Pagine

giovedì 23 maggio 2019

L'Antidiplomatico - "È ora di riprendere il posto che ci spetta. Per la prima volta, dopo il 2006, possiamo tornare a votare comunista"

 

di Giusi Greta Di Cristina 

 
Care compagne, cari compagni, amici,

vi sono momenti nella storia politica di un Paese che arrivano imprevisti e inaspettati, ma carichi della forza propulsiva tipica degli avvenimenti che possono influenzare il futuro di tutti noi.

Dal 2006 il simbolo del lavoro, degli operai, delle classi popolari è scomparso dalle liste delle competizioni elettorali. I comunisti sono via via stati rappresentati da formule ibride, che hanno non solo stilisticamente “tolto di mezzo” i comunisti e i loro simboli dalla politica italiana ed europea, ma attraverso queste operazioni i comunisti sono stati sostituiti da apparati di sinistra “rosè” nel migliore dei casi, interessati solo a battaglie di diritti civili, accompagnate da una visione distorta della storia del comunismo mondiale. Quando invece è andata male, ovvero nella maggior parte dei casi, queste operazioni truffa – a cui si ascrivono tutti i progetti di sinistra con una componente “comunista” dal 2006 a questa parte – hanno dato terreno libero alla sinistra liberal, o per meglio dire imperialista. Finti comunisti, che ancora ci raccontano le favole della apertura a sinistra, della possibilità di far “rinsavire” la parte sana del Pd, come quella del sindacalismo concertativo.... 

Italia-Russia -- Cambia il vento, Enel inizia i lavori della prima centrale eolica in Russia




Enel Russia ha iniziato i lavori di costruzione della sua prima centrale eolica in Russia, ad Azov, nella regione di Rostov sul Don: sarà completata entro fine 2020 ed avrà una potenza di 90 MW.

Il progetto prevede un investimento di 132 milioni di euro ed è condotto da Enel Green Energy, la divisione del gruppo Enel che si occupa dello sviluppo di impianti che ricavano energia da fonti rinnovabili. Quella di Azov sarà la prima centrale ad energie rinnovabili del gruppo Enel in Russia.
Alla cerimonia di posa della prima pietra hanno preso parte Carlo Palasciano Villamagna, direttore generale di Enel Russia, il governatore della regione di Rostov Vasiliy Golubyov e l'ambasciatore italiano in Russia Pasquale Terracciano.
"Oggi siamo tutti testimoni di un evento storico sia per Enel Russia, sia per tutto il settore delle energie rinnovabili in Russia. La centrale eolica di Azov aumenterà l'importanza di tutta la regione di Rostov nella strategia di sviluppo delle energie rinnovabili in Russia, e permetterà lo sviluppo di un ciclo economico fondato sulla produzione pulita, a livello locale e nazionale", ha detto Carlo Palasciano Villamagna, direttore generale di Enel Russia....

MAURIZIO BLONDET - SIRIA: RIPRESA LA GUERRA, PER USURARE LA RUSSIA

Non vogliono dare pace alla Siria. 500 militanti  del  Fronte Al Nusrah (ossia, detto chiaro, i combattenti per Usa e Sion e  Ryad) hanno lanciato tre importanti offensive contro le truppe regolari di Damasco;   disponevano di sette carri armati e una trentina di “tecniche”,  pick-up con mitragliatrici pesanti sul pianale.  Mercoledì, la base aerea russa di Kmeymim è stata bersagliata da un attacco missilistico in piena regola: 9 missili sono stati intercettati ed altri  8 non hanno raggiunto l’obbiettivo.  L’intensificazione improvvisa  dell’offensiva e dei bombardamenti ha obbligato allo spostamento di 180 mila sfollati.
La forza  armata russa ha avvertito  che Tahrir as-Sham (che è sempre Al Nusrah che ha adottato un nuovo nome, e qualcuno ha evidentemente rafforzato nella sua ultima roccaforte,  una striscia di territorio siriano che corre sul confine con la Turchia)  insomma questa nuova-vecchia formazione di “islamisti per Bibi” ha creato una speciale “unità chimica”   allo scopo di organizzare un attacco chimico ad Idlib e darne la colpa al governo di Damasco.
Il coordinamento con Washington è stato reso  evidente (e spudorato) dal fatto che martedì, il giorno  prima dell’attacco  alla base di Kmeymim, il Dipartimento di Stato ha “visto” segni dell’attacco chimico....

