Pagine

martedì 28 febbraio 2017

Manlio Dinucci - Scioperi Sonnolenza nucleari...

JPEG - 39.3 Kb

Sua Eccellenza Sebastiano Cardi, rappresentante permanente d'Italia presso le Nazioni Unite
Non pensare per un minuto che l'Italia ha deciso di fare bene sulla sua firma al Trattato di non proliferazione. E 'solo che il rappresentante italiano presso l'Assemblea generale delle Nazioni Unite è stato completamente esaurito e purtroppo premuto il pulsante sbagliato quando ha votato.
 | ROMA, ITALIA) 

Andrea Orlando schiera le truppe per rifondare il Pd. La sfida a Renzi parte dalla "sua Firenze" tra l'orgoglio dei suoi



Risultati immagini per foto di Andrea Orlando

Andrea Orlando schiera le truppe per rifondare il Pd. La sfida a Renzi parte dalla "sua Firenze" tra l'orgoglio dei suoi: "È triste come Enrico". 

All’uscita un militante soddisfatto esclama: “Andrea è uno di famiglia”. Al suo fianco un altro aggiunge: “Mi piace perché ha un’aria triste, come quella di Enrico”. Firenze, tardo pomeriggio di lunedì. L’Obihall, dove l’ex premier, iniziò la sua campagna #bastaunsi riscopre un orgoglio antico, nel senso di orgoglio di partito ordinato, solido. Andrea Orlando, l’ultimo figlio del partito a candidarsi alla guida del Pd, si presenta così, nella capitale del renzismo e della Rottamazione: “Non sarò l’uomo solo al comando, voglio fare solo il segretario del partito e avrò uno stile diverso da Renzi. Sinora le discussioni negli organi si concludevano, dopo infuocati dibattiti, con la parola magica ‘contiamoci’.....
continua a leggere...
http://www.huffingtonpost.it/2017/02/28/andrea-orlando_n_15064532.html?utm_hp_ref=italy
=================================================================

Risultati immagini per foto di renzi

Renzi: "Destino della sinistra è più grande dei leader che tradiscono l'ideale della ditta". Guarda ed ascolta il Video:

http://video.repubblica.it/dossier/crisi-pd/renzi-destino-della-sinistra-e-piu-grande-dei-leader-che-tradiscono-l-ideale-della-ditta/269094/269527?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P2-S1.4-

L'ex premier ha rinnovato la sua tessera Pd nel circolo Vie Nuove di Firenze, dove ha pranzato con gli iscritti. "La storia della sinistra non ha un nome e un cognome - ha detto Renzi - Il suo destino è più grande di singoli leader che decidono per fatti loro quando andare e restare". "Anche uno come me, che viene da Rignano, è riuscito a diventare Presidente del consiglio: il messaggio è che se uno ha voglia di mettersi in gioco e grinta, può farcela". E ricordando proprio la sua esperienza di governo: "Si può sbagliare, ma preferiscono provare a cambiare le cose piuttosto che restare chiuso nelle stanze del potere".---


Maurizio Blondet - POVERO “FABO DJ”, INGANNATO PER SEMPRE DA CATTIVI ATTORI















Maurizio Blondet   28.02.2017
PS:Informare su "tutti li argomenti" è una mia consuetudine, poi ognuno di noi può, anzi, deve,  pensare in piena libertà di pensiero.
umberto marabese
-----------------------
Confesso che non sapevo chi fosse “Fabo”.  Un dj. Ossia un disc –jockey.   L’ho appreso stamattina coi giornali  progressisti, illuministi e avanzati che, tutti,   a un  segnale convenuto, hanno battuto  la grancassa in prima pagina, con i grandi titoli del caso,   di questo Fabo dj che si è dovuto far ammazzare in Svizzera.   “Via da un paese che mi tortura!”, la Stampa (Il paese lo tortura?)  Il Corriere: “Fabo in Svizzera: lasciatemi libero”  ( e chi ti voleva fermare?, infatti sei andato in Svizzera e ti sei ammazzato).  “L’artista  ha dovuto  andare in Svizzera”  (un dj è un artista?)  “Voleva morire ma non così lontano da casa”, piange Il Fatto Quotidiano  ( Che t’importa, se hai deciso di  farti uccidere, essere “lontano da casa”? Lontano ci  starai per sempre, ormai). “In Svizzera per l’eutanasia – “Vergogna! tradito dall’Italia”,  accusa Repubblica (di cosa devo vergognarmi, io?) “Chi  ci nega la nostra dignità” dice una tizia in prima pagina.  Apprendo così che  “dj Fabo”    ha  “fatto un appello a Mattarella: lasciatemi morire” ( E chi te lo impedisce? Infatti sei morto).  Il punto è che  “  la legge è ferma in parlamento” da non so quanti  anni. La legge che introduce in Italia  il suicidio assistito. Per cui ci dobbiamo sentire tutti in colpa per il dj Fabo che  ha fatto il suicidio in Svizzera.  Invece che alla ASL.....

