Pagine

martedì 31 dicembre 2013

Beppe Grillo: "l'ultimo cenone.....? sarebbe un miracolo!"

>>>Il messaggio di fine anno 2013 di Beppe Grillo sarà trasmesso sul blog alle ore 20.30 di stasera 31 dicembre. Non perdere questo appuntamento! Iscriviti all'evento Facebook e invita parenti e amici. <<<
A Capodanno c'è il cenone. Un augurio sincero a questa classe politica di gustarlo fino in fondo. Potrebbe essere l'ultimo. Un pasto luculliano, pantagruelico, esagerato in cui nulla deve mancare. Un Ultimo Cenone da ricordare nei tempi bui. Nell'Ultima Cena Giuda tradì Cristo, nell'Ultimo Cenone i commensali sono centinaia e tutti, indistintamente, ma ognuno con le sue caratteristiche, hanno tradito gli italiani.......

Team di Milena Gabanelli. Tutto quello che non ha fatto la politica del «noi faremo»...!

PS: Se pensiamo ancora che i concetti DESTRA e SINISTRA facciano al caso nostro stiamo freschi! Perchè non cominciamo a parlare di COMPETENTI ed INCOMPETENTI, di ONESTI e di LADRI. Queste sono le categorie che interessano alla gran parte degli italiani.
 umberto marabese
-------------------------

Il peso delle tasse, la giustizia lenta, le difficoltà di imprese e lavoratori, i tagli alla Rai.

A fine anno, nella vita come in tv, si replica. Il Capo dello Stato fa il suo discorso, quello del Governo ricicla le dichiarazioni di 6 mesi fa in occasione del decreto del fare, con l’enfasi di un brindisi: «Faremo». Vorremmo un governo che a fine anno dica «abbiamo fatto» senza dover essere smentito. Il Ministro Lupi fa l’elenco della spesa: 10 miliardi per i cantieri, «saranno realizzate cose come piazze, tutto ciò di cui c’è un bisogno primario». C’è un bisogno primario di piazze e di rotatorie? «Trecentoventi milioni per la Salerno-Reggio Calabria». Ancora fondi per la Salerno Reggio-Calabria? Fondi per l’allacciamento wi-fi. Ma non erano già nel piano dell’Agenda Digitale?.....

Cane non abbandona l'amico, si prende cura dell'altro cane nonostante il freddo e le auto che sfrecciano a pochi metri.


 PS: Un esempio di amore, riusciremo noi "umani-civili" a fare mai una cosa simile?....No!
 umberto marabese
 ------------------
Il filmato, girato nella città di città di Yinchuan mostra l'animale in mezzo mentre si prende cura del corpo dell'altro cane nonostante il freddo e il pericolo delle macchine che sfrecciano a pochi metri.
http://www.tgcom24.mediaset.it/animali/

lunedì 30 dicembre 2013

Sinistra, levare dei Flores dai nostri cannoni...!

 Il direttore di Micromega vorrebbe alle europee una lista con Tsipras ma senza il partito di cui è presidente. Il solito vecchio nuovo che avanza [Checchino Antonini]
 di Checchino Antonini

E' più democratica la forma-partito o la forma movimento oppure la democrazia virtuale che costruisce a furor di popolo una lista o una mobilitazione stimolata da personalità più o meno vip? Il dibattito si ripropone con tutte le sue insidie a ridosso delle europee.

«Oggi c'è una sola forza politica di sinistra in Europa e si chiama Syriza. Per questo pensiamo che in Italia alle prossime elezioni europee una lista dei movimenti e della società civile, totalmente autonoma (ed estranea alle forze organizzate del "Partito della sinistra europea"), con Tsipras candidato alla presidenza, potrebbe avere un buon risultato». Con un'intervista del quotidiano greco Avgi (Aurora), molto vicino a Syriza, il direttore di MicroMega Paolo Flores d'Arcais entra a gamba tesa nel dibattito (ancora abbozzato) sulle prossime elezioni europee»......

Crisi aziendali, la mappa dell’Italia è diventata un “cimitero” di croci del lavoro

 Sono circa 150 i tavoli di crisi nazionali aperti. Sono solo la punta dell'iceberg di una progressiva
devastazione del tessuto produttivo di questo Paese. Che il Fatto Quotidiano ha iniziato a mappare.  

Sono oltre 150 i tavoli di crisi nazionali che però sono solo la punta dell'iceberg di una progressiva devastazione. Che Il Fatto Quotidiano ha iniziato a mappare. Inviateci anche le vostre storie a redazioneweb@ilfattoquotidiano.it

Se davvero vuole parlare di lavoro, Matteo Renzi dovrebbe chiedere alla responsabile Lavoro del Pd, Marianna Madia, di fornirgli una mappa più completa di quella che noi iniziamo a pubblicare oggi. E che arricchiremo giorno per giorno, aggiornandola e modificandola (anche attingendo, come abbiamo fatto finora, alle elaborazioni di Cgil e Cisl) visto che stiamo parlando dell’emergenza primaria del nostro Paese. Il lavoro che manca è cosa nota, il lavoro che rischia di dissolversi nelle maglie larghe della crisi, è meno conosciuto. Si disperde nelle mille notizie quotidiane che meritano un’attenzione speciale solo se accompagnate da un gesto disperato. La notte passata sul carro ponte o sulla gru. Come avvenne alcuni anni alla Insee di Milano o, più recentemente, nelle miniere del Sulcis......

Blog di Beppe grillo. Passaparola - L'industria delle malattie. alessandro Lanzani



>>> Il messaggio di fine anno 2013 di Beppe Grillo sarà trasmesso sul blog alle ore 20.30 di martedì 31 dicembre. Non perdere questo appuntamento! Iscriviti all'evento Facebook e invita parenti e amici. <<<
"Il concetto di salute è in mano a Big Pharma che è la somma delle aziende che si occupano nel mondo di diagnosi, monitoraggio e terapia. Questo business vale 1.000 miliardi di dollari, di cui più di 300 destinati a attività di marketing. Ed è in questo marketing che si crea il concetto di salute o di malattia non finalizzata al benessere delle persone, ma al profitto di queste aziende. " Il Passaparola di Alessandro Lanzani, Medico, specialista in ortopedia e medicina dello sport
"Un caro saluto agli amici del blog di Beppe Grillo, sono Alessandro Lanzani, medico sportivo, mi occupo da anni di salute e di prevenzione, sono qui per un nuovo concetto di salute e di prevenzione, diverso da quello imposto "dall’industria delle malattie".
Come siamo trasformati da sani in malati? .......

lL Pd nell’era di matteo renzi : spaccatura sui conti del partito si apre il caso bilancio