mercoledì 22 maggio 2019

"Non siamo una colonia americana!", Germania arrabbiata per il bullismo statunitense sul gas russo (Russian TV News)


Questo post è apparso per la prima volta su Russia Insider

Nord Stream è un gasdotto sottomarino di gas naturale dalla Russia alla Germania sotto il Mar Baltico costruito nel 2011. Un progetto iniziato lo scorso anno, denominato Nord Stream 2, raddoppierà la capacità annua della conduttura a 110 miliardi di metri quadrati (paragonabile al volume del Mar Morto a 145 miliardi di metri quadrati).
Gli Stati Uniti si oppongono al progetto perché aumenteranno la dipendenza europea, in particolare tedesca, dal gas naturale russo.


Trascrizione:
La Germania non è una colonia americana, solo Washington è interessata alle sanzioni anti-russe, ha dichiarato oggi Klaus Ernst, capo della commissione per l'economia e l'energia del Bundestag, alla conferenza internazionale sul gas naturale a Berlino...

Giorgetti: non ho accusato Conte ma così non si può andare avanti | Premier quasi due ore da Mattarella: salta cdm su dl sicurezza bis

Giorgetti: non ho accusato Conte ma così non si può andare avanti | Premier quasi due ore da Mattarella: salta cdm su dl sicurezza bis
PS:_ Il decreto sulla "famiglia" (altro assistenzialismo) non aveva le coperture finanziarie, allora hanno bloccato anche il decreto sicurezza per fare pari!
Comunque il mandato di Mattarella finisce nel 2022, altri tre anni e poi si spera che per la prima volta dopo 30 non ce ne sia un alto di sinistraumberto marabese
-----------------------

"La mia riflessione è che se c'è un governo del cambiamento deve farlo, e non vivere di stallo: deve fare le cose". Così il sottosegretario leghista alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, il quale, pur chiarendo che "non accuso nessuno, tantomeno il premier", sottolinea, dopo "settimane in cui il governo ha avuto problemi, che "così non si può andare avanti, l'affiatamento va ritrovato".
Per questo, osserva il sottosegretario, "io dico che la stabilità è un valore importante, ma stabilità non è sinonimo di immobilismo. La campagna elettorale mi ha permesso di vedere un Paese reale vivo e vitale, noi dobbiamo essere all'altezza di questo Paese reale". L'esponente della Lega allontana la possibilità di un Cdm per oggi: "Penso che prima ci debbano essere dei passaggi procedurali ancora significativi"....
continua a leggere...
https://www.tgcom24.mediaset.it/politica/giorgetti-cosi-il-governo-non-puo-andare-avanti-conte-incontra-mattarella-salta-il-consiglio-dei-ministri_3210092-201902a.shtml

Maurizio Blondet - CHI CI “RIEDUCA” AL MULTICULTURALISMO: "Spetta “agli ebrei” insegnare il multiculturalismo in Europa?".

CHI CI “RIEDUCA” AL MULTICULTURALISMO

Giulietto Chiesa: <<Spetta “agli ebrei” insegnare il multiculturalismo in Europa? Una ebrea, che guida il centro “Paidea” con i fondi del governo svedese, contribuisce a creare antisemitismo in Europa. Chi le ha assegnato un tale ruolo? >>---

Vota e fai votare ChiamparinoPD..perchè?....Piemonte, promozioni e aumenti al 30% dei dipendenti due mesi prima del voto: ‘Piazzate persone fedeli in posti strategici’



