ d’ironia non guasta».
PS: Non mi sembra niente di scandaloso.
umberto marabese

Gheddafi in TV: " La battaglia continua".


PS: Non dimentichiamoci "mai" che siamo in guerra anche se non abbiamo avuto il coraggio di dichiararla! Sia chiaro, io sono solo e sempre da una parte: quella della pace!
Un saluto da umberto marabese

Il nuovo Di Pietro adesso piace più a Berlusconi che a Bersani.

di Stefano Folli
Se n'erano accorti quasi tutti: da tempo Antonio Di Pietro aveva corretto e aggiornato la sua linea politica. Del resto l'ex magistrato è piuttosto rapido di riflessi. Ha dimostrato di esserlo anche in questa occasione, quando ha colto i due fenomeni in atto: da un lato il lento, ma inevitabile declino di Berlusconi; dall'altro l'ascesa dei movimenti iper-giustizialisti legati a Beppe Grillo, cui si accompagna la crescita impetuosa della sinistra di Vendola. Di Pietro ha compreso che non ha senso restare immobili in un mondo che cambia. Anche perché l'Italia dei Valori non ha motivo d'essere soddisfatta dei risultati delle amministrative
continua... http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-06-22/
PS: Già e molto difficile capire quello che dice quando parla piano e sillaba le parole, figuriamoci quando parle a quattrocchi e con la mano davanti alla bocca!
Saluti da umberto marabese

"A Raitre c’è una mafia": Parola della Annunziata.


L’ex presidente Rai ed ex direttore del Tg3 attacca la rete: "Ci sono rapporti non chiari e privilegi". Lo sfogo dopo l’esclusione del suo programma "In 1/2 ora" dalla brochure sui palinsesti. Nel mirino ci sono i "pupilli" del gran capo Ruffini: Fazio, Floris e Dandini. Se lo dice Lucia Annunziata... Con il suo pedigree... Già presidente di garanzia della Rai, ex direttore del Tg3, ex firma di punta del Manifesto, poi corrispondente da New York di Repubblica. Intervistata dal Messaggero, è andata giù piatta: «Su Raitre ci sono cose che proprio non vanno. Piccole mafie, rapporti non chiari, privilegi attribuiti non secondo il merito»....
PS: "non parlo, non vedo, non sento".
Saluti da umberto marabese.

Appello per la protezione della Freedom Flotilla

aarrgnLa famiglia di Vittorio Arrigoni, Moni Ovadia, Luigi de Magistris, Padre Alex Zanotelli, Leoluca Orlando, Luisa Morgantini, Vincenzo Vita ed altre personalità lanciano un appello per la protezione della Freedom Flotilla 2.Dal 2006 la popolazione della Striscia di Gaza vive sotto assedio. Questo assedio, illegale secondo il diritto internazionale, è una punizione collettiva di tutta la popolazione, privata dei suoi diritti fondamentali: libertà di movimento, diritto alla salute, diritto all’educazione ed al lavoro. La situazione è stata resa ancora più insostenibile dall’attacco israeliano «Piombo fuso» che, due anni fa, ha fatto di Gaza un grande campo di rovine, con più di 1.400 morti e migliaia di feriti.....
continua... http://www.megachip.info/tematiche/guerra-e-verita/6366-
PS: Io, nonostante che dai miei commenti appaia il contrario, non c'è l'ho con gli Israeliani. Al limiti detesto i dirigenti di tale Stato. Mi chiedo, e da molto tempo, come mai la gente della stella di David, non dicano chiaramente che questo accanimento, molte volte finito tragicamente, non spazzano via queste classe dirigente che si comporta come a volere buttare sulle spalle dei Palestinese tutto quello che a loro hanno fatto i nazisti.
Buon giorno da umberto marabese

mercoledì 22 giugno 2011

In silenzio, ma in Libia piovono bombe!



Le ultime drammatiche notizie provenienti dalla Libia su nuove vittime civili causate dai bombardamenti della NATO, (probabilmente non le uniche, vista l’intensità dei raid aerei dell’Alleanza e le denunce fatte in precedenza da alte personalità religiose locali) riportano all’attenzione della pubblica opinione  la natura stretta dell’operazione militare internazionale ora denominata “Unified Protector” e lanciata a suo tempo  con il supposto obiettivo di proteggere i civili dalla repressione del regime di Gheddafi.....
continua... http://www.sinistraecologialiberta.it/vetrina/in-silenzio-ma-in-libia-piovono-bombe
PS: da un commento, copio/incollo,<<Vorrei fare una semplice domanda ai compagni del gruppo dirigente di SEL. La guerra in Libia -spero che nessuno su questo abbia dubbi- è una guerra neo-colonialista. Il partito che più ha sostenuto questa guerra è il PD, scavalcando a destra il governo di destra. Vogliamo passare dalle belle parole ai fatti?
Siamo capaci di prendere posizione contro il gruppo dirigente del PD, il quale si sta dimostrando il più succube alle direttive dei gruppi economico-militari?
Vogliamo ancora tacere contro le vergognose posizioni di Giorgio Napolitano, che si è messo all’avanguardia delle lobbies guerrafondaie del nostro Paese?
SULLA GUERRA NON SONO POSSIBILI MEDIAZIONI.
Se a sinistra non siamo capaci di prendere posizioni chiare e comprensibili, se le posizioni contro la guerra sono lasciate ai razzisti della Lega, non avremo futuro.