 
Il nodo delle consulenze e delle assunzioni. Renziani all’attacco Il bersaniano Stumpo: tutto limpido, soldi spesi per fare politica.
 ROMA - Conti in rosso, casse vuote, dipendenti assunti come quadri e subito eletti in Parlamento, spese alle stelle per consulenze, investimenti pubblicitari e affissioni. Non dev’essere stato piacevole per Francesco Bonifazi, neo tesoriere renziano, spulciare il bilancio del Partito democratico. Anche per questo, come ha raccontato ieri il Corriere della Sera , avrebbe intenzione di affidare a un gruppo di professionisti una due diligence per verificare contratti e rapporti bancari . Ma nel frattempo il partito si divide, tra chi difende la gestione passata e chi chiede una svolta.
Michele Anzaldi è un deputato e dipendente del Pd (era spin doctor di Francesco Rutelli), di scuola renziana: «Bisogna stare attenti a non fare di tutta un’erba un fascio, anche perché al Nazareno molti lavorano e sodo. Ma se è vero quello che emerge dall’articolo, è gravissimo. Ma come, si va verso tempi difficili con il taglio al finanziamento, stai per dichiarare fallimento e chi se ne va fa trovare a chi arriva le casse vuote? Assume persone come dirigenti e le fa diventare deputati un mese dopo? Ma se è così, è un’azione di guerra, hanno messo le mine sulla pelle dei dipendenti che lavorano davvero e fanno sacrifici. Abbiamo fatto un lavoro immenso per unificare Ds e Margherita e poi arriva questa mazzata»........

mercoledì 25 dicembre 2013

Natalizio festeggiare del cristianissimo Occidente. di Piotr


Oggi, Natale 2013, il mio pensiero va ai cristiani che assieme a drusi e alauiti sono stati massacrati ad Adra, in Siria, dai "combattenti per la libertà". [Piotr]

Il 24 dicembre del 1972 il presidente statunitense Richard Nixon diede il via all'operazione Linebacker II, ovverosia il famigerato "Bombardamento di Natale" su Hanoi, la capitale del Nord Vietnam.

Come sappiamo dagli innumerevoli film, filmucoli e scemenze statunitensi sul Natale, gli Americani sono molto sensibili a questa festività cristiana. In Vietnam mostrarono la loro peculiare concezione della Natività. L'attacco del Natale 1972 fu la più grande operazione di bombardamento condotta dagli Usa con le fortezze volanti B52, che sono solo in grado eseguire bombardamenti a tappeto, ovvero una forma di attacco aereo bandita dal diritto internazionale.
Furono scaricate, prevalentemente su Hanoi, 20mila tonnellate di esplosivo che uccisero mille persone.
In tutta la guerra gli Usa lanciarono sul Vietnam più bombe di quanto fecero tutti i belligeranti della Seconda Guerra Mondiale messi assieme. Senza contare le tonnellate di armi chimiche che devastarono quel Paese asiatico......

Il governo affossa il dl Salva-Roma: "da Napolitano entrata a gamba tesa in Parlamento"..

PS: << Alcune norme saranno inserite nel dl Milleproroghe di venerdì. Corretta anche la norma relativa agli affitti di immobili da parte della P.A>>...tutto questo grazie a Re giorgio: ma il Parlamewnto serve ancora qualcosa o, come ormai è evidente, siamo in una "democrazia-dittatoriale".....? Perchè chiedere per due volte la fiducia in Parlamento per poi andare a prendere ordine da Re giorgio?
umberto marabese
------------------------
  - Dopo le perplessità espresse dal presidente della Repubblica, e dopo un colloquio Letta-Napolitano, il governo ha rinunciato alla conversione in legge del decreto SalvaRoma in scadenza il 30 dicembre. Il decreto milleproroghe del 27 dicembre regolerà solo le situazioni urgenti: le norme sulla base delle quali il Comune di Roma ha approvato il proprio bilancio e la correzione della norma relativa agli affitti di immobili da parte della P.A.
Secondo fonti di Palazzo Chigi, il Colle ha fatto notare al premier alcuni rilievi sulla insostenibilità della legge di conversione del decreto vista la mole di emendamenti che, di fatto, aveva trasformato il provvedimento firmato dal presidente della Repubblica. Questi rilievi sono da mettere in relazione alla eterogeneità ed estraneità ai contenuti originari delle numerose disposizioni inserite dalle Camere in sede di conversione, spiegano poi fonti del Quirinale. ....

martedì 24 dicembre 2013

“Letterina di Natale in casa Enrico Letta


Babbo Natale

“Letterina di Natale,
sotto il piatto del papà
sta tranquilla, zitta e buona
finché lui ti troverà.
Quando poi, finito il pranzo,
saran letti i miei auguri,
saran lette le promesse
per il tempo che verrà,
letterina te ne prego
tu per me non arrossire:
per quest’anno le promesse
io ti posso garantire,
perché quel che ho scritto dentro
sarà proprio tutto fatto.”

Ma quant’è carino l’Enrichetto natalizio, sobrio chierichetto di governo, che decanta i suoi meriti di bimbo virtuoso, che ha ben svolto i compitini da bravo scolaretto zelante, mentre inzuppa pensierini nel caldo brodino della propria vanità. Vuoto come un calzino spaiato in attesa dell’arrivo della Befana, il piccolo Letta rischia di ritrovarsi presto con un pugno di carbone tra le mani....continua...

http://liberthalia.wordpress.com/2013/12/24/natale-in-casa-letta/

A tutti Voi, sinceri Auguri di Buon Natale e felice anno nuovo.


 Saluti da....:
http://youtu.be/vPCtQNXasiY

...se siamo cattivi, gli immigrati non vengano da noi. Sarebbe meglio per loro e per noi !


di
Non è facile ospitare a Lampedusa centinaia di persone che quotidianamente vi sbarcano in condizioni pietose. Se una quantità sterminata di persone lascia il Terzo mondo per venire qui, ci sarà pure una ragione. Più che una ragione è una speranza. Quando tale speranza si rivela poi un abbaglio, c'è un solo rimedio: non la ribellione, ma la rinuncia a raggiungere la nostra terra......continua a leggere...
http://www.ilgiornale.it/news/interni/se-siamo-cattivi-immigrati-stiano-casa-loro-978332.html

Guadagnare con i centri d’accoglienza. Lampedusa e Mineo: gestori:Legacoop(Pd-Letta), Comunione e Liberazione(DC-Formigoni) e Nuovo centrodestra(Alfano).

Ad amministrare il Cara in provincia di Catania è un raggruppamento temporaneo di imprese vicine a Legacoop, Comunione e Liberazione, ed esponenti vicini al Nuovo centrodestra. Il consorzio Sisifo, oltre ad essere finito nella bufera dopo la diffusione del video shock della disinfestazione trasmesso dal Tg2, ha appena vinto anche l'appalto per Cara di Foggia e amministra anche il Cspa di Cagliari.

Ha annunciato in pompa magna che a Lampedusa verrà mandata la Croce Rossa. Ma mentre Angelino Alfano era intento a spiegare che il consorzio Sisifo verrà esautorato dalla gestione del centro di accoglienza lampedusano (controllato tramite la cooperativa Lampedusa Accoglienza), pochi chilometri più a nord si consumava l’ennesimo delitto senza carnefici: Mulue aveva 21 anni, era eritreo e da maggio attendeva nel Cara di Mineo di ricevere lo status di rifugiato politico. Status che non arriverà mai perché pochi giorni fa Mulue ha deciso di togliersi la vita. Un suicidio anonimo, senza telecamere e titoli sui giornali. Perché se a Lampedusa il video dei migranti disinfettati con l’idrante ha gettato nella bufera i gestori del centro di accoglienza, a Mineo le cose procedono invece senza troppo clamore, malgrado i gestori siano gli stessi.
È un centro importante quello di Mineo, forse tra i più grandi d’Europa: è nato in poche ore il 18 marzo del 2011 quando durante le rivolte in nord Africa venne dichiarato lo stato d’emergenza dal governo Berlusconi. Ed è in questo lembo di terra in provincia di Catania, settantamila ettari tra alberi di arance e limoni, che il Ministero pensò bene di allestire il centro per richiedenti asilo. C’erano già 403 appartamenti costruiti quattordici anni prima dalla Pizzarotti e Co. di Parma per essere affittati alle famiglie dei militari statunitensi, di stanza nella vicina Sigonella. Solo che nel 2010 i militari americano decidono di lasciare le villette di Mineo. Poco male, perché poco dopo arriva il Ministero a salvare la Pizzarotti con un indennizzo da sei milioni di euro all’anno: in quel complesso nasce quindi il centro per richiedenti asilo più grande d’Europa......

