Pagine

lunedì 31 dicembre 2012

Buon 2013 a tutti: "Anche noi siamo stati giovani......!


UN SINCERO "BUONISSIMI ANNI NUOVI" DALLA MIA FAMIGLIA. LA SALUTE, LA PACE , LA COMPRENSIONE VI ACCOMPAGNI NELL'ANCOR LUNGO TEMPO CHE ABBIAMO DINNANZI A NOI.
umberto gilberto marabese da Lendinara e la dolce compagna di una vita saveria costa.



Parlamentarie Pd - SEL : quattro idagati su cinque ce la fanno...!

 Solo un terzo degli elettori, rispetto al primo turno delle primarie di coalizione, si è recato alle urne per le parlamentarie: parliamo del 2.5% del totale aventi diritti al voto in Italia (47 milioni). Quattro indagati su cinque ce la fanno, i big che Renzi voleva rottamare passano in massa, tanto è vero che uno dei pochi “vip” a non farcela è proprio il braccio destro del sindaco di Firenze, Giorgio Gori. Le sorprese? Pochissime! Oltre un milione di persone ha votato sabato e domenica per le elezioni parlamentarie di Pd e Sel. Un terzo di quanti presero parte alle primarie che hanno incoronato Pierluigi Bersani capo della coalizione di centrosinistra. Per i vertici di partito è un buon risultato, considerando che le consultazioni sono state effettuate in pieno clima natalizio. Resta comunque però un dato, la disaffezione crescente verso lo strumento delle primarie a cui soltanto il 2,5% per cento di quelli effettivi (oltre 47 milioni in totale) si sono recati alle urne. Un dato molto lontano da quello dei sondaggi che danno il Pd al 30% degli elettori totali. L’altro 27% dov’era? O in casa a soffrire per le temute tasse del 2013 che lo stesso partito ha votato insieme a Monti o a fare regali per la Befana...continua...
http://www.infiltrato.it/notizie/italia/parlamentarie-pd-sel-vincono-quasi-tutti-gli-indagati-conferme-per-i-
PS: Il buon Trapattoni dice: "non dire gatto(..io vincerò di sicuro...)se non ce lo hai nel sacco(..solo il giorno dopo le elezioni...)!
umberto marabese

Più a destra dell'agenda Monti. Ecco l'intervista che prova che Bersani ci ha venduto alla Germania


pdgda senzasoste.it - con nota di Pino Cabras in coda all'articolo.
La vera campagna elettorale, quella per accreditarsi dove si prendono decisioni, la si fa sul Financial Times. Che ha dedicato molto spazio alle elezioni italiane. Segnaliamo questa intervista del Financial Times a Pierluigi Bersani in versione maresciallo Pètain. Quello dei giorni che precedettero la formazione della repubblica collaborazionista di Vichy.
Cosa dice di grave Bersani? La prima è che è favorevole ad un irrigidimento del fiscal compact, il patto sul bilancio che impegna a tagli di spesa pubblica di decine di miliardi l'anno per un ventennio. La seconda è che impegna l'Italia ad ulteriori politiche di austerità. Fin qui siamo a Monti forse con qualche parola più cruda sull'irrigidimento del fiscal compact. Ma dove Bersani, nel tentativo di accreditarsi in Europa, riesce a superare a destra Mario Monti è sulla questione del commissario unico europeo. Si tratta di una figura, già oggetto di trattativa nei precedenti round europei, che avrebbe potere di veto sulla stesura dei singoli bilanci nazionali. Per cui se un paese decidesse di finanziare scuola, sanità, servizi sociali, in autonomia nazionale, questa figura avrebbe potere di bloccare una decisione sovrana...continua...
http://www.megachip.info/tematiche/democrazia-nella-comunicazione/9554-piu-a-destra-dellagenda-monti-
PS: Ma l'Agenda della sovranità perduta, si chiami Agenda Monti o Agenda Bersani (e anche Agenda Vendola), è una e una sola. E' come se le elezioni fossero truccate. Votate pure alle vostre primarie, tanto nessuno di voi né alcuno dei vostri futuri deputati sa che Bersani, quando speaks english, dice: «I do not want to renegotiate the fiscal compact or any of the agreements reached over the last year». «Io non voglio rinegoziare il patto fiscale o di uno degli accordi raggiunti nel corso dell'ultimo anno».
umberto marabese

Gatto visita tomba del padrone, ogni giorno con un piccolo dono...

Il gatto Toldo Noi "umani!:
   Tre giorni fa. La Cassazione: offendere l'uomo dandogli "dell'animale" è reato...
http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=3&cad=rja&ved=0CEoQFjAC&
---------------------------------
Loro "animali":
  Il gatto Toldo, porta foglie, stecchi e rametti, bicchieri di plastica o fazzoletti di carta: incredibile se non ci fossero così tanti testimoni. MONTAGNANA (Pistoia) — Da quando è morto il suo padrone, poco più di un anno fa, Toldo, gatto bianco e grigio di tre anni, ogni giorno si reca sulla sua tomba. Porta con sé foglie, stecchi e rametti, bicchieri di plastica o fazzoletti di carta e li lascia, come piccoli doni, sulla lapide di Renzo Iozzelli, morto il 22 settembre del 2011, a 71 anni. Renzo era molto legato a Toldo, lo aveva preso in una colonia felina quando aveva tre mesi...continua...
http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/2012/28-dicembre-2012/gatto-visita-tomba-
PS: Cosa dire di questi umani, sono proprio degli animali!
umberto marabese


Monti, primo no al pressing di Bersani: "Posizionarci? Non serve, l'agenda parla chiaro"

Monti, primo no al pressing di Bersani: "Posizionarci? Non serve, l'agenda parla chiaro"

Pd insiste nel chiedere al premier di schierarsi e di non mischiare politica e istituzioni. E Casini attacca il segretario democratico: la tua è doppia morale. È scontro tra Bersani e il centro montiano. Il segretario del Pd al premier che ha scelto di "salire in politica" pone una serie di domande e obiezioni. Con diverse stilettate. Prima in un colloquio con Repubblica. Poi da Piacenza, dal seggio delle primarie per la scelta dei candidati democratici...continua..

http://www.repubblica.it/politica/2012/12/31/news/monti_no_a_bersani-49712956/ 

PS:<<Monti, alla richiesta di Bersani di posizionarsi, di scegliere tra destra e sinistra risponde: "Noi abbiamo una nostra agenda e non abbiamo l'esigenza di posizionarci rispetto al Pd. Il nostro programma è chiaro e conta solo quello". Cornuto e mazziato!...chi dei due? non rispondo! 

umberto marabese 

domenica 30 dicembre 2012

Ha copiato persino lo "slogan": "bocciato",ripresentati nel 2018!


PS: Mi spiace......!
umberto marabese

Bersani "copia" lo slogan elettorale. Emilio Fede: Che figura di m...a!)