PS: "... Vota e fai votare Chiamparino...ecco l'incentivo..."
<< Il quotidiano La Stampa, nell’edizione di domenica, ha dato notizia della tappa finale di un bando interno del Partito Democratico con cui 863 dipendenti regionali dei circa 2.600 hanno raggiunto una posizione organizzativa o apicale che vale da un minimo di alcune centinaia di euro al mese fino a mille euro in più... >>.
umberto marabese
--------------------------
Piemonte, promozioni e aumenti al 30% dei dipendenti due mesi prima del voto: ‘Piazzate persone fedeli in posti strategici’. La Stampa pubblica l'esito di un bando interno con cui 863 dipendenti regionali dei circa 2.600 hanno raggiunto una posizione organizzativa o apicale (e fino a mille euro in più di stipendio). Il candidato 5 Stelle Bertola: "Operazione sbagliata a ridosso di un possibile cambio di amministrazione. E' come se la giunta Chiamparino volesse lasciare dei suoi uomini, che incideranno sulla futura macchina regionale". Una serie di “promozioni” a quasi un terzo dei dipendenti, con un aumento dello stipendio non irrilevante, approvate poco prima del voto. A pochi mesi dalle eventuali future nomine dei nuovi direttori generali della Regione Piemonte, e da un possibile spoils system, viene rinnovato il personale nelle posizioni apicali. Ma almeno la metà del punteggio necessario per queste “promozioni”, viene assegnato da quei dirigenti che potrebbero essere in procinto di lasciare i loro uffici, garantendo quindi una continuità politica rispetto al loro incarico....
continua a leggere...

martedì 21 maggio 2019

Fake news europeiste. Una documentata replica - indiretta, involontaria ma pertinente - alle banalità diffuse da Milena Gabbanelli

Fake news europeiste. Una documentata replica - indiretta, involontaria ma pertinente - alle banalità diffuse da Milena Gabbanelli

PS: Ho da semprer avuto rispetto e appreso cose molto importanti  dalle interviste della Signora Gabbanelli. Sono ancora oggi allibito su quanto ha scritto sul Corriere della Sera. Non una sua disamina è diffendibile ed trovo dal tutto riprovevole attaccare con "fake news" senza prima...come ha sempre fatto prima....aver posto le domande al Partito e al Ministro in causa. Lo so, sono solo " uno ". ma Lei mi ha insegnato che se non c'è il primo...non ci saranno mai il secondo...il terzo...!
umberto marabese
------------------------




L’Europa delle disuguaglianze sotto la sferza dell’Unione Europea

di Dante Barontini - Guido Salerno Aletta

 
Il voto europeo è alle porte. Non servirà a nulla, per quanto riguarda la direzione di marcia dell’Unione Europea – il parlamento di Strasburgo è tale solo di nome, visto che non ha potere legislativo autonomo – ma ridisegnerà la mappa delle “famiglie politiche” nei 27 paesi membri.

Il dato comune, a quattro giorni dall’apertura delle urne, è la crisi politica che attraversano tutti i paesi, soprattutto quelli più grandi e “importanti”. La Francia si è ribellata a Macron, ma non sembra aver individuato la possibile alternativa. La Spagna continua a votare e a non avere una maggioranza di governo accettabilmente stabile. La stessa Germania guarda con preoccupazione a una ulteriore possibile sconfitta della Grosse Koalition (i democristiani della Merkel e i “socialdemocratici” dell’Spd). Sulla Gran Bretagna verrebbe da stendere un velo pietoso, mentre il ghigno di quel pagliaccio di Farage emerge dallo sfondo....

DIEGO FUSARO X blog di Claudio Messora - PERCHÉ VOGLIONO LIQUIDARE LO STATO NAZIONALE


Diego Fusaro, in esclusiva per Byoblu, parte dall’asserzione di Karl Marx secondo cui lo Stato non è altro che il comitato d’affari delle classi egemoni, ed arriva a spiegare qual è il vero obiettivo dietro al tentativo (in stato avanzato) di liquefare gli stati nazionali superando la sovranità popolare, che è quello di mettere fuori gioco la democrazia nazionale, lo stato sociale e il compromesso sul welfare tra Stato e mercato.
Ecco la trascrizione integrale del suo intervento:
Dal punto di vista marxiano lo Stato figura come lo strumento della classe dominante per tutelare al meglio i propri interessi. Più precisamente lo Stato si finge super partes e in realtà tutela sempre e solo gli interessi dei dominanti: fa valere l’ordine dominante a beneficio esclusivo dei dominanti. Ed è per questa ragione che Carlo Marx lo definisce il Comitato d’affari della classe egemonica“...