Job impAct di Renzi(ex-Pd&DC) . Lavoro subalterno al capitale...! di di Stefano Porcari.

PS: << L' altro punto ipotizzato da Renzi riguarda l'ingresso dei sindacati nella gestione delle aziende.... L'idea è di far entrare i rappresentanti dei sindacati nei consigli di amministrazione delle aziende. 
La Confindustria non appare però entusiasta dell'idea mentre Cgil Cisl Uil - pur con sfumature diverse - sarebbero d'accordo.
Il flirt di Renzi con i sindacati si va rafforzando, dopo Landini anche Bonanni sembra sentirsi felicemente irretito dal nuovo segretario del Pd, e non è affatto un buon segnale.
Il presupposto non è quello di alzare le tutele per chi non le ha o ne ha pochissime ma di abbassarle in modo generalizzato.>>

umberto marabese
-------------------
Il "Job ImpAct" ipotizzato dal neosegretario del Pd  Matteo Renzi dovrebbe essere reso pubblico nella seconda metà di gennaio. Al momento è un fiorire di indiscrezioni che non promettono però nulla di buono. Alcuni lo definiscono come un work in progress in continua evoluzione, il cui punto focale sta diventando il "contratto unico", in apparenza fondato sul lavoro a tempo indeterminato, "con tutele crescenti per tutti i nuovi assunti" secondo gli ispiratori ma con l'abolizione delle tutele previste dall'art.18.  
I lavoratori vengono assunti con un contratto"aperto". L'idea di un contratto unico, è l'applicazione delle proposte già avanzate da tempo dagli economisti Tito Boeri e Pietro Garibaldi e da Pietro Ichino. Nel gioco di parole, in cui Renzi sembra imbattibile, si annuncia di voler ricomporre un mercato del lavoro diviso tra chi è tutelato e chi non lo è. Ma dietro un obiettivo encomiabile ci sono le misure concrete che vanno in direzione ostinata e contraria......

lunedì 23 dicembre 2013

L’ultimo 'regalo' di Gian Carlo Caselli: una norma anti Al Qaeda per i No Tav !


L’ultimo &#039;regalo&#039; di Caselli: una norma anti Al Qaeda per i No Tav
Notav = Nemico pubblico. Questo è quello che muove le menti dell’architettura giudiziaria che da oltre un anno ci vede impeganti quasi quotidianemente nelle aule dei tribunali torinesi. Da tempo affermiamo come sia la magistratura, seguita a ruota dall’informazione, la testa d’ariete usata per tentare di battere il movimento notav, visti i fallimenti della politica che sul piano del confronto ha perso da tempo.
La costruzione del nemico pubblico notav, dell’emergenza notav, prosegue con metodo da parte della magistratura capeggiata fino ad ora da Giancarlo Caselli e l’escalation di reati contestati al movimento conferma l’ossessione nei nostri confronti, sopratutto da chi, lasciando per pensionamento, ci dona l’ultima trovata: una norma che era stata preparata per combattere Al Qaida fra quelle contestate aii No Tav arrestati per terrorismo lo scorso 9 dicembre.
Il capo d’accusa cita infatti un passo del codice penale introdotto nel 2005 da un decreto del governo all’indomani degli attentati di Londra e Sharm el Sheikh “per adeguare – come spiegò alla Camera dei deputati il ministro dell’interno Beppe Pisanu – il sistema giuridico alle caratteristiche insidiose e sfuggenti del terrorismo islamista”. Citando da la Repubblica “rispondono di “atto di terrorismo con ordigni micidiali o esplosivi”.
L’episodio contestato è un attacco al cantiere di Chiomonte che però, secondo gli inquirenti, va inquadrato in un contesto più ampio: l’obiettivo, infatti, sono le “finalità di cui all’articolo 270 sexies del codice penale” (quello introdotto dal decreto), vale a dire “arrecare un grave danno al Paese” e “costringere i poteri pubblici ad astenersi dal compiere un qualsiasi atto”. In questo caso, a nonproseguire i lavori per la ferrovia ad alta velocità Torino-Lione.”
Ora si può ben comprendere che se parlassimo di un attacco al cantiere con esplosivo, kamikaze, botti piene di dinamite, il paragone potrebbe reggere. I fatti sono ben altri e per l’azione contestata ci risulta un generatore danneggiato. Certo è che con le proiezioni mentali elaborate dal procuratore e dal pool anti-notav tutto è purtroppo possibile.
Intanto la pensione di Caselli si tinge di quest’ultimo segno per non dimenticare di qualche giorno fa quando il procuratore scopre le carte: oltre le manette servono i fondi per il Tav.--------

http://www.contropiano.org/politica/item/21096-l-ultimo-regalo-di-caselli-una-norma-anti-al-qaeda-per-i-no-tav

IL PRESIDENTE DELL'EURO PARLAMENTO, SCHULZ, DISTRUGGE L'UNIONE BANCARIA: ''POTENZIALMENTE LETALE!''

 PS: Se lo dice lui.....possiamo solo crederci!
 umberto marabese
------------------------
lunedì 23 dicembre 2013
BRUXELLES - L'accordo sull'Unione bancaria raggiunto al livello dei governi europei rischia di non superare lo scoglio del Parlamento europeo, che vede nel sistema progettato grosse lacune che rischiano di annacquare gli stessi principi che hanno richiesto la nascita di una maggiore collaborazione per evitare nuove crisi finanziarie. A dirlo è niente di meno che il presidente dell'europarlamento, Martin Schulz del Partito Socialista Europeo, secondo il quale più un sistema è lento e inefficiente, più costoso risulterà per tutti. Come già espresso da....
http://www.ilnord.it/c-2150_IL_PRESIDENTE_DELLEURO_PARLAMENTO_SCHULZ_DISTRUGGE_LUNIONE_BANCARIA_POTENZIALMENTE_LETALE_LOLIGARCA_HA_PAURA

Salva un gattino, tenente-donna, rischia un anno di carcere „

Salva un gattino, tenente rischia un anno di carcere


Potrebbe interessarti: http://www.today.it/rassegna/salva-gattina-tenente-rischia-anno-carcere.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930
 
 PS: Giustissimo!!!.
Se "assassinate" persone va bene...anzi rischiate una medaglia d'onore....ma se salvi una gattina...."gattabuia" assicurata. La civiltà avanza....!
umberto marabese
-------------------
The Guardian23 dicembre 2013
 Succede in Kosovo presso l'Italian Village, la base militare del nostro paese: Balbara Balanzoni, la soldatessa che aiutò una gatta a partorire, rischia un anno di carcere
Rischia il carcere per avere salvato una gatta incinta mentre era di servizio nella base Nato del paese balcanico in Kosovo. Barbara Balanzoni, una tenente italiana che di professione fa l'anestesista in Toscana, secondo le accuse della procura militare, avrebbe violato un ordine scritto di "non avvicinarsi o farsi avvicinare da animali selvatici, randagi o non accompagnati" nei pressi dell'edificio militare noto come "Villaggio italiano". L'accusa formale è di "grave insubordinazione" per avere disobbedito all'ordine, firmato da un comandante della base nel maggio 2012. Se dichiarata colpevole, rischia fino a un anno di carcere.....