Movimento a Bersani,giu'mani nostro nome

'Ci chiamiamo cosi' da decenni, difendiamo la Costituzione'
Movimento a Bersani,giu'mani nostro nome 
(ANSA) - BARI, 30 DIC - "Giù le mani dal nostro nome": lo chiede a Bersani che ha lanciato lo slogan elettorale L'Italia Giusta, il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione, ''nome - e' detto in una nota - codificato nella Rete in migliaia di comunicati e iniziative, ripreso da agenzie di stampa, quotidiani e settimanali, presentato in sessioni elettorali, costituito dinanzi a un notaio". L'invito al Pd e a Bersani di Italia Giusta secondo la Costituzione - costituita in Puglia - e' a modificare il loro slogan.
---
PS: Povero Bersani-Pd, dopo il tradimento subito con il "matrimonio" (con benedizione Papale) tra Monti e Casini........ha combinato un bel "Casino)....! Sopravviverà a tale delusione ? Mi auguro di si!
umberto marabese

IL PD DALLA PARTE DEL POTERE

IL PD DALLA PARTE DEL POTERE

L’amministratore delegato delle Ferrovie di Stato, Mauro Moretti, è stato rinviato a giudizio per la strage di Viareggio. Come si può salvare il signor Moretti? Con l’aiuto del Pd che lo vorrebbe fra i candidati. Voglio riportare la lettera di Daniela Rombi (la madre di Manuela morta durante l'esplosione del 29 giugno 2009 a Viareggio,) presidente dell'associazione "Il mondo che vorrei"...continua...

http://www.cadoinpiedi.it/2012/12/30/il_pd_dalla_parte_del_potere.html#anchor 

PS: << Ho ancora impresso il ricordo di quando, l'8 settembre 2011, venne a Viareggio il dott. Matteo Mauri, per convincerci a non essere presenti alla festa del Pd a Genova dove, il giorno successivo, era stato invitato il dottor Moretti a parlare di trasporti ... Oppure, quando il Mauri è venuto a Viareggio la primavera scorsa per proporci (come contentino?) un Convegno sulla "sicurezza in ferrovia" che per la presenza stessa del sig. Moretti non avremmo potuto accettare perché noi familiari non siederemo a fianco di chi riteniamo responsabile della morte dei nostri cari. Oppure, quando avete organizzato il dibattito "Sistema dei trasporti e sviluppo sostenibile" il 21 settembre scorso alla Festa nazionale del Turismo a Milano Marittima con l'intervento dell'Ad delle Fs Moretti.>>

umberto marabese

 



Ingroia fonda il quarto polo. È il momento dei “vedremo”

ingroia-pellizza di Giulietto Chiesa - Megachip.
Questa è una cronaca che vuole fornire non giudizi ma elementi di valutazione oggettivi , si spera, utili perché ciascuno possa farsi un’idea chiara di questo punto di partenza. Perché quello di oggi è un punto di arrivo (di un processo travagliato) ma anche, indubbiamente, un punto di partenza. Antonio Ingroia non si propone come “un salvatore della patria”, ma si “mette in gioco” perché “la strada per la verità è stata sbarrata in sedi politiche” e, dunque, intende riprenderla da dove è stata interrotta, cioè dalle sedi politiche.  Afferma, Ingroia, che “la buona politica” ha fatto “un passo incontro” ai suoi intendimenti e che altrettanto ha fatto la “società civile”. Ne esce una “lista civica” i cui nomi (alcuni) emergono subito fin dalle prime battute. C’è il sostegno di Salvatore Borsellino, con il suo movimento delle Agende Rosse, c’è quello della Tavola della Pace, con Flavio Lotti (che sarà tra i candidati), c’è quello di Franco La Torre (candidato), c’è quello di Caterina Stramaccione (Libera), anche lei candidata...continua..
http://www.megachip.info/tematiche/democrazia-nella-comunicazione/9544-ingroia-fonda-il-quarto-polo-e-
PS: La speranza è"l'ultima a morire", ma è molto"difficile farla nascere".
umberto marabese

Bersani sfida Monti: 'Ora tocca a noi indicare la strada'



Bersani va a votare con la figlia a Piacenza

Segretario Pd: 'Bondi non può fare due mestieri' Casini replica: 'Tua doppia morale non convince'. Pier Luigi Bersani lancia la sua sfida a Mario Monti. "Io non faccio polemica, sono molto rispettoso, ho rapporti ottimi con Monti. Adesso ha scelto di essere una parte politica e quindi io pongo delle domande politiche: perché quando si va davanti agli elettori ci vuole chiarezza". E' il messaggio lanciato in mattinata al premier dal leader del centrosinistra, che ha così risposto ad una domanda dei giornalisti, al seggio delle primarie per la scelta dei parlamentari a Piacenza. In merito all'impegno politico di Mario Monti "ho obiettato anche attorno all'esigenza di essere molto rigorosi nella distinzione tra politica ed istituzioni. Poi arriveremo al merito, per sapere cosa pensa dei diritti civili, cosa pensa degli esodati"...continua...

http://ansa.it/web/notizie/rubriche/politica/2012/12/30/Bersani-Monti-sbaglia-sfido-_8010341.html
PS: Vedi caso, ora che sente il "fiato" sul collo di Monti-Vaticano, il Bersani Pd-Napolitano si ricorda delle efferandezze che ha, prima votato e poi difeso fino a un momento prima...diritti dei lavoratori, esodati......e no, caro Pd Bersani-Napolitano, il tempo è scaduto....!
umberto marabese



FATE GIRARE NE VA DELLA NS SALUTE

Ricevo/copio/incollo/non commento.
umberto marabese

 BARILLA NON è PIù ITALIANA MA AMERICANA E USA GRANO CON TASSI DI MICOTOSSINE ALTISSIMO (AMMUFFITO), DERIVANTE DA LUNGHI STOCCAGGI AL PREZZO PIù BASSO POSSIBILE. L'UE nel 2006 ha alzato con un colpo di mano i livelli accettati di micotossine presenti nel grano duro, di modo che tanti paesi potranno produrre grano duro in climi non adatti badando solo alla quantità, distruggendo i contadini del sud Italia il cui grano non contiene micotossine e portando al fallimento le industrie sementiere mediterranee. Per esportare pasta in USA (Canada) il grano deve avere un tasso di micotossine di circa la metà di quello che la UE accetta per le importazioni di grano duro dagli stessi paesi, così succede che i prezzi internazionali del grano duro crollano. I commercianti italiani e i monopolisti internazionali acquistano al prezzo più basso possibile da contadini che hanno bisogno di soldi perpagare i debiti, per poi speculare quando tutto il grano è nei loro magazzini (ammuffito)- gli stessi commercianti esportano il grano migliore italiano all'estero lucrandoci sul prezzo e importano grano ammuffito e radioattivo dall'estero per avvelenare il pane e la pasta venduti in Italia.
> Boicottare la Barilla è cosa saggia perchè dobbiamo comprare solo pasta da grano duro coltivato in Italia e Biologico, senza micotossine, né pesticidi né OGM.

 *Barilla è presente anche con i seguenti marchi: Motta, Essere, Gran Pavesi, le Tre Marie, le Spighe, Mulino Bianco, Pavesini, Voiello, Panem.
 

Meglio essere informati e fare scelte consapevoli. Fate girare!  grazie.
  Dott.ssa Giuliana Icardi
 Universita' del Piemonte Orientale - Biblioteca DiGSPES "N. Bobbio"
 Via Cavour, 84 15121 Alessandria Italia Tel. 0131/283906 Fax 0131/28393

sabato 29 dicembre 2012

Casini a Monti: "I candidati Udc ce li scegliamo noi

 
 "I candidati dell’Udc li sceglierà l’Udc, così come Italia Futura e Fli sceglieranno i propri". A chiarirlo è stato Pier Ferdinando Casini nel corso di una conferenza stampa a Roma. Dunque, ha precisato, a Enrico Bondi spetterà solo il vaglio delle scelte che faranno i partiti. "Noi ci sottoporremo al vaglio di Bondi sulla base dei criteri che saranno stabiliti dal presidente del Consiglio e saremo lieti di farlo", ha assicurato il leader Udc. "Sono contento che si sia realizzata questa iniziativa e che si stabiliscano dei criteri non solo di carattere giuridico e giudiziario, ma che si ponga anche il tema del rinnovamento, della selezione e del ricambio della classe dirigente", ha insistito. Quanto alle voci di una mancata ricandidatura di Lorenzo Cesa e Rocco Buttiglione, Casini ha chiarito: "Cesa e Buttiglione sono segretario e presidente del mio partito, bisognerà chiedere a loro se candidano me".
http://www.ilgiornale.it/news/interni/casini-i-candidati-udc-ce-li-scegliamo-noi-869554.html
PS: Il pensiero di Casini non lo condivido al 101%.....ma bisogna ammetterlo che, al contrario di altri leader, non glela manda a dure a nessuno...Monti compreso!
umberto marabese

Un anno di governo Monti e Pd-Bersani: 600mila disoccupati in più.