Unione Europea - Oettinger rivela: la Kommissione Junker resta anche a dicembre




Qualunque cosa decidano gli elettori  con il voto del 26 maggio, la Commissione in carica (Junker, Moscovici, Oettinger,  Tusk, Mogherini) si sta organizzando per rimanere al potere oltre i limiti.
Già le “normative”  prevedono che la Kommissone Juncker decada dalla carica  solo il  31 ottobre; ossia resta al comando, a fare quel che vuole, ancora per sei mesi dopo che il voto popolare ha deciso di cambiarla.
Ma adesso il  Commissario europeo per il bilancio, Günther Oettinger, ha dichiarato giovedì che presume che l’attuale Commissione,  debba “lavorare un po ‘più a lungo”.
“Nomine, audizioni, procedure per l’insediamento della  prossima Commissione potrebbero non essere fatte nel settembre-ottobre di quest’anno”, ha detto a POLITICO in un’intervista...

da Econopoly x IlSole24ORE - Il nuovo conflitto di interessi che tiene in scacco il Paese

schermata-2019-05-19-alle-19-33-45

     

x Il Sole24ore: "Il nuovo conflitto di interessi che tiene in scacco il Paese"

 scritto da  il 21 Maggio 2019

L’autore di questo post è Costantino Ferrara, vice presidente di sezione della Commissione tributaria di Frosinone, giudice onorario del Tribunale di Latina, presidente Associazione magistrati tributari della Provincia di Frosinone –
Il tema del “conflitto di interessi” è stato al centro del dibattito politico sino a qualche anno fa, intendendo come tale la commistione di potere politico e interessi economici, individuati in un’unica persona (principale leader politico e maggiore imprenditore del paese). Al giorno d’oggi, tuttavia, ci sono altri tipi di “interessi”, in “conflitto” tra loro perché bipartisan, che si stanno letteralmente mangiando il Paese: gli interessi moratori. La cosa grave è che questi interessi si sviluppano in una duplice direzione: da un lato, gli interessi che maturano a carico delle imprese che non riescono a pagare le imposte a causa dei ritardi nei pagamenti delle Pubbliche amministrazioni; dall’altro, gli interessi che maturano a carico delle stesse Pubbliche amministrazioni, che pagano con ritardo le fatture delle imprese. Il classico cane che si morde la coda...

“Gli imbucati” di Marco Travaglio 21 Maggio 2019

Vedendo Carlo Calenda che s’imbuca all’adunata milanese di Salvini e dei suoi eurocamerati e molesta capannelli di leghisti in piazza Duomo, ci è tornato in mente il vecchio film Via Padova 46-Lo scocciatore, dove Alberto Sordi interpreta Gianrico, un giovane rompipalle, gemello del compagnuccio della parrocchietta di Mamma mia che impressione!.
La sua missione è perseguitare il vicino di pianerottolo, il signor Arduino alias Peppino De Filippo: ogni giorno Gianrico si apposta dietro l’uscio in attesa che esca per la passeggiata pomeridiana, al che gli s’appiccica addosso guastandogli il relax e insufflandogli negli orecchi con voce petulante i suoi problemi personali: “Sor Arduì, ho passato una notte d’inferno, m’ha mozzicato ‘na zanzara, ma proprio in un punto che nun me posso gratta’ né di qua né di qua: che me farebbe un grattino alla schiena, sor Arduì?”...

lunedì 20 maggio 2019

Mafia Capitale. Venafro, ex capo di gabinetto di Zingaretti, condannato a un anno in appello: “Turbativa d’asta”