Un sistema europeo autoritario. Quale alternativa. di Bruno Amoroso

 È necessario riproporre un progetto europeo di pace e di solidarietà che contrasti e travolga quello di Berlino, oggi espresso dalle istituzioni UE.

La Costituzione italiana del 1948 fu il prodotto di un processo costituente reso necessario dal tradimento delle classi dirigenti che avevano abbandonato la guida del paese e svenduto la sua sovranità a interessi e paesi stranieri.
Fu anche il tentativo di rimettere in piedi un progetto condiviso tra forze politiche, sociali, culturali e religiose diverse ma concordanti su alcuni punti centrali di pace, di giustizia sociale, di valorizzazione delle risorse nazionali e di rilancio di un contributo autonomo dell'Italia alla realizzazione di questi obiettivi in e con la solidarietà di altri paesi.
Il progetto europeo fu il prodotto di queste scelte e di questo clima politico, e non certo d'illuminati europei delle cancellerie degli Stati o di intellettuali impegnati nella elaborazione delle teorie sulla pace universale.
L'Europa di Ernesto Rossi e di Altiero Spinelli nacque dal bisogno di contrapporre all'idea nazista della Grande Europa l'idea internazionalista di un'Europa di pace e solidarietà.
La rottura del patto costituzionale, già incrinato dalle imposizioni della Guerra Fredda, si realizza dagli anni Novanta con la scelta di parti importanti delle élite politiche di svendere la sovranità politica del paese e le ricchezze nazionali per inserirsi nel gioco dei nuovi centri internazionali del potere militare, economico e finanziario........

Lampedusa, Palazzotto (Sel): “Alfano ipocrita, società sospesa gestisce Mineo”

 Guarda il video:
 http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/12/22/lampedusa-palazzotto-sel-alfano-ipocrita-societa-sospesa-gestisce-mineo/259212/
------------------
“Il ministro Alfano è ipocrita: ha revocato la gestione del centro accoglienza di Lampedusa alla Sisifo, ma la stessa cooperativa continua a gestire il Cara di Mineo”. E’ la denuncia di Erasmo Palazzotto, deputato siciliano di Sinistra Ecologia e Libertà. Il ministro dell’Interno Angelino Alfano era intervenuto ieri alla Camera dei Deputati, dopo la diffusione del video amatoriale che raccontava le condizioni disumane riservate ad i migranti nel centro di Lampedusa.“Ma Lampedusa è solo la punta dell’iceberg - dice Palazzotto – ci sono altri casi anche peggiori di cui nessuno parla. Pensiamo allo stesso Cara di Mineo (Catania), dove la gestione è ancora in mano alla Sisifo, la cooperativa che Alfano ha sollevato dall’amministrazione del centro lampedusano. Mineo è il centro d’accoglienza più grande d’Europa, con quattro mila ospiti che aspettano da più di un anno di avere una risposta sulla propria richiesta di asilo: meno di una settimana fa un giovane eritreo si è tolto la vita, senza che Alfano dicesse niente”. La questione dei centri d’accoglienza in Italia è ancora oggi opaca. Paradigmatica l’oscura origine del Cara siciliano di Mineo. “Mineo è una struttura che è nata durante l’emergenza Nord Africa, su un territorio della Pizzarotti che riceve un indennizzo di sei milioni di euro l’anno. Oggi non si capisce chi sia il soggetto attuatore del Cara, quale sia il contratto d’affitto: ricordiamoci che si parla di un contributo di 36 euro per ogni migrante ospitato, si parla di cifre che raggiungono anche i 5 milioni di euro di fatturato l’anno......

domenica 22 dicembre 2013

Le verità nascosta: "Breve elogio del complottismo". di Alfio Neri

Riflessioni sul libro di Paolo Sensini: Divide et impera. Strategie del caos per il XXI secolo nel Vicino e Medio Oriente, Mimesis, Milano, 2013.
di Alfio Neri.

Oggi è di moda l'accusa di "complottismo". D'altra parte come possiamo pensare che chi stia al potere non dica il vero? Visto che viviamo nel regno della libertà e della trasparenza, come possiamo criticare le nostre fonti informative? Come possiamo pensare che qualcosa di essenziale non ci sia stato detto? In tempi di mobilitazione strategica lo stesso fatto di pensare criticamente è di per sé eversivo. Il culmine della nostra libertà personale sembra sia accettare che i mezzi di comunicazione ci liberino dal fardello della critica.
Nel marzo del 2010, Bashar al-Assad, il futuro tiranno siriano, fu decorato ufficialmente da Napolitano, il nostro Presidente della Repubblica.
Per la precisione il figlio di suo padre, che all'epoca era buono, meritava il nostro elogio ed ebbe effettivamente la più alta decorazione del nostro paese. L'evento fu realmente memorabile. Assad entrava ufficialmente nel palco dei nostri migliori alleati, assieme al beneamato colonnello Gheddafi.
Il presidente siriano venne dunque insignito col più importante titolo onorifico italiano, quello di "Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran cordone al merito della Repubblica italiana". Il titolo sanciva l'inizio di un'alleanza talmente "profonda" che sarebbe finita, di lì a pochi mesi, con l'accusa di essere a capo di uno 'Stato canaglia'.
Pochi anni prima, nel 2007, il comandante supremo delle forze Nato in Europa dal 1997 al 2000, generale Wesley Clark, aveva letteralmente sbigottito il suo uditorio in un incontro pubblico a San Francisco. Rendeva di pubblico dominio un breafing avuto poco dopo l'11 settembre 2001. Sosteneva di essere stato messo al corrente dal vice-presidente Cheney e dal ministro della Difesa Rumsfeld dell'intenzione dell'amministrazione di scatenare una serie di guerre contro Siria, Iraq, Libano, Libia, Somalia, Sudan e Iran.
.....

Il ddl Province ok dalla Camera Dl Salva Roma, via slot e affitti



 Contrari solo quelli di Sel ma non votano per protesta i deputati di Lega, Forza Italia e Movimento 5 Stelle. Decreto Salva Roma: cancellate le norme riguardanti i tagli per i Comuni 'no-slot' e lo stop alla possibilità di recesso dagli affitti per i palazzi istituzionali.

- L'assemblea di Montecitorio ha approvato il disegno di legge sulle Province e le città metropolitane con 277 voti favorevoli 11 contrari (Sel). Non hanno partecipato alla votazione in segno di protesta la Lega Nord, Forza Italia e il Movimento 5 Stelle.
Dl Salva Roma: ok commissione, via slot e affitti - Via libera della commissione Bilancio della Camera, in nottata, anche al decreto salva-Roma. Cancellate le norme riguardanti i tagli per i Comuni "no-slot" e lo stop alla possibilità di recesso dagli affitti per i palazzi istituzionali. Soppressi i contestati articoli riguardanti le slot e gli affitti e soppresso anche l'articolo che consentiva la deroga al patto di stabilità per le province e quello che finanziava una bonifica di Brindisi per 25 milioni appena finanziata con la legge di stabilità.
Via alcuni commi su Roma riguardanti ipotesi di liberalizzazione della gestione dei rifiuti. Resta invece il comma che prevede la possibilità connessa alla vendita delle aziende. Oggi alle 12 il testo sarà in Aula e dovrà poi tornare al Senato.
http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/2013/notizia/il-ddl-province-ok-dalla-camera-dl-salva-roma-via-slot-e-affitti_2016971.shtml

sabato 21 dicembre 2013

Marcia indietro del Pd alla Camera sulle slot machine e sugli affitti d’oro dei palazzi del potere

Il caso sollevato dal Corriere della Sera. Dietrofront anche sui trasferimenti gli enti locali “no slot machine”.