Gruppo Democratici e progressisti: 37 alla Camera, 14 al Senato. Renzi-Governo, non c'è più feeling

Nasce il gruppo Democratici e progressisti: 37 membri alla Camera, 14 al Senato. Laforgia e Guerra capogruppo
Speranza: "Restituiremo a tantissimi elettori del centrosinistra la voglia di tornare a fare politica". Intanto il vento della scissione si fa sentire anche in Veneto e in Campania.
ROMA - Il battesimo in Parlamento di "Articolo 1 - Movimento democratici e progressisti" si è compiuto: il nuovo gruppo alla Camera è formato da 37 deputati, 20 ex Pd e 17 ex Sel e il capogruppo è Francesco Laforgia, scelto all'unanimità. Il vice presidente è l'ex vendoliano Ciccio Ferrara, il tesoriere Danilo Leva, fuoriscito dem. "Restituiremo a tantissimi elettori del centrosinistra la voglia di tornare a fare politica", ha detto il bersaniano Roberto Speranza, uno dei fondatori del nuovo soggetto politico, aprendo la prima riunione del gruppo....
continua a leggere...
http://www.repubblica.it/politica/2017/02/28/news/dp_e_il_giorno_dei_nuovi_gruppi_a_camera_e_senato-159420976/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P2-S1.6-T1
====================================================================
RENZI
Quanti amici ha perso Matteo Renzi da quando non fa più il premier? “Sono rimasti gli amici di sempre. E sono tanti…”, risponde il segretario dimissionario del Pd a Fabio Fazio negli studi di ‘Che tempo che fa’. In effetti, gli sono rimasti i fedelissimi, quelli che gli battono la grancassa a colpi di hashtag sui social. Ma i big alleati per il congresso sono poco entusiasti: basti dire che il sindaco di Milano Beppe Sala ancora non sa se lo sosterrà, eppure sembrava il più 'renziano' tra gli eletti alle ultime amministrative. Ma soprattutto Renzi, fino all'altro ieri segretario del Pd e ora dimissionario e candidato alle primarie del 30 aprile, ha rapporti ridotti al minimo proprio con chi nel governo ha la responsabilità dei dossier più delicati per il futuro del paese. Pare che Pier Carlo Padoan, per dire, o il ministro allo Sviluppo Carlo Calenda, non riescano nemmeno a parlarci. Cosa che è capitata anche a Vasco Errani, commissario per la ricostruzione post-sisma che alla fine ha lasciato il Pd seguendo il suo riferimento politico di sempre: Pierluigi Bersani...


Rosanna Spadini - Stadio della Roma: Hunger Games Distretto 13


E' ridicolo affermare che lo stadio non può essere costruito in un'altra parte della città. Il problema è che non si tratta di uno stadio...

di Rosanna Spadini
Roma hunger games distretto 13... nella lotta per la sopravvivenza alla fine le tre torri sono state eliminate, le cubature dimezzate, il 60% in meno per la parte relativa al Business Park, la messa in sicurezza del quartiere di Decima soggetto ad allagamenti, il potenziamento della ferrovia Roma-Lido.
Peccato... potevate immaginare di arrivare a Roma e cercare con lo sguardo il cupolone di San Pietro, forgiato dal genio di Michelangelo Buonarroti, che suole emergere dalla città come fosse il luogo dell'infinito... e invece vedersi avanzare minacciose quelle tre torri appuntite che svettano verso il cielo come lame un po' sghembe, saette instabili sull'orizzontale della città... non-luoghi postmoderni, privi di anima, identità e storia, simulacri del mondo globalizzato....

Ass. Terra Comune Onlus - 2°) Accompagnamento agli esami, gestito da Psicologi e Docenti.