Cresce il numero dei senza lavoro presenti in Italia. Secondo le stime della Cgia il numero medio dei disoccupati è aumentato di 609.500 unità. Nel 2013 andrà peggio: l'esercito di coloro che sono alla ricerca di una occupazione è destinato a salire ulteriormente di altre 246.600 unità. I senza lavoro sfioreranno quota 3 milioni con un tasso dell'11,5...continua...
http://www.ilgiornale.it/news/economia/cgia-anno-numero-dei-disoccupati-aumentato-609mila-
PS: Bersani-Pd ha detto mille volte che l'Agenda Monti...NON SI TOCCA...quindio aspettiamoci più tasse, più disoccupati, più esodati e meno pensioni. Ci ribelliamo , o no?
umberto marabese

Antonio Ingroia:"Emergenza democratica. Non siamo in un Paese normale".

Antonio Ingroia scioglie la riserva e scende in campo come candidato premier della lista Rivoluzione civile. "Emergenza democratica. Non siamo in un Paese normale". Sarà in lizza come candidato premier, a capo della lista Rivoluzione civile. La scelta del magistrato è stata dettata da una considerazione: "Non siamo in un Paese normale, non siamo in una situazione normale".
"Siamo in un'emergenza democratica - dice - dovuta allo strapotere dei sistemi criminali, dovuta alle insufficienze e alle inadeguatezza della politica". Ecco perché "è venuto il momento della responsabilità". Il togato parla di una rivoluzione in atto. "Antonio Ingroia non si propone come salvatore della patria, ma di essere solo un esempio", spiega...continua...
http://www.ilgiornale.it/news/interni/ingroia-non-sono-salvatore-patria-869535.html
PS:  Stiamo, forse, uscendo da una "dittatura semi-democratica" e rischiamo, se non si cambia, di entrare in una "dittatura semi-vaticana".
umberto marabese

 

Agenda Monti:"«Dovete cambiare mentalità, cambiare comportamenti»


agenda monti 20121228
di Augusto Illuminati - Alfabeta2
«Cambiare mentalità, cambiare comportamenti». Confesso di aver provato un brivido di inquietudine leggendo siffatto titolo di paragrafo nell’agenda Monti (su traccia Ichino) testé divulgata, pochi giorni dopo la mancata fine maya del mondo e nel bel mezzo del sopore natalizio. Sarà che non mi piace che qualcuno voglia cambiare la mia mente, tanto meno i miei comportamenti. Ma chi cazzo siete per darmi questo suggerimento o peggio quest’ordine? Ma cambia tu modo di ragionare, visti i disastri che hai combinato.
E per dirla tutta: non mi piace neppure la leggerezza con cui sentenzi ignorando ansie e sofferenze quotidiane della grande maggioranza e pretendendo una cambiale in bianco per governare ancora, dopo essere stato paracadutato senatore a vita e premier. Opinioni mie, d’accordo...continua..
http://www.megachip.info/tematiche/democrazia-nella-comunicazione/9542-agenda-monti.html
PS: . A leggere che si vogliono «ridurre le differenze fra lavoratori protetti e non», torna in mente la vecchia barzelletta sul devoto pellegrino che si reca a Lourdes con una mano paralizzata e invoca: Madonnina, fammele eguali, con il risultato che gli si paralizza l’altra…
umberto marabese

La Finocchiaro:" Bindi a Reggio calabria? io allora vado a Taranto!


 Le due "vecchie volpi", che il Pd non vuole pensionare, in corsa alle primarie Anna a Taranto e Rosy a Reggio Calabria, feudi quasi blindati di Bersani.
Le nobildonne del Pd ricominciano da capo. La Finocchiaro e la Bindi tornano a sporcarsi le mani, si rimettono in gioco come tremebonde apprendiste della politica.
Loro, che fanno politica a tempo pieno dal Paleozoico della Repubblica, che ne hanno viste e ne hanno fatte di ogni, in senso buono, senza offesa. E chissà se è solo un caso che proprio il Paleozoico, nel frasario geologico, rappresenti l'Era Primaria. Caso o non caso, proprio da lì ripartono, dalle Primarie del Pd, sperando di non sparire una volta per tutte sotto i colpi di una nuova era...continua...
http://www.ilgiornale.it/news/interni/cariatidi-finocchiaro-e-bindi-cercano-restauro-sud-869423.html
PS: La signora Finocchiaro, la volta scorsa, dopo aver perso le elezioni come Presidente della Sicilia per il Pd, si candidò al senato a ....Firenze (..enorme rischio....). Ora , per non essere di meno della signora Bindi, Taranto. Complimenti, Voi si che non temete di perdere.....!
umberto marabese


venerdì 28 dicembre 2012

"Buffonarie":"a Rosy Bindi una candidatura "blindata"",

Buffonarie: Rosy Bindi, la calabrese


rosy_bindi_calabrese.jpg
Il regolamento delle Buffonarie del pdmenoelle al punto 4.3 recita: "Le rose [di candidature alle primarie] devono [...] rispondere a criteri di radicamento territoriale". Rosy Bindi derogata, candidata a Reggio Calabria, nata 61 anni fa a Sinalunga in Toscana, deve quindi avere lontani parenti calabresi. Anche a pensarci non viene proprio in mente nessun altro motivo plausibile che spieghi questa scelta. Non certo perchè "a Rosy Bindi serviva una candidatura "blindata"", i motivi sono altri. Nobili. La derogata spiega infatti sul suo blog (!) che si tratta di uno slancio di generosità: "Siamo gli unici a metterci in gioco per un vero cambiamento, a proporre forme inedite di coinvolgimento dei cittadini [...] La mia candidatura a Reggio Calabria è la prova che tutto il gruppo dirigente del Pd è impegnato a restituire dignità alla politica e a ricucire lo strappo tra cittadini e istituzioni superando così sfiducia, disaffezione e rabbia [...] Per me è un'occasione importante. Mi metto al servizio di un grande progetto di riscatto del Sud d'Italia". Mancu li cani!
Postato il 28 Dicembre 2012 alle 18:03
---------------------------------
PS: Vergogna Pd! 
umberto marabese 

Il Vaticano e l'uomo della Provvidenza.

montipapa.jpg
Quando il cavalier Benito Mussolini firmò i Patti Lateranensi con il Vaticano nel 1929, papa Pio XI lo ribattezzò in un discorso pubblico "Uomo della Provvidenza": "E forse ci voleva anche un uomo come quello che la Provvidenza Ci ha fatto incontrare; un uomo che non avesse le preoccupazioni della scuola liberale, per gli uomini della quale tutte quelle leggi, tutti quegli ordinamenti, o piuttosto disordinamenti, tutte quelle leggi, diciamo, e tutti quei regolamenti erano altrettanti feticci e, proprio come i feticci, tanto più intangibili e venerandi quanto più brutti e deformi". Sono passati 83 anni e Rigor Montis, un altro uomo della Provvidenza, gesuita di educazione, cattolico praticante, che ha seguito durante il suo governo la massima di togliere ai poveri per dare ai ricchi, si è manifestato. E' salito tra noi. Porta in dono l'IMU e le scuole private al Vaticano al posto di oro, mirra e argento. L'Osservatore Romano ha così spiegato l'entusiasmo del Vaticano "Salire in politica è in sintesi l'espressione di un appello a recuperare il senso più alto e nobile della politica che è pur sempre, anche etimologicamente, cura del bene comune"..continua...
http://www.beppegrillo.it/2012/12/il_vaticano_e_luomo_della_provvidenza.html#commenti
PS: Grillo non può esagerare dove e con chi vuole lui. Il Papa attuale e Monti non si possono nemmeno avvicinare a Benito e PioXI: questi ultimi citati sono stati grande Papa e grande dittatore( nel male, s'intende)......!
umberto marabese

Torino: garante alle primarie Pd, condannata per firme irregolari

 Caterina Romeo, consigliera provinciale e responsabile dell'organizzazione è stata giudicata colpevole in primo grado per l'autenticazione irregolare di sottoscrizioni a favore della lista Consumatori per Fassino nel 2011. Con lei nella commissione dei garanti anche un condannato in via definitiva per tangenti.
Da garante ha controllato le firme raccolte da chi si voleva candidare alle primarie del Pd a Torino, stabilendo chi può partecipare e chi no. Ma solo pochi giorni Caterina Romeo è stata condannata a un anno e quattro mesi perché non ha convalidato in maniera regolare le sottoscrizioni a sostegno della lista elettorale “Consumatori per Fassino” nel 2011. Un bel pasticcio per i democratici torinesi ...continua...
http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/12/28/torino-garante-delle-primarie-pd-ma-condannata-per-convalide-
PS: Non essendo della Lega, o dell'IDV o peggio del Pdl.....per loro, Pd, tutto e lecito. Mi piacerebbe leggere una risposta di Grasso su questo fatto.
umberto marabese

Crema, il Comune paga il Pd: rimborsi per Matteo Piloni dipendente e Consigliere del Pd-Crema!