PS: Il tragico passaggio dal Pd alla DC sta comportando grave difficolta all'exPDS...DS...Pd...Sono passati dal "coraggio" epico di Bersani che voleva "smacchiare con trielina" i Giaguari...al campione europeo di "nuoto del gambero"(...invece che avanzare il gambero nuota all'indietro) firmato dal duo-comico-tragico E. Letta&Alfano.
umberto marabese 
------------------ 
Tra i 250 emendamenti al decreto “salva Roma” presentati in commissione Bilancio della Camera ne figura uno, firmato per ora solo dal Pd, che annulla la norma soppressa dal Senato sui cosiddetti «affitti dei palazzi del potere». Più precisamente la proposta di modifica mira a ristabilire l’articolo 2-bis del decreto legge 15 ottobre 2013, n. 120, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 dicembre 2013, n. 137, approvato da Montecitorio e poi cancellato da Palazzo Madama nei giorni scorsi. Il caso era stato sollevato da Sergio Rizzo sul «Corriere della Sera» suscitando un’ondata di indignazione. E tutto lascia pensare che la retromarcia non sia casuale.
MARCIA INDIETRO - Se l’emendamento verrà nuovamente approvato «le amministrazioni dello Stato, le Regioni e gli enti locali, nonché gli organi costituzionali nell’ambito della propria autonomia» potranno recedere entro il 31 dicembre del prossimo anno dai contratti di locazione di immobili «anche in deroga a eventuali clausole difformi previste dal contratto», così come prevedeva l’emendamento presentato dal deputato di M5S Riccardo Fraccaro approvato dalla Camera.
SLOT MACHINE - Ma non è l’unica retromarcia della giornata. Sempre nell’ambito del decreto “salva Roma”. Si prospettano modifiche anche sulla misura che taglia i trasferimenti agli enti locali ‘no slot’. La richiesta di sopprimere la norma sulle slot machine è arrivata dal Pd con un emendamento a prima firma Roberto Speranza, dopo le polemiche seguite all’approvazione del Senato e la bocciatura del segretario Matteo Renzi che l’ha definita una «porcata». La norma, messa a punto dal Nuovo centrodestra (e votata comunque anche dal Pd) prevede che il governo tagli i trasferimenti alle amministrazioni che adottano norme contro le slot machine.----------------
http://www.corriere.it/politica/13_dicembre_21/marcia-indietro-camera-affitti-d-oro-palazzi-potere-2cb9072e-6a54-11e3-aaba-67f946664e4c.shtml 
21 dicembre 2013

Sorial(M5S) denuncia i lobbisti in aula e fa il nome.......(Carlo De Benedetti)!



nome_lobbista.jpg
"Noi oggi denunciamo i lobbisti che saccheggiano i soldi di tutti i contribuenti italiani. Una grande super marchetta da un miliardo di euro.
Le nostre proposte vengono bocciate dal governo e dalla maggioranza per insufficienti risorse, invece Sorgenia SPA di Carlo De Benedetti, tessera numero 1 del partito democratico, il partito del fantoccio Renzi, ottiene decine di milioni di euro. Uno sconto per il vero capo del PD. Tutto ciò è illegale! Denunceremo a tutte le autorità competenti questa violazione. E avremo ragione, così come sui rimborsi elettorali che la corte dei conti ha dichiarato illegittimi e che voi volete continuare ad intascarvi. [...]
Noi oggi denunciamo in Aula questi fatti, perché come furono caccciati i mercanti dal tempio, cacceremo chi insieme a voi si è contrapposto al bene dei cittadini, al bene di tutti i pensionati, di tutti i giovani di tutti i lavoratori. Quest'uomo, questo mercante, ha un nome e cognome. Il lobbista si chiama LUIGI TIVELLI. E se questo parlamento avesse dignità lo caccerebbe dalle istituzioni. Vi abbiamo pescato con le mani nel sacco. Che cosa vi serve ancora per fare le valige?" Giorgio Sorial, M5S Camera

http://www.beppegrillo.it/2013/12/diretta_-_voto_di_fiducia_intervento_di_sorial_m5s_fuorilelobby.html

Guarda l'intervento integrale.
http://www.beppegrillo.it/video_gallery.php?video=discorso_sorial&image=http://www.beppegrillo.it/immagini/immagini/lobbisti_pd.jpg&

Un emendamento della senatrice Pd Zanoni, cancella in soli sei giorni la norma che tagliava i costi.

PS: << Da come riportato da il Corriere della Sera, un emendamento della senatrice Pd Zanoni,annulla la norma proposta dai 5 Stelle che permetteva a Comuni, Regioni e Stato di recedere dai contratti di affitto con un preavviso di soli trenta giorni. Questo avrebbe permesso di lasciare i palazzi Marini che ospitano Montecitorio e che in diciotto anni sono costati 444 milioni di euro...>>   Non bastava bastonare i Comuni contro le slotmachin?  ....senatori del Pd...fate schifo...!
umberto marabese
--------------------------
 Fatta la legge, trovata la soluzione. In soli sei giorni, come riportato da il Corriere della Sera, il Senato è riuscito a sopprimere la norma che consentiva a Comuni, Regione e Stato il recesso dai contratti di affitto entro il 31 dicembre 2014 e con un preavviso di trenta giorni. Un emendamento presentato dal parlamentare del Movimento 5 Stelle Riccardo Fraccaro e che aveva fatto intravedere la possibilità finalmente di recedere il contratto di Palazzi Marini: le stanze che ospitano i deputati e che in diciotto anni sono costati 444 milioni di euro. Approvato il 15 ottobre all’interno del provvedimento chiamato “manovrina”, è stato cancellato grazie all’emendamento della senatrice Pd Magda Zanoni all’interno del decreto “Salva Roma”, dove sono presenti anche “misure finanziarie urgenti in favore di regioni ed enti locali” e già nell’occhio del ciclone per la norma che penalizza gli enti che ostacolano le slot machines....

Legge elettorale, offerta di Renzi(Pd) alla destra(FI) = DC: Mattarellum corretto...o s-corretto?