...leggi la 2°) parte...

                          Responsabile della struttura dott.ssa Nadia Marabese - Psicologa
========================================

Rileggi la 1°) parte di ieri...:

https://www.blogger.com/blogger.g?blogID=8671984675083502460#editor/target=post;postID=312559118813992318;onPublishedMenu=template;onClosedMenu=template;postNum=4

lunedì 27 febbraio 2017

Maurizio Blondet - ADESSO I BANCHIERI ESTERI PARLANO CON MARINE. SULL’EURO, OVVIAMENTE.

ADESSO I BANCHIERI  ESTERI PARLANO CON  MARINE. SULL'EURO, OVVIAMENTE.


blog di beppe Grillo - Basta privilegi! Anche per gli onorevoli una #PensioneComeTutti

Basta privilegi! Anche per gli onorevoli una #PensioneComeTutti

Guarda ed ascolta il Video:
https://www.facebook.com/movimentocinquestelle/videos/10154788341300813/
di MoVimento 5 Stelle
Viviamo in un Paese dove ci sono ancora migliaia di esodati della legge Fornero, lavoratori che svolgono lavori usuranti che non riescono ad anticipare l’età pensionabile e ben 1 milione e mezzo di pensionati che percepiscono meno di 500 euro al mese vedendosi, in molti casi, costretti a rinunciare persino alle cure mediche. Una situazione drammatica, molto lontana dalla situazione che, invece, vivono gli "onorevoli". Il loro trattamento pensionistico è un privilegio che il MoVimento 5 Stelle vuole abolire e dare loro lo stesso trattamento dei comuni mortali, una #PensioneComeTutti. Invece adesso:
1) Un parlamentare che lavora 4 anni e 6 mesi, a 65 anni prende 900 euro di pensione. Un comune cittadino ma manco per sogno.
2) Un parlamentare che lavora 10 anni va in pensione a 60 anni con oltre 1.200 euro di pensione. Una persona normale ma quando mai.
3) Un parlamentare va in pensione a 65 anni, punto. Se un comune mortale vuole andare in pensione invece deve aver maturato un minimo di contributi....

Dj Fabo è morto, l’annuncio di Cappato: “Ha scelto di andarsene rispettando le regole di un Paese non suo”



Dj Fabo è morto, l’annuncio di Cappato: “Ha scelto di andarsene rispettando le regole di un Paese non suo”

PS: Se pensi che sia giusto vietare al prossimo di disporre della sua vita, significa che sei tu che vuoi disporre della vita del tuo prossimo. 
umberto marabese
-------------------------

Fabiano Antoniani era da ieri in Svizzera dove aveva affrontato le procedure per accedere al suicidio assistito. Nel suo ultimo messaggio audio i ringraziamenti a chi lo ha accompagnato nel suo ultimo viaggio e le accuse allo Stato italiano. Il ragazzo aveva 40 anni e dal 2014, dopo un incidente stradale. era cieco e tetraplegico.
 Fabo è morto alle 11.40. Ha scelto di andarsene rispettando le regole di un Paese che non è il suo”. Lo scrive su Twitter il radicale Marco Cappato. In mattinata l’ultimo audio del dj, cieco e tetraplegico dal 2014 dopo un grave incidente stradale, pubblicato su Facebook: “Sono finalmente arrivato in Svizzera e ci sono arrivato, purtroppo, con le mie forze e non con l’aiuto del mio Stato”. Fabo, al secolo Fabiano Antoniani, 40 anni, era da ieri in Svizzera dove aveva affrontato le procedure per accedere al suicidio assistito. Il dj ha dedicato parte del messaggio proprio a Cappato, promotore della campagna Eutanasia legale, che lo ha accompagnato in Svizzera: “Volevo ringraziare una persona che ha potuto sollevarmi da questo inferno di dolore – ha detto Dj Fabo – Questa persona si chiama Marco Cappato e lo ringrazierò fino alla morte. Grazie Marco, grazie mille”....
continua a leggere...
http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/02/27/dj-fabo-morto-lannuncio-di-cappato-ha-scelto-di-andarsene-rispettando-le-regole-di-un-paese-non-suo/3419173/

Ass. Terra Comune Onlus - 1°) Aiuto compiti specializzato, gestito da Psicologi e Docenti...