Risultati immagini per di ZingarettiPD

PS:..."braccio alzato ...mano chiusa e tesa in avanti....Segretario ZingarettiPD...fischiano le orecchie...?"È successo al segretario dell ex capo di gabinetto di Zingaretti, segretario del nuovo PD? Nessun problema, il popolo di sinistra queste cose le digerisce bene, al punto da cercare ancora alleanze con Forza Italia e sostegno da Cirino Pomicino. Insomma, nel Pd, se non sono pregiudicati non vengono valorizzati 
umberto marabese
----------------------
Nel processo di primo grado l'ex braccio destro del governatore era stato assolto con formula piena "per non avere commesso il fatto". La III Corte d’Appello ha inoltre confermato la condanna con la stessa accusa ad 1 anno e 4 mesi nei confronti di Mario Monge, ex dirigente della cooperativa Sol.Co.
Maurizio Venafro, ex capo di gabinetto dNicola Zingarettialla Regione Lazio, è stato condannato in appello a un anno di reclusione per turbativa d’asta in un filone dell’inchiesta “Mondo di mezzo”. Disposto per Venafro anche il divieto di contrattare con la pubblica amministrazione per 1 anno. Nel processo di primo grado l’ex braccio destro del governatore era stato assolto con formula piena “per non avere commesso il fatto“, ma il 12 aprile il sostituto procuratore generale di RomaPietro Catalani, aveva chiesto al collegio giudicante di condannarlo ad un anno di reclusione....

Governo, Giorgetti: “Conte non è (più )una persona di garanzia”. Replica del premier Giuseppe Conte.....


PS: Sono un super-partes dei "tre governanti" attuali, però, nell'attesa di una forza politica nuova che sappia governare per "tutto il popolo italiano", devo dire che il Presidente Giuseppe conte ha spostato la bilancia dalla parte del M5S a scapito della Lega. Dico che il comportamento di Di Maio aizzato dal "giramondo Di battista"( attenzione, non della maggioranza popolo del M5S...) è caduto da molto in alto verso un molto basso dirupo, dando quindi segni di non ripettare il "contratto" di Governo, ma facendo spudorata opposizione, cosa non riuscita nemmeno al Pd...et affini. 


Vi basta questa foto...?
Il Governo cadrà?
Spero di no! 
umberto marabese
----------------------

Il sottosegretario del Carroccio in un'intervista a la Stampa ha attaccato il presidente del Consiglio. E sui 5 stelle: "Ci fanno opposizione". La replica: "Ci sono le sedi opportune". Nel pomeriggio il consiglio dei ministri: attesa per decreto Sicurezza bis e dl famiglia.
Non solo la tensione tra i soci di governo, ora la Lega mette anche in discussione l’imparzialità del presidente del Consiglio. Mentre Matteo Salvini e il M5s si scontrano sul caso della Sea Watch, il sottosegretario del Carroccio Giancarlo Giorgetti ha preso di mira il premier Giuseppe Conte. “Non è una persona di garanzia. È espressione dei 5 Stelle ed è chiamato alla coerenza di appartenenza”, ha detto in un’intervista a la Stampa....

Tom Luongo - 5 anni dopo la Crimea, le nazioni europee tornano strisciando a Putin una per una




Tom Luongo 5 ore fa











L'Europa sta finalmente tornando in sé cinque anni dopo il colpo di stato di Kiev, che ha dato inizio alla nuova Guerra Fredda tra Russia e Occidente.
La prima parte della vittoria della Russia arriva dal leader italiano Matteo Salvini. Parlando per i sottorappresentati nella politica europea,  Salvini ha dichiarato questa settimana : " Continuo a credere che non abbiamo bisogno di sanzioni. Il problema della loro rimozione unisce  tutte le persone oneste . 
Salvini sta affrontando, a testa alta, l'establishment politico europeo nelle elezioni parlamentari europee di questa settimana. E il suo sollevare la questione dell'abolizione delle sanzioni nei confronti della Russia imposto per la riunificazione con la Crimea è un massiccio attacco a loro.
Significa che Salvini sta cercando di usare l'estensione delle sanzioni come moneta di scambio questa estate. Sta minacciando di porre il veto a qualsiasi estensione con parole così forti alla vigilia di un'elezione.
La seconda vittoria per la Russia, tuttavia, è molto più significativa. Il Consiglio d'Europa ha finalmente accettato di ripristinare i diritti di voto della Russia  dopo averli sospesi per l'unificazione con la Crimea...

UmbriaPD la crisi è una farsa: La presidente Marini si dimette di nuovo.// Elezioni EU, consiglieri Pd contro l’assessore di Emiliano che vota Lega.