Soldi al partito come rimborso per Matteo Piloni, presidente del consiglio comunale e dipendente del Pd. Ecco il documento

Il Comune di Crema versa - sotto forma di rimborso - soldi al Partito Democratico (leggi il documento).  Nulla di illegale. Nulla di contrario alle norme vigente. Ma una vicenda che se non altro dà da pensare.
Negli ultimi due trimestri di quest'anno il comune ha versato al Pd 3.527 euro, giustificandoli come rimborsi per le assenze dal lavoro di Matteo Piloni. Chi è costui? Il presidente del consiglio comunale, nonché un dipendente del Pd. Per motivi istituzionali Piloni perde ore di lavoro. In questi casi la legge prevede un rimborso.
Ed è qui che, se non c'è nulla di illecito, si cela però una vicenda che fa riflettere. Piloni è dipendente dei Democratici. Di lavoro è coordinatore per il cremasco. E i soldi dei rimborsi per le sue ore di assenza dal posto di lavoro vanno dunque al partito...continua...
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/crema-comune-paga-pd-rimborsi-matteo-piloni-869183.html
PS: Dopo Fiorito (Pdl), ecco Matteo Piloni Pd): ma almeno il primo è in galera!
umberto marabese

 

Soldi, Imu e affari: il Vaticano ha lo sponsor, Mario Monti

Soldi, Imu e affari: ecco perché 
il Vaticano ha bisogno di MontiLa benedizione del Vaticano a Monti arriva proprio nei giorni in cui i principali quotidiani italiani, dal Corriere della Sera al Sole 24 Ore (di certo non anti-professore), muovono accuse dure all'agenda dell'attuale premier e candidato tale per il 2013. "Troppo stato", attaccano gli influenti economisti Alesina e Giavazzi, aria fritta secondo Zingales che non vede segnali veri di un piano per la crescita. Epperò, l'Osservatore romano è "salito in campo" a fianco di Monti, il cui "impegno è nobile" perché "recupera il senso più alto della politica, che è pur sempre, anche etimologicamente, cura del bene comune"...continua...
http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/1151393/Soldi--Imu-e-affari--ecco-perche-il-Vaticano-
Leggi anche:
http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/1147450/Imu--l-Europa-da-l-esenzione-
http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/1151127/Monti-incassa-anche-l-ok-del-Vaticano--Endorsement-
PS: Ben vi stà a voi due creduloni, Bersani-Pd e Alfano Pdl: vi siete allevati la serpi e adesso ve la trovate nei pantaloni: attenti alle palle! D'altronde, il lavoro lo ha iniziato la Merkel facendo dimettere Berlusconi; adesso entra a gamba tesa  Joseph Aloisius Ratzinge: due "teteski" doc che, alla faccia di Adolf Hitler, senza sparare un sol colpo di fucile, si sono annessi l'Italia e usare i risparmi di una vita degli italiani per far finalmente "...la grande Germania...".Complimenti!
umberto marabese

Nel 2013 niente adeguamenti a 6 milioni di pensioni: ‘Colpa della riforma Fornero’

Nel 2013 niente adeguamenti a 6 milioni di pensioni: ‘Colpa della riforma Fornero’ 

Lo Spi-Cgil diffonde i dati sugli incrementi previsti nel 2013. Dal primo gennaio un pensionato che attualmente guadagna 1000 euro, ne percepirà 1025. Ma questo non vale per tutti. Con il provvedimento entrato in vigore lo scorso anno diversi milioni di italiani resteranno tagliati fuori. Il segretario generale Carla Cantone: "E' un accanimento senza precedenti. L'Agenda Monti non è la ricetta giusta per il Paese".
Nel 2013 le pensioni aumenteranno del 3% per essere adeguate al costo della vita. Secondo una stima della Spi-Cgil una pensione minima passerà da 481 euro a 495,43, mentre una da 1000 euro arriverà a 1025 euro. Gli aumenti, però, non riguarderanno tutti i pensionati: l’anno prossimo sarà infatti ancora in vigore il blocco della rivalutazione annuale introdotto con la riforma Fornero e valido per le pensioni sopra tre volte la soglia minima. Sei milioni di pensionati, dunque, vedranno invariato il valore della propria pensione per il secondo anno consecutivo e dallo studio della Spi-Cgil emerge che nel biennio 2012-2013 questi sei milioni di persone hanno perso complessivamente 1135 euro....continua...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/12/28/nel-2013-nessun-adeguamento-su-6-milioni-di-pensioni-

PS: Mi sembra giusto, il Re Giorgio si vedrà aumentare dal 1 gennaio, il suo stipendio di 8.900(più che meno) e noi diminuire la pensione(tenendo conto dell'inflazione). Cosa fare? Non votare"mai piu" quei ladri del Parlamento che hanno votato le leggi dei Monti. Brsani-Pd : .... non modificheremo nemmeno di una virgola l'Agenda Monti"......Grazie , c'è lo ricorderemo a febbraio, statene certo.

umberto marabese

giovedì 27 dicembre 2012

Gravi irregolarità, bufera su Bragantini Segrt. Pd Provinciale.

La segretaria provinciale, aspirante parlamentare, avrebbe violato il regolamento. Ha tappezzato Torino di manifesti e si è avvalsa della propaganda telefonica. E nella Circoscrizione di cui è presidente c’è un numero sproporzionato di seggi. Non si placano le polemiche su Paola Bragantini, segretaria del Pd di Torino e candidata alle “parlamentarie”. A rilanciare le accuse di “gravi irregolarità” commesse dalla numero uno del partito subalpino è Davide Fazzone, consigliere provinciale e sostenitore di Matteo Renzi, che in una lettera indirizzata ai vertici provinciali (e inoltrata alla Commissione nazionale) elenca le numerose violazioni del regolamento, a suo dire, compiute in questi giorni. Quattro sono i fatti contestati: l’accesso privilegiato all’Anagrafe degli iscritti e dei votanti alle ultime primarie, l’affissione di manifesti, il ricorso alla propaganda telefonica e il numero esagerato di seggi allestiti nella Circoscrizione di cui la Bragantini è presidente   ....continua..

http://www.lospiffero.com/buco-della-serratura/gravi-irregolarita-bufera-su-bragantini-8111.html 

PS: L'esempio e la moralità sempre al primo posto.......! 

umberto marabese


Il "Corrire della Sera" boccia Monti: "E' troppo di sinistra"

Il "Corsera" scarica Monti: "L'agenda 
è di sinistra"  

Alesina e Giavazzi sul Corriere: "Il suo programma è eccessivamente statalista". E Zingales sul quotidiano di Confindustria: "Vuole difendere gli interessi di pochi".
Il professor Monti? Troppo di sinistra. E per la crescita la sua agenda non propone nulla di concreto. Parole di un fiero oppositore come Silvio Berlusconi? Nemmeno per idea. L'atto d'accusa è stampato sulle prime pagine dei due quotidiani che più di tutti gli altri hanno sostenuto ed osannato il Professore, rispettivamente il Corriere della Sera (che lo accusa di eccessivo statalimo) e il Sole 24 Ore (dove viene tacciato di immobilismo)...continua...