Buona notte da umberto marabese

Di Pietro incontra Berlusconi. Bersani s'infuria: è subito rissa.

Lungo colloquio tra Silvio e Tonino che pone le sue condizioni per dargli una mano. Poi il leader Idv lancia la sfida al Pd: "Basta chiacchiere, ora strategia comune" 
Forte del record ottenuto alla Camera ieri, il premier rilancia l'azione di governo e chiede all'opposizione di fare la sua parte. Poi si intrattiene in un lungo colloquio con Di Pietro che gli lancia la sfida per avere il suo appoggio: nell'agenda economia e giustizia. Poi lancia una stoccata al Pd: "Bisogna cominciare subito a costruire l’alternativa". E dà a Bersani l'ultimatum affinché convochi tutta l'opposizione, ma lui replica: "L'alternativa sta nel Paese". E l'ex pm si spazientisce...
continua... http://www.ilgiornale.it/interni/colloquio_sorpresa_berlusconi_e
PS: Pare che il molisano cominci a ragionare. Che voglia far credere di non essere così fesso come ha dimostrato finora urlando sempre, o, da furbastro qual è, vuol cominciare a sfilare il seggiolino di capo dell'opposizione da sotto al sedere di gargamella?
Un saluto da umberto marabese

L'esplosione del debito pubblico Occidentale (1) per la seconda metà del 2011.

Da non sottovalutare assolutamente! Leggere tutto l'articolo.
 
the_virus_of_crisis 
Ultimo avvertimento prima dello shock dell’Autunno del 2011, quando 15mila miliardi di dollari di attività finanziarie andranno in fumo.
Il 15 Dicembre del 2010, nel GEAB N.50, LEAP/E2020 ha anticipato l'esplosione del debito pubblico Occidentale (1) per la seconda metà del 2011. Abbiamo poi descritto un processo che avrebbe avuto inizio con la crisi europea del debito pubblico, e che avrebbe poi appiccato il fuoco al cuore del sistema finanziario globale, ovvero al debito federale degli Stati Uniti (2). Ed è proprio a questo punto che noi ci troviamo, all'inizio della seconda metà del 2011, con un’economia globale allo sbando più completo (3),...
continua... http://www.megachip.info/tematiche/democrazia-nella-comunicazione/6363-
 
PS: Purtroppo questo articolo, da prendere in assoluta considerazione, dimostra che la "crescita infinita" finisce sempre male: o con una guerra, dovendo poi ricostruire, o con un abbassamento drastico, tragico di risorse economiche. A chi importa? a pochi, ai molti importa le stupidaggini di "Crozza" e il tormentone del bunga-bunga.
Non so quale sarà la peggiore delle soluzioni.
Saluti da umberto marabese

Lega- Pd, prove di inciucio a Palazzo Lascaris.

Mentre il Pdl è nel caos, si consolida l’asse Cota-Fassino e in Consiglio alcuni odg dell’opposizione vengono approvati coi voti del Carroccio. Obliqui avvertimenti o avvisaglie di ribaltone?

Fino a oggi si è trattato di chiacchiere da corridoio, discorsi accennati tra una pausa pranzo e una interruzione del Consiglio Regionale. Di certo, però, qualcuno tra piazza Castello e Palazzo Lascaris sta iniziando a immaginare un percorso alternativo a quello intrapreso. Di cosa stiamo parlando? I dissidi tra Pdl e Lega Nord, a Roma come a Torino, non sono certo una notizia. Il governatore Roberto Cota ha sempre mostrato una palese insofferenza verso i diarchi berlusconiani, Enzo Ghigo e Agostino Ghiglia, e il precipitare dell’alleanza verde-azzurra a Roma potrebbe accelerare la frantumazione della coalizione anche all’ombra della Mole...
continua... http://www.lospiffero.com/article.php?id_sezione=5&id=1701

PS: Ma noi elettori cosa contiamo dopo le elezioni? Niente, il nostro voto è solo un passaggio "democratico" che poi chi vince lo tiene come tesoretto per fare gli affari suoi e dei suoi compari.
Un saluto da umberto marabese

Oltre il confine della terra dei "No Tav".

I varchi sono presidiati 24 su 24 da volontari collegati via radio 
«Martedì la leader di Confindustria Emma Marcegaglia aveva detto che «Le barricate dei No Tav non sono degne di un paese civile». Ieri mattina abbiamo provato a verificare qual è - davvero - la situazione all’interno del compound ribattezzato «Libera Repubblica della Maddalena». Al primo «check point» lungo la strada provinciale (sbarre d’acciaio, cancelli, tronchi d’albero) si ...
continua... http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/408216/

PS: Il dimostrare la propria appartenenza e le proprie idee è un diritto Costituzionale( e ultimamente anche dalla ...NATO, vedi Libia), la violenza è un reato da qualsiasi parte essa arrivi.
Un saluto da umbereto marabese

Libia, proposta di Frattini:"Subito tregua umanitaria".