In Regione Umbria la crisi è una farsa.  La presidente Marini si dimette di nuovo. Ma il consiglio dovrà votare ancora

La governatrice indagata nell'inchiesta sui concorsi in sanità annuncia che lascia la presidenza, ma l'aveva già fatto un mese fa e due giorni fa aveva votato insieme alla maggioranza dem in consiglio ..."la fiducia a se stessa"...!
continua a leggere...

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/05/20/regione-umbria-catiuscia-marini-si-dimette-di-nuovo/5193144/

   ===================================================================

Elezioni europee 2019, in Puglia l’assessore di Emiliano (Pd) sostiene la Lega. I dem: ‘Incompatibile con suo ruolo’

Leonardo di Gioia, responsabile regionale dell'Agricoltura, nelle scorse settimane ha dichiarato pubblicamente il suo sostegno al candidato del Carroccio. Le polemiche del centrosinistra, la spiegazione del componente della giunta...
continua a leggere...

Governo, Di Maio: ‘Se il viceministro Rixi sarà condannato M5s chiederà rimozione’




PS: Incredibile...comprato o venduto? Questa foto e...<< ‘Se il viceministro Rixi sarà condannato M5s chiederà rimozione’>>...e se invece non fosse vero?...qualcuno farà parte del movimento dei traditori del popolo. Se vi potesse chiarire ancor più le idee sul "cambiamento di posizione dell'exM5S...
leggete.....
https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/05/19/governo-di-maio-se-viceministro-rixi-sara-condannato-m5s-chiedera-rimozione/5191823/

Sea Watch 3 sequestrata dalla Gdf: migranti fatti sbarcare a Lampedusa | Ira del Viminale

Sea Watch 3 sequestrata dalla Gdf: migranti fatti sbarcare a Lampedusa | Ira del Viminale

PS:...Son sicuro che non siamo mai andati a votare i componenti della Magistratura! bisogna una volta per tutte decidere se in Italia comandano il governo e le leggi vigenti o il PM di turno! la Costituzione prevede che la Magistratura debba limitarsi ad applicare le leggi e non comanda un bel nulla. Questo procuratore militante, va processato e licenziato! il Ministro della giustizia deve intervenire immediatamente e rimuovere questo Procuratore che non rispetta le leggi. Dicasi il CSM e il Capo dello Stato, garante della Costituzione.
umberto marabese-----------------------Scatta il sequestro da parte della guardia di finanza della Sea Watch 3 ferma da due giorni al largo di Lampedusa e i 47 migranti a bordo sono stati fatti sbarcare. La svolta è stata voluta dal pm di Agrigento nonostante il no ripetuto per tutto il giorno da Matteo Salvini. Per il Viminale infatti la Sea Watch è "una nave fuorilegge" e il ministro dell'Interno ha fatto sapere di essere "pronto a denunciare"chi ha autorizzato lo sbarco, pm compresi....
continua leggere..
https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/sicilia/sea-watch-3-sequestrata-dalla-gdf-migranti-fatti-sbarcare-a-lampedusa-ira-del-viminale_3209511-201902a.shtml

domenica 19 maggio 2019

Maurizio Blondet -Salvini, chiedi a Di Maio....“Gli assorbenti da lavare sono nel contratto?”

"Gli assorbenti da lavare sono nel contratto?"

“I pannolini lavabili  sono nel contratto?”. Questo  vorrei che Salvini chiedesse a  Di  Maio e a Conte, se avesse la vispezza dell’intelligenza che occorre contro questi, quando attaccano con questi pretesti  (Di Maio: “Spero che Salvini abbia chiesto a Le Pen, a Orban e agli altri governi sovranisti di prendersi i migranti che arrivano in Italia”).
“E  gli assorbenti lavabili sono nel contratto?”. Ecco una domanda assolutamente da fare. Perché sono il puro,  originario programma 5S: pannolini lavabili, giacche rivoltabili, calzini rammendabili, pneumatici (dei riksciò)   da rappezzare, scarpe vecchie da  risuolare, rumenta da cui campare cercandoci dentro cose da recuperare.  Autostrade da lasciar crollare perché tanto andremo tutti in bicicletta, e io cosa ci vado a fare a Lione, che mi  frega.
Il ritorno alla coppetta. Decrescita felice.
E’  la  già nota decrescita felice, aggravata adesso dall’originario moralismo degli Onesti, manette e carcere  prima che la  “corruzione” sia  anche  solo minimamente provata:  la condanna  viene pronunciata da Travaglio  sul Fatto Quotidiano, a nome delle procure, e tanto basta.
Questo che il governo viene attuando è  il programma dei 5 Stelle. Ma  non è, mi pare, quello delle Lega. Quello per il quale la lega ha dato il  suo appoggio del 17% al movimento del 33%....