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/1150891/Il-Corsera-boccia-Monti---E--troppo-

...continua con....

http://www.liberoquotidiano.it/news/Politica/1032884/Corsera-e-Financial-Times-a-Monti----Il-tecnico-

PS: Si, i due giornalisti lo dicono, anzi, lo scrivono....era ora un  po' di verità! 

umberto marabese

 

 

Il procuratore Grasso si candida con il Pd

 
Il procuratore nazionale Antimafia Piero Grasso (Imagoeconomica)Il procuratore nazionale Antimafia Piero Grasso (Imagoeconomica)
Pietro Grasso si candida con il Partito Democratico. La decisione del procuratore nazionale antimafia sarà formalizzata nel corso di una conferenza stampa alla quale interverrà anche Pierluigi Bersani alle 11.30 a Roma nella sede del partito. LA RICHIESTA DI ASPETTATIVA - In precedenza, si era saputo che Grasso aveva fatto richiesta al Csm di un'aspettativa per motivi elettorali. La richiesta sarà esaminata dalla quarta commissione dell'organo di autogoverno della magistratura a partire dal 7 gennaio. Poi ci sarà la trasmissione al plenum, forse già per mercoledì 9 gennaio, per la ratifica. Il via libera a Grasso è scontato trattandosi solo di una formalizzazione dell'accoglimento della domanda.
http://www.corriere.it/politica/12_dicembre_27/grasso-procuratore-nazionale-antimafia_47f3dcbc-
PS: Persona per bene; attento e acuto osservatore; prestigioso incarico Costituzionale......e adesso si abbassa a Candidarsi in una aula piena di gente che "Lui" ha indagato per lunghi anni e niente meno chiede una un'aspettativa, ossia, se vince va bene e magari torna tra ....anni, se perde il posto è sempre sicuro, li, lo stà aspettando....a tempo indeterminato!!!!!!.Che delusione Signor Piro Grasso!
umberto marabese

Giallo in Curia: smentite le dimissioni del prete del volantino contro le donne


Don Corsi non fa mea culpa:
“Tutti hanno il diritto di manifestare proprie
 opinioni”. 
Poi nega di voler abbandonare l’abito talare. 
La Curia: “Nessuna novità, rimane sacerdote
genova
Si dimette dal sacerdozio. Anzi, no: «Smentisco di voler lasciare l’abito talare e di aver inviato alcuna lettera alle agenzie di stampa nella quale comunicavo questa decisione». Diventa un giallo la vicenda di don Piero Corsi, il parroco finito nell’occhio del ciclone per un volantino affisso sulla chiesa di Lerici (La Spezia) in cui dava la colpa del femminicidio alle donne...continua...
http://www.lastampa.it/2012/12/27/italia/cronache/don-corsi-si-pente-e-lascia-il-sacerdozio-
PS: Non basta la divulgata abitudine alla pedofilia mai"combattuta"abbastanza, ora anche vingorita la secolare colpevolezza alle donne: tutti siamo nati da una donna, volere o non volere.....! Secondo me la colpa è di chi ancora, e sono moltissimi, credono in voi credendovi "successori" morali e materiali di quel signore di nome gesù Cristo!
umberto marabese

umberto marabese

Monti è più pericoloso di Berlusconi, di G. Cremaschi


Mario-Monti-dangerdi Giorgio Cremaschi - MicroMega.
Mario Monti ha iniziato alla Fiat di Melfi la sua campagna elettorale. Lo ha fatto assieme ad una pletora di suoi ministri per ricevere il pubblico sostegno di Marchionne.  Mentre la FIOM gli ricorda che la Fiat non rispetta la sentenza della magistratura che impone il reintegro di tre lavoratori licenziati per rappresaglia e mentre i lavoratori subiscono angherie e cassa integrazione continue, il presidente del Consiglio benedice il padrone più bugiardo d’Italia.  La cosa ha una sua logica, Monti ha fatto al paese quello che Marchionne ha fatto alla Fiat. Entrambi hanno avuto a cuore solo gli interessi e gli utili degli azionisti di riferimento, in parte gli stessi, promettendo un radioso futuro e intanto realizzando disoccupazione e super sfruttamento. Ora entrambi spiegano e spiegheranno che la causa di questi danni collaterali è il mancato completamento delle riforme. Si dice che il presidente del Consiglio abbia paragonato la sua azione a quella di una trivella che abbia scavato per trenta metri, mentre si dovrà arrivare a trecento. Ci vorrà l’intervento di Greenpeace!
http://www.megachip.info/tematiche/fondata-sul-lavoro/9534-monti-e-piu-pericoloso-di-berlusconi.html
PS: << Incontrando i capi della destra europea Bersani li ha rassicurati sul fatto che un suo governo manterrà tutti gli impegni, cioè fiscal compact, tagli e austerità. Il barone Junker, capo dell’eurozona, alla fine ha sorriso al candidato del centrosinistra, affermando: tra lui e Monti ci sono solo sfumature. Siamo d’accordo.>>
 umberto marabese


MONTI E IL PAPA CINGUETTANO SU TWITTER: PARLAR CHIARO E' IMPOSSIBILE?

di Oliviero Beha - 27 Dicembre 2012

Davvero ci basta un Monti twittatore se ci guardiamo intorno e vediamo il baratro nelle fasce più disagiate del Paese? Davvero Monti deve "salire in politica" perché non c'è altro sulla piazza? E se fosse così, dove sono finiti gli italiani?

MONTI E IL PAPA CINGUETTANO SU TWITTER: PARLAR CHIARO E' IMPOSSIBILE?


Oliviero Beha Dopo il primo "cinguettio" decembrino del Papa, adesso cinguetta per Natale anche il Presidente del Consiglio uscito, Mario Monti. Ed è diventata notizia non quello che dicono ma il fatto che "twittino" più o meno allegramente sul web. Intendiamoci, la tecnologia è o potrebbe o dovrebbe essere una gran bella cosa, che la usi un bambino o il Pontefice in relativo account o il Presidente del Consiglio di un Paese sfasciato in via di elezioni. Ma se il mezzo oscura il messaggio sostituendolo, che cosa otteniamo se non oscurità travestita da attualità post-moderna? Lasciamo stare il Papa, l'omelia di Natale, l'invito a desistere dalle guerre (forse non finanziare le spese militari e l'industria delle armi, da noi come altrove, avrebbe qualcosa a che vedere con il suo discorso dalla cattedra di San Pietro, ma magari mi sbaglio...) ecc., e concentriamoci su Monti ossia il nostro recentissimo passato e il nostro probabile futuro, elettorale e politico...continua...
http://www.tzetze.it/2012/12/monti-e-il-papa-cinguettano-su-twitter-parlar-chiaro-e-impossibile.html
PS: Buon giorno a tutti. Garibaldi mise fine(...tanto per dire...)al potere temporaneo del Papato limitato ad alcune Regioni italiane; Monti mette fine(.. l'accordo  con il Cardinale Bertone) allo Stato Italiano vendendo l'Italia, di fatto, allo Stato del vaticano. Di tutto questo ringraziamo il Presidente Napolitano per la grande intuizione dell'anno scorso, quando impose, senza alcun voto popolare, il Priof. Monti agli Italiani.
umberto marabese

martedì 25 dicembre 2012

Benedizioni e maledizioni (vedi Matteo 5,1- 6)

Beati voi che ora avete fame, perché sarete saziati.
Guai a voi che ora siete sazi, perché avrete fame.
(Dal Vangelo secondo Luca) -Odio-
Dal Vangelo secondo   Matteo (5,1-6)
 "Beati voi che ora avete fame, perchè sarete saziati; guai a voi che ora siete saziati perchè avrete fame".
-------------------------------------
PS: Non è che per caso Gesù Cristo intendesse avvisare quei signori con il cappellino viola nella fotografia sopra esposta?
Buona notte, umberto marabese

Dove nasce Gesù bambino. Dove vive il suo successore.