ROMA - In Libia è necessaria una "sospensione immediata delle ostilità " per consentire la creazione di corridoi umanitari in grado di aiutare la popolazione. Lo ha detto il ministro degli Esteri Franco Frattini nella sua audizione in commissione alla Camera sul Consiglio europeo che si aprirà domani a Bruxelles.
Il responsabile della Farnesina ha parlato poi di una "precisa raccomandazione alla
Nato sulla drammatica vicenda degli errori che colpiscono i civili". "Rispetto all'azione della Nato - ha detto - è opportuno chiedere una sempre più dettagliata informazione su esiti e risultati e ribadire una chiara e precisa raccomandazione sulla drammatica vicenda degli errori che colpiscono i civili, che non è chiaramente la missione della Nato"...
continua... http://www.repubblica.it/esteri/2011/06/22/news/libia_22_giugno-18049471

PS: Non è mai troppo tardi. Ravvedersi va bene purchè lo sia sinceramente.
Buon giorno da umberto marabese

martedì 21 giugno 2011

I beni della Margherita, una questione per pochi.

All'assemblea che doveva decidere dove mettere i soldi dei Dl si presentano in dieci. Rutelli se la prende con i cugini Ds, poi perde l'aplomb: "Ma che cazzate dite?"
All’assemblea federale che doveva decidere che fine far fare a circa 20 milioni di euro di attivo che può vantare il bilancio del partito della Margherita (sovvenzionato fino al 2011 del rimborso elettorale che ancora riceve per aver partecipato alle elezioni politiche del 2006), si sono presentati in pochi. Sui circa 400 eletti dell’assemblea federale, l’organo statutario che la Margherita si dette nell’ultimo congresso per decidere proprio su beni e proprietà del partito che sarebbe poi confluito nel Pd sciogliendosi, alle quattro del pomeriggio se ne contavano quattro. C’era l’ex numero uno Francesco Rutelli, oggi transitato all’Api, il tesoriere Luigi Lusi, senatore democratico come il presidente dell’assemblea Enzo Bianco, anche lui presente......
 
PS: E noi paghiamo, e noi paghiamo, e noi paghiamo......fino a quando possiamo non ribellerci e mandare a casa questa parte d'italia che certamente non ci fa fare bella figura nel mondo?
Come? basta non votarli più!
Saluti da umberto marabese

Napolitano, stop alla Lega. Pdl-Lega: "Decida Consiglio supremo di difesa"


Napolitano, stop alla Lega sulla Libia.
La maggioranza rilancia e raddoppia.

   "Nostro impegno, restare schierati con l'Alleanza". Il capo dello Stato replica indirettamente a Bossi che dal raduno leghista aveva chiesto la fine della partecipazione alle operazioni militari: "L'Italia non poteva rimanere inerte".
   La risposta della maggioranza nel vertice Pdl-Lega: "Sia il Consiglio supremo di difesa a decidere".

PS: Ma non erano noi  che dovevamo salvaguardare con le "bombe intelligenti"gli "idiffesi civili libici"? Forse, in un momento di orgoglio, abbiamo voluto far vedere a Gheffafi che noi, la NATO,  siamo più bravi e veloci a distruggere e"assassinare" gli inermi civili?
E, alla fine, abbiamo vinto noi, siamo più bravi e veloci di te , "caro Gheddafi"!
Saluti da umberto marabese

Torino-Lione, Fiom: "Il movimento No Tav è popolare, democratico e non violento"

Ieri la critiche al sindacato metalmeccanico durante un incontro all'Unione industriale di Torino. Antonio Saitta: "Mi stupisce l'atteggiamento di un sindacato importante e storico come la Fiom.
notav_2All'Unione Industriale di Torino la Fiom è stata accusata di sostenere un movimento "violento" come quello dei No Tav. La Torino-Lione continua a far discutere. Anche il presidente della Provincia Antonio Saitta aveva affermato: "Mi stupisce l'atteggiamento di un sindacato importante e storico come la Fiom che sostiene gli attivisti No Tav nelle loro azioni totalmente illegali"....
continua... http://www.torinotoday.it/cronaca/tav-presidio-chiomonte-

PS: Ai politici "di carriera e a vita", i cittadini servono solo al momento del voto per essere eletti, rieletti. rieletti, rieletti.....dal giorno dopo in poi non glie nè f...a più niente, anzi, come in questo caso, vengono accreditati di atti violenti. Ma la prima colpa di chi è? E' nostra, prima di votare informiamoci chi andiamo ad eleggere, forse queste vili accuse non ci verrebbero più lanciate.
Saluti da umberto marabese