Di Richard Galustian - L'Iran e perché sarebbe pazzo che l'America andasse in guerra lì

Di Richard Galustian

La deputata al Congresso Tulsi Gabbard 
è l'unica voce sana di entrambe le Camere del 
Congresso degli Stati Uniti?
Dice "La guerra con l'Iran farebbe sembrare la guerra in Iraq una passeggiata"
La roulette russa è un gioco di fortuna in cui i giocatori fanno girare il cilindro di un revolver con un solo proiettile a turno, metti la museruola contro la testa e premi il grilletto. Il giocatore ha il 16,67% di possibilità di sparare un proiettile in testa se c'è un proiettile nel revolver a 6 camere. Ogni giocatore inizia facendo girare il cilindro, quindi ogni giocatore ha la stessa possibilità di essere ucciso dal proiettile.
Se ci può essere un gioco letale della roulette russa nella politica internazionale, è questo; quello che è appena iniziato l'8 maggio, il primo anniversario del ritiro degli Stati Uniti dall'accordo nucleare iraniano del luglio 2015...

La Presidente Regione Umbra:...la "pidiessina"...Catuscia Marini:" La poltrona o la morte".

Umbria, la mozione contro le dimissioni della presidente. Marini vota per restare. Fonti Pd: "Confermi passo indietro"

Umbria, la mozione contro le dimissioni della presidente
Catuscia Marini vota per restare. 
Fonti Pd(?): "Confermi passo indietro".

Lieve malore per la governatrice che aveva annunciato di lasciare l'incarico dopo il suo coinvolgimento in un'inchiesta della magistratura sulla sanità umbra. Di Maio: "Stop alle dimissioni vergognoso". L'Assemblea regionale umbra chiede alla governatrice Catiuscia Marini, coinvolta nello scandalo della sanità, di ritirare le dimissioni e restare al suo posto. L'invito è contenuto in una mozione della maggioranza che ha raccolto 11 voti. La notizia è che fra quegli 11 voti c'è anche quello della stessa Marini. La presidente dell'Umbria ha votato per restare e ha di fatto permesso di raggiungere la maggioranza assoluta necessaria a far passare l'atto. Fonti del Pd, tuttavia, invitano la governatrice a confermare le dimissioni: "Incassato l'attestato di stima della maggioranza che desiderava, ci aspettiamo che ora Marini confermi le dimissioni, come lei stessa aveva lasciato capire in contatti con i vertici nazionali del Pd, ieri"....


 La catarsi del PD deve passare per la sua totale sparizione.La catarsi del PD deve passare per la sua totale sparizione.La catarsi del PD deve passare per la sua totale sparizione.


Lieve malore per la governatrice che aveva annunciato di lasciare l'incarico dopo il suo coinvolgimento in un'inchiesta della magistratura sulla sanità umbra. Di Maio: "Stop alle dimissioni vergognoso

L'Assemblea regionale umbra chiede alla governatrice Catiuscia Marini, coinvolta nello scandalo della sanità, di ritirare le dimissioni e restare al suo posto. L'invito è contenuto in una mozione della maggioranza che ha raccolto 11 voti. La notizia è che fra quegli 11 voti c'è anche quello della stessa Marini. La presidente dell'Umbria ha votato per restare e ha di fatto permesso di raggiungere la maggioranza assoluta necessaria a far passare l'atto. Fonti del Pd, tuttavia, invitano la governatrice a confermare le dimissioni: "Incassato l'attestato di stima della maggioranza che desiderava, ci aspettiamo che ora Marini confermi le dimissioni, come lei stessa aveva lasciato capire in contatti con i vertici nazionali del Pd, ieri"....