Responsabile struttura: dott.ssa Nadia Marabese - Psicologa

Pd, Renzi attacca: "La scissione è stata ideata e prodotta da D'Alema"...(certo non mia!).

Risultati immagini per foto di renzi

PS: Per... "lui"...la colpa è sempre di qualcun altro...!
umberto marabese
-----------------------

Al rientro dal viaggio in California, l'ex premier ospite del programma 'Che tempo che fa'. "La sinistra parla solo di me, ma a livello mondiale i problemi sono i Trump e le Le Pen". Sull'affare Consip: "Conosco mio padre e i suoi valori e ho fiducia nella magistratura, ma i processi siano rapidi".

ROMA - Appena rientrato dal viaggio in California, Matteo Renzi è stato subito ospite di Fabio Fazio nel programma 'Che tempo che fa', su Raitre. L'ex premier ha dato la sua versione sulle cause della scissione che ha diviso il Partito democratico, puntando l'indice direttamente contro Massimo D'Alema. Alla domanda di Fazio su quanto peserà la scissione, Renzi ha risposto secco:"Era tutto scritto, ideato e prodotto da Massimo D'Alema. Io mi sono dimesso perché era giusto, per poter scegliere il nuovo leader. E loro se ne sono andati lo stesso. Mi si può chiedere di dimettermi, non di non ricandidarmi. Di rinunciare al mio sogno. Mi dispiace. D'Alema e i suoi non hanno mandato giù il rospo: che qualcuno non dei loro dirigesse il Pd". "Io mi sono dimesso da segretario perché ho perso. Tutti dicono che se perdono se ne vanno, ma poi restano. Io ho perso e mi sono dimesso. Un voto, quello del referendum, che ha bloccato il Paese. Ma io riparto da qui"...
continua a leggere...
http://www.repubblica.it/politica/2017/02/26/news/renzi_dalla_california_a_che_tempo_che_fa-159306350/?ref=RHPPBT-BH-I0-C8-P4-S1.4-T1

domenica 26 febbraio 2017

settimana interessante per Vladimir Putin e Donald Trump

settimana interessante per Vladimir Putin e Donald Trump
ultima mossa di Putin
Non seguo i grandi media occidentali, quindi non so davvero quanto la copertura questo sviluppo ha ricevuto in Occidente, ma in Russia e in Ucraina la grande novità è la decisione della Russia di iniziare a riconoscere i documenti Novorussian ufficiali come passaporti , patenti di guida, scuola e università diplomi, ecc I russi erano abbastanza specifica nel modo in cui ha dato l'annuncio. Hanno detto che si trattava di una misura temporanea dettata da considerazioni umanitarie. Essi hanno un punto. Fino ad ora, i residenti del Donetsk e Lugansk Repubbliche delle persone hanno dovuto viaggiare per l'Ucraina occupata dai nazisti per cercare di ottenere i loro documenti. Il che, considerando come i Ukronazis considerano chiunque dalla Donbass era non solo inutile, ma a volte pericoloso. Questa decisione ha perfettamente senso pratico. Ma, naturalmente, ha una dimensione simbolica vasta portata troppo. La tempistica è fondamentale anche: riconoscendo i documenti rilasciati dalle autorità DNR e LNR, i russi hanno de facto "semi-riconosciuto" le autorità che li ha rilasciati e che è solo una abbastanza breve passo dal riconoscimento di queste repubbliche.
In questo momento, il Cremlino è veemenza negando tali pensieri. Ma tutti i commentatori Kremlin-affiliati sono piuttosto schietto su ciò che questo significa veramente....

blog di Beppe Grillo - Elon Musk: con l'automazione servirà un Reddito di Cittadinanza universale

muxk.jpg

Recentemente Elon Musk ha avuto l'opportunità di condividere le sue opinioni sul reddito di cittadinanza universale al Summit dei Governi Mondiali di Dubai. Musk ha avuto la possibilità di parlare del futuro e delle sfide che il mondo affronterà nei prossimi cento anni. Tra queste c'è l'intelligenza artificiale (IA), l'automazione e il cambiamento nel mondo del lavoro che ne dovrebbe derivare.
Quando gli è stato chiesto in merito alle sfide che la civiltà dovrà affrontare nel futuro prossimo, Musk ha iniziato evidenziando la minaccia che l'intelligenza artificiale superi quella umana. Ha dichiarato: "quando si potrà avere un'intelligenza artificiale molto più sviluppata della più avanzata intelligenza umana, esisterà una situazione pericolosa".
Ha continuato notando l'importanza di portare avanti la ricerca sull'IA con cautela: "penso che dovremmo essere molto attenti a come usiamo l'intelligenza artificiale e ad assicurarsi che i ricercatori non si lascino trasportare dai risultati. A volte, ciò che può accadere è che uno scienziato diventi così preso nel suo lavoro che, in realtà, non si renda conto delle conseguenze di ciò che sta facendo".....