Il presepe di San Pietro (Ansa/Peri)Qui dove è nato Gesù bambino!
 (Reuters/Rossi)Qui dove vive il suo "presunto"successore!
PS: Però! Deve avere un lavoro ben retribuito...!
umberto marabese

Gariglio:Monti, evidenzia temi sollevati da Matteo Renzi nelle primarie.

La sirena del Professore inizia a sedurre molti esponenti di entrambi gli schieramenti. Nel centrosinistra fa da apripista il renzian-popolare Gariglio: "Temi ineludibili, sconfortante il silenzio del Pd". E a destra Leo sposa la linea di Mauro

L’Agenda Monti agita il Natale della politica, anche quella piemontese. A poche ore dalla “anomala” discesa in campo del Professore più di una faglia sembra aprirsi in entrambi gli schieramenti. Nel centrosinistra a dar voce alle inquietudini dell’area popolare e renziana è Davide Gariglio che in un post su Facebook evidenzia il filo che lega l’epifania montiana alla sfida per il rinnovamento interpretata dal sindaco di Firenze. «La conferenza stampa di Monti – scrive il consigliere regionale - evidenzia molti dei temi sollevati da Matteo Renzi nelle primarie. Chi pensava che la sconfitta di Renzi avesse tolto di mezzo tali questioni, sarà ora di nuovo costretto a confrontarsi su questi temi...continua...
http://www.lospiffero.com/buco-della-serratura/renziani-e-cl-natale-sui-monti-8101.html
PS: Qualcuno dirà...perchè anche oggi parlare di politica?...sono proprio queste giornate di "festa" che purtroppo segnano un invalicabile burrone tra chi puo sorridere e chi invece, e sono sempre più un immenso gruppo di persone, non possono nemmeno più piangere. E quel signore in foto, dice....bisogna fare più figli....si, così poi lui li può tassare!
Buon natale, umberto marabese


lunedì 24 dicembre 2012

"non sarò secondo o alleato di nessuno, perché o qui comando io o comando io"


putschzeitdi Claudio Conti - Contropiano.
L'uomo di Goldman Sachs si dimette per tornare subito, scompaginando il "bipolarismo obbligato" e per instaure l'autocrazia del grande capitale finanziario.  Forse qualcuno si va accorgendo di quanto andiamo scrivendo da mesi. Non perché ci abbia letto, supponiamo, ma per l'evidenza della realtà stessa.  Vi proponiamo questo pezzo dall'Huffington Post edizione italiana, che comincia a vogliere la novità vera della presenza di Monti sul mercato politico. Non un “Capo” carismatico come altri provano a trovare, ma nemmeno un grigio burocrate venuto pro tempore a far rispettare impegni internazionali altrimenti facilmente disattesi.  Monti è stato mandato a “rifare” l'Italia in un modo tale che possa funzionare da paradigma europeo. Il programma – dichiarato ormai con imbarazzante chiarezza da Monti stesso – è far arretrare le condizioni di vita della stragrande maggioranza della popolazione fino al punto in cui (secondo i manuali di macroeconomia liberista) diventano “competitive” con quelle di paesi che stanno soltanto ora approdando alla “civiltà industriale”..continua...
http://www.megachip.info/tematiche/beni-comuni/9522-monti-forever-ora-se-ne-accorgono.html
PS: L'unica incertezza è: ma Bersani e Vendola se ne sono accorti? Se sì e non sono d'accordo dovrebbero dichiarare guerra agli “impegni europei”. Se no, cambiassero mestiere, perché non sono tagliati per la politica di questi tempi di crisi. C'è l'ipotesi che se ne sian accorti e facciano finta di nulla, sperando di non essere scaricati a terra una volta terminata questa transizione dal “bipolarismo straccione” all'autocrazia conclamata. Ma è inutile parlare agli illusi...
Buona notte e Buon Natale a tutti, compreso Monti e i "pidiessini".....gia dal 26 dicembre ricomincio proprio da loro.... umberto marabese

Ichino a Tgcom24: "Metà del Pd seguirà Monti"

17:01 - "Non ho partecipato in questi ultimi giorni alla predisposizione di quel documento, ma riprende cose da me scritte in precedenza e pubblicate sul mio sito". E' quanto affermato da Pietro Ichino in diretta a Tgcom24 in merito all'agenda Monti. "Metà del Pd è con l'agenda Monti, era già nel programma di Renzi", dice ancora Ichino.Rispondendo a Orfini del Pd che chiede chiarezza, Ichino sottolinea: "Io ho fatto tutto nella più assoluta trasparenza. Ho messo tutto online ed ho esplicitato fin da luglio. Chi ha dei dubbi in proposito può andare sul mio sito". Sulle possibilità di condivisione della sua posizione da parte di altri nel Pd aggiunge: "Il Pd è un grande partito di centrosinistra dove le idee dell’agenda Monti hanno diritto di cittadinanza. Una parte montiana qui ha operata e si è ingrandita. Anche il programma elettorale di Matteo Renzi andava in questa direzione. Credo che la metà dell’elettorato del Pd voglia che il partito faccia propria l’agenda Monti"...continua...
http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/articoli/1074630/ichino-a-tgcom24-meta-del-pd-seguira-
PS: Io non lo voterei nemmeno sotto tortura, pero ha ragione: in quanti del Pd hanno votato contro le leggi imposte da Monti? Pochissimi. Perchè allora dovrebbero adesso non schierarsi con Monti? Prego, una risposta plausibile.....!
umberto marabese

Salto di qualità del Prof. Monti: da Napolitano a BenedettoXVI


A Monti il sostegno dei vescovi E Schifani torna al servizio di B.   Foto sopra
da "Sinistra"(spero di non essere scomunicato per ..da sinistra...):  il cardinal Tarcisio Bertone, segretario di Stato vaticano, sarà il nuovo Ministro degli interni,.....
 da "Destra"( qui non rischio niente più destra di così...): credo sia il Cardinale Fisichella, ma non assicuro!sarà il nuovo Ministro degli Esteri...
  dal "centro" il Prof. Mario Monti...nuovo porta voce di BenedettoXVI.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/12/24/avvenire-e-bertone-si-al-sostegno-a-monti-stimiamo-
 Foto sotto, il nuovo Consiglio dei Ministri, da "Sinistra".....che salutano in "modo che non mi è nuovo" con la mano del braccio destro alzato e proteso in avanti.....!
umberto marabese


‘Avvenire’ e Bertone, sì al sostegno a Monti. “Stimiamo il suo pensiero”

L'Agenda Monti scritta da Ichino, che risponde.."tutto sotto la luce del sole!

Scaricando il pdf del programma di Monti, viene fuori che la proprietà risale al giuslavorista del Pd. Che proprio ieri ha annunciato di sostenere il Prof. Ichino minimizza: "Nessun giallo, è stato fatto tutto alla luce del sole". "La risposta negativa di Bersani al bellissimo discorso di Monti di ieri è per me decisiva.
La campagna elettorale la farò a sostegno dell'Agenda Monti, attorno a cui si aggregherà una forza politica nuova, fuori dagli schemi tradizionali della politica italiana". Le parole del senatore Pd, Pietro Ichino, espresse in una intervista a La Stampa, hanno destato stupore e fatto parlare di esodo dal Pd. Eppure, adesso, c'è un altro elemento sul conto del senatore che stupisce maggiormente: il giallo dell'Agenda Monti...continua...
http://www.ilgiornale.it/news/interni/giallo-sullagenda-monti-lha-scritta-pietro-ichino-868445.html
PS: Fatemi capire meglio: Monti mette sul web la sua "Agenda Monti" e un mare di centrini esultano e si aggregano; Ichino-Pd ammette con orgoglio...è farina del mio sacco...non c'è nessun mistero, nessun giallo, tutto è stato fatto alla luce del sole. Molte delle tesi del Manifesto di Monti sono le stesse di un documento presentato il 29 settembre scorso in una assemblea pubblica e sottoscritto da diversi parlamentari del Pd"; ma, alla copia dal valore di due di picche Bersani-Vendola Pd, cosa dicono?
umberto marabese

Auguri da Benedetto XVI:"Bue e asinelli cacciati del presepe".