 
PS: Finalmente insieme...come ai bei tempi della Democrazia Cristiana! 
umberto marabese
------------------------
L'Ircocervo non ha ancora un nome. E tuttavia inizia a prendere forma nelle conversazioni riservate tra esponenti del Partito democratico e di Forza Italia sulla legge elettorale. È un modello del tutto nuovo. È un ibrido che prende la struttura del vecchio Mattarellum e ci innesta sopra un doppio turno (eventuale) di coalizione. Il composto alchemico è l'ultimo prodotto della fucina renziana e, secondo chi lo ha potuto leggere, sarebbe "l'uovo di Colombo". Berlusconi vuole il Mattarellum? Il Pd vuole il doppio turno? Che problema c'è, basta mischiarli insieme ed ecco il risultato. Anche i partiti minori, come Ncd, non verrebbe soffocati in culla grazie al fatto che la quota proporzionale rimarrebbe intatta.
La proposta parte infatti dal mantenimento delle vecchie quote del Mattarellum: 75% di maggioritario e 25% di proporzionale. Alla Camera significa 475 seggi maggioritari e 155 seggi proporzionali. Dalla quota maggioritaria sarebbe ritagliato un tesoretto di 75 seggi, un "premio di governabilità" da assegnare a quel partito che abbia superato una certa soglia......

venerdì 20 dicembre 2013

Blog di Beppe Grillo: I giornali "mangiano" sempre il panettone... purchè se farcito di Milioni di €!

I soldi per l'editoria e per i giornali asserviti non mancano mai. Anzi, nel 2013 aumentano. E' il miracolo italiano di Capitan Findus Letta: il rilancio della carta stampata. Un mercato che sta scomparendo in tutto il mondo, ma che in Italia, grazie alla lingua sovrasviluppata di una classe di pennivendoli, non conosce freni.
Legge di stabilità per il 2013: 137 milioni di euro
Legge di stabilità per il 2014: 175 milioni di euro
Legge di stabilità per il 2015: 119 milioni di euro
Legge di stabilità per il 2016: 120 milioni di euro
Siamo al 70simo posto per la libertà di stampa nel mondo grazie a una serie di sovvenzioni dirette e indirette, all'occupazione militare dell'informazione.
Le ricche elemosine di Stato per il 2013 non sono ancora note nel dettaglio, ma affinché il panettone che il Nipote mangia con avidità, vi rimanga sul vostro stomaco di contribuenti sono elencati alcuni giornali con i soldi ricevuti nel 2012.
I fondi per l'editoria vanno aboliti dal 2013. Giornale vive se lettore compra. Se lettore non compra giornale chiude. E' la legge del mercato che, per i giornalisti amici, non si applica mai.
I finanziamenti pubblici ai giornali percepiti nel 2012, la Top 10:
- Avvenire: 4.355.324 di euro
- Italia Oggi: 3.904.773 di euro
- L'Unità: 3.615.894 di euro
- Il Manifesto Quotidiano Comunista: 2.712.406 di euro
- Cronaca qui.it: 2.361.897 di euro
- La Padania: 2.001.468 di euro
- Il Foglio: 1.523.106 di euro
- Il Corriere Mercantile: 1.434.850 di euro
- Europa: 1.183.113 di euro
- Il Secolo d'Italia: 992.804 di euro
NB: Per Radio Radicale sono stanziati 10 milioni per il 2014 e 10 per il 2015 (convenzione tra il Ministero dello Sviluppo Economico e il Centro di produzione Spa, titolare di Radio Radicale)

http://www.beppegrillo.it/2013/12/i_giornali_mangiano_sempre_il_panettone.html

L’ex banchiere Modiano(Pd): “Con prelievo forzoso al 10% gettito di 113 miliardi”

 PS: I moderni "ladri" hanno inizio con il Signor Amato che nel lontano '92, rubò una percentuale a tutti gli italiani con un C/C in banca , il giono prima di farlo sapere. Oggi, questo signore marito dell'On. Pollastrini del Pd, ci riprova: i"moderni ladri" è triste dirlo, ma sono tutti della ex sinistra. Complimenti.
umberto marabese
 -------------------------

“Con prelievo forzoso al 10% gettito di 113 miliardi”
Il marito dell'onorevole Pollastrini (Pd), nonché ex braccio destro di Alessandro Profumo in Unicredit e di Corrado Passera in Intesa torna alla carica sulla patrimoniale una tantum a carico delle famiglie più ricche.
L’ultima spiaggia per l’Italia? Un prelievo una tantum del 10% sulla fascia più ricca della popolazione. A tornare alla carica è stato l’ex banchiere Pietro Modiano oggi presidente di Nomisma, della società degli aeroporti milanesi Sea e, benché in uscita, della Tassara, la holding di uno dei più importanti debitori di Intesa Sanpaolo, Romain Zaleski che quest’estate ha ottenuto l’ennesima moratoria sul suo debito di oltre 2 milairdi di euro verso il sistema bancario......

Dopo lo scandalo Boldrini, tocca alla Serracchiani: prese un volo di Stato per partecipare a Ballarò

PS: <<La governatrice renziana beccata con le mani nella marmellata: volò da Trieste a Roma con l'aereo blu di Letta. È proprio un brutto vizio, quello della sinistra di scroccare i voli di Stato per farsi scorrazzare a destra e a manca. >>....".. seguendo una prassi consueta gestita dal Cerimoniale della Presidenza del Consiglio dei Ministri,........
umberto marabese 
------------------
Un brutto vizio non solo perché marcatamente a danno del contribuente, ma anche perché sbattuto in faccia a tutti con l'imbarazzante sfrontatezza di chi sta sempre nel giusto. Dopo il viaggetto della presidente della Camera Laura Boldrini, che ha imbarcato il fidanzato nella delegazione governativa che ha volato fino in Sud Africa per partecipare alle esequie di Nelson Mandela, ecco un'altra donna della sinistra approfittare dei voli di Stato. Si tratta della governatrice del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani.
Come ricostruisce Libero, lo scorso 26 novembre la renziana avrebbe volato sull'aereo della presidenza del Consiglio da Trieste a Roma per arrivare in tempo all'appuntamento con Giovanni Floris. Cristian Sergo, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, ha denunciato che, dopo aver partecipato a un vertice internazionale con il premier Enrico Letta, la presidente della Regione Fiuli-Venezia Giulia si è fiondata negli studi di Ballarò. Da Trieste a Roma, nel giro di poche ore. "La presidente alle ore 17.10 era ancora a Trieste - si legge nell'interrogazione presentata dal grillino - poco meno di quattro ore dopo, la Serracchiani si trovava già a Roma negli studi di Rai3 per partecipare alla trasmissione Ballarò in qualità di rappresentante del Pd. Mai di governatrice del Friuli Venezia Giulia". Colta con le mani nella marmellata, la Serracchiani ha ammesso: "Il 26 novembre scorso, seguendo una prassi consueta gestita dal Cerimoniale della Presidenza del Consiglio dei Ministri,........

Giulietto Chiesa: «In Ucraina c'è stata un'aggressione dell'occidente alla Russia».