Naurizio Blondet - Il muro di "Giuda"è politicamente corretto, non scandalizza l'Occidente.


Il muro di Caifa non scandalizza l’Occidente
       ---------------------------------------------------------------------------------------------
  

“Appena oltre i margini meridionali di Gerusalemme, là dove la città va quasi a fondersi con Betlemme, prosegue inarrestabile – a ridosso dell’insediamento di Ghilo – la costruzione della barriera di separazione israeliana nella valle di Cremisan. Sconfitti sul terreno – dopo anni di vertenze giudiziarie – i due istituti religiosi salesiani e le 58 famiglie palestinesi (cristiani, ndr) di Beit Jala che vantano diritti di proprietà su vigneti e uliveti della Valle”.
La sua lunghezza è di 730 km;  il tracciato è  un susseguirsi di trincee, porte elettroniche, muri. Esso rappresenterebbe, per Israele, anche un modo per annettere parte dei territori occupati palestinesi (infatti parte del tracciato si trova in territorio occupato), includendo anche la quasi totalità dei pozzi presenti.
Un’altra stranezza qui sotto:



Speranza a Gentiloni: "Il governo non deve aver paura di noi ma di Renzi"

Speranza a Gentiloni: "Il governo non deve aver paura di noi ma di Renzi""Faremo battaglie sociali ma non faremo mancare il nostro appoggio a Palazzo Chigi. Lʼatteggiamento di Renzi invece è ambiguo: lui deve rilegittimare la sua leadership indebolita con la corsa verse il voto".

"Gentiloni deve aver paura di Renzi, non di noi". Lo dice Roberto Speranza, uno dei leader Dp. "Noi cercheremo di portare nella sua agenda i temi sociali - aggiunge -, ma non gli faremo mancare il nostro appoggio. Faremo battaglie sociali, certo, ma Gentiloni non deve aver paura di noi. Renzi invece ha un atteggiamento ambiguo. La sua corsa verso il voto è un tentativo di rilegittimare la sua leadership indebolita".
"E' Renzi che ha voluto la scissione" - Ritornando al tema della rottura interna al Pd, Speranza spiega parlando a SkyTg24: "Ci ho creduto sino in fondo che si evitasse la rottura. Invece lui, Renzi, l'ha cercata e passerà alla storia come colui che ha spaccato il Pd". Non si sbilancia poi su chi potrebbe arrivare a presiedere i nuovi gruppi parlamentari di Camera e Senato: "Lo decideranno i gruppi che si riuniranno martedì - dice -. Il problema oggi non è trovare i capigruppo, ma tornare a parlare agli elettori per dirgli che c'è una possibilità di riaprire il dialogo sui temi della sinistra"....
continua a leggere...
http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/speranza-a-gentiloni-il-governo-non-deve-aver-paura-di-noi-ma-di-renzi-_3058840-201702a.shtml


Nasce Articolo 1- Movimento democratici progressisti. Speranza: "Lavoro e giovani prima di tutto"



Il nuovo "simbolo" subito in uso in Calabria.
    -------------------------------------------------------------------------------------------------------

Presentato a Roma un nuovo soggetto politico. "Vogliamo ricostruire il centrosinistra".