Con gran dolore dei bambini, dei nonni e della Brambilla, quest'anno sono stati espulsi dal presepe il bue e l'asinello. Il Papa ha detto che la loro presenza nella grotta è abusiva, storicamente infondata. Il Papa ha detto che la loro presenza nella grotta è abusiva, storicamente infondata. Resteranno negli spogliatoi, senza permesso di soggiorno, o al più ripescati in platea, mescolati nella folla. Non so come vivranno la grottesca cacciata, se si appelleranno alle organizzazioni animaliste o accetteranno muti, come è loro costume, con cristiana rassegnazione. Però non è giusto. Furono il primo termosifone dell'umanità, i primi radiatori viventi; hanno resistito per secoli nei presepi, da San Francesco animalista a oggi, nel ruolo di attori di spalla e testimoni degli sposi.

PS:  Non c'è più niente da fare con i Krucchen, a tutti i costi dobbiamo subirli, prima un pazzoide che sforna croci uncinate, poi la kulona che ci chiude i rubinetti e ci toglie i risparmi, ora ci si mette anche il Santo Padre e ci toglie il bue e l'asinello, ma dico non poteva toglierci monti e franceschini? Valli a capire sti krucchen.

umberto marabese

domenica 23 dicembre 2012

Compensazioni ambientali per il TRM....col cavolo che arrivano!




No compensazioni, no rifiuti. Roberto Montà, sindaco di Grugliasco, è stato perentorio: o partono le opere di compensazione ambientale oppure anche il termovalorizzatore del Gerbido starà fermo. E lui garantisce che si metterà di traverso con i suoi concittadini per fermare i camion che in primavera dovrebbero trasportare l’immondizia in strada del Portone. «Abbiamo preso una china di non credibilità politica ed istituzionale che non ha precedenti», ha dichiarato risentito ieri mattina al termine dell’audizione in Provincia, presente anche il collega di Beinasco Maurizio Piazza.

«Prima la Regione ci chiede di ridefinire i progetti delle opere di compensazione dice Montà - e poi manca agli incontri e non approva il protocollo d’intesa......continua....
PS: La Signora Angela Massaglia, Assessore Pd all'Ambiente della Provincia di Torino che ha voluto fortemente l'inceneritore fin dall'inizio della progettazione, ora chiede....
<<Io cosa dico ai proprietari contattati per l’acquisto dei terreni per farne le piste ciclopedonali del nostro parco urbano che aspettano da mesi?».....
Le regalo io una risposta, Signora Massaglia, li dica..... << voi avete creduto alle mie promesse e mi avete rieletto al Consiglio Provinciale di nuovo....e io, in cambio, VI HO FREGATO!>>
e, con un delicato gesto chiamato "dell'ombrello", si allontani felice e contenta!
umberto marabese

Due ragazze si baciano, il carabiniere le offende e le insulta: denunciato


E' successo a Roma qualche giorno fa. Oggi è stata diffusa la notizia dall'associazione DìGayProject.
La loro colpa sarebbe stata quella di essersi date un bacio, per questo motivo sono state sgridate e insultate da un carabiniere. Il fatto risale a qualche giorno fa, mercoledì 19 dicembre, ed è avvenuto a Roma, vicino la stazione di Acilia (ferrovia Roma-Lido). Viene denunciato oggi dall'associazione DìGayProject, che ha raccolto la testimonianza di Giordana.

La ragazza, spiegano dall'associazione "aveva salutato la sua amica con un bacio sulle labbra, in un'area chiaramente visibile dalle telecamere di sorveglianza. Un carabiniere in servizio, che si trovava dietro ai tornelli ad una distanza di almeno cento metri, si è avvicinato alle due, urlando loro di spostarsi, che era 'uno schifo e una vergogna', in quanto "due femmine certe cose è meglio che le vanno a fare di nascosto"...continua...http://www.cadoinpiedi.it/2012/12/23/due_ragazze_si_baciano_il_carabiniere_le_
PS: ....guardate che non è la solita "barzelletta" sui Carabinieri, è vero!
umberto marabese

Il Pd imbarazzato: Monti candidato, Bersani freddo...!

 Bersani: "Ascolteremo con attenzione e rispetto le proposte di Monti, ma serve un'alleanza vera  e coerente".
Mai più maggioranze "strane", ora ne serve una "vera e coerente". Pierluigi Bersani accoglie con una certa freddezza l'apertura di credito di Mario Monti che senza citare mai il Partito democratico l'ha coinvolto nel discorso di "ampie maggioranze intorno all'agenda Monti". "Ascolteremo con grande attenzione e rispetto le proposte di Monti, sia laddove coincideranno con le nostre, sia laddove se ne allontaneranno. Quanto alle prospettive politiche, già da domani la parola passerà agli italiani". Che sa tanto di smarcamento per evitare guai in campagna elettorale, soprattutto con la fronda anti-montiana di Nichi Vendola...continua...
http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/1150260/Monti-candidato--Bersani-freddo---
PS: E' arrivata l'ora della verità: la conclusione è molto incognita.
umberto marabese

L’ESL continua a brillare come una stella morta


«Sotto i nostri occhi», cronaca di politica internazionale n°21.
sotto-ns-occhi-ventunodi Thierry Meyssan.
Il conto alla rovescia è iniziato. Non appena la nuova amministrazione Obama sarà confermata dal Senato, presenterà un piano di pace per la Siria al Consiglio di sicurezza. Giuridicamente, sebbene il presidente Obama succeda a se stesso, la sua amministrazione uscente ha soltanto il potere di curare gli affari correnti e non può prendere alcuna iniziativa importante. Politicamente, Obama non aveva reagito quando, in piena campagna elettorale, alcuni suoi collaboratori avevano fatto fallire l'accordo di Ginevra. Ma ha proceduto a fare un repulisti dopo l'annuncio della sua rielezione. Come previsto, il generale David Petraeus architetto della guerra in Siria è caduto nella trappola che gli è stata tesa ed è stato costretto a dimettersi. Come previsto, i caporioni della NATO e dello Scudo antimissile, refrattari a un accordo con la Russia, sono stati messi sotto inchiesta per corruzione e costretti al silenzio. Come previsto la segretaria di Stato Hillary Clinton è stata messa fuori gioco. Solo il metodo scelto per eliminarla ha destato sorpresa: un grave malanno che l’ha fatta cadere in coma...continua...
http://www.megachip.info/rubriche/67-cronache-internazionali/9520-lesl-continua-a-brillare-come-una-l
PS: Ottima disamina.
umberto marabese

Catizone-Pd:“Ostaggio delle camarille di potere”

J'accuse del sindaco di Nichelino, renziano, escluso dalla corsa per le Parlamentarie."Il Partito democratico torinese non fa politica, pensa solo agli accordicchi". E punta il dito contro la segretaria Bragantini e il cerchio magico di Palazzo Civico

Non è bastato un giorno per sbollire la rabbia di un «torto» che, secondo Pino Catizone ancora «grida vendetta». Il sindaco di Nichelino, renziano della prima ora cui è stata negata la deroga per partecipare alle Parlamentarie del Pd, a 24 ore di distanza affonda il coltello nella carne viva di un partito cui queste consultazioni rischiano di lasciare profonde lacerazioni. Ieri, in direzione regionale, il suo bersaglio è stato la segretaria torinese Paola Bragantini «giocatore, arbitro, custode delle regole e depositario della memoria di una comunità»...continua...
http://www.lospiffero.com/buco-della-serratura/ostaggio-delle-camarille-di-potere-8093.html
PS: Ma, secondo voi, perchè nessun "democratico" ha voluto cambiare il porcellum? La risposta è in questo articolo: il potere è in mano al Segretario nazionale mica è scemo lasciarselo portar via... e poi diciamo che non lo ha voluto cambiare Berlusconi....e i nostri"giuggioloni" ci credono!
umberto marabese

Dossier (NO) Tav, ecco il graphic journalism

Si intitola Dossier Tav, una questione democratica, il bel lavoro di graphic journalism di Claudio Calia. Un'inchiesta disegnata edita da Becco Giallo.
calia-tavdi Antonio Cipriani - Globalist.
Graphic journalism, ma non solo di questo si tratta. Dossier Tav è citizen journalism nel modo che ci piacerebbe sempre fosse: giornalismo della partecipazione e dell'attenzione, aggiungerei. Si tratta di un'inchiesta illustrata sulla questione democratica legata alla realizzazione della Tv in Val Susa firmata (scritta e disegnata) da Claudio Calia, uno bravo davvero. Che guida il lettore con poesia e fantasia per i tortuosi e complicati itinerari di una storia emblematica italiana.
Il libro, da regalare cortesemente agli amici per le feste, si intitola Dossier Tav, sottotitolo: Una questione democratica, edito da Becco Giallo...continua...