 La Storia, l'Europa e la crisi in Ucraina

«In Ucraina c'è stata un'aggressione dell'occidente alla Russia». Intervista a Giulietto Chiesa. 

di Alessandro Bianchi
[con la preziosa collaborazione del Prof. Paolo Becchi]


La visita del presidente ucraino Yanukovich a Mosca è l'ultimo atto di una crisi che rischia di destabilizzare un paese strategicamente fondamentale. Come cambia ora la situazione?
Cambia completamente, vi è stata una svolta radicale. La Russia di Putin ha offerto al presidente ucraino un prestito da 15 miliardi di euro, per affrontare l'emergenza attuale, e la firma di un'intesa preliminare per diminuire il prezzo del gas a 280 dollari per mille metri cubi - circa 150-180 dollari in meno di quello che pagano gli altri paesi europei - per un risparmio complessivo di Kiev da due miliardi di dollari l'anno. Si tratta di un regalo immenso e vorrei che si misurasse la portata del gesto in modo appropriato, perché semplicemente non esiste un atto di questa portata nell'economia contemporanea. Può essere chiaramente spiegato solo come atto politico, di fratellanza, e capito a fondo solo se si comprende che Kiev è una componente essenziale della cultura e della storia russa. Con quest'offerta Vladimir Putin sta salvando la pace internazionale. La Russia è nata in Ucraina, che è stata anche il suo baluardo difensivo durante la seconda guerra mondiale. Come si può immaginare che i russi non considerino questo un valore? L'Europa occidentale ha scelto consapevolmente, o per stupidità, di aprire una crisi gravissima, che non tiene conto della storia degli uomini. I russi stanno difendendo sé stessi, una parte della storia, oltre ad una parte de loro ex cittadini. Occorre non dimenticare che la maggioranza dei 48 milioni di ucraini è composta da persone di lingua e cultura russa........

Torino, operai precario si impicca dopo lo sfratto. In tasca l'ingiunzione del Tribunale

Torino, si impicca dopo lo sfratto In tasca l'ingiunzione del Tribunale
PS:<<Un uomo di 50 anni si è tolto la vita dopo aver ricevuto l'avviso che lo intimava a lasciare la sua casa entro 30 giorni.>>...questa è la crescita, vero Governo Letta-Pd&Alfano-N. Destra? Buon Natale a te, anche se lassù, spero non ci siano ingiustizie come qua!
umberto marabese
------------------------
- Si è tolto la vita impiccandosi al balcone di casa. E' accaduto a Torino, in zona Parella. L'uomo, di 50 anni, aveva ricevuto l'avviso di sfratto. La polizia gli ha trovato in tasca l'ingiunzione che gli era stata notificata con l'obbligo di lasciare l'appartamento in cui viveva entro 30 giorni. Il 50enne era un operaio che per tutta la vita aveva lavorato per aziende del settore metalmeccanico, ma soltanto con contratti precari.
Di professione operaio, da molti mesi non riusciva a trovare un impiego. Impossibile, quindi, continuare a pagare l'affitto per quel monolocale in cui viveva, da solo, da circa due anni. Aveva chiesto anche aiuto alle banche senza però ricevere denaro in prestito.

A lanciare l'allarme è stato un vicino che, giovedì mattina, ha scoperto il cadavere. Non si esclude che l'uomo abbia deciso di togliersi la vita mercoledì sera, poco dopo aver ricevuto l'ingiunzione del Tribunale.-------
http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/piemonte/2013/notizia/torino-si-impicca-dopo-lo-sfratto-in-tasca-l-ingiunzione-del-tribunale_2016570.shtml

Segnalo le notizie e gli appuntamenti della Città di Grugliasco nel periodo compreso tra il 19 dicembre 2013 e il 9 gennaio 2014.



La newsletter ritornerà il 9 gennaio 2014.



DAL 19 DICEMBRE IN EDICOLA, IN MUNICIPIO, NEI CENTRI CIVICI E SUL SITO DEL COMUNE IL NUOVO NUMERO DI INGRUGLIASCO15


Dal 19 dicembre sarà in edicola e scaricabile dal sito web del Comune, il nuovo numero di InGrugliasco15, il quindicinale gratuito, nato per informare i cittadini sugli eventi della nostra Città, "cucinato" completamente in casa, dall'impaginazione alla stampa con il fondamentale aiuto delle Associazioni del territorio per la distribuzione e non solo...   Su questo numero, all'interno, i lettori...Leggi tutto


FINO AL 19 DICEMBRE APERTE LE ISCRIZIONI AI CORSI DI SCI


Anche quest'anno, stagione 2014, lo Sci Club Grugliasco, grazie alla collaborazione con la Città di Grugliasco, offre una serie di corsi a tariffa agevolata per i residenti. Le iscrizioni sono possibili sino al 19 dicembre, ogni giovedì, dalle 21 alle 23, presso la sede dello Sci Club in via La Salle 6/A.   Si tratta di corsi per sciatore e snowboarder per bambini, ragazzi e adulti presso...Leggi tutto


DAL 19 DICEMBRE 2013 AL 6 GENNAIO 2014 SONICS E CIRKO VERTIGO IN SOUK


Dopo lo straordinario successo di DUUM nel mese di ottobre, dal 19 dicembre al 6 gennaio il Teatro Le Serre di Grugliasco ospita una nuova produzione Sonics con gli artisti di Cirko Vertigo che sarà in cartellone per tutte le feste di Natale.
Un immaginifico mercato di Natale, un crocevia di colori, luci e suggestioni tra sogno e realtà. Un caleidoscopico Souk popolato di personaggi alla ricerca...Leggi tutto


IL 20 E IL 21 DICEMBRE SPETTACOLI TEATRALI AL PEREMPRUNER


Un dicembre all'insegna dello spettacolo grazie alla Compagnia Viartisti e al teatro Perempruner.    Il dicembre degli spettacoli chiude venerdì 20 e domenica 21 dicembre, alle 21, con lo spettacolo "In nome della madre", portato in scena dalla Compagnia Viartisti, di Erri De Luca, regia di Pietra Selva, con Raffaella Tomellini. È Miriam/Maria, per la prima volta, a raccontare e rievocare,...Leggi tutto
Continua a leggere...

giovedì 19 dicembre 2013

dal Blog di Beppe Grillo: Il Pd schiavo delle lobby d'oro #fuori le lobby...!


lobbista_beccato.jpg
 
 Guarda il video ESCLUSIVO!
 http://www.beppegrillo.it/video_gallery.php?video=lobbista_beccato_camera_&image=http://www.beppegrillo.it/immagini/immagini/lobbista_beccato.jpg&
---------------
"A chi obbediscono i partiti? Ai loro elettori o ai lobbisti? La legge di Stabilità non è fatta per i cittadini ma per tutelare interessi e affari, caste e cordate. Vi sembra eccessivo? Sentite questa: il Pd, prima firma il capogruppo alla Camera, Roberto Speranza, presenta un emendamento alla stabilità per salvaguardare le casse dell’Inps. Viene previsto un tetto massimo di 150mila euro fra pensione e altri incarichi, pubblici e privati. Bene. Parte la discussione in commissione che si protrae per la notte. Le trattative fervono nei corridoi. Ma dopo una lunga gestazione, il Pd partorisce una riformulazione che azzera il contenuto della norma: il tetto sale fino a 294mila euro ed è applicabile solo a chi cumula pensione e incarico nella pubblica amministrazione salvando tutti i contratti in vigore. Come dire: “abbiamo scherzato, ci siamo sbagliati”. Cos’è accaduto nel mentre, fra il prima e il dopo? Quale manina è intervenuta? Per capirlo bisogna uscire dalla commissione, farsi un giro, entrare nella saletta fumatori nel cuore di Montecitorio e immergersi nella folla dei lobbisti che assedia il Parlamento. E ascoltare:.........

A Lampedusa il "lager" delle coop rosse-Pd.