 ROMA - Si chiamerà "Articolo 1 - Movimento democratici e progressisti" la nuova formazione politica lanciata stamattina dagli ex Pd Roberto Speranza ed Enrico Rossi e dall'ex Sinistra Italiana Arturo Scotto alla città dell'Altra economia, a Roma. L'articolo 1 della Costituzione "è il nostro simbolo, la nostra ragione" ha detto Speranza. "Queste parole straordinarie sono ancora una incompiuta. Il nostro primo punto nell'agenda di governo e dare risposta a questo dramma sociale. I giovani innanzitutto"....
continua a leggere...
http://www.repubblica.it/politica/2017/02/25/news/democratici_progressisti-159197225/

sabato 25 febbraio 2017

Mario Albanesi: “Togliersi di torno”

Risultati immagini per foto di mario albanesi

Guarda ed ascolta il Video:

https://youtu.be/QkGEge6fs9U


Matteo Renzi ritiene suoi nemici gli oppositori interni al suo partito quando invece è il grosso dei cittadini che non vuole più vederlo. Se non ne è convinto, giri per le strade italiane e non in quelle della California....

A.Di battista - Se ne parla molto poco del caso #Consip, una storia torbida sull'appalto più grande d'Europa

Il caso #Consip, una storia torbida


di Alessandro Di Battista

Da qualche giorno si sente finalmente parlare, troppo poco, dell'inchiesta Consip. Ma di che cosa stiamo parlando? Il 2 novembre 2016 il quotidiano La Verità diretto da Maurizio Belpietro scrive che Tiziano Renzi, il papà di Matteo Renzi, è preoccupato per un'inchiesta di una procura del Sud. In effetti c'è un'inchiesta che poi lo riguarderà ed era appunto di una procura del Sud, nello specifico una procura di Napoli che indaga sull'appalto più grande d'Europa che riguarda la Consip. Che cosa è la Consip? La Consip è la centrale di acquisti della pubblica amministrazione, è una società che appartiene tutta al Ministero dell’Economia e delle Finanze e serve per comprare beni e servizi per la pubblica amministrazione. Su cosa indagano i magistrati napoletani? Indagano su una possibilità di corruzione, portata avanti da un imprenditore che si chiama Alfredo Romeo interessato ad aggiudicarsi alcuni lotti di quello che viene considerato l’appalto più grande d'Europa, portato avanti dalla Consip. Tra l'altro qualche anno fa Alfredo Romeo finanziò le fondazioni renziane, lecitamente, però ha dato dei soldi diciamo “a sostegno” delle campagne elettorali dell’ex sindaco di Firenze, ex presidente del Consiglio, nonché figlio di Tiziano Renzi...

Nasce DP, il partito degli scissionisti Pd, e Speranza dice: "Priorità il lavoro"

Nasce DP, il partito degli scissionisti Pd, e Speranza dice: "Priorità il lavoro""Per noi è un nuovo inizio, vogliamo riconnettere il popolo del centrosinistra". Rossi: "Daremo una nuova prospettiva ai delusi del Pd".

Democratici e progressisti è il nuovo partito che nasce a sinistra del Pd. "L'articolo 1 della Costituzione, 'L'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro', è il tratto identitario più bello della nostra comunità", così Roberto Speranza presenta la nuova formazione politica nata dalla scissione dal Pd. E aggiunge: "Noi siamo questo, è il nostro simbolo, il nostro progetto per l'Italia".
"Oggi è il primo passo di un percorso che richiederà un confronto largo - riprende -. È il primo passo di una storia bella che ha come obiettivo quello di riconnettere il popolo del centrosinistra. È un nuovo inizio, un primo passo ma siamo ottimisti. Faremo una cosa informale, senza effetti speciali e fuochi d'artificio che ne abbiamo avuto abbastanza".

Alla presentazione del nuovo movimento, alla Città dell'altra economia, nel quartiere Testaccio di Roma, avviene ufficialmente l'unificazione tra i fuoriusciti del Pd e quelli di Sinistra italiana, che si doteranno in settimana anche di gruppi parlamentari unitari....
continua a leggere...


RenziPd sostiene il centrista Macron in Francia, quelli del Pd all’estero: “Ci imbarazza, Pse chiede spiegazioni”

Pd, Renzi guarda al centrista Macron in Francia. (Alcuni) dem all’estero: “Ci imbarazza, Pse chiede spiegazioni”