Leggi tutto: Dossier Tav, ecco il graphic journalism
PS: Il Governo Monti-Napolitano e Pd Bersani, hanno "fortemente"voluto uno stanziamento per la TAV, eccone i dati: dal 2013 fino al 2029 una cifra pari a 150milioni di € all'anno!Mentre le scule cadono in frantumi, gli esodati diventeranno barboni, i poveri , quei poco sopravissuti, moriranno di fame. Buon Natale italiani!
umberto marabese

sabato 22 dicembre 2012

al 30 aprile 2013 in poi nessuno potrà più sentirsi tranquillo


La cometa sul camino del Gerbido annuncia sventura per i prossimi 30 anni portando un nefasto mantello di morte su tutta la provincia e oltre perchè dal 30 aprile 2013 in poi nessuno potrà più sentirsi tranquillo

Una cometa è apparsa sui cieli di Torino, ma non è la stella che porta speranza e amore, è una stella cometa che come nel medioevo porta sventure e morte, un presagio, un simbolo non dissimile dall’occhio di Sauron espressione del male nel famoso romanzo della saga “Il signore degli anelli“. Quella cometa apposta a 115 metri di altezza sulla ciminiera dell’Inceneritore del Gerbido rappresenta davvero la fine di una speranza: quella che si potesse fare dei rifiuti una risorsa in un tempo in cui le materie prime a livello mondiale si stanno riducendo e diventano sempre più preziose a tal punto che altri paesi, certamente più lungimiranti, ne stanno facendo incetta, anziché incenerirli...continua..
http://www.lospiffero.com/ballatoio/la-stella-di-sventura-765.html
PS: Tutto merito del Pd-Regione con la signora Bresso, il Pd Provincia con il Signor Saitta, il Pd Comune di Torino con Chiamparino ...e per non farci mancare niente, un grazie anche all'Amministrazione di Grugliasco(Pd -C/S) anche se ha contato e conta come il "due di picche". 
Buona notte, umberto marabese


L’operaio sopravvissuto al rogo della Thyssen: Pd-Bersani lo "licenzia"!

L’operaio sopravvissuto al rogo della Thyssen invitato a fare un passo indietro e a non candidarsi alle primarie. Bersani teme che l’eventuale bocciatura possa essere un autogol per un partito balcanizzato in satrapie. Perché non lo mette tra le “riserve”?

Era un Panda nel Parlamento uscente  – che di operai oltre lui ne contava solo altri tre – e specie estinta è dichiarata oggi dalle primarie del Pd. Antonio Boccuzzi, l’operaio sopravvissuto al rogo della Thyssen e nel 2008 candidato capolista in Piemonte da Walter Veltroni per rimarcare la “centralità del lavoro” nella politica dell'allora nuovo partito, non si presenta alle votazioni interne del prossimo 29 dicembre. A chiedergli il “passo indietro” è stato lo stesso vertice nazionale, preoccupato che l’eventuale bocciatura nelle urne di un “simbolo” della condizione operaia possa rappresentare un boomerang, una sorta di sconfessione dei conclamati impegni sulle questioni del lavoro e dell’occupazione. Bocciatura facile da pronosticare in un partito, come quello torinese, balcanizzato in piccole satrapie...continua...
http://www.lospiffero.com/buco-della-serratura/il-pd-sacrifica-boccuzzi-
PS:  Così si fa, che mai c'azzecca un operaio in un partito di centro-sinistra?Per il Pd, niente, quindi licenziato!(sembre che il Bersani abbia commentato..."non per niente abbiamo votato abrogando l'art. 18....).
umberto marabese

Se ne è andato lasciando lacrime e sangue per il nostro futuro!

Rigor Montis, una sera di dicembre, che lascia il Quirinale dopo le dimissioni, in una macchina blu, con lo sguardo arrogante dietro agli occhiali che buca il finestrino, è l'immagine dello sfascio. Gli italiani lo dimenticheranno in fretta, ma le macerie economiche e istituzionali gli sopravviveranno. L'uomo ha di sé una grande opinione separata completamente dai fatti, persino Tremorti ha fatto meglio di lui. Ha dichiarato, l'ex assistente di Pomicino, che ha vissuto un periodo "affascinante". Un periodo in cui il Frankenstein creato da Napolitano e dalla BCE ha quasi disintegrato economicamente il Paese, annullato le già scarse opposizioni, prevaricato la magistratura come a Taranto, fatto carta straccia della Costituzione dimettendosi senza la sfiducia delle Camere, evitato con cura ogni dialogo con i movimenti, come il No Tav, e con il M5S.....continua...
http://www.beppegrillo.it/2012/12/lo_sfascio.html#commenti
Di chi stiamo parlando? "Il mio principale collaboratore fra il 1989 e il 1992, quando ero ministro del Bilancio del governo di Giulio Andreotti", parole di Cirino Pomicino. Mister X era presente nelle commissioni del debito pubblico, della spesa pubblica e nel comitato scientifico della programmazione economica. Nel 1989 il debito pubblico, prima di Pomicino e Mister X, era di circa 553 miliardi di euro attualizzati ad oggi. Nel 1992 era di 799 miliardi. Un incremento di 246 miliardi. Una crescita del 44,53%. Nel 1989 la spesa pubblica era circa 254 miliardi. Nel 1992 di 371 miliardi, in crescita di 116 miliardi, più 45,90%. Uno dei peggiori risultati economici di un governo della Repubblica Italiana......
Leggi chi è  Mister "X".....
http://www.liberoquotidiano.it/news/867931/Altro-che-risanatore-dei-conti-Monti-moltiplic%C3%B
 PS: Dopo queste informazioni....."vate retro satana"!
umberto marabese

Pd, caos primarie Scoppia il caso Plano...pro NOTAV

L’ira di Catizone, si è riversata sul leader regionale Morgando (a destra nella foto): oggi dovrà affrontare una direzione infuocata causa la candidatura di Sandro Plano
Il leader dei No Tav corre per un posto nella lista
beppe minello andrea rossi
I bubbone è scoppiato alle dieci di sera, quando, preceduto da una telefonata, si è presentato Sandro Plano, il presidente della Comunità montana valsusina e leader dell’ala istituzionale dei No Tav. «Ho le firme», ha esordito trionfante scatenando il pallore sui volti del quartier generale torinese del Pd. E adesso? «Adesso è un problema serio», commenta Paolo Foietta, dirigente della Provincia, uno talmente convinto che la Tav si debba fare da averci scritto un libro. Per dire, il deputato Esposito ha già fatto sapere: o lui o io, se lui c’è io esco dal partito. Non male come premessa, figurarsi cosa succederà oggi nella direzione regionale che dovrà vagliare le candidature...continua...
http://www.lastampa.it/2012/12/22/cronaca/politica/primarie-del-pd-scoppia-il-caso-plano-ho-le-firme-
PS: Che forza progressista unita e coesa.....! Se si "trattano" così tra di loro, figuriamoci quando trattano con i partitini alleati!
umberto marabese