Il centro per immigrati di Lampedusa è gestito dalla sinistra. E la Ue minaccia di togliere gli aiuti dopo averci abbandonato.
Il centro della vergogna, della tortura e dell'umiliazione è targato Legacoop. «Lampedusa accoglienza», l'ente sociale che gestisce la struttura dell'isola dove i migranti vengono denudati e lavati con l'idrante, è affiliato alla holding delle coop rosse. Che ieri, visto il putiferio scatenato dal video del Tg2 girato in uno dei container-lager durante le procedure di disinfestazione anti-scabbia, ha intimato ai soci di «Lampedusa accoglienza» di «rimuovere e rinnovare il management attuale e avviare immediatamente una migliore organizzazione con altre professionalità».
A nulla è valsa l'autodifesa di Cono Galipò, amministratore delegato della coop, secondo il quale si trattava di «getti sanitari», di «una consuetudine praticata a difesa dei migranti», di «immagini fuorvianti» e «montatura mediatica»: «Non potete metterci alla gogna per qualche sequenza che non dice nulla di ciò che facciamo, noi seguiamo una indicazione delle autorità sanitarie». È il lato oscuro dell'accoglienza, il business nascosto dietro le braccia aperte e ipocrite di tanto «buonismo» interessato.......

Ucraina, con Mosca salvata economia,con Ue collasso assicurato!

Russia all'attacco, basta pressioni.

di Giuseppe Agliastro
      (ANSA) - KIEV - Il governo ucraino è più che soddisfatto per l'intesa raggiunta ieri con il Cremlino, e non lo nasconde. Per il premier Mikola Azarov si tratta di un accordo "storico", che permette di salvare l'economia ucraina dal "fallimento", mentre firmare ora l'accordo di associazione con l'Ue avrebbe portato "alla bancarotta e al collasso sociale". E intanto Mosca torna all'attacco, con il ministro degli Esteri Serghiei Lavrov che accusa l'Occidente di tentare di esercitare pressioni sull'Ucraina nonostante gli accordi di ieri.

Parole pesanti quelle che arrivano da Kiev all'indomani dell'intesa raggiunta a Mosca da Putin e dal presidente ucraino Viktor Ianukovich con cui la Russia ha concesso all'Ucraina un forte sconto sul prezzo del gas (da 400 a 265 dollari per 1000 mc) e comprato 15 miliardi di dollari di titoli di Stato ucraini. Secondo il primo ministro, firmando ora un accordo con Bruxelles, "dopo alcuni giorni di applausi scroscianti, la dura realtà avrebbe sommerso l'Ucraina. Già oggi - sostiene Azarov - avremmo dovuto soddisfare le richieste dell'Fmi, cioè raddoppiare le bollette, svalutare drammaticamente la moneta nazionale, ridurre le spese, cancellare gli aiuti del governo all'agricoltura, congelare salari e pensioni". A dare manforte al premier è il ministro dell'Energia, Eduard Stavitski, secondo cui con il nuovo accordo sul gas Kiev risparmia più di 5 miliardi di euro l'anno.......

Il Pd vota "si" al decreto dal Nuovo centro Destra: “Ostacoli le slot machine? Lo Stato ti taglia i fondi."

PS: Chiedo ai tantissimi cari amici del Pd che mi confortano con la loro amicizia, di esprimersi su questo decreto che raccoglie in se il  più criminale dei giochi perchè risaputo che giocato da giovani , ma sopratutto da anziani poveri che sperano in una "vincita"extra pensione. Bravo Renzi...ottimo inizio: via ad assunzioni senza art.!8(  ti assumo oggi e stasera ti licenzio...), se non fai giocare al videopoker( tutti in mano alla "Mafia siciliana, regione natale di Alfano detto "angiolino" e di Renato Schifani....)...niente fondi dallo Stato..capito Sindaci del Pd?
umberto marabese
-------------------
 Approvato in Senato emendamento Ncd: gli enti locali che adottano regole restrittive sull'azzardo, riducendo il gettito fiscale, si vedranno tagliare i trasferimenti da Roma. Denuncia M5S, Pd vota sì.
 Ostacoli le slot machine? Lo Stato ti taglia i fondi. E’ il contenuto dell’emendamento presentato dal Nuovo centrodestra al decreto “salva Roma”. A Comuni o Regioni che adottano norme restrittive "sono attuate riduzioni dei trasferimenti statali in misura corrispondente all’entità delle minori entrate". Pd vota sì, ma non tutti ci stanno. Puppato: "Una bastonata ai sindaci su emergenza ludopatia"  di Martina Castigliani  

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/12/18/gioco-dazzardo-emendamento-ncd-trasferimenti-dallo-stato-
Leggi anche:
 Macchinette e Bingo, il Governo Letta&Alfano punta a incassare 140milioni( di F. Liuzzi)
- http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/12/18/gioco-dazzardo-il-governo-punta-a-intascare-140-milioni-
Ma il comune di Virgilio(Mantova) fa il contrario:<<Giochi al videopoker?. Niente più sussidi>>.
- http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/12/01/virgilio-il-comune-sorveglia-i-ludopatici-ti-giochi-tutto-alle-slot-

Brasile, bambino di 11 anni salva un cucciolo investito in autostrada...buon Natale Jean Fernandes.

 Guarda le foto e il video:
----------------
Mentre le auto sfrecciavano su questa strada di Itajaí, in Brasile, Jean si butta nella carreggiata e prende in braccio il cucciolo che, dopo essere stato investito da una vettura, non riusciva più a muoversi.
  - Quando l'undicenne Jean Fernandes ha visto il piccolo Honey essere investito da un'auto non ci ha pensato due volte e si è lanciato in mezzo al traffico per salvarlo. Come dimostrano le immagini, mentre le auto sfrecciavano su questa strada di Itajaí, in Brasile, Jean si butta nella carreggiata e prende in braccio il cucciolo che, dopo essere stato investito da una vettura, non riusciva più a muoversi. Nonostante il pericolo corso, lieto fine per bambino e cane: Jean è uscito incolume dalla sua eroica impresa, mentre Honey curato dal veterinario si riprenderà presto.-----

mercoledì 18 dicembre 2013

Il Monte Dei Paschi di Siena stà per fallire: se entro un mese non arrivano 3 miliardi di € da nuovi investitori è finita!

IL MONTE DEI PASCHI DI SIENA STA PER FALLIRE: SE ENTRO UN MESE NON ARRIVANO 3 MILIARDI DA NUOVI INVESTITORI, E' FINITA.
mercoledì 18 dicembre 2013
Siena - Alessandro Profumo è abbastanza chiaro: se salta l'aumento di capitale da 3 miliardi di Monte Paschi a gennaio, la banca rischia la nazionalizzazione. )Che in pratica significa il fallimento, dato che la nazionalizzazione azzera gli azionisti).
Secondo il presidente dell'istituto di credito più vecchio al mondo "può darsi che se non si riesce a fare l'aumento in questo caso la banca sarebbe nazionalizzata".
Il botta e risposta tra Mps e la Fondazione (che vorrebbe rinviare l'aumento di capitale), continua, mentre tremano i piccoli azionisti - e anche obbligazionisti - della banca senese, il cui destino è da anni in bilico.
Lo scorso 10 settembre, Elio Lannutti, presidente dell'Adusbef (Associazione Difesa Utenti Servizi Bancari e Finanziari) ha proposto proprio la nazionalizzazione dell'istituto: "meglio evitare la lunga agonia ed il tentativo di far pagare i costi della crisi a lavoratori, consumatori, risparmiatori con la "conversione immediata dei Monti bond", che prevede l’acquisto di azioni da parte dello Stato e quindi una nazionalizzazione dell’istituto. (WSI)