PS: Ma Renzi chi?Quello che sfotteva il referendum sulla brexit,quello che aveva proclamato la Clinton primo presidente donna degli USA?Magari anche quello che era talmente sicuro di vincere al referendum da promettere storditamente (senza mantenere)di lasciare la politica in caso di sconfitta?Al posto di Macron mi toccherei da tutte le parti e mi sottoporrei ad un rito voodoo...
umberto marabese
-----------------------
L'ex segretario Pd ha definito il leader ex socialista quello con maggiori chance contro la leader del Front National alle presidenziali francesi. Il segretario" Pd "del circolo di Berlino Quadrelli ed esponente della minoranza ReteDem ha scritto un documento: "Serve coerenza e sostegno per i candidati dei partiti fratelli, non per i loro avversari". Ma il suo collega "Pd" a Parigi: "Assicuro che il partito sa quali sono i propri doveri dentro il Partito socialista europeo"...( è sicuro di quello che scrive?...).
Il problema non è stato tanto quando Matteo Renzi ha detto, pubblicamente, che il leader centrista Emmanuel Macron in Francia ero quello con le chance maggiori contro l’estrema destra di Marine Le Pen. O quando l’intestazione della pagina Facebook per il referendum “Basta un Sì” è stata modificata con lo slogan dello stesso candidato francese “In cammino” (“En marche”). Ma piuttosto, quando gli esponenti del Pd all’estero sono tornati nella loro case oltre confine e hanno incontrato i colleghi del Partito socialista europeo. “Perché Renzi non sostiene i nostri candidati?”, è la domanda che si sono sentiti ripetere in via ufficiosa. “Io sono molto a disagio. E’ una presa in giro”...
continua a leggere...
http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/02/24/pd-renzi-guarda-al-centrista-macron-in-francia-alcuni-dem-allestero-ci-imbarazza-pse-chiede-spiegazioni/3413544/

venerdì 24 febbraio 2017

Stadio a Roma, accordo Comune, società e costruttore. Taglio del 50% delle cubature. Raggi: “È un nuovo progetto”

Stadio della Roma, accordo tra Comune, società e costruttore. Taglio del 50% delle cubature. Raggi: “È un nuovo progetto”

"Si tratta in pratica di un nuovo progetto ecocompatibile ed ecosostenibile - dice la prima cittadina al termine dell'incontro -. Di un milione di cubature siamo scesi di oltre la metà". La sindaca ha annunciato che ci sarà la "completa messa in sicurezza" dell'area, che ci sarà una nuova fermata Roma-Lido, sarà riqualificata la viabilità della via Ostiense. Ma non solo: "Via le torri, ci saranno edifici bassi".

Dopo le polemiche, le riunioni, le proteste e ancora un altro vertice è arrivato l’accordo. Lo stadio della Roma si farà a Tor di Valle. L’accordo tra le parti è stato raggiunto. L’incontro tra la sindaca Virginia Raggi il costruttore Luca Parnasi e il direttore generale della squadra giallorossa Mauro Baldissoni, in rappresentanza del presidente James Pallotta, si è concluso quindi con una stretta di mano. L’accordo che è emerso prevede un taglio superiore del 50 per cento delle cubature previste dal progetto originario. Il rischio che il progetto si trasformasse in una “colata di cemento” preoccupava moltissimo la base del Movimento. Tanto che Beppe Grillo, arrivato a Roma per qualche giorno, aveva garantito che i problemi sarebbero stati risolti.
“Si tratta in pratica di un nuovo progetto ecocompatibile ed ecosostenibile – dice Virginia Raggi al termine dell’incontro...
continua a leggere...
http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/02/24/stadio-della-roma-ce-laccordo-tra-comune-societa-e-costruttore-taglio-del-50-delle-cubature/3415166/

Vladimir Putin:" Buon pomeriggio, cari compagni! " Incontro con la Flotta del Nord militari

Vladimir Putin ha incontrato gli ufficiali della Flotta del Nord, si sono distinti in missioni di servizio e di combattimento nel Mediterraneo, al largo della costa della Repubblica araba siriana.

16:30
Il Cremlino, Mosca
Vladimir Putin: Buon pomeriggio, cari compagni!
Prima di tutto, naturalmente, il 23 febbraio voglio congratularmi con lei per la vacanza, il Giorno del Difensore della Patria. Voglio congratularmi con voi e vi ringrazio per la lotta contro il lavoro che avete fatto.
Nella storia della Marina russa si apre un'altra pagina. E non solo perché ha fatto una lunga marcia, una campagna di successo, complesso, in condizioni francamente, contrastando i nostri sforzi per combattere il terrorismo internazionale, non aiutare alcuni dei nostri cosiddetti partner - che avete fatto il lavoro con dignità, con buona qualità....